L’intento segreto della BCE

Oggi Mario Draghi ha confermato la volonta’ della BCE di sostenere i titoli di Stato dei paesi in difficolta’.

Come fare questo? Acquistando in modo diretto le obbligazioni sul mercato secondario (per intenderci quello dove tutti i privati possono operare attraverso ordini di acquisto inseriti con il proprio Broker, o attraverso indicazioni di acquisto date alla propria Banca).

Si e’ parlato di piano “Salva Spread” o anche di piano “Salva Euro” .

A proposito di crack dell’Euro. In questi mesi ho cercato di fare molta attenzione alle dichiarazioni dei diversi leader Europei. Dalle loro parole ritengo che l’intenzione di uscire dalla moneta unica sia pari a zero. Piuttosto credo che l’intento segreto, ben dichiarato nelle stanze  private della BCE, sia quello di traghettare l’Europa verso un’unione fiscale e politica (oltre che monetaria).

Da queste parole vedo l’Euro come il punto di partenza di un progetto ancora piu’ ambizioso, ovvero la creazione di un “unico corpo” a livello Europeo. Se questa ipotesi diventera’ realta’ nel prossimo futuro avremo tutti l’Euro come moneta unica, ed in piu’ gli Stati Nazionali trasferiranno la loro sovranita’ ad un unico grande ente politico che operera’ a livello Europeo.

Questo perlomeno e’ quanto sono riuscito a scorgere in tutti questi mesi di decisioni e di dichiarazioni “piu’ o meno ufficiali”.

Se queste mie considerazioni sono esatte:

  • l’Euro non morira’ domani. Anzi da qui ad un anno si apprezzera’ su molte valute, partendo dal Dollaro Usa.
  • Nei prossimi mesi ci troveremo dinanzi a decisioni che completeranno il passaggio che ho definito nel precedente paragrafo come “traghettamento dell’Europa verso un’unione fiscale e politica”
  • L’Euro rischiera’ la sua fine solo se una potente iperinflazione (che potra’ partire anche dagli USA) portera’ alla totale perdita di fiducia nella moneta da parte dei cittadini. Dunque una fine dell’Euro che potra’ avvenire non per volonta’ o scelte politiche, ma solo se i cittadini perderanno completamente fiducia nella moneta unica.

 

Come scrivo da oltre un anno su queste pagine, ritengo che gli USA  siano avviati verso un processo di totale distruzione della propria valuta (il Dollaro USA). Quando questo processo accadra’, tutte le altre valute mondiali si troveranno a subirne le conseguenze. Questo succede perche’ se gli USA continuano a spingere con forti svalutazione della loro valuta, gli altri paesi (come hanno dimostrato di fare fino ad ora) continueranno a svalutare anche le loro valute.

Diventa a tutti gli effetti una guerra valutaria, dove i paesi fanno a gara a chi svaluta di piu’. La svalutazione nel breve termine porta grossi benefici al paese che la attua. Ma se cominciano ad attuare tutti la stessa “tecnica” il risultato sara’ che tutti si ritroveranno peggio di prima, senza che nessuno benefici degli effetti della svalutazione.

Proprio come quando vai allo stadio.


Non riesci a vedere la partita come vorresti, e cosi’ decidi di alzarti in piedi. Fino a quando tutti gli altri restano seduti, nel breve termine hai un reale beneficio nell’esserti alzato (vedi la partita in modo ottimale).

Dopo un po’ gli altri si accorgono che sei davanti alla loro visuale, e che non riescono piu’ a vedere la partita. Succede cosi’ che anche quelli dietro si alzano, e poi a ruota si alzano tutti gli altri.

Risultato finale: tutti sono in piedi, e la partita si vede come all’inizio, quando tutti erano seduti. Nessuno beneficia piu’ dell’essere in piedi.

 

 Dunque allo stato attuale ci troviamo in queste 2 situazioni:

1. Le decisioni umane tendono verso la vita dell’Euro. I nostri leader (dalle mie letture) vogliono una unione Europea ben piu’ grande di quella attuale. In questo progetto, la moneta unica e’ il pilastro.

2. La natura, il libero mercato, tendono verso una distruzione delle valute che potrebbe partire dal Dollaro USA, ovvero la moneta perno del sistema economico in cui viviamo oggi. Se questo dovesse accadere, anche l’Euro avra’ enormi possibilita’ di essere  o distrutto, o quantomeno svalutato in modo drastico. Questo tuttavia resta uno scenario di medio/lungo termine. 

Conclusioni: per i prossimi mesi non mi attendo nessuna distruzione dell’Euro. Al contrario mi aspetto che da qui ad un anno, l’Euro potra’ apprezzarsi su molte valute e ritrovarsi molto piu’ forte di oggi.

Su queste basi si allineano anche le dichiarazioni del ministro degli esteri Spagnolo, Garcia-Margallo, il quale (poche ore fa) ha detto:

 

“Occorre risolvere urgentemente il problema delle cosiddette economie periferiche: Grecia, Portogallo, Irlanda, Italia e Spagna. E solo la Bce può farlo, estinguendo il fuoco.

Va tutto bene – aggiunge – ma nel medio termine dobbiamo autofinanziarci. Ed e’ la Bce che ha i soldi.

La Spagna dovra’ convincere la Germania della necessita’ di ristrutturare l’Unione europea per consentire di far cessare l’incertezza. Questo significa: unione bancaria, unione di bilancio e unione politica.

Capiranno che si tratta di qualcosa che ci riguarda tutti. E’ come sul Titanic. Rischiamo di affondare tutti, compresi i passeggeri di prima classe”.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

24 COMMENTI

  1. Ottimo Gennaro. E’ sempre un piacere leggere le tue riflessioni.
    Un abbraccio e continua così!

  2. Quanto affermato è molto probabile anche, se io penso che non è la cosa migliore per il popolo italiano, l’alternativa è quella di attuare ugualmente le riforme di finanza pubblica richieste, ma contemporaneamente negoziare un’uscita dall’euro, cambiare classe dirigente appropriarsi della potestà monetaria, e solo dopo in un secondo momento porre le basi per una vera unione europea ma con regole diverse a quelle a cui dobbiamo sottostare oggi. Questo in estrema sintesi.

  3. Questa è l’ennessima dimostrazione che il potere monetario è nelle mani di chi comanda alla bce,e che in questo momento di incertezza economica i piccoli risparmiatori sono in sofferenza mentre qualcuno dietro le” quinte” ci sta guadagnando e anche alla grande!!!! Una mia ipotesi:dietro la decisione di oggi della BCE può esserci qualche diktat emanato da qualcuno che detiene le sorti economiche del mondo,tipo Goldman Sachs!!! Vorrei sapere cosa ne pensi Gennaro e tutti gli amici del forum!Splendida giornata

    • Frank volendo pensare in termini che molti definiscono “cospirazionistici”, la tua idea potrebbe essere molto azzeccata. Ma la mia domanda a questo e’:
      “Come possiamo avere certezza di questo? Come possiamo avere prova che sia cosi?”

      Purtroppo le risposte non ci sono, e con il tempo ho capito che se mi concentro su cose di cui non ho potere per modificarle, finisco solo per ammalarmi psicologicamente. Ecco perche’ preferisco non pensarci e badare al sodo, a cosa posso fare nel concreto per influire in modo attivo sulla mia vita.

  4. Marko, Carlo,
    come avrete notato ho preferito non dare un giudizio su questa chiave di lettura bensi’ mi sono limitato a riportare quel che ho tratto dalle numerose indicazioni riportate dai leader Europei in tutti questi mesi.

    Il mio intento e’ quello di poter dibattere su questi argomenti e leggere le differenti opinioni che ognuno ha.

  5. Caro Gennaro. Ho letto ed apprezzato la Tua riflessione e o colto un margine di ottimismo, magari è solo illusione o la speranza per il futuro dei nostri ragazzi, non mi fido più dei politici perché dicono tutto e il contrario di tutto, però la vita continua quindi spero che qualcosa di buono avvenga.
    Oggi l’oro ha superato la soglia dei 1700 $ l’oncia, come si pone questo nel contesto?
    Saluti e grazie!

  6. Quindi quale la soluzione ? Solo comprare oro ?

    • @Alberto

      Alberto in un contesto di continua e inesorabile inflazione delle valute, l’Oro e l’Argento non potranno far altro che aumentare di prezzo. Ciclicamente i metalli hanno visto la ripartenza di un ciclo annuale che ne sta spingendo le quotazioni (questo ci indicano ad oggi i nostri studi).

      @Fabio

      La soluzione a cosa Fabio?
      Acquistare Oro e Argento e’ una soluzione alla distruzione dei risparmi.
      Una distruzione che avviene da 10 anni e che continuera’ in modo ancora piu’ prepotente nei prossimi anni.

      Chiaro che non e’ la soluzione a tutti i problemi che la vita ci presenta. Ogni individuo e’ differente e pertanto sarei un pagliaccio se ti dicessi che comprare Oro e’ la soluzione a tutti i tuoi problemi.

      • Hai centrato la mia domanda. Grazie per la risposta.

  7. beh era una cosa abbastanza risaputa la volontá di un unione anche politica, anche perché in mancanza di questa non si va da nessuna parte, proprio come adesso. era stato previsto fin dall’inizio di creare un Unione Europea stile USA con il suo governo, la sua moneta e le sue leggi, e secondo me si é aspettato fin troppo a mettere in atto quest’idea, e non é piú tempo di aspettare!

  8. Sono in pieno accordo con quanto scrivi, l’ipotesi di una euroscissione non è mai stata presa in seria discussione se non per paventare scenari apocalittici e, quindi, convincere la gente che non è una opzione. Credo che le “potenze” europee abbiano preso al balzo l’occasione per “strigliare” i cosiddetti PIIGS, lo confermano le continue e altalenanti dichiarazioni dei leader tedeschi che hanno di fatto causato il fenomeno spread (assieme alle manovre della bundesbank), nonchè la faccenda Grecia che è divenuta il “pubblico dimostratore” di quel che può accadere, un monito per i popoli ….. Dunque, assumiamo per buona l’ipotesi. E’ chiaro che per tenere a galla l’euro la BCE dovrà produrre moneta, e quindi al pari del quantitative easing della FED, introdurre una certa inflazione. A questo punto il famoso “spread” scenderà un po’, ma sarà mantenuto comunque su un livello di attenzione e gli investitori troveranno molto conveniente rientrare nel mercato dei titoli di stato, con la BCE che farà da camera di compensazione. L’oro scenderà un po’, e quindi …. sarà il momento buono.

  9. Ciao Gennaro,
    grazie per questa ulteriore interessante riflessione che ci mandi. Ti pongo un quesito: la svalutazione del dollaro come movimento iniziale del processo globale, non porta, secondo quanto da te piu’ volte sottolineato, un rischio di calo del valore dell’oro che e’ strettamente legato alla valuta americana?

  10. L’europa nasce nazionalista.
    Gia nei singoli paesi tra nord e sud ci sono rivalse campanilistiche figuriamoci se dobbiamo fare uan unione politica
    Un inglese accetta di rispettare leggi fatte da un francese?
    Un italiano accetta di rispettare leggi fatte da un tedesco?

    Che facciano pure ma ricordiamoci lo schiaffone preso con un piccolo referendum sulla creazione di una costituzione erurtopea.
    Qui non lo abbiamo nemmeno fatto visti i risultati negli altri paesi

    Ritorniamo ad avere sovranità monetaria e politica, facciamo come islanda, equador, argentina.

    Gennaro se dovesse accadere quello che tu hai valutato cadremmo in una situazione dolorosa senza fine e per me meglio una fine tracica che una tragedia senza fine come l’unione politica, monetaria ecc ecc.

    • 1- Cosa significa «facciamo come l’Islanda»?
      2- È vero che l’Islanda non ha pagato il suo debito?
      3- È vero che l’Islanda ha cacciato il Fondo Monetario Internazionale e rifiuta l’Euro per tenersi la sua moneta nazionale?
      4- Nel video tutte le risposte. Documentate.
      Video: -Facciamo come l’Islanda: paghiamo il debito
      http://youtu.be/sEeDS_cj3j8

  11. Ciao Gennaro tu fai forex ?

    • @Gilberto

      Non obbligatoriamente Gilberto. Ad esempio, tra Novembre 2009 e Giugno 2010 il dollaro fu molto forte, eppure l’Oro ebbe un trend al rialzo.

      Inoltre, nel momento in cui si dovesse arrivare a perdere totalmente la fiducia nel dollaro USA (contesto eccezionale, pertanto non confrontabile con gli ultimi anni di mercato), il prezzo dell’Oro sarebbe completamente decorrelato. L’Oro volerebbe alle stelle e il dollaro svaluterebbe.
      Questo il mio punto di vista.

      p.s. in ogni caso, anche se il Dollaro Usa si rafforza nei confronti delle altre valute ma l’Oro si apprezza ancora di piu’ (in termini percentuali), significa che si sta ugualmente verificando una svalutazione del Dollaro.

      @Faber

      Faber dipende da cosa intendi per fare Forex.
      Nella DeshMember, area privata di Deshgold.com, siamo long di Euro su Dollari da circa 4 settimane e lo strumento utilizzato e’ un Etf.

  12. Ciao Gennaro, mi hai veramente sorpreso! prima dell’estate ho letto un tuo articolo in cui prevedevi che l’oro sarebbe aumentato e che a settembre avrebbe avuto un picco, avendo molto stima di te e dei tuoi consigli ne ho acquistato 50 grammi a 39 euro e qualche centesimo, ora l’oro sta a 43 euro al grammo, quindi ti ringrazio. Ho altro contante da investire e da un pò di tempo a questa parte non dai più consigli sull’oro, come mai?, mi piacerebbe sapere se prevedi che l’oro nei prossimi mesi continuerà a crescere di valore oppure no?
    Grazie di tutto.

  13. Ciao Gennaro,
    sono un orafo e vorrei fare un acquisto in materia prima tipo oro e argento.
    Appena ho avuto la possibilità di poter acquistare le quotazioni sono schizzate al rialzo quindi sto aspettando in qualche momento più favorevole.
    Pensi che questo fine anno possa scendere il prezzo dell’oro come l’anno scorso?
    Tu cosa faresti? visto e considerato le notizie di cui si è parlato?

    • @ Andrea

      Andrea ti ringrazio per la fiducia anche se ci tengo a sottolineare che le mie indicazioni hanno un fondamento statistico e che pertanto non sono da leggere come “Vangelo”.

      Se ci focalizziamo sul lungo periodo, oltre ad avere un fondamento statistico per l’Oro abbiamo anche dati fondamentali e secoli di Storia dalla nostra parte. Dati e studi che ad oggi mi lasciano intravedere ancora diversi anni di rialzo per i metalli preziosi.

      Dunque il mio consiglio e’ non focalizzarti sul breve termine. Accumula Oro ogni volta che puoi, e tieni ben presente che i prezzi di 1550$ oncia potrebbero non essere piu’ rivisti per anni.

      @ Aldo

      Aldo la risposta alla tua domanda e’ implicita nella risposta che ho appena scritto ad Andrea.
      In ogni caso, se posso darti un ulteriore spunto, al tuo posto attenderei la risposta dei mercati alle notizie che arriveranno il 12 e 13 Settembre, per poi valutare a freddo quando acquistare.

  14. Ciao Gennaro, pienamente d’accordo su tutto.

    1. Il dollaro è carta straccia e sarà manifesto, ma non subito.
    2. L’argento schizzerà alle stelle e sarà la miglior commodities dei prossimi 24 mesi.
    3.Tra breve forti perturbazioni sull’equity, prendere l’ombrello se siete esposti

    Questo diceva un gran trader nostrano tempo fa

  15. Quando una banca centrale stampa valuta od acquista illimitatamente bond come ha annunciato la BCE l’iperinflazione e’ dietro l’angolo. Da notare che la FED ha creato dal nulla 16 trilioni di dollari per salvare banche anche europee: Bernanke si aspettera’ un po’ di solidarieta’ dalla BCE che sara’ costretta a ricambiare il favore per non far crollare il dollaro. Purtroppo America ed Europa sono unite ad un doppio filo e tutte e due le valute se ne andranno a fondo perche’ le economie e le politiche dei salvataggi sono unite. Non dimentichiamoci chi ha vinto la II Guerra Mondiale e chi l’ha persa: gli americani avanzano ancora un sacco di soldi, sia per l’aiuto nel dopoguerra sia per l’aiuto alle banche europee dal 2001 (si, l’11 settembre ha deviato l’attenzione dai problemi valutari per qualche hanno, ma i semi c’erano gia’ ed il terreno di coltura era gia’ formato): non credo si arrenderanno senza usare il loro arsenale in caso di crollo contemporaneo delle valute dollaro ed euro.

    • Condivido pienamente il tuo commento,nel blog Iconicon potete trovare conferma. Ma l’obiettivo reale è quello di convogliare tutti in un controllo globale con una moneta unica. Ricordatevi che perdere la propria moneta significa perdita di identità, non ha caso paesi come Croazia e Bulgaria mantengono la loro moneta perchè così non possono essere controllati dalla BCE che a sua volta è controllata dalla Federal reserve che sono sempre banche private quindi comandate dai Rotschild e company. Non a caso molte aziende italiane stanno investendo in Serbia e Croazia per questo motivo.

      • Si certo, ma perdere la moneta non significa perdere l’identita’ nazionale, significa perdere potere d’acquisto e frutti del proprio lavoro. Per me sarebbe molto meglio avere una moneta unica ma fatta al 100% di oro e di argento cosi’ si avrebbe sia il valore di acquisto mantenuto nel tempo, costi delle merci stabili, niente inflazione, niente tasse, mercato libero ed autonomo, niente economisti (ladri legalizzati) e burocrati (parassiti legalizzati) inutili, niente banche centrali ed agenzie di rating, niente politici e funzionari corrotti e sia la liberta’ individuale affermata. Una volta in circolazione questo tipo di contante il potere economico passa dai pochi ladri e parassiti ai molti: una cosa molto auspicabile e molto democratica direi, se non vuoi che il tuo governo faccia qualcosa che non ti va a genio vai in banca e ritiri l’oro e l’argento e la cosa finisce li.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Bolla dell’Oro: Collage

Con il massimo di prezzo che l'Oro ha fatto segnare a Settembre 2011, vari studiosi di questo mercato hanno posto...

Chiudi