Rialzo oro: quando aspettarsi i minimi?

Qualcuno di voi si sarà chiesto come funzionano le cose dietro le quinte della DeshMember o quale universo si nasconda dietro i bottoncini colorati di accesso.

Non ne facciamo un mistero: quel che vi si trova è un ponte di comando con una miriade di studi, grafici, cicli e spunti operativi di mercato.

Che significa spunti operativi?

Semplicemente suggerimenti su come gestire le proprie somme in ballo nei mercati: quando entrare e quando uscire da un investimento.

E’ come un gioco a nascondino in cui bisogna tanare i massimi, per vendere, ma soprattutto – per noi che siamo investitori di lungo termine – i minimi su cui poter comprare.

A tutto vantaggio del pubblico del Blog di DeshGold pubblichiamo qualche piccolo trafiletto del primo Report di questo mese, riservato ai soli iscritti della DeshMember.

L’ultima volta che abbiamo condiviso qui sul blog, in pubblico, la cosa più vicina ad un’indicazione operativa è stato a metà luglio, dando risalto all’analisi di Clive Maund per The Gold Report.

In quella pubblicazione, che potete trovare qui, Maund affermava l’imminente inizio di un trend rialzista per i metalli preziosi e che quindi sarebbe stato saggio e sensato acquistarne un po’ a fine luglio.

Anche questa volta ci ha preso e adesso gongola beato sulle pagine del suo sito.

Il suo ragionamento traeva forza dall’osservazione del comportamento dell’oro, dal suo picco del 2011 e durante tutto il suo ciclo ribassista, e dal notare il formarsi di una gigantesca figura del tipo testa-spalle iniziata nel 2014 che si sarebbe dovuta confermare quest’estate.

Sulle notizie della Corea del Nord l’oro ha compiuto ulteriori importanti step per il completamento di quel pattern ed ora galleggia nell’altrettanto generosa area di resistenza sotto cui si trova da fine 2013.

Ad ogni modo, se a Maund piace seguire i trend disegnando gigantesche figure di analisi tecnica sui suoi grafici, quello seguito in DeshGold è un ragionamento leggermente differente che, all’occasione, sa’ letteralmente zoommare sul breve termine per identificare nuovi minimi o massimi relativi.

Uno degli studi che si è dimostrato tra i più interessanti dal momento della sua introduzione, bene o male un paio di anni fa, ed accessibile tra gli extra della Deshmember, è la stagionalità.

La stagionalità permette di prevedere i minimi e/o massimi che, il mercato su cui è calcolata, tende a generare nel corso degli anni.

Si tratta di una tendenza generale che in alcuni anni fa la barba al mercato, riuscendo ad anticiparlo con una tremenda precisione.

Questo è stato il caso, fino ad oggi, della stagionalità sull’oro del 2017.  Grazie alla stagionalità l’anno in corso si è rivelato diciamo… un po’ banale. Fino ad ora lo studio ha anticipato massimi e minimi vantando una correlazione col mercato impressionante.

Cito dal Report #254 dell’8 settembre 2017, quando l’oro non aveva ancora segnato il primo ribasso di questa settimana:

L’input che ci arriva dalla stagionalità è che potremmo star andando incontro ad un picco di breve termine.

Ai nostri iscritti abbiamo difatti indicato l’inizio di questa settimana come giorni di possibile ribasso, e così sta avvenendo (immagine in basso tratta dall’ultimo report DeshMember).

         

Il ciclo di breve termine sull’oro aveva già segnalato l’inizio di una fase di ribasso, ipotesi rafforzata dal massimo che la stagionalità prevedeva per metà settembre. Da qui l’importanza di unire segnali che arrivano da diversi studi, per poter aumentare le probabilità di star ‘tracciando’ bene il mercato.

Tuttavia, questo poteva essere solo uno dei tanti scenari operativi: è il mercato a confermare o ritrattare queste previsioni.

Ciò che si è notato nel corso degli anni è che:

… aggiornando di volta in volta i nostri studi con i nuovi prezzi che ci arrivano dal mercato, riusciremo ad essere più performanti ed a ricalibrare lo scenario in modo sempre più preciso.

La stagionalità è solo uno dei tanti strumenti a cui dare credito, difatti le sue indicazioni vengono costantemente vagliate dai risultati provenienti dagli altri studi ciclici di breve e medio termine liberamente consultabili da tutti gli iscritti della DeshMember.

Insomma, il lavoro che si fa qui dietro – e che voi stessi potete monitorare ed interpretare con l’aiuto dei Report pubblicati da Roy in persona ogni 15 giorni – è un continuo raffronto delle statistiche in modo tale da inferire con una precisione sempre maggiore i futuri scenari di mercato.

Ma, a parte i rumori ed i disturbi tipici del breve termine, la storia del mercato ed i suoi cicli hanno già emesso la loro sentenza: l’oro è destinato a salire.

Clive, con i suoi metodi alternativi, e per questo molto interessanti, ha semplicemente confermato ciò che su queste pagine ripetevamo da tempo.

Così ora stiamo andando incontro ad un nuovo punto di minimo che regalerà soddisfazioni in poche settimane a tutti coloro che riusciranno ad individuarlo. E proprio in merito a questo minimo i nostri studi ciclici hanno già un’idea del giorno in cui potrebbe cadere. Ma questo è un argomento del report in uscita martedì prossimo, 19 settembre.

Nel frattempo, per comprare oro e argento fisico dai rivenditori più sicuri al mondo ed ai prezzi più bassi sul mercato e per capire come conservarlo nel modo giusto e sottrarti al rischio di confisca, guarda ora il videoseminario che scarichi da questa pagina.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Staff DeshGold

.

6 COMMENTI

  1. Che l oro sia destinato a salire dicono anche al bar !!! Che CIO avvenga seriamente nel prossimo lustro in contra autorevoli dubbi. Su questo sito di false partenze o ripartenze SE ne sono contate parecchie ogni volta riaggiornate , ma quando e cosi non balena alla Mente che il vostro impianto non e adeguato??

    • L’oro “destinato a salire” è una cretinata pazzesca…
      Un kg d’oro non può salire ne scendere, resterà sempre esattamente 1kg, ciò che è destinato a scendere sono le valute con cui se ne misura il prezzo.
      La vera domanda è quanto oro posso acquistare con 1000 dollari, euro, rupie ecc…
      La risposta è… sempre meno, più il tempo passa minore sarà la quantità d’oro che potrai acquistare con 1000 unità di valuta fiat.

  2. Mah, scusate, sarà che sono un emerito ignorante e che bisogna saper agguantare i nuovi minimi. Però, mi sembra che questa situazione è molto simile a molte altre già avvenute in precedenza. Insomma, siamo sempre lì, a parte meravigliosi concetti di un futuro radioso. Anzi, l’oro al momento è al di sotto dei 1100 euro. Peggio di quanto si potesse sperare. Sono solo io che non ci sto capendo niente?

    • Stai osservando il problema da un errato punto di vista, non è l’oro che scende ma l’euro che sale il che ci da un vantaggio permettendoci di acquistare a prezzi inferiori, ma la festa non è destinata a durare a lungo, meglio approfittarne vendendo € sui massimi.

      • Il punto di vista sarà anche errato, ma l’oro in euro (quello che ci interessa) continua a calare. Ci sarà anche chi è contento di ulteriori, ennesimi, continui minimi, ma a me fa solo incazzare.

  3. Se si analizza il mondo finanziario si capisce che é completamente fallito.
    Altrimenti certe manipolazioni contabili o QE infiniti non sarebbero necessari.
    Acquistare oro o argento fisico permette di assicurarsi e dormire più tranquillamente.
    Ricordiamoci tutte le mini multe prese da molteplici banche che hanno manipolato qualsiasi prezzo (oro, tassi,….. ) guadagnando miliardi contro multe milionarie.
    Quindi restate “sereni” acquistate oro o argento se vi preme avere un ulteriore assicurazione e lasciate al tempo di fare il suo lavoro.
    A me se domani o tra dieci anni l`oro salirà conta poco ma un giorno pure le banche centrali dovranno permettere una rivalutazione del metallo giallo per aggiustare i loro conti.Calma e gesso (cit.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Il mondo sull’orlo di una nuova crisi economica

Come nel 1933 ed il 1971, oro ed argento sono destinati a riequilibrare l'economia mondiale. Il gioco è sempre lo...

Chiudi