Ecco perché Tesla ha un disperato bisogno di argento

Come accennato nel precedente articolo il settore tecnologico, automobilistico e quello delle energie rinnovabili sono soggetti al consumo di argento.

Esaminandoli notiamo che sono strettamente correlati tra di loro.

Il mercato delle autovetture è in continua evoluzione sia in termini di tecnologia che di salvaguardia dell’ambiente, non a caso ultimamente l’attenzione è sempre più rivolta verso la movimentazione elettrica.

Il maggiore numero di veicoli elettrici si traduce in maggior fabbisogno di energia.

Energia che strizza l’occhio all’ambiente attraverso l’uso di pannelli fotovoltaici e turbine eoliche.

L’argento e le idee rivoluzionarie di Elon Musk

Non è un segreto che Elon Musk abbia idee rivoluzionarie.

La maggior parte delle sue azioni hanno avuto un successo strepitoso. Gli ordini Tesla hanno raggiunto il record di 97.000 veicoli a livello globale nel terzo trimestre del 2019 (per non parlare dei 250.000 preordini per il nuovo CyberTruck).

Ma c’è qualcosa che forse non sai di Tesla.
Ha un disperato bisogno di argento.

Grazie alla sua particolare composizione chimica, l’argento è uno degli elementi che, direttamente o indirettamente, rendono le tecnologie “green”.

Ti rivelo un segreto: più tecnologie e prodotti “green” introdurrai nella tua vita, più argento utilizzerai nel complesso.

Un sostanziale aumento di auto a conduzione elettrica implica un aumento della produzione di energia elettrica.

L’argento è molto usato nella produzione di energia elettrica per la sua alta capacità conduttiva rispetto a tutti gli altri metalli.

E quando si tratta di elettricità nel rispetto dell’ambiente, il solare è il segmento di mercato in più rapida crescita.

Il solare è una fonte di energia rinnovabile e non emette emissioni di carbonio.

L’argento utilizzato nei pannelli solari è di circa 20 grammi. Può sembrare una quantità esigua, ma se la sommi alla produzione totale che è destinata a crescere in modo significativo nei prossimi anni, il risultato è stupefacente.

In molti Paesi, compresa l’Italia, nelle nuove abitazioni è obbligatorio installare impianti di energia rinnovabile con conseguenti vantaggi fiscali.

Si stima che l’elettricità prodotta dall’energia solare dovrebbe più che triplicare nei prossimi dieci anni.

Crescita dovuta in parte dalla maggiore attenzione all’ambiente ma anche delle tecnologie che rendono il solare economico nel lungo periodo.

Si prevede che le fonti rinnovabili aumenteranno fino a 4,5 volte il loro livello attuale entro il 2030, espandendo la loro quota di produzione dal 6% al 14%. Ciò significa che sarà necessario sempre più argento.

Viene da chiedersi: se il prezzo dell’argento dovesse aumentare troppo, chi produce tecnologie rinnovabili potrebbe scegliere di sostituirlo con un metallo più economico?

La risposta è che per la maggior parte, NO, non lo può fare. L’argento ha notevoli qualità elettro conduttive che non si trovano in altri metalli.

In aggiunta, non dimentichiamo che l’argento è denaro.

Come l’oro, non ha rischi di controparte ed è riconosciuto a livello internazionale, accettato a livello globale e altamente liquido.

Se l’attuale crisi aumenterà di proporzioni, le nuove strategie perseguite dai Governi potrebbero ricadere su questo bene che verrà utilizzato come sostegno monetario insieme all’oro.

Ed ecco un punto importante: nel caso i governi ricominciassero a comprare argento, l’effetto sarebbe diretto, immediato e incommensurabile su questo mercato così sottovalutato elevando l’importanza dell’argento nel mondo per anni.

Ti ricordo che se vuoi comprare argento dai rivenditori più sicuri al mondo ed ai prezzi più bassi sul mercato, possiamo aiutarti con la Guida DeshGold.

"PRIMA DI INVESTIRE IN ORO" 6 verità che ti hanno sempre nascosto

Stai per scoprire gli ingranaggi che muovono il mondo del denaro oggi. E come, e perché, l’oro ne è maledettamente collegato.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Ludovico

Mosso dalla passione per gli investimenti, studio con ammirazione e profondo rispetto gli scenari sui mercati finanziari e gli eventi macroeconomici, approfondendo tematiche che non smettono mai di stupire per gli effetti che ricadono nel quotidiano.

8 COMMENTI

  1. Ho lavorato per anni nel settore delle energie rinnovabili e posso confermare che, nei prossimi anni, l’incremento mondiale di installazione di pannelli solari e fotovoltaici crescerà notevolmente. Vedo il prezzo dell’argento ancora troppo basso e sono convinto che verrà adeguato presto ai nuovi utilizzi che ne verranno fatti.

    • Ciao Marco,
      considerata l’esperienza che hai maturato negli anni nel settore delle energie rinnovabili trovo rilevante il tuo punto di vista. Non resta altro che attendere di vedere un adeguamento del prezzo dell’argento in un futuro eco sostenibile in continua crescita.

  2. Le auto elettriche sono una delle tante bolle, gonfiate a dismisura dalla nuova green economy, che il sistema finanziario sta cercando di imporre per salvare se stesso.
    Documentazione alla mano, rivista specializzata “antincendio” docet (non certo il giornaletto che si occupa di scienze ma non sa nulla, come il sole 24 ore), le batterie ad alto potenziale sono pericolosissime e molto lontano dall’essere sicure, basta un minimo urto e si rischia l’incendio (buona fortuna a chi compra questi mezzi in particolare Tesla). Certo non bisogna divulgare la notizia, e farsi abbagliare dalle frottole del gasolio inquinante, poi magari come succede in Germania il 46% dell’elettricità si produce con il carbone, ma questi sono dettagli. La verità è che paesi come l’Arabia Saudita non sono in grado di estrarre idrocarburi come un tempo, e devono per questo rubarlo all’Iraq, alla Siria ed allo Yemen, in conclusione si tratta di un sistema di mobilità che non ha più risorse, ma che la grande finanza si ostina a perseguire.
    A proposito dell’argento, non esistendo miniere vere e proprie, ma essendo un sottoprodotto dell’estrazione dell’oro, ha già raggiunto il picco, ed è in piena fase decrescente. Certo per la grande finanza le risorse disponibili non contano nulla, conta solo la presunta modernità del sistema finanziario fallimentare,controllare le folle con un presunto futuro radioso e una bella dittatura sanitaria.

    • Ciao Roberto, grazie di aver condiviso il tuo punto di vista.

  3. Buongiorno, scusate l’ignoranza forse la domanda è stupida: nonostante il valore di acquisto di un lingotto d’argento è quasi il doppio del valore di vendita attuale, (un kg di argento €.778 se lo compri, €.408 se lo vendi) ne consigliate l’acquisto comunque?
    Grazie e buona giornata.

    • Ciao Roberto, innanzitutto non esistono domande stupide, continuo dicendoti che la ragione del disaccoppiamento tra prezzo di acquisto e vendita dell’argento ha radici di varia natura.
      Il mio consiglio è che se ti stai interessando agli investimenti in metalli preziosi approfondire questi argomenti è di fondamentale importanza, aiutati con la Guida DeshGold.

      • Ciao Lodovico, grazie per il tuo tempo e per la tua risposta, ma quale sezione della guida di DeshGold, acquistata ormai anni or sono, mi suggerisci di leggere per avere risposta alla mia domanda? Ho sempre e solo investito in oro per l’elevata differenza tra prezzo di acquisto e di vendita dell’argento.
        Grazie e buona giornata.

        • Roberto buongiorno,
          per rispondere alla tua domanda potresti fare una ricerca tra i rivenditori segnalati nella Guida e vedere i prezzi di acquisto e di offerta. Considera che in fase di acquisto sul prezzo dell’argento fisico gravano il costo dell’Iva, della manifattura e della spedizione, per ovviare a queste spese puoi rivolgerti ai rivenditori che offrono servizi con prezzi allineati alle quotazioni di mercato.
          Non dimenticare di scriverci nella sezione “Supporto” all’interno della Guida per ogni dubbio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 
Username
Password

Design by Andrea Leti

"prima di investire in oro"

6 verità che ti hanno sempre nascosto

Accedi allo Special Report

Accedi allo Special Report "Le 6 verità che ti hanno sempre nascosto"

gratuito

Leggi articolo precedente:
L’argento costa poco perché deve costare poco (what’s?!?)

Il pensiero comune è che, l'argento costa poco perché deve costare poco. È una credenza indotta dagli Stati, che per...

Chiudi