Manipolazioni e Frodi sui prezzi di Oro e Argento

Avevamo gia’ parlato della manipolazione ribassista sui prezzi dell’Oro nel Barometro pubblicato il 23 Febbraio 2013.
Oggi riprendiamo e traduciamo un’intervista apparsa sul web da parte di Andrew Maguire.

Maguire e’ un trader indipendente operante sul mercato dei metalli preziosi ed e’ noto alle cronache per aver piu’ volte denunciato alle autorita’ compententi le manipolazioni e le frodi che si verificano periodicamente nei mercati dell’oro e dell’argento.

 

“I mercati dell’oro e dell’argento sono diventati mercati virtuali. Non vi e’ piu’ alcuna correlazione tra il mercato fisico e i mercati dei “futures”, dove i maggiori traders operano su base intragiornaliera.

Sui mercati a termine (futures) si scambiano volumi inimmaginabili di forniture virtuali in oro e argento senza che avvenga la consegna fisica delle merci.

Sono tutte scommesse al rialzo o al ribasso del cosiddetto ‘sottostante fisico’. Sono le cosiddette Bullion Banks che hanno in mano il mercato a termine. Le Bullion Banks fanno parte del London Bullion Market Association. Sono identificabili nella Barclays Bank PLC, Scotia Mocatta, Deutsche Bank AG, HSBC Bank, JP Morgan e UBS”.

“Quando guardiamo al COMEX dobbiamo considerarlo come un Grande Casino’ dove si pratica il Gioco d’Azzardo.

Non e’ un mercato per consegne a termine di merce fisica, come molti credono. Ovvero le consegne fisiche avvengono, ma in percentuali infinitesimali rispetto all’intero volume del mercato a termine. Ma e’ importante che comprendiate che e’ un mercato che e’ utilizzato per tentare di influenzare i prezzi del mercato fisico sottostante.”

“Chi controlla le fiches, i gettoni del Grande Casino’ chiamato COMEX?

Le Bullion Banks.

Esse costituiscono una sorta di oligopolio del mercato a termine. Ne controllano i flussi. Ma si delinea, e si sta delineando da anni a questa parte, uno scenario in cui queste istituzioni finanziarie ne stanno perdendo il controllo”.

Si e’ creata una forte divergenza tra il mercato fisico dei metalli preziosi e quello virtuale a termine delle scommesse sintetiche. Queste istituzioni finanziarie stanno combattendo una battaglia persa. Non riusciranno a controllare il mercato fisico tramite le manipolazioni del mercato virtuale. E vi spiego perche’.

“Se controllate un qualsiasi grafico settimanale, mensile o annuale, sia dell’oro che dell’argento, potrete verificare che si sta consolidando da anni a questa parte una crescita costante, pluriennale, dei prezzi dei metalli preziosi. Questa crescita e’ in vigore contro tutte le valute mondiali, non solo contro il dollaro.”

“Questa crescita, inizialmente lenta ma ormai inesorabile, si e’ verificata anche prima che la Cina si mosse comperando oro a migliaia di tonnellate. La spiegazione e’ semplice: il metallo giallo e’ la moneta considerata Anti-Dollaro per eccellenza. Investitori Internazionali, Banche Centrali dell’Estremo Oriente, da anni stanno acquistando oro fisico per proteggersi dalla svalutazione del Dollaro, valuta di riserva mondiale.”

Ecco spiegata la causa dei continui attacchi ribassisti contro l’oro.

Attacchi ribassisti che partono da alcune Banche Centrali Occidentali, nonche’ da istituzioni finanziarie strettamente collegate. Il metallo giallo e’ definibile anche come moneta anti-valuta-fiat (per fiat si intende valuta emessa per decreto, moneta non coperta)”.

“Le Banche Centrali Occidentali e i loro Governi stanno tentando in ogni modo di contrastare il declino del dollaro americano come valuta di riserva. Se il valore del dollaro americano declina, tutto il sistema monetario e finanziario a esso correlato potrebbe lentamente ma inesorabilmente disintegrarsi. E si disintegrerebbe anche il potere politico che lo controlla.”

“Ecco spiegata la causa del fatto che le Banche Centrali Occidentali e i loro Governi, traggono vantaggi dall’oligopolio del mercato a termine sintetico dominato dalle Bullion Banks. Esse agiscono in nome e per conto delle banche e governi di cui sopra.”

“Tre settimane fa l’oro era vicino al punto tecnico di rottura posto a $1.700,00. L’argento stava violando in alto l’importante resistenza posta a $32,50.

Una violazione rialzista di queste resistenze avrebbe convogliato importanti ordini d’acquisto di metalli fisici perche’ sarebbe stato un forte segnale del declino del dollaro americano all’interno dell’attuale guerra valutaria (currency wars).

Cio’ avrebbe accelerato il rialzo dell’oro perche’ tutte le valute mondiali si stanno svalutando in questa guerra, quindi il rialzo avrebbe canalizzato flussi in acquisto da parte di tutti gli investitori internazionali“.

“Il mercato fisico era letteralmente in fiamme. Soprattutto a causa della carenza d’argento per uso industriale in Asia. L’evento detonatore e’ stato l’acquisto “a pronti” nel giro di qualche minuto, di ben 18 tonnellate di oro. A quel punto, e’ intervenuta la manipolazione ribassista per “calmierare” (leggi: manipolare) il mercato”.

“Sono scattate vendite speculative ribassiste al Comex di New York. Molte delle quali in forte perdita. Ma qualcosa andava fatto per prevenire un forte rialzo dei prezzi. E sono intervenute le Bullion Banks.

Ma la mente di quest’ondata ribassista non sono le Bullion Banks. Esse sono solo le esecutrici materiali. La mente e’ altrove. E’ da ricercarsi nella Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI). E’ la Banca Centrale delle Banche Centrali. Essa e’ posta al Cuore dell’Occidente e del suo Centro di Potere.”

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

2 COMMENTI

  1. Buongiorno deshgold,
    penso che questa pubblicazione sulla manipolazione al ribasso dei metalli preziosi, sia il fenomeno più rappresentativo di ciò che nella realtà quotidiana sistematicamente e concretamente si sta realizzando da un pò di tempo a questa parte, le quotazioni sono chiaramente e spudoratamente calmierate! Vi chiedo per quanto vi sia possibile, di aggiornarci con puntualità su eventuali sviluppi di indagine delle autorità in merito a tale situazione, perchè la forza rialzista dell’attuale ciclo non ha ancora assunto la prepotenza dirompente che ci aspettiamo e prevediamo; attualmente ritengo che sia il vero punto di rottura oltre i quale, una volta svelato lo scandalo, stile”libor”, la spinta rialzista sarebbe incontenibile. Grazie

  2. Ciao Simone,
    vi terremo aggiornati in merito a ogni tentativo di manipolazione dei mercati di oro e argento (purtroppo queste manipolazioni si manifestano “quasi” quotidianamente, in particolari ore della giornata).

    L’Autorita’ di Vigilanza Statunitense sui mercati a termine sintetici (ovvero sul mercato dove i manipolatori possono influire sulle quotazioni tramite vendite effettuate “a raffica” con i piu’ sofisticati sistemi di High Frequency Tradin), diceve, la Commodity Futures Trade Commission sta effettuando da anni indagini in merito a queste frodi.

    Ma, come tutte le Autorita’ di Vigilanza…………..lascia a desiderare nei risultati. Se vuoi una mia opinione personale, non arriveranno a nulla di concreto. Queste presunte Autorita’ di Controllo sono organismi burocratici inefficienti e assolutamente inconcludenti nelle loro presunte azioni per contrastare le frodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 23.Feb.2013

Settimana di forti ribassi per il metallo giallo e per l'argento. Il mercato ha reagito in modo scomposto all'eventualita' di...

Chiudi