Il Governo greco si prepara a razziare le cassette di sicurezza (ma i politici Italiani non farebbero mai una cosa simile… forse)

grecia-confisca-cassette-sicurezza

Ieri, nella giornata in cui si celebrava la dignità di ogni lavoratore, il Times di Londra ci riportava invece una notizia che più che festeggiare i lavoratori assume le sembianze di un’altra sberla ai risparmiatori.

Per il momento il trattamento speciale sembrerebbe riservato in esclusiva ai più ricchi evasori fiscali… ma se in futuro la situazione fiscale del Paese dovesse degradarsi ulteriormente sarebbe possibile includere anche i risparmiatori onesti?

La Grecia pianifica di razziare le cassette di sicurezza a caccia di evasori fiscali

Anthee Carassava, Atene – The Times, 1 maggio 2017

Le autorità greche razzieranno le cassette di sicurezza bancarie per confiscare contanti, obbligazioni ed addirittura opere d’arte con l’obiettivo di riscuotere miliardi di euro in tasse evase.

La mossa senza precedenti fa intendere fino a dove il governo di sinistra possa spingersi per generare le necessarie entrate.

Gli ispettori erariali stanno investigando un blocco iniziale di 5’500 cittadini greci super-ricchi che devono allo stato più di 70 miliardi di euro in tasse evase, equivalenti alla metà del PIL annuale del Paese, stando a quanto riferisce l’ufficio di bilancio nazionale.

Stando al piano del Governo, il servizio di riscossione si approprierebbe della metà dei contanti rinvenuti nelle cassette di sicurezza. In più, titoli azionari, obbligazioni, gioielli ed opere d’arte verranno sequestrati. Nessuna data è stata annunciata, ma media locali ieri hanno riferito che le razzie saranno imminenti dopo che le banche locali hanno concesso i dettagli delle cassette di sicurezza connesse a 5’500 cittadini greci sotto investigazione.

Il Vima, un giornale settimanale, riporta che il governo sta lavorando con le autorità britanniche per congelare gli assetts dei ricchi greci che sono emigrati negli UK, lasciandosi però dietro miliardi di euro in tasse evase ed altri obblighi.

Le autorità greche puntano a generare nel corso dell’anno € 700 milioni di introiti. Più di 1’000 conti bancari vengono congelati ogni giorno per garantire il pagamento delle tasse e le contribuzioni pensionistiche.

La Grecia è da diversi anni il banco di prova per le più controverse Leggi che vanno a sequestrare i risparmi e ridurre il reddito dei cittadini. Il tutto con il beneplacito dei regolamenti europei.

Le domande che dobbiamo porci sono:

  • Questo potrà mai avvenire anche in Italia?
  • I nostri politici sono diversi da quelli greci?
  • Durante una grave crisi fiscale è possibile che il governo, per “generare le necessarie entrate”, decida di razziare indiscriminatamente tutte le cassette di sicurezza?

Mentre aspettiamo che il futuro ci porti inesorabile le risposte noi di DeshGold ti invitiamo ancora una volta ad usare la saggezza per scegliere come proteggere i tuoi risparmi e, come scritto più volte, ad evitare di detenere i tuoi valori più preziosi presso le cassette di sicurezza bancarie.

Per comprare oro e argento fisico dai rivenditori più sicuri al mondo ed ai prezzi più bassi sul mercato e per capire come conservarlo nel modo giusto e sottrarti al rischio di confisca,  guarda ora il videoseminario che scarichi da questa pagina.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Yari

Yari ha un background tecnico-scientifico e fa parte del team di Ricerca e Sviluppo (R&S) della DeshMember. Lavora su ricerche storiche e statistiche in ambito economico e finanziario e, oltre che studiare la scuola economica austriaca, si premura di riportare in lingua italiana contenuti di grande valore disponibili in lingua inglese.

9 COMMENTI

  1. Trovo azzardato definire il governo greco “di sinistra”. L’etichetta non fa il monaco, come diceva mia zia. Destra e sinistra sono le facce della stessa medaglia, in definitiva un colossale inganno. Detto questo credo che la notizia sia una bufala. Quando Giuliano Amato mise le mani nei conti correnti degli italiani lo fece di sorpresa. I ricchi greci non hanno nulla nelle banche locali. Se invece il governo greco sta applicando la “finestra di Overton”, allora la notizia avrebbe senso, eccome se l’avrebbe!!!
    Buone cose a tutti

    • Ciao Roberto,
      ho riportato la notizia come l’ha pubblicata il The Times.
      Ritengo che la cosa importante non è quale sia il partito che governa in Grecia ma è cosa sta facendo e soprattutto qual’è la lezione che noi possiamo trarne.

      • Si, certo. Una volta capito che destra e sinistra non esistono ma che le parti sono le èlites finanziarie da una parte e il popolo dall’altra e che le èlites da sempre, come avvoltoi, saccheggiano i risparmi dei cittadini, bisogna proteggersi. 1) non tenere denaro in banca
        2) seguire il vs consiglio e cioè investire in oro.
        Saluti
        P.S. per “finestra di Overton” si intende la tecnica di condizionamento che volge a far accettare ai cittadini qualcosa che inizialmente sarebbe inconcepibile. Quindi, la notizia verrà digerita dai greci e quando saranno aperte le cassette di”tutti” nessuno avrà nulla da obiettare. I soldi verranno raggrannellati con i risparmi della massa e non di 4 ricconi.

  2. L’ investimento in Oro ormai sta diventando un atto di FEDE. Andremo in paradiso…se esiste ! Sono anni che inseguo la chimera Oro nella convinzione di portare a casa l’ intero piatto sono in Deshmember da troppi anni ormai. Alle volte penso a Sancho scudiero del cavaliere della triste figura. Ci sarà anche per me un’isola da governare ? Non posso certo sperare in una guerra nucleare o in un disastro economico totale per vedere l’ Oro salire. Oggi a malapena teniamo 1230 con buone probabilità di uleriori discese ! Grecia o Francia o Trump ad ora l’ Oro risulta essere pura illusione. E c’è qualcuno (mica l’ultmo arrivato ) che pronostica 700. Non mi sento tanto tranquillo.

    • Ciao Renato,
      capisco perfettamente la tua frustrazione.
      La frustrazione come tutte le emozioni sono la fonte più forte delle motivazioni che guidano il comportamento umano.
      E se proviamo a pensare a dove le emozioni possano guidare il corso di un’impresa, poche altre realtà sono così influenzate da quelle collettive come nei mercati finanziari.

      Da anni di studi e ricerche storiche che stiamo facendo nel gruppo della DeshMember posso fermamente dirti:

      se vuoi ottenere i risultati devi AZZERARE LE EMOZIONI E PERSEGUIRE LE INDICAZIONI DEI NUMERI.

      In due parole: SANGUE FREDDO.

      Azzerare le emozioni non è cosa da poco. Da umano convengo che è la cosa più difficile da fare; perchè significa andare contro quello che la natura ha selezionato.
      Le emozioni sono parte di ogni essere umano.

      Spero che tu e gli altri mi crediate quando dico che le frenesie e le illusioni collettive (specialmente quando ci sono i capitali di mezzo) basate su flebili fondamenta che vanno a creare castelli di carta fanno parte naturale del mondo in cui viviamo.

      La nostra mente è ancora quella che la natura ha selezionato migliaia di anni fa per sopravvivere nelle piccole comunità della savana, non certo per ottenere il massimo rendimento nelle civiltà capitalistiche di libero mercato a sistema monetario frazionario senza sottostante fisico (castello di carta).

      Considera ora i numero: l’oro in euro ha fatto un minimo a dicembre 2013 dal quale sta, con alti e bassi, pian piano risalendo. Guardando il grafico in effetti il massimo storico dell’oro in euro non è tanto lontano.

      Se vuoi ottenere i risultati non farti governare dalle emozioni ma affidati ai numeri ed alla statistica.
      Fai già parte della DeshMember ed uno sguardo ai dati degli studi di lungo principio dovrebbero bastare per convincersi di essere statisticamente dalla parte giusta.

      Se non bastasse allora affrontiamo il problema da un angolo diverso.
      Contemplamo i grafici basati sui numeri e le lezioni che impariamo dalla storia e chiediamoci:

      sulle le cinque asset class di base, se non i metalli preziosi, quali sono le alternative rimaste?

      PS. non prendertela per quello che stai per leggere ma cerca di farne tesoro.

      Andando a rileggere gli articoli scritti nei mesi passati su DeshGold ho notato che i commenti più abbattuti e pessimisti sono sempre corrisposti ad un minimo del prezzo dei metalli.
      Come volevasi dimostrare —> non seguire le emozioni – segui i numeri.
      Quasi quasi ho un’idea per un indicatore sentiment basato sui commenti :-D.

      PPS. (valore +plus) Il minimo relativo sui metalli è vicino.
      Chi fa parte del gruppo DM Backstage su Telegram ha già un’indicazione più precisa sul timing.

    • Ciao , io ho venduto buona parte dei miei lingotti è comprato cryptovalute, sono stato molto fortunato, perché il timing è stato veramente eccezionale.
      Risultato 400 / 600 % in un mese.
      Adesso dopo aver chiuso il 50% delle posizioni sono indeciso se comprare di nuovo oro fisico.
      Comunque secondo me ( che onestamente capisco poco , i rialzi che si prospettano per l’oro li vedremo su bitcoin eth e simili ) a meno che non si vada incontro a cataclismi indicibili , ma in quel caso vedere il valore dell’oro triplicato o anche decuplicato sarebbe una magra consolazione.

  3. Le cryptovalute si mangiano rialzo oro?

  4. Domanda: in un futuro i Governo potrebbero sequestrare anche le cassette di sicurezza fuori dal sistema bancario?

    • Tony, nessuno può preverede cosa decida di fare un governo quando è messo alle strette economiche.
      La storia ci insegna che tutto è possibile, ma riflettendo un attimo possiamo arrivare a delle conclusioni ragionevoli.
      Di questo argomento ne parleremo meglio al summit di Milano il 28 di questo mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
chi-controlla-prezzo-oro
Chi controlla realmente il prezzo dell’oro? (la risposta è alquanto sorprendente)

Harry Dent spende un sacco di soldi di pubblicità per convincere la gente a comprare i suoi libri o le...

Chiudi