Schiavi di un sistema senza via d’uscita

[Guess post]

Riprendo, riporto (e sottoscrivo) l’ottimo articolo scritto questa mattina da Danilo DT sul suo blog Intermarket and More: https://intermarketandmore.finanza.com/economia-e-finanza-schiavi-di-un-sistema-senza-via-duscita-70657.html

Le banche centrali ormai ci hanno abituati al quantitative easing. Ma forse non ci si è resi conto di cosa si è generato. Una massa monetaria impressionante che ha portato ad una incredibile bolla degli asset. E nello stesso tempo il debito non ha fatto che lievitare. Alla faccia del deleveraging.
Ci dovremo sorbire fino a giovedi un tormentone, dove si faranno mille ipotesi, tutte più o meno credibile, sulquantitative easing europeo, sia a riguardo della quantità, la qualità e i tempi. Ormai il mercato lo dà per scontato, e le stesse banche centrali hanno fatto intendere che ormai è cosa decisa.

Già, le banche centrali, questi mostri dimensionalmente immensi, contro le quali non conviene mai fare la guerra (“Don’t fight the FED”) e che riescono con il loro operato a condizionare il mercato. Questa è la loro funzione. Dite che le banche centrali dovrebbero “indirizzare” l’economia? Beh, direi che negli ultimi anni hanno fatto ben di più. Volumi monetari immensi che hanno riversato sui mercati una quantità di denaro inimmaginabile che poi è finito NON nell’economia reale. Vedasi ad esempio Wall Street e perché no, i nostri BTP.
Le statistiche parlano chiaro, la massa monetaria nel mondo si è espansa in un modo senza precedenti. Qui vedete tre delle grandi protagoniste del mercato, ovvero la BoJ, la FED e la BoE.

aumento-massa-monetaria-durante-crisi-anni2000

Con questi interventi i bilanci di queste banche si sono gonfiati in modo considerevole, raggiungendo livelli insostenibili. Come è successo ad esempio alla SNB, la banca centrale elvetica che proprio settimana scorsa, ormai con un bilancio che rasentava l’assurdo livello dell’84% del PIL, ha dovuto abbandonare il floor a 1.20 creando uno sconquasso sui mercati. All’appello ovviamente ne manca una, la BCE. Ma anche lei farà la sua parte. Addirittura UBS stamattina ipotizza una mossa da 1.000 miliardi di Euro. Oltre ogni aspettativa e ben superiore a quanto previsto da altre realtà come DB o BofA che ipotizzano un importo pari a 500-750 miliardi. Con un paio di botte del genere, la volontà di riportare il bilancio BCE a 3.000 miliardi non è più un’utopia.

asset-banche-centrali-rispetto-gdp

Intanto però, voglio portare alla vostra conoscenza questo grafico che rimarrà nei libri di storia e ci deve preoccupare per la sua crescita esponenziale.

blancio-banche-centrali-2015

Rappresenta la somma dei bilanci delle principali banche centrali del pianeta. Dall’inizio della crisi hanno generato liquidità per un importo superiore ai 10 trillioni di USD. Una cifra mai vista in precedenza, un qualcosa che dovrebbe avvicinarsi a questo numero: 10.000.000.000.000 USD. Diecimila miliardi di USD. Sapete che significa? Che tutto questo denaro ha generato una bolla sugli asset senza precedenti, generando una crescita economica farlocca.

Intanto ormai si vive solo più di QE e di debiti, si, perché di pari passo con i bilanci monstre, anche il debito è cresciuto in modo esponenziale.

aumento-del-debito

La morale è fin troppo semplice: siamo finiti in un “cul de sac” da cui è ormai impossibile venirne fuori. Qualcuno ha nel cilindro una soluzione che non sia un inutile coniglio bianco con scritto sopra “deleveraging” che tanto, si è capito, è pura utopia?

Danilo DT

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E’ mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell’approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

5 COMMENTI

  1. Buonasera a tutti voglio solo dire che ormai siamo al collasso con il nuovo quantitativo easing le elezioni in grecia le votazioni del capo dello stato italiano e l attentato a parigi tutta un invenzione per distogliere l attenzione perche’ ormai lo possiamo dire ad alta voce e terza guerra mondiale finanziaria….credo che vedremo un rally al rialzo se si raggiungera’ con la fine del mese 1370$ allora si tornera’ facilmente nel raggio della meta’ del 2015 dollaro euro 1/1 e i prezzi dell oro sui 1600$ stiamo a vedere ci aggiorniamo cordiali saluti a tutti

    • Grazie di aver condiviso il tuo pensiero Ivan.

  2. Buongiorno a tutti,

    Il QE che metterà in atto la BCE è qualcosa che i mercati già si aspettano da molto tempo, non so se avrà un impatto sensibile. Staremo a vedere, io tifo per la tesi di Ivan:)

    • Giusto il tempo per un’altra mazzata su EuroDollaro.
      Se continua di questo passo, torniamo per davvero alla parità (e sarebbe tutto a beneficio di noi investitori in oro europei).

    • Angelo buonasera e solo questione di settimane e il cambio euro/dollaro sara’ alla parita e tutti gli investitori di oro e argento fisico saremo i beneficiari la salita dell oro e solo all inizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Storica partnership tra lo Shangai Gold Exchange e il World Gold Council!

Storico "memorandum d'intesa" tra lo Shangai Gold Exchange e il World Gold Council: le due organizzazioni mondiali, coopereranno per sviluppare...

Chiudi