Perchè il prezzo dell’oro salirà anche se la FED alza i tassi di interesse il 15 Marzo

Quando la Fed ha alzato i tassi di interesse lo scorso dicembre, molti hanno creduto che l’oro sarebbe calato a picco. Ma non è successo.

L’oro è sceso il giorno dopo il rialzo dei tassi, ma poi ha di nuovo ricominciato a salire. E durante le ultime 10 settimane è cresciuto di circa il 12%, a dispetto di qualche fluttuazione.

Casualmente, è successa la stessa cosa lo scorso anno, quando la Fed nel dicembre 2015 ha alzato i tassi un’altra volta. Durante il primo trimestre del 2016, l’oro ha avuto uno dei suoi migliori trimestri in 20 anni. Quindi è molto interessante notare come l’oro salga senza tener conto dei venti contrari portati dalla Fed.

Normalmente, quando i tassi salgono, il dollaro si rafforza e l’oro si indebolisce. Di solito si muovono, infatti, in direzioni opposte.

Quindi la domanda viene spontanea: come ha fatto l’oro a salire quando quando la Fed ha stretto l’economia (alzato i tassi) ed il dollaro è diventato più forte?

Lasciami dire che c’è qualche elemento in più da aggiungere alla storia, c’è qualcos’altro che dietro le quinte sta guidando il prezzo dell’oro verso l’alto.

Questo vuol dire che non dobbiamo considerare solo il dollaro.

Il dollaro influenza il prezzo dell’oro, senza alcun dubbio. Ma vale lo stesso anche per alcuni dati fondamentali, come ad esempio domanda e offerta del mercato dell’oro fisico.

Viaggio costantemente e proprio nei mesi scorsi sono stato a Shanghai per un meeting con un dei più grandi commercianti di oro della Cina. Non molto tempo fa sono stato anche in Svizzera per incontrare commercianti e raffinatori di oro.

Ho ascoltato le stesse storie sia in Svizzera che a Shanghai (e ovunque nel mezzo), tanto da capire che sta aumentando la carenza di oro fisico e le raffinerie stanno avendo problemi a trovare oro.

Le raffinerie hanno liste di attesa con i nomi degli acquirenti e non riescono a trovare l’oro di cui hanno bisogno per mantenere le proprie operazioni di raffinatura.

E le scoperte di nuovo oro sono poche e lontane tra loro, quindi la domanda sta superando di molto l’offerta. Questo è il motivo per cui in questo momento ci sono opportunità relative così attraenti su alcuni titoli azionari minerari. Una buona scoperta può rendere agli investitori una vera fortuna.

Quello che voglio dire è che la carenza di oro fisico sta diventando un problema e questo è un driver molto importante per i prezzi dell’oro.

Ora, quando parliamo di mercato dell’oro, è veramente importante distinguere tra mercato di oro finanziario e il mercato di oro fisico. Quando parlo di mercato di oro finanziario sto parlando di mercati quotati in borsa come ETFs, COMEX e simili.

C’è solo una piccola parte di oro dietro a questi mercati. Pensa ad una piramide inversa, con una piccola quantità di oro alla base che supporta una grande quantità di contratti di oro finanziario in cima.

Quindi il mercato dell’oro finanziario non è il giusto riflesso del mercato dell’oro fisico.

E non ci sono dubbi che il mercato dell’oro finanziario sia stato manipolato verso il basso.

Non si tratta di teoria della cospirazione. Ho parlato con esperti di alcuni contenziosi in corso che coinvolgono la manipolazione del prezzo dell’oro. Si tratta di statistici con un dottorato alle spalle che hanno consultato 20 anni di dati e che mi dicono che non c’è dubbio che il mercato dell’oro finanziario venga manipolato.

In merito a chi c’è dietro tutto ciò e alle loro motivazioni, è una questione di speculazione. Ma, cosa più importante, l’oro sta salendo nonostante tassi di interesse più alti e il contenimento dei prezzi del mercato dell’oro finanziario.

Questo mi dice che stiamo per andare a registrare “un volo verso la qualità”, il che vuol dire che la gente sta perdendo la fiducia nelle banche centrali di tutto il mondo.

Hanno capito che le banche non hanno più munizioni. Stanno stampando denaro da otto anni e stanno tenendo i tassi vicini allo zero o in negativo. Ma non ha ancora funzionato per stimolare l’economia nel modo che vorrebbero.

Quindi l’oro sta andando verso quello che considero come un ambiente molto sfidante, tra i tassi più alti e la manipolazione dei prezzi dell’oro finanziario.

La domanda è, dove andranno i prezzo dell’oro?

Prima di tutto credo che la Fed stia per alzare i tassi (ndr. il 15 marzo). Come dico dallo scorso dicembre, la Fed è sulla buona strada per alzare i tassi e lo farà a marzo.

Fino a poco tempo fa il mercato dava a questo scenario probabilità del 30%, mentre io gliene davo il 75%.

Ora il mercato si è mosso verso un 70% di probabilità di rialzo dei tassi. Io sono passato ad un livello di fiducia del 90%. E’ un gioco aperto per un aumento dei tassi fissato per il 15 marzo.

La domanda logica è, “Se la Fed fa salire i tassi, l’ambiente non si fa più difficile per l’oro?”

Ho parzialmente già risposto a questa domanda. Ma c’è altro da dire…

La Fed sta andando ad alzare i tassi nel peggior momento possibile, se inseriamo il Presidente Trump e il suo piano economico nell’equazione.

Questo è quello che voglio dire…

Il mercato azionario è salito di 2000 punti, ovvero più del 10% da quanto Trump è stato eletto. L’aspettativa era che Trump avrebbe abbassato le tasse, avrebbe fatto più spese per infrastrutture e difesa, ci sarebbe stata meno regolamentazione e tutto questo avrebbe aiutato l’economia.

Ora, l’ultima volta che l’oro è stato venduto in modo pesante è stata durante la notte delle elezioni, quando Stan Druckenmiller, un famoso investitore in oro, ha venduto tutto il suo patrimonio.

E’ naturale che quando qualcuno si scarica di tutta la sua grande quantità di oro il prezzo diminuisce. E questa mossa è un riflesso del cambiamento nel sentimento.

Ciò che disse Stan in quel momento fu molto interessante: “Tutte le ragioni principali per cui possiedo oro sono venute meno perché Trump è stato eletto presidente”.

In altre parole, lui stava comprando nell’ottica per cui Hillary Clinton sarebbe stata un male per l’economia, mentre le politiche di Trump sarebbero state vantaggiose.

Se stiamo per avere una forte crescita economica grazie alla presidenza di Trump, forse non abbiamo bisogno dell’oro come protezione. Così, Stan ha venduto il suo oro e ha comprato azioni basandosi sul presupposto che l’economia sarebbe cresciuta sotto Trump.

Ma nelle ultime settimane, Stan ha detto che sta di nuovo comprando oro. Questo vuol dire che dopo l’iniziale euforia per Trump, la gente sta ora facendo delle riconsiderazioni e si domanda da dove verrà preso tutto il denaro che serve per generare le nuove infrastrutture.

Se il rapporto debito-PIL è già oltre il 100% e abbiamo 20 trilioni di debiti, non sembra esserci più spazio per altro debito.

E la fazione repubblicana che al Congresso spinge per il contenimento del budget sta dicendo che i tagli alle tasse devono essere bilanciati, cioè che da qualche parte bisogna ridurre le spese oppure alzare le tasse da qualche altra parte.

Ciò significa che per l’economia nel suo complesso, non ci sono tagli alle tasse. Se si fa un taglio alle tasse che alla fine dei conti risulta neutro, ovvero per ogni dollaro in meno in entrata bisogna riscuotere un dollaro in più tramite qualche altra via, non c’è nessun effetto stimolativo.

In più le spese per le infrastrutture sembra che siano già state rimandate al 2018. E le liberalizzazioni promesse da Trump suonavano bene, ma ci metteranno un pò per arrivare.

Parecchia gente sta osservando con attenzione alla manovra di reflazione (politica fiscale o monetaria intrapresa per contrastare la deflazione) e concludono che ci sia sotto qualcosa di più di ciò che appare.

Dobbiamo anche considerare che la Fed vuole alzare i tassi anche se l’economia potrebbe non essere così rosea come molti originariamente avevano pensato.

Ma la ragione per cui la Fed vuole alzare i tassi di interesse è presto detta.

Non è perché pensano che l’economia sia forte – abbiamo già visto il PIL negativo del primo trimestre – ma perché sono preoccupati che dovranno alzarli prima della prossima recessione.

Quindi la Fed è in missione per alzare i tassi di interesse il prima possibile in modo che potranno tagliarli quando la recessione arriverà E’ una ragione davvero strana per alzare i tassi, ma questa è la ragione.

Avrebbero dovuto alzarli nel 2011 ma non lo fecero. Se lo avessero fatto allora, ora sarebbero in una buona posizione per tagliarli. Ora stanno cercando di recuperare il tempo perso, ma come sempre la Fed si sta sbagliando.

Quindi la Fed sta aumentando i tassi di interesse anche in un’economia perdente. Questo sarà evidente ad aprile o maggio quando la Fed dovrà ribaltare il corso delle cose.

Cosa accadrà quando la Fed effettuerà il cambio di rotta verso aprile o maggio?

L’oro sta di nuovo salendo perché la gente sta capendo che la Fed non può alzare i tassi anche se lo vorrebbe. Dovranno svalutare il dollaro ancora una volta, e questo sarebbe rialzista per l’oro.

Per riassumere, sono davvero impressionato dall’attuale comportamento dell’oro perché dovrebbe scendere a causa dei tassi di interesse più alti e per la soppressione del mercato dell’oro finanziario.

Ma non lo fa e sta crescendo.
Quindi mi aspetto che l’oro prenda davvero il volo durante questa primavera.

Articolo di Jim Rickards tradotto dall’inglese: fonte originale.

Per investire in oro e comprarlo dai rivenditori più sicuri al mondo ed ai prezzi più bassi sul mercato e per capire come conservarlo nel modo giusto, guarda ora il videoseminario che scarichi da questa pagina.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Staff DeshGold

.

14 COMMENTI

  1. La prossima settimana (sempre di mercoledì) scadrà anche la deroga sul debito pubblico USA sospeso da Obama nel 2015. I tempi sono decisamente interessanti.

  2. Ho notato che ieri le azioni minerarie sono andate un pò in controtendenza rispetto all’andamento del prezzo di oro e argento.

    Potrebbe essere l’avviso di un inizio di inversione?

    • Presto per dirlo, ma c’è qualche segnale interessante che si sta muovendo.

      Dalle ricerche che Roy sta portando avanti in DeshMember abbiamo rilevato un certo ipervenduto di breve termine sui titoli azionari minerari. Una reazione è attesa in ogni momento, anche subito.

      • Si dopo il 15 marzo per rimbalzare in area 1230$ magari più e poi scendere ancora più sotto dell’intorno di 1180-1190 può essere ???

  3. Presumo che questo articolo sia stato scritto qualche giorno fa prima che l’oro iniziasse il cambio di trend. Rimango ancora ottimista ma ritengo comunque improbabile salite mirabolanti. Speriamo bene

  4. Come stanno le cose qui c’è quasi da sperare che la Fed alzi ancora i tassi allora 😀

  5. Mah. Tante belle parole, mentre l’oro sta inesorabilmente scendendo da giorni. Mi chiedo: forse io vivo su un altro pianeta?

  6. Mah. Tante belle parole, mentre l’oro sta inesorabilmente scendendo da giorni. Mi chiedo: forse io vivo su un altro pianeta?

    • Si è vero. Dopo essere salito inesorabilmente per 2 mesi da Dicembre… ora sta scendendo inesorabilmente da 2 settimane.

  7. Stagionalmente, statisticamente e storicamente, l’oro riduce il suo prezzo tendenzialmente fino a circa la metà di marzo con opportunità ottime in fase di acquisto, per poi ripartire con un trend al rialzo, quindi mi aspetto che entro fine marzo si inverta il trend e si riparta in modo importante . Saluti

  8. l’articolo tradotto è stato pubblicato il 2 marzo e probabilmente scritto il giorno prima quando ancora l’inversione di breve aveva appena iniziato a ritracciare il top del 27 febbraio. Dal suddetto top alla chiusura di ieri 10/3 abbiamo avuto un movimento correttivo di 70$ (-5,5%) più che sufficiente per dire che la correlazione “aumento tassi / oro calante” è stata rispettata.
    Solo la debolezza del dollar index nelle ultime ore del 10/3 dopo la pubblicazione dei dati mensili del lavoro USA ha consentito all’oro un recupero frazionale con accenno di pull back.
    Visti gli ottimi rapporti che intrattengo regolarmente con Roy mi permetto di far notare che le traduzioni devono essere immediate altrimenti si rischia qualcosa in fatto di autorevolezza tanto più se si attinge dal sito Daily Reckoning specializzato in chiacchiere da bar e bufale. Sostenere che “l’economia USA è perdente” è un’affermazione del tutto discutibile se non addirittura buttata lì in modo strumentale per sostenere tesi senza sufficienti basi razionali.
    L’oro prenderà il volo solo se si verificherà almeno uno di questi eventi:
    – panico a Wall Street propedeutico ad un bear market di lunga durata (il sell off di gennaio febbraio 2015 ha consentito all’oro un recupero di 300$ nell’arco di sei mesi ma poi gli hedge fund hanno dovuto invertire sentiment e posizionamenti vista la forza dell’azionario)
    – forte aumento dell’inflazione core USA (quindi al netto dei prezzi delle commodity energia, carni e cereali)
    – forte svalutazione del dollaro
    Al momento nessuno di questi eventi viene preso in considerazione dagli analisti per formulare un outlook 2017 basato su dati oggettivi.
    Avidità, speranza e ignoranza sono i veri nemici dell’investitore a cui occorre aggiungere anche la manipolazione dei prezzi di mercato.

    • Maurizio ti ringraziamo per il feedback su questo articolo. Sapevamo che era stato scritto da Jim Rickards circa una settimana prima dalla nostra pubblicazione ma l’abbiamo pubblicato lo stesso perchè l’argomento è ancora attuale e lo sarà perlomeno fino al 15 Marzo quando la Fed si esporrà sui tassi di interesse.

      Crediamo che il valore di questo articolo non sia nella singola riga in cui dice che l’oro è salito del 12% nelle ultime 10 settimane (dato valido ad una settimana fa) ma che invece sia nell’analisi macro e nella constatazione dei casi recenti di rialzo dei tassi della Fed e l’andamento dei prezzi dell’oro.

      Per quel che riguarda il Daily Reckoning noi nel tempo abbiamo riscontrato diversi articoli di vero interesse sul mercato dell’oro, e questo in particolare è scritto da una delle fonti più autorevoli al mondo su questo mercato (Jim Rickards scrive comunque anche su molti altri siti).

      Per quel che riguarda i tre punti che hai elencato alla fine del tuo commento, credo che dovremmo guardare con attenzione al punto numero tre. Una forte svalutazione del Dollaro, stando anche alle ricerche che Roy sta seguendo in DeshMember, potrebbe essere più vicina del previsto.

      Ti auguriamo una buona domenica!

  9. correggo: sell off di gennaio febbraio 2016

  10. bell’articolo condivido!
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
DOVE TROVARE ORO: come estrarlo e farci un lingotto

Dove trovare oro? Ecco il processo di estrazione dell'oro dalle profondità delle miniere Sud Africane. Stai per scoprire come nasce...

Chiudi