Storico accordo per portare lo yuan in Europa!

La Cina e la Svizzera sono a un “passo” dal siglare uno storico accordo per internazionalizzare l’utilizzo dello yuan cinese.

Sara’ la piazza finanziaria di Zurigo – nel cuore dell’Europa – a spianare la strada per portare lo Yuan in Europa.

Il Premier Cinese Li Keqiang, in visita in Svizzera per partecipare al simposio annuale del World Economic Forum di Davos, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“La Banca Centrale Cinese (PBOC) e quella Svizzera, sono in procinto di firmare un memorandum d’intesa per l’internazionalizzazione dell’uso dello Yuan, specialmente in Europa”.

Li Keqiang al simposio di Davos ha tenuto un discorso sull’andamento dell’economia cinese e sulle prossime riforme che il Governo Cinese intende adottare per modernizzare la propria sfera economico-finanziaria (per esempio: la liberalizzazione definitiva dello Yuan, in modo tale da elevarlo al rango di valuta di regolamento internazionale e favorirne lo sviluppo e l’utilizzo nel settore finanziario globale).

Un funzionario del Governo Cinese ha ribadito quanto dichiarato dal Premier Li Kequiang, affermando che:

“la cooperazione tra Cina e Svizzera consistera’ nel progetto di espansione dell’utilizzo dello yuan, nelle transazioni economiche e finanziarie mondiali, a partire dall’Europa”.

Secondo l’accordo che sara’ siglato, la Cina cedera’ 50 miliardi di Yuan (circa 8 miliardi di dollari americani, tramite il “veicolo finanziario Qualified Foreign Institutional Investor”, a favore della creazione del mercato di Yuan a Zurigo, e un primo istituto bancario cinese sara’ allestito proprio nel centro della grande citta’ elvetica).

Cina e Svizzera avevano gia’ firmato un accordo durante il mese di luglio dell’anno scorso. Con quell’accordo bilaterale i due paesi si scambiarono Yuan per un valore di 24 miliardi di dollari americani.

L’intesa era stata siglata per favorire la liquidita’ tra le rispettive sfere economiche e finanziarie e implementare gli scambi commerciali tra i due paesi, utilizzando Yuan invece che Euro o Dollari Americani.

Cheng Fengying, ricercatore “anziano” presso l’Istituto Relazioni Internazionali della Cina, ha espresso la sua influente opinione sull’accordo che i due paesi sigleranno:

“L’accordo di libero scambio valutario tra Cina e Svizzera rafforzera’ la cooperazione economica tra i due paesi ma incoraggera’ lo sviluppo di relazioni finanziarie ed economiche simili tra la Cina e tutti gli altri paesi europei”.

La convenzione che sara’ firmata tra i due paesi e’ di estrema importanza perche’ la Cina intende promuovere massicciamente l’utilizzo della sua valuta all’interno delle transazioni economiche mondiali, facendo della piazza finanziaria di Zurigo il “trampolino di lancio” delle sue ambizioni globali. In altre parole, il trampolino di lancio per portare lo Yuan in Europa.

La notizia e’ stata ripresa anche da Reuters.

Ti ricordo che la Banca Centrale Cinese aveva gia’ stretto accordi con centri globali finanziari come Sydney (Australia), Seoul (Corea del Sud), Parigi, Lussemburgo, Francoforte, Singapore ed Hong Kong, come parte degli sforzi per promuovere l’utilizzo della sua moneta a livello internazionale.

Negli ultimi 5 anni la Cina ha compiuto passi da gigante nella politica di promozione dell’utilizzo dello Yuan sia come valuta “commerciale” che come valuta d'”investimento” e come “valuta di riserva”.

L’intento della Cina e’ quello di sfidare apertamente lo status di valuta globale del dollaro americano con la creazione del cosiddetto “Blocco Renminbi-Yuan“, ovvero un imponente complesso di nazioni che commerciano e si relazionano finanziariamente tra di loro e con la Cina, direttamente in Yuan cinesi.

Non so te, ma quando ho sentito questa notizia sono sobbalzato dalla sedia.

L’importanza della piattaforma finanziaria svizzera supera di gran lungo l’importanza demografica del paese.

Ti ricordo che, per quanto riguarda la gestione transfrontaliera di patrimoni di clienti privati, la Svizzera e’ il primo attore mondiale.

Il settore finanziario della Confederazione Elvetica contribuisce per oltre il 10% all’economia della Svizzera.

Come dicevo, la Cina punta su Zurigo come grande opportunita’ per espandere l’utilizzo della sua valuta in tutta l’Eurozona. Sara’ un accordo di portata storica.

Tutto lascia presagire che i tempi per una rivoluzione finanziaria cinese siano definitivamente maturi e che lo Yuan giochera’ un ruolo fondamentale nel prossimo assetto monetario mondiale.

Mi immagino in un futuro non molto lontano ( tra qualche anno), questo annuncio del Governo Cinese (o di qualche funzionario della PBOC):

“Abbiamo il controllo del mercato dell’oro fisico e quindi siamo in grado di determinarne le quotazioni. Vi annunciamo che possediamo le piu’ imponenti riserve auree ufficiali, anche se fino ad ora non ne avevamo fatto pubblico annuncio.

La nostra valuta, lo Yuan, e’ protetto da riserve auree ed e’ divenuto valuta di riferimento per le transazioni internazionali, nonche’ valuta di riserva nei caveaux delle maggiori banche centrali mondiali.

I consumi interni del nostro paese sono enormemente aumentati, l’allargamento della classe media e’ un obiettivo ormai acquisito; non abbiamo piu’ necessita’ di esportare i nostri prodotti in modo massiccio come dieci o vent’anni fa.

Di conseguenza, non v’e’ piu’ alcuna ragione pratica di detenere 4.000 miliardi di dollari americani in riserve valutarie e in titoli di Stato Usa per puntellare il debito statunitense e i consumi degli americani.

Pertanto, annunciamo al mondo la nostra intenzione di accelerare il processo di dismissione di titoli del tesoro USA, nonche’ di riserve valutarie in biglietti verdi.

Lo Yuan cinese e’ pronto a fare la sua parte nel varo della prossima riforma del sistema valutario mondiale”.

Quando la Banca Nazionale Svizzera ha dichiarato di non voler piu’ “difendere” il cambio Franco Svizzero/Euro a 1,20 abbiamo visto un’impennata del Franco di oltre il 35% contro l’Euro e di oltre il 25% contro il dollaro nell’arco di un minuto di trading.

Seguo i mercati finanziari mondiali da oltre 25 anni e non avevo mai visto una scossa sismica di tale portata; come documentavamo, non sono ancora state ancora quantificate le perdite finanziarie globali di questa mossa ma la portata delle stesse sara’ devastante quando verranno alla luce (e stanno venendo alla luce, seguimi nella puntata di sabato del Barometro!).

Stiamo parlando del cambio Franco Svizzero/Euro e Franco Svizzero/Dollaro USA, non del cambio Franco Svizzero/Bolivar Venezuelano o Franco Svizzero/Peso Argentino!!

L’Euro “pesa” il 25% delle riserve valutarie mondiali nei caveaux delle banche centrali, e il dollaro il 60%, eppure la rivalutazione del Franco Svizzero contro questi due “colossi” e’ stata a dir poco spettacolare.

Immagini cosa potra’ succedere al cambio Yuan/Dollaro Americano quando la Banca Centrale Cinese fara’ l’annuncio di cui sopra (e stai certo che primo o poi lo fara’)?

Assisteremo a un’impennata di oltre il 50% – 60% dello Yuan nei confronti del dollaro americano, un terremoto terrificante, quello che personalmente – tra amici – definisco come il prossimo “the big one finanziario”.

E ti immagini a quale prezzo arriveranno oro e argento che hanno una correlazione inversa con le quotazioni del dollaro americano?

Il “reset” del sistema valutario mondiale e’ appena iniziato, altri importanti cambiamenti finanziari futuri ci attendono. Viviamo tempi interessanti. Ti auguro di viverli alla grande.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

7 COMMENTI

  1. Una notizia sorprendente! Mi aspettavo ci volesse più tempo sinceramente, invece sembra che i tempi siano abbastanza maturi.

  2. Finalmente .. e arrivato cio che mi aspettavo…la Cina scalza le valute storiche, inizio di un cambiamento?

  3. Se e’ una notizia con fondamenta sta iniziando il cambiamento allora mi chiedo e chiedo a voi del blog oro e argento quali saranno i prezzi?

  4. …Grazie Riccardo, finalmente un po’ di vibra positiva all’orizzonte.
    Buon fin di settimana.

  5. Sono io che ti ringrazio Danilo, che ci segui con assiduita’!

    Buon Fine Settimana anche a te!

    Ciao

    Riccardo Gaiolini
    Analyst & Research
    http://www.deshgold.com

  6. Allora credo che sara’ un terremoto finanziario oro oro e solomente oro e argento fisico sono le ancore di salvezza voi cosa ne pensate e cosa ce’ all orizzonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Quando l’oro rende piu’ di un bond…

Mentre ci dirigiamo verso un mondo obbligazionario a tassi negativi (fino a poco tempo fa ritenuto improbabile da gran parte...

Chiudi