Vendere Bund e’ molto pericoloso…

Ai livelli attuali di prezzo il Bund e’ da vendere?

Risposta Gennaro: “I mercati finanziari possono essere folli, e possono esserlo per molto tempo.”

Ecco perche’ non consiglio di Vendere il Bund oggi

 

In questi ultimi mesi i mercati sono stati impressionati dal rialzo del Bund (titolo di Stato Tedesco con scadenza a 10 anni). Numerosi analisti ritengono che i livelli di prezzo che sono stati raggiunti da questo titolo finanziario siano cosi’ elevati da essere entrati in una forte bolla.

Con un rendimento che gira intorno all’1,5% annuo (chi compra oggi Bund, incassera’ un interesse annuo del 1,5% fisso per 10 anni) oggi questo strumento non riesce a coprire nemmeno l’inflazione. Eppure gli investitori lo comprano.

In questo momento gli investitori stanno preferendo il Bund anche rispetto all’Oro. Mentre l’Oro in questi ultimi mesi ha visto quotazioni in ribasso, il Bund e’ volato di prezzo diventando il “bene rifugio” preferito degli investitori.

Il livello di 1,5% di rendimento annuo rappresenta per il Bund un minimo storico. Se consideriamo  che l’inflazione gira intorno al 2-3% annuo (quella ufficiale) capiamo perche’ molti analisti consigliano di vendere questo titolo. Possiamo affermare che fa davvero parte di un altro mondo quel rendimento di 9% all’anno che lo stesso Bund pagava nel 1990.

Eppure nonostante dati che spingono in modo cosi’ netto verso una necessita’ di ribasso del prezzo del Bund (con automatico aumento dei rendimenti) credo che l’investitore accorto debba tenersi ben lontano da questa doppia trappola. La realta’ e’ che ad oggi non consiglierei mai di acquistare Bund, ma non consiglierei nemmeno di venderlo!

 “I mercati finanziari possono essere folli, e possono esserlo per molto tempo.”

Probabilmente i mercati staranno anche dimostrando follia su questo strumento finanziario, ma andare ad anticipare l’eventuale ribasso di prezzo credo sia una follia ancora piu’ grande. La storia ci ha insegnato in tante occasioni che le bolle possono durare per tantissimo tempo, in barba anche dei piu’ sani ed elementari principi economici. 

Non saro’ affatto meravigliato di vedere nei prossimi anni un Bund sotto l’1% annuo di rendimento. Parlo del Bund gia’ da diversi mesi nella DeshMember. Ricordo che il rendimento girava intorno al 2% annuo quando comunicai a tutti la mia avversita’ nel posizionarsi short su questo mercato.

Tra le altre cose, allo stato attuale abbiamo anche una ciclica molto favorevole al Bund. Dal grafico in basso puoi notare come al punto 1 sia ripartito un ciclo di 4 anni, mentre nel punto 2 (da Marzo 2012) e’ ripartito un ciclo annuale. La cosa impressionante (a mio modo di vedere) e’ nella chiusura del primo ciclo annuale (rettangolo blu). Puoi notare che la forza del mercato e’ stata tale da fare in  modo che nonostante il ciclo annuale fosse al ribasso, il Bund al posto di fare minimi decrescenti, faceva ugualmente minimi crescenti, tenendosi in un trend laterale/rialzista.

Conclusioni: il Bund e’ molto forte. Non so quali possano essere le motivazioni reali che sostengono oggi questo mercato. Se sia la follia degli investitori o altra motivazione. Quel che so e’  che starei molto ma davvero molto lontano dal cercare di anticipare i ribassi di prezzo di questo mercato… 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

1 COMMENTO

  1. Come sempre sei chiarissimo nell’esporre il tuo pensiero, Gennaro. E concordo: non vendete Bund se li avete in portafoglio. Oggi, mercoledì 23/05/2012 sui mercati è accaduto un evento che ci deve fare riflettere: la Germania ha collocato titoli di stato a 2 anni….A TASSO ZERO! Come è potuto accadere che investitori accettino di non acquisire alcun rendimento? Io ho parlato con un broker che mi ha riferito che investitori europei (spagnoli, italiani, greci, portoghesi, austriaci ecc.) si sono catapultati sul titolo tedesco a due anni perchè ritengono che entro l’anno, al massimo nel 2013 la Germania possa recedere dall’Euro. Pertanto, mi dice che costoro stanno scommettendo su un massiccio allentamento monetario da parte della BCE per salvare la Grecia e mantenerla nell’Euro, ma che la Germania entro fine anno non accetterà più tali politiche espansive (in quanto dovranno essere estese a Spagna, Portogallo e Italia). Un chiaro segnale che il sistema sta disintegrandosi è dato dalla corsa agli sportelli bancari in Grecia e Spagna. Se sommiamo corsa agli sportelli, allentamento monetario BCE per non causare un’uscita disordinata della Grecia dall’Euro che avrebbe effetti catastrofici ma che la Germania finirà per non accettare, ci spieghiamo perchè gli investitori accettino rendimenti a zero per due anni. Perchè ritengono che la Germania ritornerà al marco (magari con Olanda, Austria, Finlandia e Olanda) e ai paesi del Club Med rimarrà l’Euro con la BCE che finalmente potrà stampare a volontà

    Pertanto tenetevi stretti i Bund e comperate oro fisico, perchè quando la BCE comincerà a stampare in quanto non più impedita dalla Germania, avremo una ripresa economica, forse forte, ma anche una grossa inflazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Tempo di accumulare Oro…

Molti investitori sono spaventati dai ribassi di queste ultime settimane sull'Oro. Credo che la piu' grande paura di questi investitori...

Chiudi