Barometro Oro: 04.Apr.2015

In questa puntata del Barometro Oro ci concentreremo sull’analisi del mercato dell’argento.

Prima di analizzare i trends dell’argento esaminiamo il grafico sotto, che sintetizza le migliori performances trimestrali in termini di rendimento degli assets globali.

FIRSTQUARTER2015

Il metallo giallo, espresso in dollari americani, riscontra un andamento “piatto” nei primi tre mesi di quest’anno; sostanzialmente invariato (-0,017%), mentre consegue un ottimo risultato se confrontato all’Euro: +11% (l’Euro si conferma come la peggiore valuta in termini di rendimento questo trimestre) e alla Sterlina Britannica: +5%.

L’oro e’ un termometro delle tensioni inflazionistiche; la prestazione trimestrale dell’oro rimane oltremodo positiva; la maggior parte delle quotazioni delle materie prime e’ in caduta libera nei primi tre mesi del 2015, mostrando invece pressioni deflazionistiche, eppure l’oro avanza di prezzo contro le principali valute mondiale.

Crollano in serie i prezzi delle materie prime industriali e agricole: petrolio, carne di maiale, caffe’, legname, avena, mais, frumento, succo d’arancia, riso, gas naturale, palladio, soia, cacao e rame.

Come dicevamo, l’Euro si e’ indebolito a livello globale fondamentalmente a causa dell’inizio del varo dell’espansione monetaria (il famoso “bazooka” – quantitative easing di Mario Draghi) e dell’incertezza che tuttora permane circa le sorti della Grecia (il paese ellenico potrebbe essere necessitato a uscire dalla zona Euro, forse questo mese, oppure da luglio in avanti secondo le previsioni di alcuni analisti economici; a mio avviso, per la zona Euro, si apre un quadriennio di grande incertezza).

Torno a  sottolineare  l’importanza del rally dell’oro in valute locali (non nel biglietto verde).

Il metallo giallo ha svolto in modo egregio la sua funzione tradizionale di protezione del capitale contro il deprezzamento valutario causato dalla “guerra monetaria globale”.

E’ assolutamente necessario che concentri la tua attenzione sul valore dell’oro in termini di valuta locale (nel nostro caso l’Euro), in quanto i nostri risparmi sono esposti nella valuta di riferimento e non in dollari americani.

Veramente impressionante la performance trimestrale dell’argento.

In tre mesi, il prezzo dell’argento aumenta del 6,4% contro il dollaro americano, del 19% contro l’Euro e del 12% contro la Sterlina Britannica.

Cerchiamo di analizzare la situazione tecnica dell’argento.

Esaminiamo un grafico decennale dell’argento (sotto).

 

ARGENTO10ANNI

Come puoi notare, l’argento ha attraversato un brutale mercato orso quadriennale, a partire dalla fine di aprile del 2011 quando aveva toccato il suo “top”, a quasi $50,00 per oncia.
L’argento ha ripreso a correre al rialzo dalla fine di novembre 2014, con accelerazione al rialzo nel primo trimestre 2015 (nonostante alcune fisiologiche correzioni ribassiste).

La performance dell’argento nei primi tre mesi di quest’anno sta a significare la definitiva fuoriuscita del metallo dal ciclo minimo quadriennale?

E’ presto per affermarlo, ma che l’argento stia consolidando le sue quotazioni ben oltre i minimi riscontrati a novembre 2014 (quando aveva testato area $14,66), e’ un fatto da tenere in seria considerazione per le nostre analisi.

Vorrei che analizzassi a fondo insieme a me il grafico che ho postato sopra.

Come puoi osservare nella parte inferiore e’ segnalato l’indicatore stocastico dell’argento (Full STO).

In breve, uno dei dati che fornisce all’analista l’indicatore stocastico, e’ la percentuale del prezzo dell’asset oggetto di analisi rispetto al range minino-massimo delle sue quotazioni rilevate in un determinato periodo temporale (in questo caso, dieci anni).

Se esamini questo indicatore ti accorgi che il valore dell’indicatore stocastico sta fuoriuscendo dal  suo minimo di 20. Quando l’indicatore stocastico e’ inferiore a 20, significa che l’asset analizzato e’ in fase di ipervenduto.

Attualmente l’indicatore stocastico e’ uscito dalla fase ribassista (inferiore a 20) ed e’ posizionato intorno ai 33,21 (nel cerchio verde).

Per tornare in fase toro, l’argento deve superare la linea mediana del 50 dell’indicatore stocastico: i volumi sono ancora troppo sottili, anche se il movimento trimestrale e’ positivo.

Come ho gia’ indicato, la prima forte area di resistenza e’ posta intorno ai $17,90 (media mobile a 200 giorni); superata questa, la seconda area di resistenza è a $18,50.

A mio modo di vedere, la configurazione grafica dell’argento si sta invertendo in posizione rialzista, dopo aver toccato un minimo ciclico  a $14,66 nei primi giorni di novembre (come scrivevo sopra).

Il 20 gennaio 2015, l’argento, in forte risalita dai minimi, aveva toccato quota $17,61 per poi ritracciare al ribasso; si tratta di un exploit del 20% in poco piu’ di 10 settimane!

Esaminiamo con un  grafico (qui sotto) l’impresa dell’argento nel lasso temporale sopra considerato.

 

ARGENTONOV2014GEN2015

Nota l’incredibile e violenta formazione rialzista a “parabola” dell’argento, da novembre a gennaio 2015!

Il pull-back (correzione ribassista) successivo, e’ definibile come correzione per presa di beneficio (pull-back natural profit-taking), che non invalida la componente rialzista di lungo termine.

Io credo fermamente che l’argento sia uno degli asset su cui puntare nel 2015.

Esaminiamo i trends macroeconomici dell’argento, sui cui mi baso per fondare la previsione di cui sopra.

Nel 2014 l’India ha importato 7.063 tonnellate di argento con un aumento degli acquisti del 13% rispetto all’anno precedente.

La Zecca degli USA nel 2014 ha stabilito un nuovo record nelle vendite di monete d’argento da investimento: 44 milioni di once.

I prelievi di argento allo Shangai Futures Exchange (Silver Inventories), hanno raggiunto le 500 tonnellate nel 2014; Allo Shangai Futures Exchange il 70% delle rimanenze dello stock di argento sono state ritirate in un solo anno, segno che, nonostante la crisi economica globale, la domanda di argento in Cina rimane solida (grafico sotto).

SHANGAISILVERWITHDRAWALS

Secondo un’interessante studio della HSBC, nel 2015 si riscontrera’ un disavanzo di 11 milioni di once di argento che non potranno essere colmate dall’offerta, a causa della chiusura di molte miniere d’argento (a motivo della crisi globale), della riduzione della capacita’ estrattiva e una diminuzione dei rottami d’argento di scarto a uso riciclo.

Nonostante la crisi economica globale, i trends macroeconomici in atto mi consentono di affermare che la domanda di argento (sia industriale che da investimento) si sta consolidando e in futuro sara’ destinata a rafforzarsi.

Sulla base di quanto sopra, mi sento di affermare ancora una volta, che l’argento sara’ uno dei migliori assets in termini di rendimento quest’anno e che, agli attuali prezzi, e’ un’enorme occasione d’acquisto a sconto.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

12 COMMENTI

  1. Eh io l’avrei già comprato….ma troppo spread tra acquisto e vendita….

    • Grandissimo commento credo che questi prezzi dell argento saranno un lontano ricordo quindi anche comprando con il prezzo tipo 550 euro al chilo tra tre anni costera’ minimo il triplo e il costo sara’ ammortizzato

    • E tu per la paura di pagare qualche commissione d’acquisto rischi di lasciarti sfuggire dalle mani un investimento che puo’ salire di svariati punti percentuali nel giro di qualche anno?

      Compra la GoldSilverGuide e scopri come ottimizzare i costi di compravendita dell’argento. Scoprirai che non sono cosi’ alti come sembrano.

  2. Ciao mi piacerebbe sapere di piu’ della lista dei titoli auriferi che seguite grz

    • Maurizio lascia nome ed email in questa pagina:
      http://www.deshmember.com
      ed appena riapriremo le iscrizioni alla DeshMember ti invieremo tutte le informazioni che desideri.

  3. Non ho capito se la performance del gold sia di 0.3 pc rispetto ad usd o di -0.017 pc.

    • Rettifico: di -0.3 pc.

      • In Gold è stata di -0,3%. In pratica, nonostante un fortissimo apprezzamento del dollaro, lui ha tenuto la quotazione.

  4. Buona Pasqua a tutti 😉

  5. Oggi lunedì il nostro salvatore cioè l’oro ha aperto al rialzo e il 61,8 di fibonacci sul grafico settimanale sembra essere una barriera invalicabile adesso aspettiamo che la medie mobili si incrocino al rialzo e poi boom , la pensione e salva . ( visto che io appartengo alla categoria , delle pensioni pagate con i soldi del monopoli se mai dovessi vivere abbastanza per prenderla visto che porteranno a 65 anni di LAVORO i requisiti per la pensione )

    • Esagerato! Dopo 50 anni di contributi, ti daranno la flessibilita’..

      • Suvvia ragazzi. Cosa sono queste brutte parole che circolano qui sopra?
        “Pensione”… e’ una imprecazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
come comprare azioni minerarie
Investire in azioni minerarie: come e perche’

Investire in azioni minerarie ti permette di moltiplicare i guadagni che ottieni con il semplice investimento in oro fisico. Scopri...

Chiudi