VideoFormazione: Haircut Grecia e Cds usciti allo scoperto (fuffa allo Stato puro)

La settimana scorsa sono state calate le carte sul “come far uscire la Grecia dai suoi problemi economici”.

Il Re si e’ scoperto nudo, proprio come anticipavamo qui su Deshgold.com e per l’occasione ho voluto omaggiare tutti i nostri lettori con un Video formativo che analizza alla base, e in parole accessibili a chiunque, il concetto di Haircut e che cosa sono i Cds (e che fine faranno).

Guarda il video qui in basso e se ne avrai piacere, saremo felici di leggere un tuo commento a riguardo. 
Buona visione:

 

 

Hai gia’ scaricato il nostro Special Report “Prima di Investire in Oro”?

Fallo subito cliccando sul tasto qui in basso. E’ completamente gratuito!


 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

10 COMMENTI

  1. Complimenti Gennaro, molto interessante e chiaro , come sempre.
    Manca solo una risposta: l’adesione delle banche è “volontaria”, e in questo modo i truffatori di Goldman Sachs & co., tramite l’ISDA che è cosa loro, possono stabilire che non si tratta di default.
    Ma allora, se io privato cittadino oggi acquisto un titolo greco scadenza 2012 che mi rende il 150/200 %, e rifiuto di aderire “volontariamente” all’haircut, faccio l’affare della vita ?
    Gli istituzionali (banche) hanno accettato il 50%, fatti loro, han fatto bene. Ma se non rimborsano ME è palesemente default e scattano i CDS, o no ? Che si possono inventare per non pagare ?

    • Non capisco il perche’ di tutto cio’ . Se le banche volevano incollarsi il 50% dei debiti della Grecia
      perche’ farlo in questo modo ? Ci deve essere qualcosa dietro !! Cosa ?
      Forse vogliono che i possessori dei bond diventano volontari a forza di stancarli ?

      • Franco io credo che la motivazione sia quella di fare in modo di non pagare chi ha acquistato i Cds per assicurarsi (o speculare) sul fallimento della Grecia.

    • Marco in tutta franchezza credo che tutto “il giochino” sia stato inventato per evitare alle grosse Banche che hanno emesso i Cds di dover rimborsare gli acquirenti (di Cds) per il default Greco.

      Tieni presente che i mercati sono completamente intrecciati fra loro. Sono come un effetto domino. I Cds assicurano tanti di quei trilioni di dollari, che in caso di default generalizzati degli Stati (ma basterebbero anche solo Grecia, Portogallo e Italia) NESSUNO sarebbe mai in grado di ripagare quelle “assicurazioni”.

      Per il discorso privati sara’ interessante vedere come si sviluppera’ la questione nelle prossime settimane. Proprio oggi Papandreu (primo ministro Greco) ha rimesso al popolo la decisione (tramite referendum) della decisione sull’haircut che hanno preso i vertici Europei.

      In tutta franchezza, io starei fuori dai titoli di Stato della Grecia anche se me li regalassero!
      Ricorda: non c’e’ mai un grande affare di questo tipo per “i comuni mortali”.

  2. Video veramente interessante! grazie per le informazioni che mi dai.
    In attesa di altre tue delucidazioni. Ciao
    Gabriele

  3. Come sempre tutto molto chiaro e trasparente(intendo la tua spiegazione Gennaro!!!)
    Io penso che il fallimento della Grecia sia solo solo uno degli ultimi modi per poter speculare finanziariament e in maniera massiccia quello che non comprendo sono le intenzioni della bce…vogliono ritornare alle monete ”statali” o salvare l’euro?

    • Ciao Yuri e grazie per le tue parole.

      Vedi, in tutta sincerita’ credo che i vertici Europei abbiano tutto l’interesse a mantenere la moneta unica. In questo modo i paesi piu’ forti (Germania e forse Francia) hanno la possibilita’ d “incorporare” tutti i paesi piu’ deboli, imponendo loro delle misure di austerita’ e interferendo in maniera sempre piu’ diretta sulle loro politiche.

      Tutto questo si tradurrebbe in maggior controllo. Ecco perche’ credo che la BCE spinga per manterere la moneta unica europea.

      Ti ringrazio per la tua domanda. Buona domenica.

  4. Ho visto solo ora a qualche mese di distanza questo bellissimo video, è tutta carta starccia a partire dalle valute alle obbligazioni ed il mazziere trucca il gioco assieme a vari giocatori complici, adesso le carte truccate si chiamano LTRO tutta super Fuffa allo stato puro.
    La mia domanda era Se si raggiunge un accordo sull’haircut la grecia sarà obbligata a uscire dall’euro e chiamare la propria moneta o nuova dracma o euro-dracma oppure faranno restare in agonia i greci con un euro non svalutato. alla grecia servirebbe una svalutazione super per riprendere fiato e ristampare in base al loro fabbisogno senza che però la nuova moneta sia shortata dal mercato. secondo Lei in grecia si cambia moneta o resta nell’euro nonostante l’haircut ??? Grazie

  5. Vedi Luib, qualunque sara’ la scelta il risultato non cambia.
    I cittadini Greci dovranno accettare un impoverimento. Che poi sia dovuto dalla svalutazione per l’uscita dall’Euro, o che sia dovuto da un haircut del debito, questo (per loro) fa poca importanza.

    Personalmente credo che l’Euro (come progetto) sara’ difficile da mantenere in vita ancora a lungo.
    O perlomeno sara’ difficile mantenerlo così come e’ strutturato oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Iperinflazione: Ci stiamo giocando la storia?

Eccomi qui, come quasi tutte le tarde sere che caratterizzano la mia vita degli ultimi 5 anni.  Sono davanti al...

Chiudi