E’ la Fine del Mondo solo per chi Investe in Oro fisico?

20 Dicembre 2012, ore 21.50

Caro diario,
domani dicono sia la fine del mondo. Questo fatidico 21 Dicembre 2012. 

Sara’ per questo che a quest’ora al posto di andare a cenare sono qui a scrivere queste righe?
Seduto sulla poltrona di questa terrazza qui su Roma, le note di Across the Universe dei Beatles mi accompagnano lente al mio destino.

Questo cielo pieno di nuvole copre una luna che cerca di farsi spazio in ogni modo. La sua luce sembra parlare. E le note di Across the Universe sembrano accompagnarmi verso di lei.

Forse avrei dovuto trascorrere l’ultima notte della mia vita insieme alle persone che voglio bene? 
Non lo so. Comunque adesso mi ritrovo qui su questa poltrona. E ci siamo solo io e te. O perlomeno credo. 

Eppure caro diario, c’e’ qualcosa che non va. Dicevano che la fine del mondo era domani. Il 21 Dicembre 2012.
Ma allora sai spiegarmi perche’ sembra che la fine del mondo per me che in questi ultimi anni ho dedicato la vita in merito all’investimento in Oro fisico,

ecco caro diario, sai dirmi perche’ sembra che la fine del mondo per me investitore in Oro sembri essere arrivata in anticipo?

Oggi il prezzo dell’Oro e’ stato spinto al ribasso con forza. E’ da un mese che viene spinto al ribasso.

No! Non dirmi che si tratta solo di investimenti! Chi investe in Oro fisico non e’ un semplice investitore.

L’investitore in Oro fisico e’ una persona libera e fiera che va incontro alle intemperie economiche con l’enorme forza contenuta nel suo animo.  L’Oro fisico e’ molto piu’ di un semplice investimento. L’oro rappresenta la liberta’, rappresenta quella forza che in centinaia di anni ha ciclicamente scoperto le carte sul tavolo mettendo a nudo errori e cattiva gestione delle nostre economie.

Contro ogni manipolazione di breve o di lungo termine. Contro ogni intervento dall’alto. L’oro ha sempre, dico sempre chiuso il suo Ciclo portando a termine il suo lavoro. Quel lavoro che in oltre 2000 anni di storia lo ha visto far portare alla luce la pochezza delle banconote che ancora oggi chiamiamo denaro. 

Quelle stesse banconote che ci risucchiano la vita. A poco a poco. E senza che nemmeno ce ne accorgiamo.
Ogni giorno che passa quelle banconote comprano sempre meno beni e servizi. Se ne va il nostro potere d’acquisto, e con esso anche i sacrifici che abbiamo fatto per guadagnarci quelle banconote.

Come, come? Questa sera sto esagerando?
Se scrivo queste cose saranno pochi a leggere le tue pagine? Questi non sono discorsi in grado di generare grandi numeri?

Sai cosa ti dico caro diario? Che domani e’ la fine del mondo ed e’ giusto che io scriva quel che mi dice il cuore. E pazienza se tanti ci prenderanno per matti suonati.

Tanto ormai, cosa abbiamo da perdere io e te?
Il prezzo dell’Oro sta crollando. Il mondo sta per finire. Io sono solo qui su questa terrazza e le tue pagine sono ancora lunghe. Credo che continuero’ a scrivere fino allo svilimento. Perlomeno e’ questo tutto cio’ che voglio fare in questo momento.

Tu che mi conosci bene, caro diario, sai benissimo quanto io tenga alla felicita’ delle persone che in questi lunghi mesi mi hanno chiesto consigli o suggerimenti. Quando siamo partiti avevamo solo il nostro sogno. Null’altro.

Ricordi i primi mesi in quello sgabuzzino di Lyveden Road, a Londra? Se penso a quando dormivo su quel materasso, e che per poter dormire dovevo metterlo in modo da andare a finire con una parte del materasso sotto il letto di Luca, il mio gentile amico cosi’ caro ad ospitarci. Dormivo con i piedi sotto il suo letto. 

Quando si dormiva non era piu’ possibile aprire la porta. Il materasso steso a terra ne impediva l’apertura. Quante ne abbiamo passate insieme. 

Tu poverino, non avevi nemmeno una scrivania dove poterti appoggiare. Eri sempre sulle mie gambe o sulle scale.
Quante cose abbiamo imparato insieme. Ma ora sta per finire tutto. O perlomeno cosi’ sembra.

Iniziano ad arrivare le prime email delle migliaia di persone che nel frattempo, in questi mesi, hanno contribuito a creare Deshgold.com.

Uno dei primi commenti e’ quello di Luca. Nell’articolo https://www.deshgold.com/oro-fisico-sottovalutato/ ha postato questo commento:

Per favore, qualcuno mi risponda, mi dite cosa sta succedendo a questi prezzi?

Ma allora caro diario. La fine del mondo e’ davvero arrivata solo per noi investitori in Oro?
Perche’ questi forti ribassi? Perche’ instillare cosi’ tanta paura a tutte queste persone? 

Eh no, caro diario. Io non ci sto. Questa e’ la serata delle verita’ ed allora e’ bene che chi leggera’ le tue pagine, anche se per poco tempo, sappia tutto di quel che sta accadendo. 

Renato, direttamente dalla DeshMember, mi ha appena offerto lo spunto per scrivere cio’ che realmente penso di questi ribassi.
Guarda cosa mi ha scritto:

vorrei avere la tua olimpica calma

addirittura entusiasmo –

se la fatidica m 200 terra’, per me sara’ la prova che i tuoi percorsi sono giusti.

altrimenti, credo, che arrivero’ a pensare l’esatto contrario. comincio a convincermi che le banche centrali abbiano (l’hanno anche detto) veramente la possibilita’ di ” manipolare” al rialzo i mercati ad libitum – nel tentativo estremo di salvare la baracca – per lo stesso motivo possano manipolare al ribasso alla grande il prezzo dei PREZIOSI onde evitare una corsa all’Eldorado, che in questa fase sarebbe deleteria per loro.

Noi siamo dall’altra parte – comicio ad avere paura – solo nella Bibbia Davide vince Golia.

nella realta’ MAI.

ciao

 

Questa e’ stata la risposta che gli ho scritto:

E se il rialzo del prezzo dell’Oro fosse voluto dalle stesse Banche centrali?
Te lo sei mai chiesto Renato?

Dopo circa 10 anni di rialzi di prezzo, se l’Oro chiude con un rendimento negativo anno su anno, puo’ tranquillamente rientrare nei giochi no?

Amo passare sempre confronti con la realta’ storica perche’ credo aiuti a darci termini di confronto e a contestualizzare le cose.

Questa e’ la striscia di rendimenti che l’Oro ha fatto registrare dal 1971 sulla fase rialzista del precedente Ciclo naturale:

Rendimenti anno su anno:
1971 = 16.53%
1972 = 49.02%
1973 = 72.95%
1974 = 66.14%
1975 = -24.79%
1976 = -4.10%
1977 = 22.63%
1978 = 37.00%
1979 = 131.85%
1980 = 12.5%    (con ulteriore +62% in 21 giorni fino al 21 Gennaio)

Guarda cosa e’ successo al prezzo da fine 1974 a fine 1976. Il primo anno ha fatto registrare un -24.79%! E il secondo anno -4.10%.

E poi?

Poi il Ciclo Naturale ha cacciato tutta la sua cattiveria finale, fino ad arrivare a portare il prezzo in bolla.

Solo nel 1979 ha fatto il +131.85% in un solo anno!

Renato questo Ciclo non e’ finito. Magari potra’ prendere anche tempo. Potra’ tirare fuori da questo mercato ancora tanti investitori. Ma io resto dentro. E ci resto fino a quando i dati storici e statistici non mi segnalano la fine del Ciclo.

Sfrutta la DeshMember Advanced per recuperare le perdite di breve termine con i flussi mensili che incassiamo dalle assicurazioni sul ribasso di prezzo dell’Oro e resta sereno sul tuo investimento. Sei dalla parte giusta!

 

 E quando mi ha risposto:

a questo punto ti chiedo di fare 31

fai menzione del precedente ciclo 71 80

in questo momento dove siamo ?

grazie

 

Ho cercato di passare la mia visione sulla suddivisione del Ciclo Naturale. Eccola:

Renato se potessimo identificare il Ciclo Naturale in 3 stadi, dove:

1° stadio: partecipano al rialzo solo i grandi investitori. Banche, Istituzionali, grandi professionisti.

2° stadio: si uniscono al rialzo tutti quegli investitori consapevoli e preparati. Piccoli investitori cominciano a partecipare.

3° stadio: la massa entra nel mercato dell’Oro fisico. Tutti, ma proprio tutti, non hanno alcun dubbio. L’Oro fisico e’ un grande affare.

Il terzo stadio coincide con la fase finale del Ciclo Naturale. Termina con il prezzo che entra in bolla (quando parlo di bolla non parlo di un concetto astratto ma di prezzi dell’Oro ben specifici che non supportano piu’ i fondamentali di questo mercato) (n.d.r. ho condiviso parte di questi studi proprio nella DeshMember)

A mio modo di vedere in questa fase siamo nella parte finale del secondo stadio.

Gli Istituzionali e le grosse Banche che hanno partecipato al primo stadio adesso vogliono tirar fuori da questo mercato tutti quegli investitori consapevoli e preparati che si sono uniti nel secondo stadio.

Quando avranno dato una forte scrollata e messo tanta paura fra le masse, l’Oro potra’ iniziare il terzo stadio. Il prezzo partira’ forte al rialzo e pian piano raccogliera’ il consenso del popolo.

La massa entrera’ in questo mercato. Non vendera’ piu’ collanine e bracciali ai Compro Oro, bensi’ sara’ lei ad essere assetata di Oro.

Verso la meta’ (o i 3/4) del terzo stadio, l’investitore Ciclico saggio dovra’ vendere il suo metallo e riposizionarsi su altra Asset Class.

 

No caro diario, non e’ ancora arrivata la fine del mondo. Ne’ per il mondo intero, tantomeno per noi Investitori in Oro fisico. Chi e’ entrato in questo mercato da qualche mese (condividendo la nostra ottica di lungo termine) oggi sta perdendo la battaglia. Ma la guerra e’ ancora lunga, ed io, te lo prometto, restero’ in prima fila a combattere. Fino alla fine.

 

 

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E’ mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell’approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

27 COMMENTI

  1. Fino a quando lo possono buttare giu?

    Da che prezzi inizierà a ripartire al rialzo?

    Grazie mille e in bocca al lupo

    • da 5 anni i mercati hanno spostato liquidità dagli investimenti di rischio (azioni) a quelli di rifugio (obbligazioni e oro), se i governi riescono a restituire la fiducia sul futuro inevitabilmente buona parte dei risparmi ritornerà ad investimenti più rischiosi.

  2. Purtroppo me ne sono accorto stamattina che il krugerrand da 1oz che ho ordinato domenica scorsa da Guernsey Mint a £1101.70 oggi lo vendono a £1062.72. Come direbbero qui: keep calm and trust gold. L’unico dubbio che ho e’ il seguente: se ogni volta che c’e’ una crisi monetaria l’oro si difende sempre bene, visto che l’oro sta andando giu’ di brutto cosa succedera’ al resto dei mercati e al valore d’acquisto del denaro? Che sia il campanello d’allarmo di quanto profetizzato nell’articolo “Siamo alla vigilia di una serie di collassi finanziari e globali”?

    • Ciao ho visto che su Guernsey i prezzi sono migliori di Rischio calcolato e Deshgold, ci sono problemi con la dogana? pensi che sia uno dei migliori siti per acquistare? Ciao Enrico

      spirito1965@libero.it

      • Ciao Enrico, si i prezzi sono buoni e il servizio funziona senza problemi. Purtroppo, come da te menzionato, ci sono costi di dogana da pagare perche’ le cosiddette Channel Islands sono paradisi fiscali e considerate non facenti parte della UE, o quanto meno costituiscono un’eccezione. La dogana cambia da paese a paese, per l’Inghilterra, dove vivo, ho pagato 26 sterline, di cui 8 fissi alla royal mail per costi vari e 18 alla dogana, questa cifra e’ calcolata in base alla VAT (l’equivalente dell’IVA), circa 1.5% del costo del metallo. Comunque, considerato che il costo e’ VAT free, restano sempre competitivi. Tra l’altro, in UK la spedizione e’ gratis. Effettivamente, per quanto ho potuto vedere, altre compagnie tipo London mint etc. sono piu’ care e comunque cercano sempre di appiopparti monete da collezione etc. o roba non richiesta. Una volta mi hanno spedito a casa un Sovereign non richiesto e ho dovuto penare non poco per spedirglielo indietro.
        Ciao, Giuseppe.

  3. Grazie Gennaro per la tua risposta. Anche questa volta, ha senso.

    Sai quale reazione ha scatenato in me questi crolli? Una domanda, una sola domanda: chi è che stabilisce il prezzo dell’oro?

    Così ho fatto delle ricerche e ho trovato questo articolo: http://www.iforexfacile.it/wp/economia-e-dintorni/in-che-modo-viene-deciso-il-prezzo-delloro-e-da-chi/

    5 broker, 5 banche. Il prezzo dell’oro è stabilito dalle banche. Il che mi lascia un po’ sconcertato… Stiamo lottando per mettere al sicuro i nostri risparmi dai loschi piani dei banchieri, i responsabili della perdita del potere d’acquisto dei nostri soldi, e lasciamo che siano sempre loro a determinare il valore del bene rifugio in cui vorremmo investire?

    Che senso c’è in tutto questo? Le nostre speranze sono nelle mani di 5 persone! E se ci fossero dei complotti di cui siamo all’oscuro nell’andamento di questi prezzi? E se le statistiche non fossero dalla nostra parte questa volta?

    Lo so, a questo punto diventa una questione di scelte… Il discorso è questo alla fine, fidarsi delle statistiche oppure no.

    Lasciamo che quest’ultima notte ci porti consiglio…

    A presto…

  4. x Gennaro in quello che dici c’è una sola imprecisione “oggi sta perdendo la guerra. Ma la battaglia e’ ancora lunga” la frase corretta è questa:
    “oggi sta perdendo la battaglia. Ma la guerra è ancora lunga”
    Questo non è un richiamo ma un elogio, in quanto è tutto perfetto tranne un’inversione di parola che non cambia nulla.

    • Hai ragione Carlo 🙂
      Ti ringrazio di avermelo fatto notare. Ho corretto la frase.

  5. Ciao Gennaro, grazie del pezzo del tuo diario. Io ieri ho visto oro e argento ed ho comprato. Sinceramente ho pensato ad abbassamento di prezzi manovrati e forse dovuti un po alla paura della fine del mondo… Non so, io ci credo, troppi “pazzi” che ammiro che predicano l’imminente caduta delle valute…. Ma un po di timore rimane… Un abbraccio a tutti .

  6. a fine ottobre ho acquistato dell’oro dopo lunga (troppo lunga?) riflessione, ed ora c’è stato questo abbattimento dei prezzi. Sono sicuro che Gennaro ha ragione, ma ci sono rimasto male lo stesso…
    E’ palese comunque che ormai ci stanno gestiscono come un gregge di pecore, con tanto di cani pastore (politici, media, etc).
    buon natale a tutti

  7. Rispondo a Renato che ti chiede di fare 31
    Fai 31,1!!

  8. Grazie Gennaro per questa stupenda riflessione che va ben oltre la semplice analisi economica.
    Ci vuole cuore, ci vuole cor-aggio, ci vuole una visione, un sogno, cose che mancano ormai alla casta politica ed economica.
    Ci vogliono guerrieri, che sfidino la sorte e i nemici con il cuore e la consapevolezza di essere nel giusto.
    Nessuna battaglia è facile quando si sfida la corrente, quando ci si alza in piedi, ci si scrolla di dosso l’inutile fardello che ci hanno posto sulle spalle e si guarda con sguardo fiero il proprio sogno.
    Dei guerrieri, dobbiamo essere dei guerrieri, non dobbiamo farci travolgere dall’onda, ma cavalcarla con coraggio. Fuori dal consueto, fuori dal semplice, dal facile, è la strada del guerriero, la strada che ci fa sentire “liberi” nel cuore, nell’animo e soprattutto nella mente.
    Buon Natale a tutti i membri di deshgold.
    Luca

  9. Provo a razionalizzare questo casino…
    Allora,innanzitutto,HO GIA’ SCRITTO,che non è che il QE3 non sta funzionando,il QE3 non è mai proprio iniziato…
    date un occhio al bilancio della federal reserve
    http://www.federalreserve.gov/monetarypolicy/bst_recenttrends.htm

    sembra che cominci a esserci un incremento,solo nell’ultima settimana,comunque sia il bilancio della federal reserve nel corso del 2012 si è mantenuto sostanzialmente PIATTO…
    Questo è compatibile con un quadro di stagnazione dei metalli monetari,e delle materie prime in generale…
    Nonostante Bernanke si sia impegnato in più politiche di quantitative easing da Settembre,tale impegno sembra essere più verbale che effettivo,si osserva una qualche crescita del bilancio,solo da dicembre a questa parte…
    Adesso sarà importante monitorare il bilancio della FED,se nei prossimi mesi salirà,il prezzo dell’oro e dell’argento potrebbero tornare a seguire…
    Mi raccomando Gennaro non ti abbattere,in questi momenti è necessario essere il più possibile logico,le emozioni spingono a fare scelte non sempre giuste…

  10. Comunque per la cronaca,per chi usa le candel giapponesi,l’etf GLD ha formato un martello,(o una dragonfly doji),il che in situazione di ipervenduto,segnala una situazione di inversione…
    Ovviamente le candele segnalano movimenti a breve-medio termine…
    http://stockcharts.com/h-sc/ui

  11. P.S. il link al grafico giusto è questo:
    http://stockcharts.com/h-sc/ui?s=GLD
    quello che ho messo sopra era il dow…

  12. Anche per l’Amex gold bugs c’è un martello,se oggi apre in positivo c’è la possibilità che sia sul GLD sia sull’Amex gold bugs si formi un pattern di abandoned baby…
    http://stockcharts.com/h-sc/ui?s=$HUI
    per chi ha fegato (e soldi) potrebbe essere un buon punto d’entrata…

  13. Se vogliamo prendere come modello quello che è successo nel 75-76, dal picco di 184 dollari l’incia registrato nel gennaio 75 fino al minimo di 116 dollari l’oncia registrato nell’ottobre 76, il calo è stato del 63%, quindi dal nostro picco di 44 euro al grammo di settembre 2012 si potrebbe scendere fino a 27,7 euro al grammo nel giugno 2014… Sempre se l’andamento sarà identico, ma nessuno può dirlo…

  14. Ciao Gennaro, il tuo racconto è struggente, Faccio un commento, dimmi cosa ne pensi. A parte una svalutazione di 100 dollari l’oncia nel 1994 sono 20 anni che sale il valore dell’oro. Come dicono, il valore dell’oro è proporzionale al tasso di inflazione. Attualmente fed e bce debbono stampare per sostenere le economie. La fed come sappiamo stampa alla grande, mica è scema, il dollaro si inflaziona e quindi ciò alza il valore dell’oro. La bce stampa, anche se meno, e viaggiamo ad una media di inflazione del 3 3,5 . Quindi finchè stampano, l’oro rimane rialzista e tranquillo. Se la bce contrae la liquidità per contenere l’inflazione, inzia la fase dei default. Cosa può accadere in fase di default al valore dell’oro? Rimanendo agganciato al dollaro le valute europee per esistere si dovranno svalutare rispetto al dollaro, quindi il valore dell’oro, per noi, salirebbe in ogni caso. Questo mi sembra di aver capito e dedotto ascoltando e leggendo reports sull’oro. Comunque con posizione long/extralong. Ora come ora poi un colpo di mano sull’oro tipo svalutazione d’ufficio mi sembra fantascientifica perché l’incertezza nell’economia è alta, e non ci sono asset di protezione long così radicati d far cambiare idea ai grossi accumulatori di metallo, e come scrivi tu la gente poco a poco perderà anche l’ultima speranza nel consulente di azioni e obbligazioni della banca o della porta accanto. Secondo me l’oro sarà toro per i prossimi 10 anni. Non ho valutato gli effetti di una crisi maggiore, come una guerra mondiale, in quanto sarebbe opportuno farne un pezzo a parte. Può essere una visione realista quanto da me esposto?
    Ciao e grazie.

  15. Ciao Fuckbernanke,
    per quanto riguarda il quantitative easing della FED, se ti riferisci all’OPERAZIONE TWIST, questa era “sterilizzata”. Ovvero la FED si e’ impegnata a vendere titoli di stato dai tre anni in giu’, contestualmente acquistando titoli a lungo termine (10, 20 anni e T-BOND trentennali). Il tentativo era di schiacciare la curva dei rendimenti sui titoli a lungo. Quindi non era un vero e proprio alleggerimento quantitativo con mera emissione di moneta elettronica per acquistare titoli obbligazionari, in quanto gli acquisti erano compensati con vendite di altri titoli (questo e’ il significato di sterilizzazione). Mi sembra che il bilancio della FED, a ogni modo, superii 2.800 miliardi di dollari; con il nuovo quantitative easing INFINITO, nel giro di tre anni, la FED rischia di trovarsi in pancia 6.000 miliardi di dollari di titoli di stato oltre a una montagna di titoli tossici spazzatura (cartolarizzazione di mutui subprime)

  16. Ciao Rick,io non mi riferivo al Twist,ma al QE3 iniziato a Settembre con l’impegno di acquistare 40 miliardi al mese di mutui cartolarizzati,se tu osservi il grafico muovendo il cursore,ti rendi conto che dal 12 Settembre al 5 Dicembre c’è un incremento di soli 40 miliardi,a fronte dei 120 previsti,da 2820 miliardi,a 2860 miliardi,addirittura nel primo mese,di operazione c’è un decremento di 20 miliardi…
    Se noi osserviamo il grafico dal 21 dicembre 2011 al 19 dicembre 2012,passiamo da 2918 a 2921 miliardi,con un incremento di soli 3 miliardi,ovvero neanche lo 0,001%,un pò poco per causare un movimento sensibile nei prezzi…
    http://www.federalreserve.gov/monetarypolicy/bst_recenttrends.htm
    Cioè il bilancio complessivo della FED nel 2012 è piatto…
    PIATTO
    Allora forse c’è da stupirsi se il prezzo dell’oro è esattamente lo stesso di un anno fa?
    Cioè intendo dire,piuttosto di pensare a cose strane,(tipo che le banche centrali hanno manipolato a rialzo il prezzo dell’oro),o di strapparsi i capelli(che a differenza dei dollari non crescono di numero,anzi,sono in deflazione permanente dai 19 anni in poi)),non è più utile osservare il bilancio della FED,e trarne delle conseguenze?
    Se noi osserviamo il balance sheet della FED ci rendiamo conto che da 1 anno a questa parte non sale…
    Ma neanche scende,ergo nessuna exit strategy.
    Non che non ci sia manipolazione,ma manipolazione c’è da 10 anni a questa parte…
    Ergo,nei prossimi mesi date un occhio al bilancio della FED,se sale,attendiamoci prezzi di oro,petrolio,borse,in crescita,se no osserveremo un trading range piatto ciclico,in cui i movimenti di prezzo,vengono scanditi dai commercial (le famose 5 banche),che in questo momento sono fortemente negativi…
    Cioè è chiaro che se le condizioni di liquidità NON CAMBIANO,sono i commercial a dettare legge,ovvero il prezzo viene manipolato da loro,ma se le condizioni di liquidità cambiano,il potere dei commercial viene annullato,dalla maggiore quantità dei dollari in circolo,no?

    Se noi osserviamo questo grafico
    http://www.contrarian-investor.com/image-files/fed-and-gold.jpg

    osserviamo che sebbene esista una correlazione fra i 2,questa correlazione non è immediata,anche se poi inevitabilmente l’oro sembra raggiungere la base monetaria
    Questo punto di contatto,è intorno ai 1600,non ai 1700,non 1800,nè 1900,ergo quando l’oro ha corso sopra i 1900 ha sovraperformato la base monetaria del 20%

    Se noi invece osserviamo un grafico specifico del 2011,ci rendiamo conto appunto CHE PER TUTTO IL 2011,L’ORO HA CORSO PIU’ DELLA BASE MONETARIA,SOVRAPERFORMANDOLA DI UN 20%
    http://www.marketoracle.co.uk/images/2012/Sept/FED-ECB-balance-sheet-next-to-gold-price.png

    Se noi osserviamo invece le proiezioni sul bilancio,vediamo 2 cose
    http://moneymorning.com/images2/gold%20prices%202.png
    1)una proiezione del bilancio che sale
    2)un livello attuale dei prezzi sopra la linea del bilancio
    ergo se ne deduce che se il bilancio è inalterato il livello giusto dei prezzi E’ più intorno ai 1600 che ai 1700

    Se Bernanke rispetta il programma che si è dato,potremmo osservare una crescita dei prezzi.

  17. Ciao Fuckbernanke,
    ottimo ragionamento, ma mi pare che ti focalizzi troppo sul bilancio della FED. Il prezzo dell’oro e’ determinato da molti fattori complessi e concomitanti; non e’ determinato solo dalle politiche espansive o restrittive della FED.

    Leggi il barometro che sta per essere pubblicato.

    Per quanto riguarda le manipolazioni del mercato dei preziosi………..che c’e’ da meravigliarsi? NON esiste il LIBERO MERCATO, questo e’ un MITO costruito per le masse. Esiste la DISTORSIONE programmata del mercato, tramite la costituzione di cartelli, oligopoli e monopoli.

    Guarda, tutti i mercati sono manipolati e distorti. L’OPEC non e’ un cartello petrolifero? Di chi fa gli interessi? Dei partecipanti al LIBERO MERCATO o della cricca di nazioni produttrici?

    Esiste LIBERO MERCATO nel settore automobilistico? E nei mercati delle DERRATE ALIMENTARI? Nel settore FARMACEUTICO?

    Cosi’ e’ per il mercato dell’oro e dell’argento. Vi sono cartelli economici, finanziari e politici che non hanno interesse a vedere crescere di valore i metalli preziosi e quando possono, distorcono le loro quotazioni tramite speculazioni sui mercati futures.

    Del resto, se ti ricordi lo SCANDALO ENRON negli USA: la ENRON operava nel campo dell’energia, non produceva piu’ nulla, in pratica faceva trading sui mercati del petrolio e del gas e li manipolava al ribasso o al rialzo a seconda delle sue conseguenze.

    Lasciamo perdere le teorie complottistiche. Qui vi sono in gioco interessi molto PRATICI. E per interesse, si costituiscono oligopoli e monopoli che sfruttano le situazioni economiche distorcendo scientificamente il MERCATO. Ripeto, quest’ultimo e’ un mito per fare credere alle masse che esiste liberta’d’azione sui mercati, in realta’ sono dominati da poche CASE DA GIOCO che hanno i tentacoli in migliaia di fondi che fanno capo alle case da gioco di cui sopra.

    E il mercato delle valute non e’ manipolato? Quando una banca centrale vara alleggerimenti quantitativi non sta manipolando la propria valuta?

  18. Ciao Gennaro, dopo questo articolo sono un pò arrabbiato con voi, queste tabelle avreste dovuto renderle note a noi lettori prima, in quanto ora è chiaro che se la storia si ripete allo stesso modo per l’anno prossimo il prezzo dell’oro in dollari dovrebbe stornare di un ulteriore 20% circa, a questo si può aggiungere un apprezzamento dell’euro sul dollaro di un 10% circa, il che potrebbe portare le quotazioni dell’oro in euro a circa 28,0 Euro al grammo.
    Mi chiedo ora, perché fino a 15 giorni fa continuare a scrivere articoli nei quali si cerca di convincere la gente che bisogna comprare oro il prima possibile altrimenti si finisce per perdere l’ultimo rally del metallo?
    Personalmente sono stato fortunato perchè non ho ancora comprato oro fisico, penso anche che forse questa volta l’oro non scenderà a 1350USD ma sono ormai convinto che nei prossimi mesi lo rivedremo in zona 1530USD e con l’apprezzamento delleuro sul dollaro lo potremo comprare a circa 33,0 Euro al grammo.
    Certo, voi mi direte che differenza fa se tanta gente per 10-20 mesi dovrà mantenere una posizione aperta in perdita per poi iniziare comunque a guadagnare?
    Dovete rendervi conto che non tutti siamo dei milionari, personalmente faccio l’operaio a 1300 EURO al mese e credetemi che la sofferenza psicologica per chi non possiede grossi patrimoni di detenere a lungo una posizione in perdita é già di per se notevole, inoltre vi faccio il seguente esempio:
    Investitore A: ha acquistato oro a 30 EURO al grammo Investitore B: ha acquistato oro a 40 Euro al grammo.
    Supponiamo ora che l’oro si apprezzi nel lungo termine fino a 60 Euro al grammo L’investitore A avrà realizzato una plusvalenza del 100%, il B del 50%.
    E’ quindi evidente che essendo già su valori di prezzo elevati dell’oro dai minimi del 2001 il timing di ingresso per chi non ha ancora aperto posizioni sull’oro diventa assai importante, sempre ammesso che la strategia dei cicli a 20 anni si confermi anche questa volta. Potrebbe anche esserci una prima volta o no?
    Grazie, ciao e buone feste a tutti.

    • Angelo ho 2 domande per te.

      1) chi ti dice che il prossimo anno ci sara’ una svalutazione dell’Oro in Euro del 30%? Su quali basi formuli questi dati?

      2) A quale articolo di 15 giorni fa ti riferisci nel tuo commento?

      p.s. Noi non cerchiamo di convincere nessuno. Deshgold e’ condivisione.

      • 1) Dalla tabella da tè pubblicata nell’articolo qui sopra mi sarebbe parso di capire che l’attuale 2012 possa corrispondere al 1975, anno in cui l’oro chiuderà appena sopra la pari, poi arriverà il 1976 o 2013? Dalla tabella da tè pubblicata l’oro nel 1976 ha chiuso a -22%.
        2)Bene, mi ero iscritto ad una serie di 4 videocorsi dove anche li sembrava che il rialzo di Oro e argento stesse ripartendo, dicevi che proprio l’aumento significativo dei volumi in coincidenza di alcuni livelli che in quel momento sembravano dei minimi importanti in formazione avrebbe dato un nuovo spunto rialzisto ai preziosi. Riconosco che probabilmente da quei videocorsi sono trascorsi più di 15 giorni, facciamo pure un mese.
        Grazie, ciao e alla prossima.

  19. Ciao Angelo.
    ti invito a leggere il pezzo di Michael Kosares sul mercato secolare dell’oro. Soprattutto quando parla del libro di James Rickards.

    Te lo riporto qui sotto, se vuoi leggere il documento che ho riportato di Kosares, questo e’ link.

    http://www.deshgold.com/barometro-oro-21luglio2012/

    Ti invito a riflettere su quanto scrive Rickards. E’ fondamentale per comprendere l’oro come investimento.

    In un recente saggio, James Rickards, l’autore del libro “Guerra delle valute”, esplora le caratteristiche di quello che definisce “denaro di lunga data” – ovvero la ricchezza delle dinastie, a partire da trecento anni a questa parte. Rickards ha scoperto (vi lascio alle sue parole) che “il denaro di lunga data ovvero la ricchezza dinastica, questa particolare forma di prosperita’ e’ sopravvissuta ai cicli economici, alle guerre, alle invasioni, ai collassi degli imperi, alle rivoluzioni, ai disastri naturali.

    Riuscire a persistere attraverso secoli e contro condizioni politiche, economiche e naturali avverse; per fare cio’ non basta una normale educazione finanziaria. Ci vuole una visione e una prospettiva a largo raggio e di lunga vista, entrambe infuse con uno spiccato senso della storia e un approccio sempre positivo a eventi sfavorevoli che potrebbero realizzarsi.”

    Rickards prosegue e ci svela quella che secondo lui e’ la formula di questa particolare forma di ricchezza tramandata da secoli intatta. La regola fondamentale per queste famiglie si riduce a una frase: “un terzo, un terzo e un terzo, ovvero un terzo in proprieta’ terriere, un terzo in oro e un terzo in opere d’arte.”

    La cosa che sorprende e’ l’assenza di investimenti in azioni, obbligazioni e titoli di debito; non che questi assets non debbano essere considerati in un portafoglio finanziario contemporaneo, ma quello che ci deve fare riflettere e’ il fatto che l’oro non deve essere ignorato come forma di costruzione e preservazione della propria ricchezza.

    Michael J. Kosaresht

  20. Sono andato a rileggermi a distanza di qualche mese questo articolo, dalla tabella che voi pubblicate si vede che nel 1975 l’oro ha perso il 25% e nel 1976 un altro 4%, quindi una perdita totale pari al 29% circa. Vorrei capire se il 1975 può essere paragonato al 2013 e il 1976 al 2014, o se la perdita del 29% vada stornata dal prezzo massimo raggiunto dall’oro a 1920$ nel settembre 2011.
    Grazie, ciao.

    • Ciao Angelo.

      Il collegamento 1975-2013 non puo’ avere basi statistiche solide.
      Tuttavia, quel che possiamo ricavare da quell’andamento, e’ che anche dinanzi ad un ribasso dei prezzi importante (vedi il -29% circa in 2 anni) questo non decreto’ la fine del rialzo sul Ciclo Naturale dell’Oro.

      A nostro modo di vedere, nonostante il ribasso dai 1900$ oncia del Settembre 2011, la fase rialzista del Ciclo Naturale sull’Oro non e’ affatto terminata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 15.Dic.2012

Questa settimana la Federal Reserve, durante la riunione del suo braccio operativo (il FOMC), ha confermato un nuovo varo di...

Chiudi