Benvenuta Depressione (questa non e’ una semplice Recessione)

Non esiste una differenza marcata fra Recessione e Depressione. Si tende a fare molta confusione perche’ non esistono dei parametri “oggettivi” grazie ai quali poter distinguere se una crisi economica sia una Recessione o una Depressione.

Se proprio vogliamo dirla tutta, il termine recessione e’ nato dopo la depressione della forte crisi del 1929. Essendo la crisi del 1929 passata alla storia come la piu’ brutta e grave crisi che il mondo abbia mai conosciuto, ecco che tantissime persone associarono il termine depressione ad un qualcosa “emotivamente non piu’ accettabile”. Ovvero ascoltare quel termine significava sentire nello stomaco una sensazione di dolore, di infelicita’, brutte emozioni che si provano in momenti tristi della vita.

E dato che siamo un popolo avanzato, abbiamo deciso di “giocare” con le parole, e di utilizzare da quel momento in poi il termine “Recessione” per identificare un calo significativo dell’attivita’ economica di un paese (crisi economica).

 

Dunque, sia che si parli di Recessione, sia che si parli di Depressione, in realta’ stiamo parlando “quasi” della stessa cosa, ovvero un forte calo dell’attivita’ economica, in altre parole, un’economia che si contrae.

A dire il vero, i mass media e diversi studiosi utilizzano dei parametri oggettivi per identificare una recessione. Questi infatti parlano di Recessione quando il Pil (prodotto interno lordo) si contrae per almeno due trimestri consecutivi.

Personalmente credo che questa sia una enorme forzatura. Credo che le variabili in gioco siano talmente tante che identificare una Recessione come “un PIL che si contrae per due trimestri consecutivi” sia veramente molto semplicistico.

Negli ultimi anni (con il forte crollo dei mercati azionari del 2007) un ente Americano (il National Bureau of Economic Research) ha definito una recessione come un calo significativo dell’attivita’ economica, diffuso attraverso l’economia, di durata superiore ad alcuni mesi, normalmente visibile nell’andamento della produzione, dell’occupazione, dei redditi reali e da altri indicatori.

Per cercare di fare differenza fra Recessione e Depressione e’ invece intervenuto l’Economist (rivista Inglese) che colloca la Recessione in quelle fasi di contrazione del Pil non superiori al 10% (quando il Pil non si contrae per piu’ del 10%) e quando questo avviene nell’arco di tempo massimo di 3 anni.

Da queste indicazioni dovremmo dunque identificare una Depressione come una contrazione del Pil superiore al 10% e con durata superiore ai 3 anni.

 

Come avrai ben capito, la distinzione fra Recessione e Depressione non e’ molto semplice, tantomeno oggettivamente riscontrabile.

Tuttavia, quando qualcuno mi chiede se quella che stiamo vivendo sia una Recessione o una Depressione la mia risposta e’ che siamo senza ombra di dubbio in una Depressione.

I “miei parametri” prendono in considerazione principalmente l’analisi dei Cicli Naturali, l’andamento della Massa Monetaria, i paesi coinvolti nella crisi e il livello di  bisogno/necessita’ da parte di questi paesi, di un nuovo sistema economico.

 

Ci sono diversi lettori che mi chiedono cosa sia successo al prezzo dei metalli preziosi (Oro e Argento) in questi ultimi giorni. Vedendo ribassi molto sostanziosi, giustamente le persone che sono entrate solo negli ultimi tempi su questi metalli, iniziano ad essere preoccupate.

A tutte queste persone voglio ricordare una cosa molto importante. La seguente:

UNA DEPRESSIONE, QUANDO ENTRA NEL VIVO, NON LASCIA SCAMPO A NULLA E COLPISCE ANCHE GLI ASSETS PIU’ BUONI.

Durante queste fasi, il panico e l’irrazionalita’ prendono il sopravvento sulla ragione.

 

Puoi notare facilmente l’irrazionalita’ degli investitori analizzando il mercato dei titoli di Stato a 10 anni di Usa e Germania. Entrambi oggi pagano un rendimento ben sotto il 2% annuo.

Questo significa che un investitore che compra questi titoli,  non e’ coperto nemmeno dall’inflazione (quella reale e’ ben sopra il 2% annuo).  Praticamente questi investitori stanno comprando quei titoli per rimetterci dei soldi certi. Preferiscono comprare quei titoli, perdere soldi, “ma esser sicuri di riavere indietro fra qualche anno il loro valore nominale” piuttosto che iniziare a studiare i mercati, a migliorare le loro competenze per riuscire ad ottenere realmente dei rendimenti “veri” sul loro denaro.

La conoscenza e’ forza. E’ la migliore arma che potrai mostrare agli squali dei mercati finanziari. Non dimenticarlo mai.

 

Allo stesso tempo, un titolo di Stato Greco a 10 anni paga quasi il 25% di interessi all’anno.

Praticamente gli investitori sono quasi certi di un fallimento della Grecia, eppure comprano titoli di Stato Tedeschi con meno del 2% di interesse annuo. Penso proprio che qui qualcuno non si sia accorto del mondo in cui viviamo, degli intrecci economici e finanziari che esistono fra Stati e grandi Societa’. Se cade la Grecia (non credo manchi molto tempo) con ogni probabilita’ partira’ un effetto domino che portera’ grossi danni alle economie di tanti altri Stati.

In questo contesto, quando gli investitori si sveglieranno dal sonno (sempre tardi e con ingenti perdite in portafoglio) si ritroveranno anche i rendimenti di Germania e Usa volare al rialzo, con i prezzi di quelle obbligazioni che cadranno in profondo rosso.

Questa e’ un esempio dell’irrazionalita’ dei mercati e degli investitori.

Dunque ricorda bene queste parole:

UNA DEPRESSIONE, QUANDO ENTRA NEL VIVO, NON LASCIA SCAMPO A NULLA E COLPISCE ANCHE GLI ASSETS PIU’ BUONI.

Ecco perche’ sono felice dei forti ribassi di Oro e Argento di questi giorni.

Personalmente, per questo breve periodo restero’ alla porta, a guardare fin dove spingeranno al ribasso il prezzo dei metalli preziosi. Freno l’accumulo per un periodo limitato di tempo.

Guardando ai Cicli che studiamo all’interno della DeshMember, credo che ci siano buone probabilita’ che il trend al ribasso continui per diverse settimane. Intervallato come al solito da forti cambi di trend.

Credo che tutti coloro che parlano di bolla dell’Oro, nelle prossime settimane avranno pane per i loro denti, e potranno inneggiare felici allo scoppio della bolla.

Loro che urlano da anni “al lupo, al lupo” crederanno che questa volta il lupo sia arrivato per  davvero. Per riscoprire poi, con loro amara tristezza, che quel lupo era solo un cagnolino che si era trovato a passare per queste terre dorate, che ancora illuminano il sentiero di tutti quei risparmiatori alla ricerca di liberta’ e di “estraniarsi alla massa” per ricercare una piccola isola di giustezza in un mondo finanziario che di giusto ha ben poco da dare.

 

Ti consiglio di restare con i piedi ben ancorati a terra. I prossimi mesi continueranno a scrivere grossi pezzi della storia del nostro mondo. Non farti prendere dal panico e dalle emozioni. Non perdere mai il lume della ragione.

Se possiamo fare qualcosa, ricorda sempre che qui su Deshgold siamo  a tua disposizione.

Email: info@deshgold.com

Contatto skype: deshgold

 

p.s. ti lascio con due frasi molto simpatiche che danno bene il senso di quale sia la differenza fra Recessione e Depressione:

1) “La recessione è quando il tuo vicino perde il lavoro. la depressione è quando lo perdi tu”

2) “La recessione è quando tua moglie scappa via con un altro. La depressione è quando un altro te la riporta a casa.”

 

Grazie per il continuo apporto che sapete trasmetterci.

Gennaro Porcelli

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E’ mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell’approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

11 COMMENTI

  1. ciao gennaro,ho dell’argento finanziario in portafoglio,con una perdita del 15% e forse più,io li terrei aspettando un rialzo,che dici?in quanto tempo credi che possa tornare ai valori di aprile 2011?

    • Ciao Caro,
      a dicembre l’argento toccherà 60 dollari, stai sereno e abbi Fede.
      saluto

      • Ciao Paolo.

        Credo che sia troppo presto per dare un tempo preciso nel quale l’argento possa ritornare a rivisitare i suo massimi di 50$ l’oncia. Tuttavia, resto convinto del fatto che quella che stiamo sperimentando sia solo una forte correzione che servira’ a tirar fuori un bel po’ di gente.

  2. Caro Gennaro, guardando il grafico sull’argento a candele settimanali, sembra che il ribasso possa continuare fino a 25 $ per oncia, senza tuttavia intaccare il trend rialzista di lungo. Per l’Oro stesso discorso, fino a 1500-1550 . Se i prezzi dovessero forare al ribasso che succede ?
    I tuoi cicli naturali che dicono ?

    Vorrei sapere se gli altri metalli come il platino il palladio ecc….vengano percepiti come “denaro” o come semplici materie prime. Cioè se il loro andamento è scorrelato da oro e argento. ( argento sopratutto)
    Grazie
    mario

    • Caro Mario al momento il Ciclo Naturale sui metalli preziosi resta decisamente al rialzo.

      Ecco perche’ sono convinto del fatto che quella attuale sara’ una forte correzione (che potrebbe durare anche diversi mesi) e che tuttavia preparera’ il terreno all’ultima fase (la piu’ esplosiva) di questo mercato toro secolare.

      Per quel che riguarda il palladio e il platino, la storia ci dice che non possono essere considerati moneta. Credo che anche loro subiranno “l’effetto depressione” per poi tornare a spingere forte al rialzo quando le Banche centrali torneranno impietose a lanciare denaro dagli elicotteri (Bernanke docet).

  3. Complimenti

  4. G20: maxi piano da 3mila miliardi
    per il ricapitalizzare le banche I grandi della terra pronti a salvare gli istituti di credito prima di lasciare andare in default la Grecia.

    Questa notizia di poco fa dovrebbe far rimbalzare le borse e i metalli secondo me.
    Nuova droga , fresca di stampa sta per inondare nuovamente il sistema finanziario.
    Che ne dici ?

    mario

    • Mario se riusciranno a far rimbalzare in maniera importante i corsi azionari, credo sara’ una fantastica opportunita’ di posizionarsi short su tutti i listini (non solo quello Italiano).

      Personalmente non amo speculare contro il trend principale, per questo non consigliero’ mai di andare long (in questi tempi) sul mercato azionario, anche se dovesse esserci un importante rimbalzo.

      Per i metalli, ogni forte ribasso e’ ottima occasione di accumulo. Al contrario dell’azionario il loro trend principale è al rialzo, e per questo io non consigliero’ mai (di questi tempi) di andare short sui metalli preziosi (anche se dovessero esserci interessanti opportunita’ di ribasso).

      Dunque, qualsiasi notizia possa uscire, io mi muovo sempre seguendo i cicli, e gestisco il denaro in base a questo. Nulla piu’, nulla meno.

  5. Grazie Gennaro,ma per accumulo intendi con il fisico,giusto?quindi bisognerà attendere che il mercato fisico si riallinei con quello finanziario(intendo per i prezzi)o è sconveniente accumulare con il finanziario?

    • Si Paolo intendo con il fisico.

      I prezzi fra il finanziario ed il fisico saranno sempre piu’ scorrelati con il passare del tempo.
      Personalmente non amo operare con l’oro finanziario perche’ la mia ottica di investimento e di lungo periodo. Consiglio oro finanziario solo per un’ottica speculativa di breve termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Corsa all’oro

E' proprio il caso di dire che è ripartita la caccia all'Oro. Sempre più società minerarie investono in nuovi siti e...

Chiudi