Tassi di Interesse Germania e Usa e Irrazionalita’ dei mercati

Una delle regole di base di un saggio investitore e’ di essere al corrente (e di accettare) che i mercati finanziari sono irrazionali per la gran parte del tempo. Anche se nelle Universita’ e tanti illustri economisti insegnano il contrario, la storia dei mercati ha dimostrato piu’ volte come l’irrazionalita’ possa coinvolgere i mercati per lunghi periodi di tempo.

 

Sono degli esempi la “mania dei Tulipani“, una bolla scoppiata in Olanda tantissimi anni fa, dove un semplice bulbo di tulipano arrivo’ a costare quanto 3-4 case. Gli operatori furono cosi’ irrazionali da attribuire (per diversi mesi) piu’ valore ad un tulipano che a 3-4 case! Naturalmente quando la razionalita’ riprese il sopravvento i tulipani arrivarono a prezzare quanto un pezzo di pane…

Altro esempio possiamo ritrovarlo in un periodo piu’ recente, come ad esempio all’inizio del nuovo secolo, quando si e’ avuta la cosidetta “bolla di Internet” dove alle aziende bastava quotarsi in Borsa con un oggetto sociale associato ad un’attivita’ tecnologica, e i loro prezzi volavano alle stelle. Un esempio e’ la Tiscali, una societa’ che arrivo’ a quotare un’azione con un prezzo ben superiore ai 200 Euro. Oggi un’azione vale 0,04 centesimi…

Questi sono solo due dei numerosi esempi che dimostrano l’esistenza di irrazionalita’ interna ai mercati. Tuttavia l’insegnamento piu’ importante che un saggio investitore deve trarre da questo concetto, e’ che “i mercati sono irrazionali e possono esserlo anche per lunghi periodi di tempo“.

Ripeto: I mercati sono irrazionali e possono esserlo anche per un lungo periodo di tempo.

Quando i tulipani cominciarono a lievitare di prezzo, ben prima di arrivare al loro apice, c’erano numerosi investitori che si rendevano conto dell’assurdita’ della situazione. Quando le aziende tecnologiche cominciarono a volare di prezzo, erano numerosi gli investitori che sapevano di trovarsi dinanzi alla follia dei mercati,

TUTTAVIA

tuttavia se questi investitori intelligenti, avessero deciso di non allinearsi al mercato, se avessero deciso di vendere quei titoli azionari o quei tulipani (invece che comprarli unendosi al trend) si sarebbero fatti molto male. A meno che l’investitore non riesca a prendere i massimi di quel folle trend, andare “contromercato” nel pieno svolgimento della sua irrazionalita’, puo’ metter Ko molti investitori intelligenti. Parlo di quegli investitori che sanno i fondamentali del trend e che capiscono di trovarsi esclusivamente dinanzi ad irrazionalita’ dei mercati.

Il segreto e’: I mercati sono irrazionali e possono esserlo anche per un lungo periodo di tempo.

Andare contro il mercato irrazionale, puo’ essere molto pericoloso. Sono numerosi i fattori che entrano in gioco in una strategia del genere, ma il rischio di farsi del male e’ molto alto. E’ piu’ saggio attendere ed individuare la fine del trend, e solo in quel caso posizionarsi (nel nostro esempio) in vendita di azioni tecnologiche e di tulipani.

Questo lungo “giro” mi porta ad arrivare all’intento di questo articolo. Ovvero, metterti una “pulce nell’orecchio”.

Chi segue il mercato obbligazionario (o meglio chi segue l’andamento dei Titoli di Stato), ha notato che vi e’ un trend ben delineato sui Titoli di Stato Tedeschi e Americani  a lunga scandenza.

I Titoli di Stato con scadenza a 10 anni su Germania e Usa, intorno al mese di Settembre erano arrivati a rendere un tasso di interesse annuo inferiore al 2%. Questo significa che tu blocchi del denaro pr 10 anni in cambio di meno del 2% l’anno!

In 10 anni le condizioni di mercato possono variare notevolmente e sono numerosi i rischi che si accolla un investitore che oggi decide di bloccare il proprio denaro in titoli di Stato Tedeschi e Americani con questi rendimenti.

Ma: I mercati sono irrazionali e possono esserlo anche per un lungo periodo di tempo.

Ma andare contro trend oggi, posizionarsi contro l’irrazionalita’ dei mercati, puo’ fare molto male all’investitore intelligente. Non bisogna pensare che i tassi non possano diventare ancora piu’ bassi. Non esiste nessuna legge che lo impedisce.

La realta’ e’ che I tassi su quei titoli di Stato, possono andare anche a zero! E non sarei affatto meravigliato di vedere anche una roba del genere nei prossimi mesi/anni. E’ per questo motivo che oggi non farei mai investimenti di lungo termine in questi Titoli. Oggi non venderei Bund e Tbond 10y in un’ottica di lungo periodo, in quanto lo reputo un investimento con alto potenziale di rischio.

I tassi su questi Titoli di Stato possono andare anche a zero. E non saro’ affatto meravigliato di vederlo. Attenzione all’irrazionalita’ del mercato.

 

========================================================

Hai gia’ scaricato l’Ebook Gratuito “Prima di Investire in Oro”?

Sono numerose le persone che si guardano bene dal rivelare i segreti nascosti in questo ebook.

Clicca sull’immagine qui in basso per leggere subito la tua copia!

 

Pdf Tuo Gratis!

========================================================

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Mentre i mercati continuano il loro rally Natalizio…

I mercati continuano il loro rally di fine anno. Siamo a meno di 20 giorni dal Natale e vogliamo respirare...

Chiudi