Rapporto oro/argento: una storica opportunità di investimento

Il rapporto oro/argento è su livelli estremi.

Ed è proprio questo il motivo che oggi ci suggerisce una storica opportunità di investimento (per chi ha orecchie per sentire, ed occhi per guardare…).

Come leggere il rapporto oro/argento 

Mettendo in rapporto il prezzo dell’oro con il prezzo dell’argento veniamo a conoscenza del numero di once d’argento di cui abbiamo bisogno per acquistarne una d’oro.

Vale a dire, quando il grafico si muove verso l’alto l’oro si apprezza sull’argento, viceversa quando il grafico si muove verso il basso l’argento ha la meglio sull’oro.

Osservando il grafico storico, gentilmente offerto dal gruppo di ricerca e sviluppo nei mercati finanziari DMlab, possiamo cogliere dei segnali molto interessanti.

L’immagine in alto mostra gli ultimi 300 anni del rapporto oro/argento mettendo in evidenza gli estremi storici.

Come avrai notato, in tutta la storia il rapporto oro/argento non ha mai registrato una dato così alto. Il recente massimo di 128,5 once d’argento per comprarne una d’oro è stato registrato nella settimana del 16 marzo 2020, come puoi notare dallo zoom sul grafico qui in basso, per gentile concessione di TradingView.

Durante febbraio e marzo 2020 il prezzo dell’oro è salito in risposta al crollo degli indici azionari durante la fase acuta pandemica, mentre l’argento è rimasto fermo al palo.

L’oro ha chiuso il primo trimestre 2020 in crescita del +7,6%. Mentre scrivo si attesta con una performance del +14,2% da inizio anno.

L’argento è sceso invece del -20% nel primo trimestre del 2020, con un picco del -35% nella settimana in cui si è registrato il massimo storico del ratio oro/argento.

A conti fatti, è stato il peggior trimestre dell’argento dal 2013.

Dal grafico sul ratio oro/argento puoi notare che diverse volte il rapporto si è trovato nelle fasce di valutazione estrema (vedi fasce colorate in rosso e verde).

Come conseguenza a questi livelli estremi l’andamento ha corretto nella direzione opposta con estrema forza.

Quando il ratio scende l’argento sovraperforma l’oro.

Guardando ai dati degli ultimi 25 anni, l’argento ha superato l’oro tre volte. L’ultima volta tra il 2009 e il 2011 passando da un rapporto da 80 a 30 once. Un rendimento del +350% per l’argento e del +77% per l’oro nello stesso arco temporale

 

 

Con il rapporto arrivato oltre le 120 once, esattamente a marzo 2020, la storia ci sta suggerendo che la correzione potrebbe essere enorme, con una performance dell’argento sull’oro facilmente misurabile in centinaia di punti percentuali.

Il ratio oro/argento nella storia

Nei primi 2000 anni in cui oro e argento venivano usati come denaro per acquisto di beni e servizi, il tasso di cambio era mediamente di 12 once di argento per una d’oro.

Questo tasso di cambio variava a seconda della regione e dell’epoca storica.

In Cina, durante la dinastia Ming, il rapporto era di 4 once d’argento per 1 d’oro, in Egitto il tasso di cambio era di 1 a 1. Oro e argento avevano lo stesso valore.

Nei secoli il rapporto si è aggirato mediamente tra le 12 e le 16 once di argento per 1 d’oro.

Da notare che oggi, considerato il consumo di argento che si fa nel mondo tecnologico, le riserve di argento sono molto basse rispetto al passato.

L’argento e il suo ritardo sull’oro

Diversamente rispetto a quanto solitamente accade, l’argento non ha replicato il movimento dell’oro negli ultimi mesi, anzi, è da circa 5 anni che si trova in una zona apparentemente di accumulazione.

Nel grafico qui in basso ho messo in relazione i movimenti dell’argento con quelli dell’oro a partire dal 1998. Colorato in primo piano vedi l’andamento dell’argento, mentre in trasparenza c’è il prezzo dell’oro.

Come puoi vedere l’argento ha segnato un minimo importante nel marzo di quest’anno. Questo minimo sembrerebbe poter seguire la dinamica che è accaduta nell’agosto del 2018 per l’oro, punto dal quale partì un gran trend rialzista.

Nei cinque mercati rialzisti dei i metalli preziosi degli ultimi 50 anni, l’argento si è generalmente mosso in ritardo rispetto l’oro.

Questa è una prova in più che giustifica l’attuale comportamento dei prezzi dell’argento.

La ragione di ciò potremmo attribuirla agli investitori che per prima cosa si fiondano sull’oro appena inizia una crisi. Quando l’oro diventa “costoso”, l’attenzione viene rivolta all’argento.

Come considero l’argento? Metallo prezioso o commodities?

L’uso dell’argento nel settore industriale è particolarmente forte.
Questo diagramma mostra in che percentuali viene usato.

È in effetti un metallo che può essere classificato sia come moneta che come materia prima.

Stando ai dati rilevati dalle ricerche di mercato DMlab, sta per iniziare la Primavera del Ciclo K (il grande ciclo dell’economista russo Kondratieff). Durante questa fase di mercato, l’argento avrà un ruolo molto particolare. Ti consiglio di approfondire il lavoro DMlab se vuoi saperne di più su questo tema.

Potrebbe essere l’inflazione ad invertire la performance dell’argento dando inizio ad una correzione del ratio?

Qualunque cosa sarà, la storia ci suggerisce che livelli così estremi nel rapporto oro/argento non durano all’infinito. L’inversione, quando arriverà, si farà sentire.

Se ancora non hai accumulato argento fisico, scopri con noi come fare.

"PRIMA DI INVESTIRE IN ORO" 6 verità che ti hanno sempre nascosto

Stai per scoprire gli ingranaggi che muovono il mondo del denaro oggi. E come, e perché, l’oro ne è maledettamente collegato.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Ludovico

Mosso dalla passione per gli investimenti, studio con ammirazione e profondo rispetto gli scenari sui mercati finanziari e gli eventi macroeconomici, approfondendo tematiche che non smettono mai di stupire per gli effetti che ricadono nel quotidiano.

8 COMMENTI

  1. Grazie

  2. Ottimo articolo

  3. Da investitore smaliziato considero l’articolo molto
    interessante , equilibrato e quindi credibile
    nessuna promessa di miracoli , ma decisioni lasciate interamente ai singoli
    complimenti

  4. Ottimo articolo.

    Dal web:
    Il signor Duane continua a mantenere il suo obiettivo di prezzo di 900 dollari per un’oncia d’argento, basato sul principio storico di un decimo di un’oncia d’argento che vale il salario giornaliero di lavoro di una persona. Questa è una formula secolare che, se aggiornata per la retribuzione media di oggi per un giorno intero di lavoro (supponendo, diciamo, salari di $ 9 l’ora), dovrebbe ammontare a $ 960 l’oncia, secondo Chris Duane.

  5. ciao ludovico leggo ora l’articolo….scusa il ritardo sei veramente un professionista hai tutto il mio rispetto e la mia stima top!!!!

  6. Grazie Ludovico, per un profano come me in materia di investimenti, queste notizie sono “oro” . Grazie per la chiarezza nellesposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 
Username
Password

Design by Andrea Leti

"prima di investire in oro"

6 verità che ti hanno sempre nascosto

Accedi allo Special Report

Accedi allo Special Report "Le 6 verità che ti hanno sempre nascosto"

gratuito

Leggi articolo precedente:
Bonus 600 euro… No, grazie ! ! !

Le persone possono facilmente comprendere il valore di un lingotto d'oro, di una moneta d'argento, di un cavo di rame,...

Chiudi