2020 su ORO: il tempo è agli sgoccioli

E così eccoci arrivati all’anno 2020.

Un anno che ho richiamato spesso nel mio lavoro lungo il corso degli ultimi 10 anni qui su DeshGold.com.

Un anno che, dalle mie ricerche di lungo termine sul mercato dei metalli preziosi, ha un potenziale enorme per impostare un massimo importante.

Quando si parla di massimi, in un mondo basato su un sistema monetario inflattivo come il nostro attuale, è importante capire bene di cosa stiamo parlando.

Se pensi ai grandi trend della storia, parlo di decenni o centinaia di anni, scopri che in un mondo in cui i prezzi di tutte le cose salgono costantemente nel tempo, i massimi sono dei punti destinati ad essere quasi sempre superati.

Diversamente dai minimi storici, che sono punti che hanno molte più probabilità di non essere più rotti al ribasso.

Pensa un po’ al minimo che il DowJones ha fatto nel 1932 a 41 punti indice. Oggi siamo a 28900 punti.

Quel minimo lì, nella vita del DowJones, è estremamente probabile che non sarà mai più toccato.

Diversamente, qualsiasi massimo importante che il mercato azionario ha fatto negli ultimi 100 anni, anche quello storico del 1929, ad un certo punto è stato rotto al rialzo

(eh già, ad un certo punto anche il FtseMib italiano tornerà sopra i 50mila punti, considerato questo sistema economico e monetario, questo è certo come è certo che domani sorgerà nuovamente il Sole).

Il cuore di questo discorso risiede nella svalutazione della valuta fiat.
Euro, dollari, sterline, qualsiasi “denaro” del mondo viene costantemente svalutato.

È come se un contadino avesse il dono di poter schioccare le dita e far cadere dai suoi alberi tante mele quante ne desidera.

Quante più mele ci saranno in circolazione, minore sarà il valore di ogni singola mela. È la legge di domanda e offerta baby.

Considera il FtseMib in termini di mele.
Oggi ci vogliono 23.836 mele per comprare un indice FtseMib.

Cosa succede se domani il contadino schiocca le dita e fa piovere milioni di mele dai suoi alberi?

Succede che con così tante mele in giro, e senza un altrettanto aumento della richiesta di mele da parte di chi le mangia, ogni mela varrà meno di ieri.

E se una mela vale meno, per comprare un indice del FtseMib adesso serviranno molte più mele. Ed ecco che vedrai salire i prezzi dell’indice azionario italiano…

Un’indice azionario, ovviamente, può salire di prezzo anche per la crescita di valore delle aziende che lo compongono.

Ma il punto è che, se da un lato la crescita del valore delle aziende possiamo metterla in discussione (sono almeno 10 anni che la crescita è lenta), ciò di cui sei invece certo è che le banche centrali continueranno ad inondare il mercato di mele.

Perché puoi esserne così certo?

Semplice: perché se non lo facessero, dato il punto in cui si trova questo sistema, tutto collasserebbe nel giro di 24 ore. Sarebbe come tornare al medioevo.

Tornando ai giorni nostri. E tornando al mercato dell’oro…

…il 2020 ha un gran potenziale per impostare il massimo dell’oro su un ciclo di 8 anni. Un ciclo partito nel dicembre del 2015 e che sta pian piano diventando maturo per generare il suo massimo.

Questo massimo avrà la forza di spingere al ribasso i prezzi per un po’.

Probabilmente diversi mesi. Forse anche 1-2 anni. Poi cederà il passo a nuovi massimi perché anche il mercato dell’oro è influenzato dal sistema inflattivo in cui viviamo oggi.

Nel migliore dei casi, il massimo di questo ciclo potrebbe arrivare nel 2021, anche se è statisticamente meno probabile.

Eppure questa è solo una faccia della medaglia. 

L’altra faccia, la più importante per chi ha capito il significato profondo della parola valore, è che il 2020 ha anche grandi probabilità di stampare un massimo sull’oro in termini di potere d’acquisto.

Per capire il potere d’acquisto dell’oro devi mettere in relazione il suo prezzo con il prezzo di altre cose.

La relazione più diffusa è quella tra oro e mercato azionario americano.

Se guardi il rapporto tra DowJones ed Oro, scopri che da un certo punto del 2018 l’oro è ritornato ad apprezzarsi oltre che in valuta fiat anche in termini di mercato azionario.

Se non impari a calcolare il valore reale di un grafico di Borsa continuerai ad andare in mare quando intorno a te non c’è altro che nebbia.

Non potrai vedere nulla.

Solo foschia, fumo negli occhi, una visione dispersa nel grigiore della nebbia.

Come ho più volte condiviso durante gli eventi ImpattoReale, tra il 1999 e il 2001 è cominciato l’inverno del ciclo di Kondratieff.

Il ciclo di Kondratieff è il ciclo che detta i tempi più interessanti dei mega-trend che si sviluppano sui mercati finanziari in armonia con il tempo medio di una vita umana.

Per intenderci, è quel ciclo che fa partire i trend pluriennali, talvolta anche superiori ai 10 anni. Sono quei trend che cambiano la società (ed anche la tua vita se impari a riconoscerli e a metterti al galoppo).

Oggi, mentre scrivo, siamo entrati nel tempo in cui questo ciclo cambierà fase sull’asset class azionaria e su quella dei metalli preziosi.

Questo anno, il 2020, ha un enorme potenziale per mostrarci questa inversione. Al massimo, secondo i miei calcoli, questa avverrà nel 2021.

Ed anche se, almeno per il momento, il minimo più importante nel rapporto Dow/Gold è arrivato nel 2011, ciò non diminuisce l’importanza del punto di minimo che si sta andando a generare adesso su queste due asset class.

Ho scritto per anni che il prezzo dell’oro in termini di euro avrebbe fatto un massimo storico entro fine 2020.

Nonostante tra il 2013 e il 2017 quasi nessuno ci credeva, i numeri oggi sono lì a dimostrarci che nel 2019 l’oro in euro ha fatto un nuovo massimo storico.

In questo 2020, se il massimo non arriverà nei primi 3 mesi dell’anno (in tal caso le probabilità di superare i 1.923$ oncia saranno da ricalcolare), anche l’oro in dollari avrà grandi potenzialità per mostrarci un nuovo massimo storico.

E se i miei calcoli sono corretti, in questo 2020, al massimo nel 2021, DowJones e Oro imposteranno il vero punto di inversione secolare. Quello su cui molti investitori in metalli preziosi farebbero bene ad accertarsi di aver realmente capito come si muovono oro e argento nel corso dei grandi mega-trend della storia.

Se ancora non hai mai partecipato ad un evento ImpattoReale, forse la quinta edizione del 18 e 19 aprile 2020 è la tua ultima spiaggia per capire in tempo cosa sta accadendo su oro e argento.

Se segui il mercato dei metalli in modo costante e pensi che per te sarà importante cercare di capire al più presto dove possa arrivare il massimo su oro e argento (prezzi e tempi), registrati per ricevere gli aggiornamenti che riporto in modo costante nel servizio editoriale DM Lab.

Sono sicuro sono di grande valore anche per te.

Il grande massimo in arrivo sui metalli non sarà la fine di questa asset class. Tutt’altro.

I metalli preziosi hanno ancora molto da offrire e così sarà anche dopo che avranno impostato il massimo in arrivo. Tuttavia, dal grande massimo in poi, dovrai sapere come sfruttare un mercato che entra in una fase di Ciclo K che si gira al negativo.

Il blog DeshGold in questi 10 anni ha traghettato gli investitori in metalli preziosi dal momento in cui le acque del grande ciclo partito nel 2000 si erano fatte tempestose.

Ho accompagnato migliaia di investitori in metalli preziosi, cullandoli e rassicurandoli con dati fondamentali, numeri e statistiche, quando le cose si erano messe all’apparenza molto male.

La storia ci ha dato un feedback: i dati e la visione ciclica di lungo termine mostrata fra queste pagine sono state un raggio laser nella folta nebbia dei mercati.

Con il 2020 siamo ora entrati in un anno chiave.

Se fino ad oggi sei rimasto comodamente seduto sulle tue posizioni in oro e argento, è appena cominciato il tempo per tornare ad essere vigile.

Per Aspera ad Astra

Roy Reale

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 
Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Noi, il nostro destino, e i mercati finanziari

Il destino di ogni cosa, incluso quello delle persone, non è scritto a priori. Il destino di ogni cosa, incluso...

Chiudi