John Embry: “E’ finita l’era dei ribassisti sui metalli preziosi”

Riprendiamo un’intervista al Direttore del Fondo Sprott Asset Management, John Embry,apparsa sul web in data 15 settembre. Embry ritiene che i venditori allo scoperto, sui mercati futures, avranno sempre più vita dura dopo le politiche di allentamento monetario globale varate dalle principali Banche Centrali Mondiali. Ma leggiamo cosa ha da riferirci uno dei maggiori conoscitori mondiali del mercato globale dei metalli preziosi:

“Dopo l’annuncio del nuovo round di allentamento monetario, da parte della FED, che si preannuncia addirittura senza fine, avranno vita dura i ribassisti che da anni maneggiano al ribasso il prezzo dell’oro. E’ veramente finita per costoro. I grandi acquirenti di metallo giallo, sto parlando dei cinesi, degli indiani, dei Russi, delle Banche Centrali, non perderanno tempo ad acquistare oro ad ogni minima correzione al ribasso, perché il trend, dopo il varo del Quantitative Easing infinito, non conoscerà soste al rialzo, tranne le normali correzioni di mercato.

La Fed ha deciso di acquistare ogni titolo tossico in giro per il mercato pur di non fare fallire l’intero sistema. E per farlo dovrà espandere la riserva di valuta, creando tensioni inflazionistiche. E Gli investitori correranno verso i preziosi”.

“Vorrei fare presente che, dopo le politiche ultra-espansive varate dalla BCE e dalla FED, per evitare il collasso globale e il default dell’intero sistema finanziario, anche il Giappone non potrà stare alla finestra a guardare. La loro valuta è troppo alta al cambio con l’Euro e il Dollaro Americano.

Potete stare certi che la Banca Centrale del Giappone, varerà a sua volta, un pesante allentamento monetario per fare fronte ai deprezzamenti delle valute globali. Il Giappone vive sull’export, la domanda interna è assolutamente insufficiente. Stiamo quindi parlando di un fenomeno globale, per quanto concerne l’espansione valutaria. Non è un fenomeno isolato a qualche nazione, ma interi continenti stanno varando, contemporaneamente, politiche monetari ultra-espansive.

Proprio in un momento storico di carenza di offerta di metalli preziosi. Noi, con il nostro fondo, ci siamo premurati di acquistare altri 392 milioni di dollari di oro, tramite Sprott Physical Gold.”

“Certo, i ribassisti di professione, torneranno alla carica. Non mi faccio illusioni. Ma questa volta, remano contro di loro i fondamentali, ovvero la carenza dal lato dell’offerta dei metalli preziosi e le politiche di allentamento monetario varate a livello globale. In ogni caso tenteranno di tenere più gente alla larga dall’investimento in oro e argento.”

Embry continua: “Sono assai positivo anche sull’argento. E’ un mercato molto più ristretto rispetto a quello dell’oro, e i rialzi potrebbero essere anche violenti. Credo che molte persone, anche gente comune, cominceranno a diversificare in argento, in quanto i prezzi sono ancora incredibilmente bassi.”

“Per quanto concerne le azioni delle società minerarie: mai occasione è stata più propizia all’acquisto. Sono tutte assolutamente sottovalutate in termini di prezzi. Le azioni esploderanno al rialzo, come del resto le quotazioni dei due metalli preziosi monetari, l’oro e l’argento.”

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

1 COMMENTO

  1. è proprio quello che diceva Gennaro il 06/09/2012: ….alla fine staremo tutti peggio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
John Hathaway: “l’oro è avviato verso i $ 2.000,00 l’oncia”

Riprendiamo e traduciamo un'intervista al Manager ultra-veterano presso Tocqueville Gold Fund, John Hathaway, apparsa sul web in data 15 settembre. Interpellato in...

Chiudi