L’oro non cresce sugli alberi (per buona sorte degli investitori)

La legge della scarsità in ambito economico e finanziario è un fattore determinante nella quotazione del prezzo di un asset.

Si basa su una semplicissima regola: quantità alta prezzo basso, quantità bassa prezzo alto.

Può sembrare un’analisi riduttiva, ma se ci pensi potrebbe non essere così.

Immagina ci siano solo dieci mele in tutto il mondo, quanto pensi siano disposte a pagare le persone più ricche al mondo se quella pietanza è l’unica che ti può garantire la sopravvivenza?

Se invece le mele fossero 2000 miliardi? Beh, ne saremmo sommersi, ad ogni angolo di strada troveremmo cumuli di mele che non interessano a nessuno.

Un po’ quello che accade con le valute fiat e che non accade con oro e argento.

Stiamo finendo l’oro?

Nessuno conosce per assodato la quantità totale di oro mai estratto, l’ipotesi migliore riferita dal World Gold Council è di circa 197.576 tonnellate di oro estratte nel corso della storia.

Se ogni singola oncia di questo oro fosse posta una accanto all’altra, il cubo di oro puro risultante misurerebbe circa 21 metri su ciascun lato.

Siccome è quasi impossibile distruggere l’oro, la maggior parte del metallo estratto rimane in qualche forma.

I gioielli la fanno da padrone attribuendosi il 50 percento dell’attuale domanda mondiale di oro.

Dopo i gioielli, l’uso più comune per l’oro è il conio. A causa della sua rarità, l’oro è stato a lungo usato come una forma di valuta già 6000 anni fa. Anche se non usiamo più (o ancora) l’oro per lo scambio di beni e servizi, tuttora fornisce una solida garanzia di valore nelle riserve aurifere dei Governi.

L’oro ha un ruolo importante anche nel settore odontoiatrico e nella medicina.

Lo troviamo all’interno dei dispositivi elettronici come computer e smartphone. Non molte persone lo sanno, ma l’oro è indispensabile in ogni dispositivo mobile. Una ricerca condotta dal World Gold Council ha scoperto che un singolo telefono può contenere fino a 50 milligrammi d’oro. Potrebbe non sembrare molto, ma se si considera il numero complessivo di telefoni cellulari presenti nel mondo, la quantità è impressionante.

Alcuni ristoranti particolarmente esclusivi usano trucioli d’oro o foglie d’oro per decorare i loro piatti più stravaganti, a scopo puramente decorativo. Non essendo tossico, in queste quantità può essere consumato senza conseguenze.

Senza dimenticare l’uso nelle decorazioni degli edifici, nei prodotti cosmetici, nell’ingegneria aerospaziale e nella stampa.

Poiché l’oro non si decompone, tutto questo quantitativo è in teoria disponibile.

Sì in teoria, perché il riciclo di oro ammonta a solo l’1 % dell’intero stock di rottame. La maggior parte potrebbe non tornare mai più sul mercato.

Vengono continuamente scoperti sempre più utilizzi di oro nel settore industriale e la nostra crescente dipendenza dai dispositivi elettronici implica una sostanziale domanda nei prossimi decenni che potrebbero compromettere la tua capacità di acquistare oro in futuro.

L’oro è uno degli elementi più rari sulla terra, la domanda è quando, non se, potrebbe esaurirsi la sua offerta.

È difficile capire con precisione quanto oro rimane da estrarre.

Il WGC stima che ci siano 54.000 tonnellate di riserve auree sotterranee in attesa di essere estratte, meno del 30 percento di ciò che è già stato estratto. Non stiamo parlando di molto metallo se consideriamo l’attuale tasso di estrazione mineraria che varia tra le 2.500 e le 3.000 tonnellate ogni anno.

Se l’attuale attività di estrazione continuerà allo stesso ritmo, le scorte sotterranee potranno esaurirsi in meno di 20 anni.

È abbastanza tempo per te?

Questo grafico da una stima di quando esauriremo ogni metallo o fonte di energia.

Dalla rappresentazione in basso puoi facilmente notare come sono distribuite le riserve di oro in superficie in relazione a quelle ancora nel sottosuolo.

  1. Gioielli: 92.947 tonnellate, 47,0%
  2. Investimenti privati: 42.619 tonnellate, 21,6%
  3. Depositi istituzionali: 33.919 tonnellate, 17,2%
  4. Altro: 28.090 tonnellate, 14,2%
  5. Riserve di sottosuolo: 54.000 tonnellate

La fornitura di oro non può durare per sempre. Arriverà il giorno in cui non saremo più in grado di acquistare oro in maniera semplice come oggi.

Ti sei chiesto se sia mai esistito nella storia un periodo inopportuno per possedere oro?

"PRIMA DI INVESTIRE IN ORO" 6 verità che ti hanno sempre nascosto

Stai per scoprire gli ingranaggi che muovono il mondo del denaro oggi. E come, e perché, l’oro ne è maledettamente collegato.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Ludovico

Mosso dalla passione per gli investimenti, studio con ammirazione e profondo rispetto gli scenari sui mercati finanziari e gli eventi macroeconomici, approfondendo tematiche che non smettono mai di stupire per gli effetti che ricadono nel quotidiano.

2 COMMENTI

  1. Stanno già parlando di estrazioni dai meteoriti chissà quando ci riusciranno

    • Ciao Alex, ho letto diversi articoli a riguardo, e come dici tu chissà quando ci riusciranno. Come immagino ben saprai, c’è un tempo per comprare e un tempo per vendere un asset. Quando l’estrazione mineraria spaziale sarà realtà avremo già gli occhi puntati su degli asset più interessanti, chissà, magari proprio su azioni di aziende legate a questo mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 
Username
Password

Design by Andrea Leti

"prima di investire in oro"

6 verità che ti hanno sempre nascosto

Accedi allo Special Report

Accedi allo Special Report "Le 6 verità che ti hanno sempre nascosto"

gratuito

Leggi articolo precedente:
(è successo) ORO su nuovi massimi storici

Caro lettore, caro compagno di avventure sul mercato dei metalli preziosi. Il viaggio che abbiamo iniziato su DeshGold nel 2011,...

Chiudi