La FED mente: il terzo “Quantitative Easing” e’ pari a 92,20 miliardi per mese!

Verso la fine del 2012, quando il Presidente della FED Ben Bernanke, annuncio’ la terza ondata di espansione monetaria (Quantitative Easing – QE3), durante la conferenza stampa, egli annuncio’ che gli acquisti di assets (Titoli di Stato USA e titoli obbligazionari “mortgage-backed-se
curities”) avrebbero avuto un’ampiezza di 85 miliardi di dollari al mese.

Ed e’ quello che la stampa “mainstream” ha sempre riportato.

Ma…..”Elicottero” Bernanke…….mentiva! 

Infatti, se cio’ corrispondesse al vero, la FED avrebbe dovuto acquistare, nell’arco di 12 mesi, ben 1.020 miliardi di dollari di assets (85 X 12).

Ma se dai un’occhiata la bilancio della FED a inizio gennaio 2013, il 2 gennaio esattamente, esso mostrava un saldo di 2.960,3 miliardi di dollari.

Se osservi il bilancio al 1 gennaio 2014, esattamente un anno dopo, esso mostra un saldo di 4.066,10 miliardi in attivita’.

Pertanto: saldo a inizio gennaio 2014 pari a 4.066,10 miliardi, detratto il saldo di inizio gennaio 2013, pari 2.960,30 miliardi, abbiamo un totale di acquisti di assets pari a 1.105,80 miliardi in un anno.

A parte il fatto che la cifra e’ assolutamente vertiginosa, incredibile, a dir poco stratosferica: a parte cio’…….. Bernanke mentiva!

Come ho scritto sopra, se l’espansione monetaria fosse stata quella annunciata da “Elicottero” Ben, avremmo avuto un incremento annuale, a bilancio FED, di 1.020 miliardi (85 X 20).

Ma l’incremento annuale di assets e’ stato di…….1.105,80 miliardi.

Pertanto, il reale ampliamento dell’espansione monetaria, e’ stato pari a 92,15 miliardi di dollari al mese, e non 85 miliardi mensili (92,15 x 12 = 1.105,80). 

Quindi, non solo la FED ha fallito nel suo tentativo di “fare ripartire la crescita”….

Essa ha, invece, deliberatamente gonfiato la piu’ grande bolla del credito della storia (con la frottola di voler “combattere la disoccupazione”), distorcendo i mercati azionari dell’Occidente, destabilizzando quelli emergenti, gonfiando i mercati obbligazionari mondiale e arricchendo una ristretta elite mondiale la quale ha accesso al credito facile erogato dalla FED…….ma, addirittura il FOMC (il braccio operativo della FED) e il suo Presidente….. mentono spudoratamente!

Che gli Stati Uniti stiano forse diventando una Repubblica delle Banane? 🙂

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

2 COMMENTI

  1. be allora chi ha investimenti in dollari dovrà stare molto attento, Soros stà investendo in euro .

  2. L’articolo mette in chiaro, in base al bilancio dichiarato, che la FED ha operato non come programmato. Questo è grave… gravissimo. Non ricordo con precisione se era novembre o dicembre 2013 quando alle dichiarazioni della Fed sul sicuro tapering seguì immediatamente un QE di 100 miliardi mensili anzichè 85. Che dire, guardiamo attentamente le pagliuzze….. così dove va a finire la trave non si vede :-). Le distrazioni di massa sono tante e chi dovrebbe fare il suo dovere nell’informazione economica dorme.

    Grazie della notizia Riccardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 22.Feb.2014

Concluso il rally della settimana scorsa, oro e argento hanno accusato una correzione tecnica ribassista rispettivamente nelle giornate di martedi',...

Chiudi