Tetto del Debito Usa e Mercati finanziari: Come un film gia’ visto…

Tempo fa scrissi che chi vuole operare sui mercati finanziari deve essere cosciente che le notizie che escono ogni giorno sui mercati, parlo di voci, news e dati macroeconomici, sono tutti specchietti per le allodole.

Il mercato non lo fanno le notizie ma lo fanno i Big Player, quelli che hanno la possibilita’, la forza, la capacita’ economica, di muoverli a loro piacimento. Ed e’ proprio guardando i mercati da questa prospettiva che si riesce ad analizzarlo e a capirlo meglio, col fine ultimo (per un piccolo investitore) di accodarsi ai Big Player per seguirli nelle loro intenzioni di mercato.

Se non puoi sconfiggerli unisciti a loro…

E’ da un po’ di tempo che si e’ posta l’attenzione sul tetto del debito Usa. Devi sapere che da anni gli Usa si sono autoimposti un limite di legge oltre il quale non possono (potrebbero) indebitarsi.

Il teatro carino che si e’ pero’ creato in questi anni di crisi  e’ che gli Usa si sono indebitati a rotta di collo e ogni “tot” mesi il Congresso doveva aumentare l’asticella del debito.

Immaginalo cosi’:

1) Il Congresso in Usa decide inizialmente che lo Stato non possa avere debiti per piu’ di 10

2) Con la crisi lo Stato comincia ad aumentare i suoi debiti esponenzialmente

3) Il debito totale arriva a 10

4) Che si fa, si dichiara default? No, perche’ immediatamente interviene il Congresso con una nuova legge, e porta il tetto del debito a 11

5) Lo Stato nel frattempo continua ad indebitarsi e dopo qualche mese i debiti sono per un totale di 11

6) Il Congresso allora ritorna ad aumentare l’asticella, e la porta a 12

7) Lo Stato aumenta ancora i suoi debiti ed arriva ad un totale di 12

E cosi’ via…. Non continuo perche’ diverrebbe veramente molto lunga dato che ho perso il conto di quante volte in questi ultimi 2 anni il Congresso abbia alzato “l’asticella” del tetto del debito.

 

Ma ora cosa sta succedendo?

Stranamente (come mai prima d’ora) si sta portando l’attenzione di tutti i mass media sul debito pubblico americano e sul suo tetto. Infatti fino a questo momento (da piu’ di due anni) non si era mai parlato cosi’ tanto del tetto del debito pubblico e dei continui rialzi di “asticella” effettuati dal Congresso.

Da diverse settimane invece quasi tutti i media parlano del debito pubblico e di come questa volta il Congresso abbia deciso di non alzare l’asticella.

Ma allora che si fa? Si dichiara default? Che sia arrivato il momento di dichiarare il default degli Usa e di scatenare l’inferno economico mondiale?

Non credo proprio. Anche se ritengo gli Usa un paese che corre verso il fallimento, credo che non sia ancora arrivato il momento di tutto cio’. Sono convinto che fra non molto il Congresso rialzera’ nuovamente l’asticella del debito e probabilmente si fara’ partire il QE3 di cui tanto si parla in questi giorni.

Ma allora perche’ tutto il bisogno di allarmare la popolazione con il tetto del debito e con la volonta’ di non rialzarlo? Semplicemente perche’ la Fed e quelli che chiamo “Big Player” hanno deciso che debba esserci una correzione dei mercati. E guarda caso e’ da inizio Maggio che i mercati azionari sono in discesa….

Ritengo che nel breve (due/tre settimane) si continuera’ con la tendenza ribassista (che diventera’ ad un tratto molto marcata) prima di ripartire per gli ultimi fuochi rialzisti di questo ciclo quadriennale partito il 9 Marzo del 2009. Il tempo sara’ qui a smentirmi ma non mi meravigliero’ fra qualche settimana se tutto l’allarmismo (compresa Grecia) sara’ rientrato  e se il tetto del debito sara’ stato rialzato.

Con questo non sto dicendo che questi problemi non siano reali e che sia tutto falso allarmismo. La resa dei conti arrivera’ per davvero, ma resta ancora un po’ di tempo da giocare.

In ogni caso questi sono discorsi che ad un piccolo investitore non devono interessare piu’ di tanto. Il nostro interesse e’ quello di preservare i nostri risparmi e di aumentare i guadagni dei nostri investimenti al fine di vivere una vita migliore e piu’ gioiosa. Il denaro non e’ tutto ed e’ vero che nella vita ci sono cose piu’ importanti, ma avere una stabilita’ economica rende tutto piu’ facile, a partire dalle relazioni sentimentali e familiari.

Ecco perchè cio’ che dovresti fare nei mercati finanziari e’ cercare di seguire chi ha il potere di spostare tanti soldi…

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E’ mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell’approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Oro bene rifugio

"Il mondo ha il baco dell'oro. Lo comprano tutti ormai, anche i piccoli risparmiatori e perfino gli amministratori di fondi universitari"...

Chiudi