Se l’ORO non è in BOLLA, cosa… BOLLE in pentola?

 Osserviamo il grafico sotto:

Si tratta di una chart elaborata dal team di James Turk, che mostra l’andamento di tre mercati (quello dell’oro, dell’ S&P 500 e degli Assets della Federal Reserve americana) nel periodo che intercorre tra il marzo del 2009 e i giorni nostri.

Cio’ che risalta subito, anche all’occhio meno esperto, e’ che la fortissima e costante correlazione fra questi mercati, nell’intervallo di tempo considerato, cessa nel gennaio 2013.

Da allora pare che qualcosa sia cambiato.

Infatti, in concomitanza della prima grossa “grassa” iniezione di liquidità della FED, e per tutto questo lasso di tempo, sia l’oro che l’S&P 500 hanno seguito quasi pedissequamente, salve alcune eccezioni temporali, l’aumento delle sue attività di bilancio (leggasi pure: monetizzazione del debito da parte della Federal Reserve).

Ad un certo punto però, individuato precisamente nel gennaio dell’anno appena trascorso, l’oro si è staccato dalla scia…

Cosa è successo per giustificare una distorsione di questa entità?

E come mai l’S&P 500 ha continuato a seguire l’andamento degli assets della FED mentre l’oro, al contrario, ha fatto un percorso inversamente proporzionale?

E’ molto sopravvalutato l’uno, o troppo sottovalutato l’altro? Quali sono le giuste proporzioni?

Ai posteri l’ardua sentenza.

Non vogliamo (nè possiamo) in questa sede affermare, con la certezza di KingWorldNews, che l’oro dovrà ritracciare di almeno il 100 % nei prossimi dodici mesi, per mettersi al passo degli altri mercati citati, tuttavia una cosa è certa: QUALCOSA DOVRA’  PUR SUCCEDERE.

Ci interessa piuttosto mettere un punto fermo: se qualcosa BOLLE in pentola, quel qualcosa non è la BOLLA dell’oro.

Ora vediamo il perchè.

 ———————————————————————————————–

Quanto segue è tratto da un commentario originariamente pubblicato su www.speculative-investor.com il 19 dicembre 2013.

 

       Una caratteristica di una bolla d’investimento è l’incredibile accelerazione del prezzo verso l’alto durante gli ultimi 6-12 mesi di un lungo periodo al rialzo, seguito da un crollo del prezzo.

Occorre fare attenzione, però, perché con un grafico del prezzo è possibile creare l’impressione di una drammatica accelerazione al rialzo dello stesso, anche se nulla del genere realmente si è verificato.

Il motivo è che un rialzo di lungo termine, ad un tasso annuo costante, apparirà parabolico se tracciato utilizzando una scala lineare.

Prendiamo l’esempio dell’ORO.

La seguente chart di lungo periodo da l’impressione di una sensazionale accelerazione verso l’alto, (che culmina) con il picco del prezzo del 2011.

Inoltre, crea l’impressione di un crollo del prezzo a seguito di tale picco.

Ma questa impressione è fuorviante, perché è dovuta unicamente all’impiego di una scala lineare sull’asse Y.

Con questa scala lineare, un aumento del 10% del prezzo dell’oro da $ 1.500 a $ 1.650 appare cinque volte più grande di un aumento del 10% del prezzo dell’oro da $ 300 a $ 330.

L’aumento, certamente, è cinque volte più grande in termini di dollari nominali, tuttavia ciò che conta è la variazione percentuale.

Indipendentemente dal fatto che un investitore acquista oro a $ 1500 e lo vende a 1.650 dollari, oppure compra oro a $ 300 e vende a $ 330, (questi) consegue un profitto del 10%.

Il grafico riportato sopra nasconde il fatto che il prezzo dell’oro in dollari americani è aumentato ad un tasso annuo praticamente costante dal 2001 fino al 2011, e da allora ha vissuto una correzione pluriennale (a differenza di un crollo vero e proprio).

Il grafico visualizzato sotto utilizza una scala logaritmica per l’asse Y ed è una rappresentazione più accurata della performance a lungo termine dell’oro;

la ragione sta nel fatto che, con la scala logaritmica, la salita o discesa di un 10% del prezzo risulterà identica dello stesso 10 %, in aumento o in diminuzione, rispetto a qualsiasi altro prezzo.

Utilizzando la tecnica di scalatura corretta possiamo notare che il prezzo dell’oro ha raggiunto il suo massimo con il picco del 2011, tuttavia questo rialzo non è stato più marcato rispetto al picco del 2008 ed al picco del 2006.

Infatti, il ROC  (“Rate Of  Change”) a 250 giorni incluso nella parte inferiore del grafico suggerisce che l’oro è stato leggermente meno “ipercomprato” al suo picco del 2011 rispetto al suo picco del 2006.

Era molto più costoso durante il picco del 2011, piuttosto che nei picchi precedenti, motivo per cui la correzione che ne è conseguita è stata ben più consistente, tuttavia non vi è alcuna prova di una drammatica accelerazione del prezzo verso l’alto che in genere si vede durante l’ultimo anno di una bolla d’investimento.

La tabella seguente fornisce un chiaro contrasto tra prestazioni dell’oro in bolla che portano al suo picco del 1980 e le prestazioni dell’oro simili ad una bolla che portano al suo picco del 2011. Il grafico mostra di anno in anno la variazione percentuale.

Mentre l’azione del prezzo dell’oro non ha fornito la prova di una bolla in nessuna occasione negli ultimi 10 anni, lo stesso non si può dire per il petrolio.

Il seguente grafico di lungo periodo in scala logaritmica rivela che l’azione del prezzo del petrolio ha sicuramente mostrato le caratteristiche tipiche di una bolla, nel periodo 2007-2009.

In primo luogo, ci fu un’eccezionale accelerazione verso l’alto del prezzo durante i 12 mesi finali di un rialzo a lungo termine, con il prezzo che aumentò più del doppio e si spostò ben al di sopra sia della parte superiore del canale di lungo periodo inclinato molto positivamente e sia di quella del canale più ripido/a breve termine inclinato verso l’alto sul grafico in scala logaritmica.

(Nota: con il livello estremamente elevato del prezzo del petrolio rispetto a quasi tutto, in risposta all’azione del prezzo abbiamo scritto a metà del 2008 che, in termini aggiustati per l’inflazione, il prezzo del petrolio stava probabilmente facendo un picco secolare.)

In secondo luogo, il picco di prezzo 2008 è stato seguito da un crollo spettacolare.

In conclusione, l’azione del prezzo dell’oro che ha portato al suo picco nel 1980 potrebbe ragionevolmente essere interpretata quale prova di una bolla d’investimento, allo stesso modo dell’azione del prezzo del petrolio che condusse fino al suo picco del 2008.

Tuttavia, perché un analista possa sostenere che l’azione del prezzo dell’oro che ha portato al suo picco nel 2011 sia stata la prova di una bolla, dovrebbe fare l’errore di fondo di ignorare la variazione percentuale.

FONTE: https://www.321gold.com/editorials/saville/saville122113.html

Traduzione di Donato Massaro

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Staff DeshGold

.

42 COMMENTI

  1. Ciao Donato,
    complimenti per il tuo articolo.
    Ho l’impressione che tu ti sia molto informato e abbia approfondito con seria attenzione l’argomento e questo mi ispira fiducia.
    Da qui a investire il passo è lungo(…) perché il periodo non perdonerebbe colpi di testa seppur supportati da tanta apprezzata teoria.

    Ad ogni modo io credo molto nel vivere il presente ed utilizzo le risorse che ho a disposizione per renderlo il più piacevole possibile.

    Certo le tue considerazioni/dimostrazioni mi invogliano a pensare a domani, ad andare un po’ oltre il visibile e a riservare una quota anche se modesta a questa dorata (!) illusione.

    Grazie cate

    • Ciao Cate,
      grazie per aver letto l’articolo e per aver condiviso pubblicamente il tuo pensiero.
      Alle tue parole “Ad ogni modo io credo molto nel vivere il presente ed utilizzo le risorse che ho a disposizione per renderlo il più piacevole possibile…”, mi sento di rassicurarti sul fatto che anch’io vivo molto intensamente il presente. Ed è proprio per questo motivo che sto cercando di seminare qualcosa di buono ORA, che ho le forze e le energie per farlo, per poter raccogliere o far raccogliere i frutti un domani.
      E quando dici “Da qui a investire il passo è lungo perché il periodo non perdonerebbe colpi di testa seppur supportati da tanta apprezzata teoria”… mi fa pensare al fatto che tu ti riferisca soprattutto ai precedenti articoli, visto che in questo non parlo in modo specifico della GRANDE, e forse davvero ultima, OPPORTUNITA’ di investire in oro e argento, in questa particolare e delicata fase del loro ciclo naturale.
      Mi fa piacere comunque che il trattare di questi argomenti possa essere spunto per un approfondimento da parte tua delle tematiche che tu chiami “dorata illusione”!
      Buon pomeriggio!

  2. Buon pomeriggio BOYS, allora oggi sarebbe, dovrebbe essere il D. DAY dei mercati azionari U.S.A. E non solo?
    Sempre e secondo il frattale del 1929 plottato sullo SP 500 odierno…….la discesa del 1929 non fu un semplice ritracciamento, ma una INVERSIONE DI TENDENZA DEI MERCATI AZIONARI DELL’EPOCA che duro’fino al 1932…,,,,inoltre l’indicatore postato dalla DESHGOLD, impostato sul MARGIN NET…..che ha indicato con precisione svizzera le ultime DUE GRANDI INVERSIONI DI TENDENZA DEI MERCATI AZIONARI, da come e’ stato presentato e’ prontissimo a dare il segnale SELL sui mercati finanziari ATTUALI vero? TRANQUILLI
    BOYS sui mercati azionari di oggi TUTTO CIÒ NON SUCCEDERÀ PIU, anche perché nel 1929, come indicato da W. GANN nelle sue previsioni diffuse per iscritto ai suoi clienti nel novembre 1928 per l’anno 1929, ci fu la scadenza di un importantissimo ciclo d’inversione azionaria, che francamente oggi non si manifesterà, la cui scadenza e’ prevista tra qualche anno, ed IO conosco la DATA……..inoltre abbiamo la MANO PLASMATRICE DELA FED, che non potrà che aiutare a salire il mercato dell’EQUITY……
    Pertanto mi dispiace MOLTO DELUDERE le ASPETTATIVE DEI RIBASSISTI……
    Ai posteri l’ardua sentenza…..
    BYE BYE …
    Ah stavo dimenticando …..
    Il mio STOP – LOSS sul BAY dato da me Sul GOLD e’ a quota 1.170 $ OZ, finche non viene toccato dal prezzo , il segnale BUY rimane sempre valido, anche perché quando venne raggiunto il prezzo del gold a 1.179,45 $ oz il 28/06/2913 si manifesto un’importante scadenza ciclica d’inversione rialzista, che GANN nel suo libro scritto sulle Commodity definisce d’importanza vitale per il GOLD.
    Vi auguro una buona settimana di trading.
    L. MATTOCCI

  3. Ciao Luigi, bentornato, quando si esprime un parere il parere deve rimanere personale. E’ sempre un errore a mio modo di vedere attribuire ad altri cose che non hanno detto e che noi abbiamo interpretato. Se viene presentato un grafico a confronto con un’altro grafico e viene detto, “secondo questo studio……..” ciò non implica che sia il parere o la visione di chi lo presenta.
    Sopratutto se si è settati su di un lungo periodo……. poco importa, oggi, domani o tra 5 mesi.

  4. Con tutto il rispetto per le vostre posizioni, credo che si stia uscendo dal seminato…e che si stia parlando di qualcosa d’altro e di “”poco” attinente al tema trattato…

  5. In effetti l’articolo mette a fuoco aspetti interessanti riguardo a come prendere visione dei grafici. Io mi sono orientato su un aspetto che credo importante. Se scaliamo dal grafico il fattore legato all’aumento dei costi di estrazione( per una parte dovuti alla difficoltà di trovare ancora oro facile(pepite), all’esaurimento delle miniere e ai maggiori costi energetici, il prezzo del gold di quanto è salito negli ultimi 15 anni?
    Assai poco direi se guardando, ad esempio l’azionario, un titolo in bolla può trovarsi dieci volte più alto del suo valore.

    Ciao Luigi Mattocci. Bentornato!

    • Hai centrato il punto Luigi.
      Quello che mi interessava mettere in evidenza nell’articolo era proprio come sia possibile giungere a conclusioni differenti a seconda che si utilizzi un sistema di scalatura (lineare) piuttosto che l’altro (quello su scala logaritmica), che ad avviso degli esperti meglio e più giustamente rende le reali misure dei rialzi o ribassi di mercato.
      E se guardiamo al ROC a 250 giorni dell’oro possiamo notare come in effetti non sia vero che nell’agosto del 2011 l’oro sia stato acquistato (per chi lo ha fatto) ai prezzi più alti di sempre. Infatti il prezzo più alto in assoluto dell’attuale ciclo secolare toro dell’oro, mi pare che sia stato spuntato nel 2006, quando è stato possibile vendere ed ottenere un’ottima plusvalenza.
      Giusta l’osservazione sui costi di estrazione e di produzione, al di sotto dei quali credo che i grossi produttori preferiscano stoccare in magazzino e non immettere sul mercato i metalli, pur di non rischiare di chiudere le miniere. E sappiamo (o possiamo immaginare) quanto possa essere problematico prendere la decisione di chiudere una miniera, visto che poi per riattivarla diventa quasi proibitivo.
      Buona giornata a tutti!

      • Ciao Donato, mi è venuta in mente anche questa osservazione: “Vi sono stati alcuni fattori che dal 2000 hanno portato ad un aumento dei costi di estrazione del gold, ma nelle quotazioni quanto potrebbe essere attribuito anche alla svalutazione del dollaro americano?”
        E se scorporassimo dal grafico anche questo la sua crescita dovrebbe risultare ancora meno accentuata.
        Insomma credo che i costi attuali risultino fortemente scontati e che tolte tutte queste apparenti “crescite” di fatto dal picco dei 1920 $ oz non siamo così lontani.

  6. Buona sera Luca,,,,,,……..siamo sempre alle SOLITE, da Te non me lo sarei aspettato, SEMBRI un TIPO SVEGLIO, MA………….
    Quando si risponde ad un intervento effettuato da un lettore dei Vs. Articoli, bisogna capire e non SOLO LEGGERE, cosa viene detto, mi spiego meglio.
    Io ho detto che lo SP500 attuale, oggi dovrebbe segnare un massimo, questo sempre secondo la sovrapposizione col frattale del 1929 che Voi avete presentato su questo sito, ma non ho MAI detto che e’di Vs. Iniziativa, anche perché sui due grafici in questione si evince chiaramente che l’elaborazione degli stessi e’ di un certo McClellan, tra l’altro Ti dico che questo frattale viene presentato e seguito su diversi siti e blog di finanza, uno di questi e’ il sito: http://promotori.bancaipibi.it/, di un certo STEFANO BOTTAIOLI, quindi come potevo dire che e’ STATA UNA VS, IDEA?
    Invece ho detto che la presentazione dell’indicatore del MARGIN NET, e’
    stato pubblicato da Voi, presentato come VOSTRO, cioè di DESHGOLD e che era pronto ad indicare una imminente inversione dei mercati azionari, visto il livello ormai raggiunto, se non ti risulta e’ sufficiente che ritorni sull’articolo scritto dalla DESGOLD e verificherai il TUTTO…..
    Spero di essere stato chiaro e di avermelo SPIEGATO……
    GOOD TRADING A TUTTI……

    • è tornato il signor mattocci che diceva che l’oro a dicembre sarebbe andato a 1500-1600 dollari l’oncia.

      grande esperto

      • Già, mi ero illuso anch’io delle tante belle parole…

        • Ciao Andrea, io credo che ti eri illuso già molto tempo fa quando hai acquistato il gold a prezzi molto PIU elevati di adesso…..quando stai perdendo? Ha ha haaaaaaa.
          Io se volevo fare il fico avrei venduto il gold a prezzi superiori ai 1300$ oz che e’ il mio prezzo di acquisto e dire che avrei guadagnato……siccome lo venderò piu in la, i 50$ oz che sto perdendo temporaneamente non mi interessano……anche perché ho acquistato lingottini d’oro…..
          Buon pomeriggio…

        • Buona sera SANDRO E ANDREA, ASCOLTATE……X ME RISPONDERE A DILETTANTI COME VOI, CHE AVETE ACQUISTATO IL GOLD A PREZZI ELEVATISSIMI E ORA AVETE DELLE PERDITE IN PORTAFOGLIO DEVASTANTI MI VIENE MOLTO FACILE…..SAPETE X ME E’ COME RUBARE LE CARAMELLE AI BAMBINI…….EH EH EHHHHHHH.
          GOOD TRADING A TUTTI

          • Ciao Luigi, il fatto che io sia un dilettante non ci piove, l’ho sempre ammesso e continuo a farlo anche ora. Ho sempre detto tra l’altro che sei un professionista della materia e tanto di cappello(non c’è bisogno che ti scaldi tanto e che offenda i lettori del sito che dicono la loro). In realtà è da qualche mese che affermi che il gold comincia a salire non da subito, ma prima di subito…ricordi?vero i 5000 dollari l’oncia.e ogni volta andava sempre più giù.
            Compreso quel tuo segnale che in realtà sei l’unico ad averci capito qualcosa a cosa serva, visto che finora è stato solo un fallimento.
            Questo ovviamente può essere scontato per me, come per qualcun altro che è alle prime armi, ma detto da te che sei esperto in materia (e lo ammetto) permetti che debba dire che le tue parole sono state una delusione per me?Poi se per te è un’offesa fa pure, ma trovo molto più realistici e signori nel rispondere persone esperte lo stesso in materia, tra cui Angelo, Luigi e Doma. Un’ultima cosa:l’ultimo mio acquisto l’ho fatto a 32 euro grazie al tuo segnale. Fosse stato per il mio istinto avrei aspettato, visto che poi è sceso a 28(prezzo di vendita).E poi non ero io a dire che avrebbe fatto 1500-1600 a dicembre!Quante delle tue teorie si sono dimostrate vere?Questo detto da un professionista!Ora se dici che l’azionario durerà ancora un anno, allora ragiono al contrario:vorrà dire che a breve c’è invece la salita del gold.Saluti

          • Un’ultima cosa:è inutile che ridi sugli investimenti della gente, in realtà ti faccio presente che attualmente non ho subito alcuna perdita, nè mai la subirò poichè il sottoscritto conserva ancora il suo gold visto che aveva preventivato che l’investimento potesse durare anni o decenni.Non ho affatto bisogno del denaro che ho investito, per cui posso tranquillamente attendere la fine del ciclo a prescindere dalla sua durata. A fine ciclo poi l’ignorante in materia che sono io ti farà sapere la percentuale del proprio guadagno netto, che di sicuro sarà maggiore della tua, con la differenza che tu ci stai dietro ogni secondo istruendoti continuamente, mentre per me invece è un hobby e una scelta di vita, non un mestiere, anche se anch’io faccio il professionista ma di altro!Non vuole comunque ciò essere motivo di offesa. Rinnovo i saluti e cerca di essere più educato con tutti i lettori.

      • Ciao SANDRO, io credo che ti eri illuso già molto tempo fa quando hai acquistato il gold a prezzi molto PIU elevati di adesso…..quando stai perdendo? Ha ha haaaaaaa.
        Io se volevo fare il fico avrei venduto il gold a prezzi superiori ai 1300$ oz che e’ il mio prezzo di acquisto e dire che avrei guadagnato……siccome lo venderò piu in la, i 50$ oz che sto perdendo temporaneamente non mi interessano……anche perché ho acquistato lingottini d’oro…..
        Buon pomeriggio…
        INOLTRE IN GIRO SI E’ dichiarato e si dichiara ancora che il prezzo del gold, raggiungerà i 1000 O 1100$ oz e ancora non li ha raggiunti questo prezzi, mentre il sottoscritto ha sempre affermato che il mio trading System non ha MAI sbagliato un segnale finora, pertanto se mi ha segnalato il BUY a circa 1300$ oz, presuppongo che sotto i 1170 $ oz non ci dovrebbe andare PIU……
        BYE BYE…….
        STAMMI MOLTO BENEEEEEEEE

        • Ciao Luigi Mattocci,
          io sono uno di quelli che ha messo in conto che l’oro potrebbe scendere a 1100 $, e se così dovessero andare le cose non mi straccerò le vesti, ne approfitterò per mediare e ridurre le perdite, come dissero quei http://www.deshgold.com/3-amici-al-bar/
          Buona serata!

          • Buona sera DONATO, SPERO CON TE DI AVER FINITO DI RISPONDERE……..CRedo che TU NON SEI UN TRADER PROFESSIONISTA, MA UN DILETTANTE ALLO sbaraglio …..SI EVINCE DAL FATTO CHE NON CONOSCI UNA REGOLA FONDAMENTALE DEL TRADING…..E CIOÈ : CHE NON BISOGNA M. A. I. MEDIARE AL RIBASSO MA, AL CONTEARIO, SI MEDIA SEMPRE AL RIALZO…..perché quello che affermi TU…….SIGNIFICHEREBBE……COME VOLER AFFERRARE CON LE MANI NUDE LA LAMA DI UN COLTELLO IN CADUTA LIBERA……
            questa regola e’ scritta su TUTTI I LIBRI DI TRADING……inoltre se il prezzo del gold arriva a 1170$ oz io ti venderò Tutto il mio oro….anche se credo che non ci arriverà MAI…..
            BUONA SERATA A TUTTI……

      • Inoltre Sandro se Ti leggi questo libro scritto da GANN, addirittura potrai fare scalpin sul futures del gold come ME e diventerai un asso imbattibile sulle materie prime…..

        How to make profits in commodities (Guadagnare in borsa con i metodi di Gann) [Copertina Flessibile]
        William D. Gann (Autore), E. Sartorelli .
        Stammi MOLTISSIMO BENEEEEE, HA HA HAAAAAAA

        • Ti manca da compiere un passo, Sig. Mattocci: con una piccola parte dei guadagni che lasci immaginare, istituisci una fondazione a scopi benefici e ti troverai di colpo nell’Olimpo dei grandi investitori!
          Saluti ossequiosi,
          Alfredo.

  7. Buongiorno,
    i grafici rendono visibile ciò’ che realmente è successo in questi anni.
    Io investo in maniera minima nell’oro fisico, ma le tue considerazioni aiutano a capire il mondo dell’oro e la sua storia

    • Ciao Giulio,
      grazie per il commento.
      Quella dell’oro è una storia plurimillenaria, e non saranno i polpastrelli di alcune dita potentissime a distruggerla tanto facilmente.
      Allo stato attuale si calcola che a fronte di un’oncia di metallo fisico, quello che, mi pare di capire, anche tu puoi toccare con mano, ci sono ben 94 once di carta equivalenti.
      Poniamo per assurdo che tutti coloro che detengono oro di “carta” (quello cioè che promette di entrare in qualsiasi momento in possesso dell’ORO VERO E TANGIBILE), decidessero, anche solo per sfizio e in un colpo solo, di PRETENDERE ciò di cui si millanta la proprietà, e volessero convertire in metallo sonante i propri titoli…secondo te cosa succederebbe?
      Allo stato attuale è l’oro di carta che sta facendo il prezzo, ma questa oscenità non potrà durare in eterno, ed il GRANDE BLUFF della LONGA MANUS non è lontano dall’essere scoperto.
      Il banco potrebbe saltare da un momento all’altro e noi non possiamo farci trovare impreparati.
      Il giochetto ricorda tanto il vero problema del sistema bancario, quello di cui solo gli addetti ai lavori parlano: la RISERVA FRAZIONARIA.
      Ma questa è un’altra storia!

      Buona serata

  8. Buongiorno,
    mi sono finalmente deciso ad acquistare oro fisico e precisamente monete d’oro (sterlina-krugerrand),
    ma proprio in questi giorni le agenzie Studio18karati della mia città (Cagliari) sono state chiuse definitivamente (periodaccio dicono), quindi temo sarò costretto a servirmi di qualche affidabile agenzia online. Volevo chiedervi un consiglio sul come comprare in modo sicuro e magari con costi relativamente bassi di consegna a domicilio.

    vi ringrazio anticipatamente
    Raffaele

    • Ciao Raffaele,
      la scelta della sterlina è ottima.
      Anche il kruggerand va benissimo, solo considera che il suo peso supera l’oncia, quindi non potresti eventualmente pagare con contanti.
      Il mio consiglio SPASSIONATO è di trovare qualche banco metalli registrato ufficialmente all’albo della Banca d’Italia, nei pressi della tua zona geografica. Altrimenti CONFINVEST, che è la società che indica ai vari quotidiani nazionali le quotazioni del giorno, propone prezzi onesti e prevede anche il riacquisto. Poi c’ è il mercatino di deshgold…

      • Grazie Donato,
        si anche io preferirei acquistare in contanti ma credo che nella mia zona (Cagliari e provincia) non vi siano venditori qualificati, e sopratutto avrei voluto acquistare anche in piccoli lotti, cosa che online non è possibile causa spese di consegna.
        Spero vivamente di trovare qualcosa in zona altrimenti sono un po fregato.

        Grazie comunque

  9. Alt, Mattocci.
    Aspetta un momento.
    Su una cosa hai ragione: io non sono un trader professionista. Ma non mi dispiace deluderti:non lo sono neppure per “diletto”
    Semplicemente non mi sono mai cimentato (quindi non ho mai avuto modo di andare allo sbaraglio) nel trading, e non ho mai operato su questo tipo di piattaforme. Ho sempre detto che il trading lo lascio fare a chi lo sa fare o “presume” di saperlo fare. Io sono un cultore del metallo fisico. Credo in quello, punto. E’ questo il motivo per cui non potrei mai tagliarmi se cerco di afferrare NON la lama di un coltello che cade, ma, più concretamente ORO PURO E VERO (peraltro a prezzi scontati, come in questo periodo). A dirla tutta io credo che chi potrebbe farsi male sul serio, potresti essere proprio tu, nel caso si raggiunga lo stop loss che ritieni impossibile, solo perché Gann ti è apparso in sogno, per cui credi di avere la verità rivelata. Mi pare che tu abbia già preso una grossa cantonata, eppure continui a schernire a destra e a manca. Che buon pro ti faccia! buona serata!

  10. Buongiorno Donato, visto che intimi l’alt ai lettori, per caso eserciti la professione di VIGILE URBANO? Inoltre GANN non compare in SOGNO, anche perché come ti ho già dimostrato ha scritto diversi libri sul trading, solo che Tu occupandoti d’altro nella vita, non SAI che queste tecniche esistono e vengono applicate giornalmente nei mercati finanziari…….purtroppo quando un argomento e’al di sopra della Tua comprensione, non FAI altro che criticare. In oltre, siccome stai tutti i giorni a dirigere il traffici cittadino, non ti sei neanche accorto che i miei interventi tecnici sono SOLO di conformità e NON d’iniziativa….
    Spero di essere stato esaustivo……
    BYE BYE .

  11. Buongiorno Luigi Mattocci, la presunzione del sapere subordina l’individuo all’illusione del sapere e quindi alla delusione finale… suggerisco in tempi attuali caute e non azzardate considerazioni; il sottoscritto ha nell’ultimo decennio ottenuto ottime plusvalenze… e NON trada… ! P.S. neanche Warren Buffett mi sembra sia un trader….

    • Mi hai tolto le parole di bocca Franco!

  12. Un’ultima cosa per Mattocci: è inutile che ridi sulle perdite altrui. Ti faccio presente che attualmente non sono in perdita poichè conservo il mio gold e non ho venduto nulla di ciò che ho acquistato, nè ho bisogno di farlo in futuro, giacchè il mio investimento avevo già preventivato che potesse durare anni o decenni. Tranquillamente attendo la fine del ciclo e poi ti farò sapere la percentuale del mio guadagno netto che di sicuro sarà superiore al tuo, con la differenza che tu lo fai per mestiere ed imlpegnato ogni secondo, per me invece è un hobby, è come prendere un caffè il pomeriggio, pur essendo io stesso un professionista, ma d’altro. La mia non vuole comunque essere un’offesa nei tuoi riguardi, visto che ti ho sempre stimato nel tuo campo, ma ti invito a non offendere i lettori del sito visto che tutti sono liberi di dire la loro. Rinnovo i saluti

  13. Accidenti quanti commenti trovo a questo articolo! 🙂 Ho avuto il PC in parte bloccato per un giorno e proprio quel giorno vi siete riuniti tutti attorno a questo articolo? 🙂
    Insomma leggendo i vostri commenti mi sembra che ci si prenda troppo sul serio 🙁
    Ma le critiche se sentiamo di farle è giusto. Comunque Luigi Mattocci aveva avuto in un mio post il “Bentornato” e non mi ha risposto nemmeno. Allora io dico che è un maleducato! 🙂
    Ma poichè l’articolo riguarda “la Bolla o non bolla” … direi che anche noi dobbiamo essere equilibrati, cauti e consapevoli di mancare di umiltà. Altrimenti saremo noi in Bolla!
    Ah! … dovevo fare il prete! … scusate … 🙂

    • Ben tornato LUIGI.

      GOOD LUCK AND GOD BLESS.

      BYE BYE…….

  14. Sono ormai interessato all’acquisto di Sterline regina elisabetta “coroncina”, perché ho letto che sono le più diffuse e quotate ma vorrei se possibile da chi ha risposte certe se vi è differenza o preferenza per l’anno di produzione. mi spiego. Avrei voluto comprare le fior di conio 2013, ma dove sto io ho trovato solamente chi vende sterline di vari anni passati, oggi mi hanno detto 1968.
    il dubbio è, c’è differenza, in fase di vendita, tra una sterlina 2013 ed una magari del 1968 benché in buono stato ovviamente?
    e poi faccio bene a preferire solamente quelle “coroncina” e non “fiocco”, considerando che per me sarebbe solamente investimento economico e non numismatico?

    grazie

    • Ciao Raffaele, bentornato.
      Per quello che posso provo a risponderti io.
      Le sterline, a prescindere dal loro stato di conservazione, sono d’oro per 917 parti su mille. Il resto dovrebbe essere rame. Si tratta di monete di borsa, pertanto è considerato oro da investimento. Attenzione: anche se il suo peso reale è di 7,98 grammi, tuttavia quello che a noi interessa è l’oro fino contenuto che è pari a 7,32 grammi. Quindi parliamo di oro 22 carati. Occorre moltiplicare quest’ultimo valore (7,32) per la quotazione del giorno (o del minuto!) e ti potrai calcolare quanto incide il ricarico/spread (diciamo il guadagno, per semplificare) per il venditore. Il diametro è di circa 2,2 cm, lo spessore è 1, 52 mm. il bordo è rigato.
      Questi dati sono sufficienti per capire se la moneta è autentica, ecco il motivo per cui te ne parlo.
      Che poi abbia il fiocchetto o la corona, che si tratti della regina Vittoria o di edordo etc, è relativo e dipende piuttosto dai gusti personali.
      Che io sappia, ma potrei senzaltro sbagliarmi, il valore numismatico non incide tanto, fatte salve ovviamente le eccezioni che riguardano le sovrane (questo il nome originario: da sovereign) in perfetto stato di conservazione, o annate particolarissime.
      Una differenza nel prezzo di acquisto potresti trovarlo fra le sterline di vecchio conio e quelle di nuovo conio ma lo scarto dovrebbe attestarsi sui 3-4 euro complessivi.
      La cosa importante da tenere a mente a mio parere è non pagare la seppur minima quantità di rame al prezzo dell’oro!!! Buona serata!

      • Grazie Donato,
        gentilissimo ed esaustivo come sempre. terro a mente i tuoi consigli.
        grazie

  15. Ieri ho acquistato le prime sterline d’oro, però la ragazza che me le ha vendute mi ha consigliato di acquistare lingotti se si tratta di solo investimento. Mi ha convinto in quanto loro vendono i lingotti “Argor Heraeus” , sostenendo che tali lingotti sono prodotti in svizzera, ogni lingottino ha un numero di serie univoco e può tranquillamente essere rivenduto in tutto il mondo, risultando praticamente inutile una perizia di autenticitá, a differenza dei lingotti venduti da altri produttori con propri marchi.
    Voi conoscete questi lingotti? Se così fosse sarebbe meglio il lingottino di oro puro anziché le monete?

    Grazie

  16. Ciao Raffaele, hai deciso di investire in oro e sei passato all’azione!
    Mi piacciono le persone che si documentano e si informano, prima di fare qualcosa. Le ammiro molto. La conoscenza è un’arma utilissima, per limitare i danni, evitare frega ture, e, perché no, concludere affari a proprio favore.
    Mi permetto di farti alcune domande, ma credimi, non per ficcare il naso negli affari tuoi, né tanto meno per secondi fini:
    quale è il motivo che ti spinge ad acquistare metalli preziosi?
    Lo fai per bisogno di reddito? O per una ricchezza futura?
    Quale è il tuo grado di tolleranza al rischio?
    Quale il tuo grado di coinvolgimento? Ti identifichi più in uno speculatore o in un investitore? Ritieni più importante una buona notte di sonno o un potenziale per realizzare enormi guadagni?
    Raffaele, sviluppa un tuo personale piano di investimento, chiediti cosa chi sei e cosa vuoi. Non te ne pentirai.

    Non so perché, ho la sensazione che tu abbia già fatto o stia facendo questi fondamentali passaggi mentali. Se te ne parlo, è solo per uno scrupolo ulteriore da parte mia.

    Detto questo rispondo alla tua domanda.
    I lingotti da investimento hanno titolo 24 carati, sono puri al 99,9 per cento. Forse la ragazza intendeva questo quando ti ha detto “di acquistare lingotti se è per solo investimento”.
    Ma con le sterline d’oro non è che ci puoi fare la spesa al supermercato, sempre di oro da investimento si tratta. Solo che il titolo è 22 carati.
    Quanto ai lingottini Argor Haereus, posso confermati che sono tra i più conosciuti nel mondo. Si, sono marchiati con il logo fi quedtz docietà svizzrra, e numerati sia sul blister
    che sul metallo vero e proprio. Ovviamente il codice numerico sarà lo stesso, e il blister certificato deve sigillare completamente il metallo, come se fosse sottovuoto. Solo così è garantita l’autenticità del prodotto, e non è necessario fare la saggiatura in caso di vendita.
    In realtà, se sul metallo è riportato il marchio della società e anche solo il titolo, dovrebbe andare bene lo stesso, almeno per le pezzature modeste di pochi grammi. La storia del tungsteno siringato nell’oro non ha mai riguardato i lingotti di piccolo taglio…
    Ti confido una cosa: l’oro in lingotti che ho, oppure quello che ho donato in ricorrenze particolari a persone care è tutto Argor Haereus in blister!
    A presto e buona serata!

    • Buonasera Donato
      Grazie per la tempestiva risposta.
      Il motivo principale per il quale mi sono deciso all’acquisto di oro fisico é che credo anche io ormai da anni che non mancherá ormai molto ad un vero e proprio collasso dell’economia finanziaria, dato che quella reale lo é giá più o meno, ed allora, come é sempre accaduto da che mondo é mondo, i beni reali come l’oro avranno valore.
      La storia si ripete in continuazione da secoli e secoli, ma chissa perché l’essere umano pensa che stavolta sará diverso. Mah!
      Ho deciso di accumulare un pochino di oro fisico (monete e a questo punto anche lingottini 10/20gr ) perché sono sicuro che a lungo termine sará stata la scelta più azzeccata (almeno lo spero), ma di sicuro non lo sarebbe quella di detenere carta moneta. A dir la veritá ho anche qualche azione di societá minerarie che estraggono oro, che in questo momento soffrono parecchio, ma che daranno dei rialzi straordinari quando l’oro riacquisterá valore. Dal mio punto di vista é solo questione del quando e non del se accadrá.

      Cordialmente
      Raffaele

  17. Buongiorno Donato, volevo chiederti cosa ne pensi dell’investimento in Platino e Palladio. Lo so che non seguono l’andamento del rialzo dei metalli preziosi Oro e Argento, però so che sono utilizzati in ambito industriale, come pure l’Argento, e non appena ripartirà l’economia, si spera tra tre anni circa, potrebbero essere di sicuro molto richiesti e quindi aumentare di valore.

  18. Ciao Andrea,
    mi dispiace non poterti essere di aiuto, ma di platino e palladio non ne so granchè.
    Credo comunque che la maggioranza degli analisti ritengano che possano fare bene entrambi, cforse con preferenza per il palladio.
    Buon proseguimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 11.Gen.2014

Il quadro tecnico dell'oro e dell'argento si e' potenziato dopo la diffusione dei dati relativi ai posti di lavoro creati...

Chiudi