Crollo del fondo speculativo Large Everest Capital

Una prima grande vittima della manovra della BNS di giovedi’ scorso – volta a cancellare il “floor” a 1,20 sul cambio Euro/Franco – e’ stato l’hedge fund (fondo ultraspeculativo)  “Large Everest Capital Hedge Fund” gestito dal manager Mirko Dimitrijevic.

Il fondo di Dimitrijevic ha perduto tutti i suoi capitali dopo la decisione della BNS, ed e’ fallito; il fondo gestiva assets finanziari per 830 milioni di dollari di risparmi dei propri clienti alla fine del 2014.

“Large Everest Capital Hedge Fund” aveva impegnato quasi tutti i suoi assets, scommettendo in un ribasso del Franco Svizzero (ovvero in un suo futuro declino contro tutte le valute, ma soprattutto contro l’Euro).

Everest Capital, gestore del fondo “Large Everest Capital” a sede a Miami, e’ una societa’ finanziaria specializzata in investimenti nei mercati emergenti e gestisce altri sette fondi, amministrando assets per circa 2,2 miliardi di dollari americani.

“Large Everest Capital” non e’ l’unica vittima della decisione della BNS.

Sembra che la BNS abbia innescato perdite nei fondi finanziari di tutto il mondo, decidendo di smettere di difendere artificialmente il cambio Franco Svizzero/Euro.

MORALE DELLA STORIA

Il fallimento del fondo di Mirko Dimitrijevic ci insegna che:

  • quando si specula tramite “leva finanziaria”, in valute o in qualsiasi altro asset, puoi diventare un eroe o un “fallito” nell’arco di una sessione di trading;
  • prendere in prestito grandi quantita’ di valute per specularci contro – contraendo debiti – e’ quasi sempre azzardato;
  • quando si specula con i soldi dei risparmiatori (come faceva Dimitrijevic) facendosi pagare profumatamente in commissioni, si fanno mosse finanziarie avventate, nella speranza di generare “ritorni” anche per i propri clienti, ma in questo modo si espongono a gravi rischi anche i capitali dei clienti;
  • credere alle parole di quei filibustieri dei “banchieri centrali” come ha anche scritto Gennaro, e’ da ingenui; i “banchieri centrali” spesso mentono, e quando non mentono devono comunque fare i conti con le forze del libero mercato (domanda e offerta), che in secoli di storia – sul lungo termine – hanno dimostrato di trionfare SEMPRE contro ogni forzatura di qualsivoglia potente Banchiere Centrale.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

6 COMMENTI

  1. Bravo davvero,
    mi felicita l’animo leggere le tue parole e ricordare di avere sempre a mente le reali dimensioni dei soggetti coinvolti nei mercati finanziari; le Banche Centrali con la loro insana inventiva dell’ingegneria finanziaria da una parte e i Mercati con le loro dinamiche di funzionamento propulse dalle intrinseche leggi della domanda e dell’offerta dall’altra. Alla fine i Mercati sono sempre vincenti sull’avversario di turno.
    Ora capisco sempre di più perchè il papà mi diceva spesso di studiare e conoscere la storia, sia politica/geografica che storica degli eventi dell’umanità.
    La Storia è come una maestra di vità ma l’uomo tende sempre a dimenticarla ogni volta, supponendo sempre che l’abbia studiata.
    Vi prego di non biasimarmi, non sono come Voltaire, sono solo un passionario e studioso investitore di lungo periodo.
    Buon lavoro a tutti.

    • Concordo Lorenzo. Lo studio della storia (anche dei mercati) dovrebbe essere pilastro di partenza per ogni investitore.

  2. Come aveva fatto notare Filomeno c’è ancora qualche difficoltà a superare 1300-1310, al di là del quale, però, come dice sempre lui, superando i 1345 si potrebbe giungere a target stellari. Finora è esattamente come dici tu Filomeno. Non appena hai altre notizie faccele presenti.

    • Buonasera credo che sia fondamentale aspettare la fine del mese e se si raggiungera’ 1350$ allora potranno arrivare grandi rally in positivo

  3. Buonasera vorrei porvi una domanda un chilo d oro tra il 2025/30 quando protebbe arrivare a costare

    • Ivan devi andare sul sito di Nostradamus per avere questa risposta: www. nostradamus . com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Schiavi di un sistema senza via d’uscita

Riprendo, riporto (e sottoscrivo) l'ottimo articolo scritto questa mattina da Danilo DT sul suo blog Intermarket and More.

Chiudi