Questa volta l’Oro finisce sotto i 1180$ l’oncia

 

A quanto pare non e’ finita qui per noi investitori in oro e argento fisico.
Davanti a noi c’e’ ancora una fase di ribasso dei prezzi.
Con ogni probabilita’ la piu’ grande di questi ultimi 2 anni e mezzo.

Probabilmente i grandi investitori non sono soddisfatti.

C’e’ ancora troppa gente “aggrappata” all’investimento in oro. E vogliono una nuova “scrollata”. A meno che l’Oro non torni con forza (e velocemente) sopra il livello di 1.392$ toccato il 17 Marzo 2014, la strada per i prossimi mesi sara’ quella del ritorno a 1.180$ l’oncia.

Solo che questa volta si andra’ giu’. Mi aspetto di vedere un’oncia d’oro anche sui 1.000$ o 1.050$. E panico fra gli investitori.

Se questo dovesse realmente accadere, sarebbe una delle fasi piu’ difficili del mercato. Se investi in oro e argento, avrai bisogno di grande preparazione per far fronte a questa fase.

Per proteggerci dai ribassi del mercato, nella DeshMember Advanced utilizziamo una strategia che ci permette di incassare delle somme di denaro che fino ad oggi ci hanno fatto ammortizzare il denaro che l’investimento in oro ha perso per strada dal Settembre 2011 (data del suo massimo di 1.900$).

Ma se non hai nessuna strategia per proteggere il tuo investimento in oro?

O vendi il tuo oro oppure aumenti la tua preparazione sugli investimenti. Mi spiace ma non conosco altre strade.  Anzi, un’altra strada c’e’. E’ quella di tenerti l’oro ed avere paura ogni giorno che passa.

Ma ho anche una notizia positiva.

I grandi investitori, coloro che hanno la forza economica di dirigere il mercato, stanno spingendo il prezzo al ribasso per far scappare tutti i piccoli investitori. Ma quando anche l’ultimo baluardo sara’ stato distrutto saranno pronti per dar vita ai fuochi d’artificio.

Piu’ manipolano il prezzo al ribasso OGGI, piu’ lo tireranno su DOMANI.

Per quanto possa essere difficile accettare una ulteriore fase di ribasso, tutto questo si ritorcera’ come una molla a favore di chi si terra’ forte all’interno del mercato.

Puoi arrabbiarti e sconsolarti, oppure puoi guardare in faccia alla realta’, affrontandola con responsabilita’ e prendendoti il meglio da questa esperienza.

Follie di decenni di malagestione delle nostre economie stanno per incrociarsi in unico grande evento. Oggi hai la possibilita’ di farti trovare preparato plasmando gli eventi a tuo beneficio.

Avanti con forza.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

25 COMMENTI

  1. Ho detto tante volte che i mercati sono sistemi irrazionali e che l’oro è un asset volatile.
    Dico questo e poi chiudo per un pò che sono obliterato dal lavoro e impegni.
    Qualsiasi investitore deve comprare qualcosa quando i prezzi del mercato sono bassi. Quindi è il momento di comprare il gold e silver: è una finestra irripetibile. Io oggi ho venduto le mie azioni per andare a comprare il Gold.
    Ricordate la gente comune generalmente compra sempre un asset quando questo è in salità e non in fase decrescente.
    Bene io invece compro quando un asset è in fase discendente. Sono testardo è di questo vado fiero.
    Andare contro corrente è faticoso, logorante dal punto di vista delle energie mentali e psicologiche, ma uscire dalla mandria ed essere quella minoranza che non segue le tendenze qualche volta fa la differenza nella vita. Tempo al tempo e vedremo un’altro mondo.
    Nervi saldi e sicurezza nelle nostre azioni.
    Quando ero a Panama qualche mese fa passava un uomo è diciva ” compro cualquier pedasito de oro o plata” . In quel preciso momento ho capito che il gold e silver sono denaro sonante sempre in qualsiasi parte del mondo.
    Diversificare i propri investimenti, cavalcare l’onda e stoccare la freccia mortale nel momento giusto, ai mercati, è come vincere all’enalotto. E come in una gara di Super Enduro girare la curva perfetta e il nos press. Bueno.

    Hasta luego a todos .. to be continued

  2. Secondo me hanno qualche possibilità di perdere questa ultima battaglia al ribasso. E’ vero ciò che mostra il video riguardo ai due massimi decrescenti; l’analisi tecnica conferma pienamente questo scenario. Tuttavia avranno qualche difficoltà a raggiunge lo scopo perchè chi ha l’oro fisico difficilmente lo venderà a differenza di chi ha il cartaceo che potrebbe effettivamente mollare e disfarsene. Ma oggi l’informazione, grazie ad internet, esiste e anche per queste persone vi è la possibilità di resistere. Inoltre un ulteriore discesa del gold determina una carenza di fisico sul mercato che ne sostiene il prezzo. Almeno questo è ciò che è accaduto proprio oggi. Inoltre credo alla statistica dell’average marginal cash cost, anche se l’apertura di una finestra di due mesi al di sotto di questo valore la invaliderebbe solo in parte. Vedremo come andrà a finire. e’ un momento … interessante!

  3. Come si suol dire chi vivra vedra!!!

  4. Da quando leggo il tuo sito circa 2 anni hai sempre detto che adesso l’oro esploderà ma ogni volta il prezzo scende, quando stava a 47 euro al grammo hai detto supererà i 50 a breve e invece e sceso e cosi via. Un altro appunto che ho da fare e che quando l’oro in un periodo di 4/6 mesi scende del 20% e poi risale del 4/5% non mi sembra il caso di scrivere l’oro e’ in crescita del 5% o l’oro e’ in rialzo, fino a quanto non tornerà’ a 47 euro al grammo per me e molti altri e sempre in ribasso.

    • Andrea scrivo da oltre 3 anni che il Ciclo Naturale dell’Oro non e’ finito. L’investimento in Oro cosi’ come condiviso qui su DeshGold.com e’ un investimento di lungo termine.

      Se hai letto le mie indicazioni come un qualcosa che doveva verificarsi subito significa che da 3 anni ancora non hai ben compreso il messaggio passato qui su DeshGold.com

    • Andrea, questo è il momento di essere convinti delle scelte fatte. Altrimenti farai il gioco dei detrattori del gold che adesso tenteranno il tutto per tutto! ma come ho detto nel mio commento precedente non sarà così facile!
      Ricordi cosa disse Mercy a Swan? “Lo vedi quello coi pattini?… non è solo… ce ne sono altri. Sono qui per farti fuori” e Swan gli risponde “L’ho visto e so che non è solo… ma credono che sia facile farmi fuori”. Ecco in queste parole puoi trovare la forza per capire e resistere. Loro sono convinti che sia facile perchè possono contare sul numero. Credono di essere tanti. Mai sopravvalutare se stessi e mai sottovalutare l’avversario. E qui l’avversario è massiccio, c’ha un fisico collaudato da millenni.

      • Ciao Luigi ciao Andrea,
        riporto mio post di Gennaio dopo il doppio minimo:

        antonio Risposta: {gennaio 25th, 2014 alle 14:53}
        Hai ragione Luigi,sono convinto che oramai siamo alla fine dei giochi,ma credo che ora il prezzo stia salendo a causa della situazione al Comex per la scadenza di Febbraio. Mi aspetto un ultimo “scherzetto” per far uscire gli irriducibili che si sono messi long sul doppio minimo, e poi la vera ripartenza. E’ un mio parere, che tra l’altro a noi poco importa visto i nostri obbiettivi di medio lungo periodo.E’ il motivo per cui mi sono tenuto da parte un ulteriore gruzzoletto che usero’ se si avverasse la mia ipotesi, altrimenti andrà benissimo lo stesso 🙂
        quest’anno sarà proprio interessante!
        – See more at: http://www.deshgold.com/barometro-settimanale-delloro-25-gennaio-2014/#comments

        Ora vi dico:
        anche se non conosco a fondo l’analisi tecnica e ciclica parto da un semplice presupposto,
        tutto cio’ che ci dicono queste analisi sono oramai alla portata di tutti tramite il sito internet di turno, e se è vero che solo il 10% degli investitori deve guadagnare, mentre il resto(la massa) ci rimette, le indicazioni che ci danno tramite i grafici sono “pennellate” fatte ad arte dalle mani forti per mettere fuori strada i piu’. In questo caso del doppio minimo ad esempio, mi sembrava strana la ripartenza con un segnale operativo cosi’ chiaro come il doppio minimo che tutti i traders potevano vedere,ripeto troppo facile. Se ripartenza ci sarà, sarà quanto mai improvvisa e inaspettata, cosi come succede agli altri asset sia in ripartenza che in scoppio bolla. Per questo non faccio tanto riferimento agli studi tecnici ,soprattutto se si parla di oro, come segnali di acquisto o vendita, bensi’ continuo a tenermi informato a 360° sia di politica,economia e studi come quelli presenti in questo sito, in modo da farmi la mia opinione sulla situazione e poi opero in base a quello. Andrea capisco la delusione ma se avessimo dei segnali cosi’ chiari per fare gli investimenti saremmo tutti ricchi e questo non è possibile.
        Poi mi sembra che tu voglia vedere subito i risultati, allora non dovresti comprare metalli preziosi….
        qui parliamo di lungo termine e lungo puo’ voler dire molti anni…
        Questo è il mio pensiero.
        Con umiltà
        Antonio

        • Ciao Antonio, le tue opinioni e valutazioni sono interessanti e argute. Davvero, mi ha fatto piacere leggerle.

  5. Si vede chiaramente che il ciclo rialzista è manipolato al ribasso in quanto nemmeno l’imminente guerra civile in Ucraina con la crisi geopolitica internazionale riesce a fungere da catalizzatore. Pazienza, abbiamo fatto 30, facciamo 31.Vorrà dire che avremo più tempo a riflettere su cosa fare delle palate di soldi che guadagneremo. Ora comincio a credere davvero che si arriverà a un prezzo finale vicino ai 50000 USD l’oncia come affermato da Sinclair e come fattoci presente da Donato. L’unica amarezza che mi resta è soltanto il fatto di non aver mai troppi soldi al momento giusto da “buttare” sull’investimento in Oro e Argento. Mi sarebbe piaciuto acquistare continuamente tali metalli, a prescindere dal prezzo che scende successivamente, come tra l’altro fà la Cina, la Russia, l’India e tanti e tanti altri stati e Banche che da una parte fanno scendere il prezzo, dall’altra ne sono i più grandi acquirenti. Se la matematica non è un’opinione si dice che uno più uno fa due!

    • Ciao Andrea,
      è vero, Sinclair ha parlato di oro a 50.000 $ entro il 2020.
      Riportai la notizia in un commento ad un post, tuttavia non credo che si arriverà a tanto.
      Alcuni giorno dopo questa affermazione, Gary North mise su un post in cui demolì il ragionamento di Sinclair.
      In sintesi gli diede del vecchio rinc……..
      Io sono tra quelli che se l’oro arrivasse a 3500 $/oz, sarebbe soddisfatto, davvero.
      Io stimo molto entrambi, e da entrambi prendo il buono che posso.
      Ti confido una cosa:
      prima di iniziare a scrivere su deshgold firmavo i miei commenti come DOMA77, ricordi?
      Sia allora che ora il mio pensiero in merito all’investimento in oro (argento) è cambiato poco.
      Ricordi quando Mattocci a ottobre pronosticava il gold alle stelle per novembre 2103, solo perchè Gann gli era apparso in sogno?
      Allora fui tra i pochi (l’unico?) a dire che gli schemi erano saltati e che non si poteva secondo me fare affidamento sull’analisi tecnica, proprio a causa della manipolazione scandalosa del prezzo dell’oro. Non mi sarei stupito se invece l’oro avesse fatto nuovi minimi (cosa per poco non è avvenuta a fine dicembre 2013, sfiorando i 1180 che si riteneva allora impensabile. Ed ero sempre DOMA77). Non guardavo i grafici, se non per diletto.
      In seguito ho sempre pensato e detto che questi prezzi bassissimi altro non erano se non un occasione ghiottissima per chi voleva mediare il prezzo elevato di acquisti fatti nei periodi precedenti precedenti e per chi si affacciava solo di recente al mondo degli investiemnti in oro e argento.
      Poi scrissi il post “Eppur si muove” Quattro righe buttate giù di fretta, in cui espressi la convinzione che, al punto in cui ci trovavamo, l’oro non sarebbe più sceso sotto i 1300 e l’argento sotto i 19 fino al termine del ciclo naturale. Tutto sommato, questi valori stanno tenendo ancora.
      Esprimo il mio punto di vista anche in questa circostanza, e vado contro l’analisi tecnica, e sono di nuovo bastian contrario. Io credo che il canale in cui è veicolato il prezzo dell’oro da un anno a questa parte, ovvero la forbice tra 1200 e 1400 $/oz (supporti e resistenze) sia la chiave di lettura di questa fase del ciclo, che può sembrare si noiosa e deludente, ma in realtà nasconde travagliati passaggi sconosciuti ai più, che nel tempo faranno la differenza. E’ in atto una guerra di nervi, tutta psicologica, fatta di colpi bassi (come quello dell’altro giorno, in cui mezzo miliardo di oro di carta è stato venduto in una frazione di secondo), volti a frenare l’ascesa dell’oro (non si vuole che tocchi e superi i 1400, perchè sarebbe la fine anticipata dei giochetti dei pianificatori centrali). In questo senso l’intuizione di Antonio in merito al doppio minimo è quasi geniale. Non mi stupirei che fosse stato tutto orchestrato ad hoc, come i grafici dell’andamento della borsa americana del 29 che si sovrapponevano a quelli dell’andamento attuale. Anche lì potrebbe esserci stato fin dall’origine la volontà che si spargesse questo tipo di convinzione, per orchestrare al meglio il disegno criminale dei banchieri e dei governi centrali.
      Concludo dicendo che per me grafici e analisi tecnica contano relativamente: aspetto le elezioni in India di metà maggio, e guardo al conflitto latente in Ucraina (Luigi ho letto il post da te segnalato, grazie), e alle scaramucce perenni tra Cina e Giappone, con un occhio vigile a ciò che accade in Siria, Iran e Medio Oriente. se l’oro tiene adesso, lo vedremo a 1450 a fine maggio. Ipse dixit

      • Ecco dove era finito Doma77 che era sparito dalla circolazione da un sacco di tempo!Quindi eri sempre tu che titubavi all’inizio sul mio prezzo di arrivo!Anche se devo dire il vero, come scrivi attualmente mi sembri una persona differente. Io invece ribadisco il mio prezzo di arrivo per la fine del 2016/inizi 2017. Per l’argento invece vado sul minimo, visto che Rock mi fece comprendere bene che il periodo attuale e prossimo futuro non permette all’argento di ritornare su 1 a 16 circa con rapporto con il gold. Preciso che il quarto commento non è il mio, ma di un mio omonimo con cui ogni tanto mi confondo (credo che ne siamo tre con lo stesso nome). Spero che si avveri la tua teoria che non prevede un ulteriore minimo. Nel frattempo colgo l’occasione per augurare una buona Pasqua a te, a Gennaro, Rick, Zonatti, tutto lo staff di Deshgold, nonchè Luigi, Alessandro, Angelo e a tutti i lettori del sito.

        • Grazie Andrea.
          Tanti auguri di Buona Pasqua anche a te.

        • Ricontraccambio gli Auguri di Buona Pasqua. Ciao Andrea.

  6. Gennaro, ti stai allineando a Goldman Sachs?
    Hanno ragione loro?

    • Alfredo non seguo le previsioni indicate dalle grandi banche d’affari. Non c’e’ alcuna affidabilita’ statistica in quel che dicono. Un giorno indovina una, un altro indovina un’altra. Questo non ha alcuna base solida per permettere ad un investitore di comprare e vendere seguendo quelle indicazioni.

      Seguo la statistica e i numeri che di giorno in giorno fanno battere i mercati. Gli eventi cambiano e si modificano in base ai numeri realmente generati dai mercati.

      A Giugno 2013 e a Gennaio 2014 questi numeri mi hanno indicato le grandi probabilita’ di risalita dell’Oro, cosi’ come condiviso prima nella DeshMember e poi qui su DeshGold.com

      La spinta c’e’ stata, ma al momento non e’ stata sufficiente perche’ le quotazioni sono rientrate.

      Oggi prendo atto che, numeri alla mano, ci sono piu’ probabilita’ che si torni sui 1.180$ che non il proseguimento del rialzo (questo comunque varrebbe per il breve termine – se accade, l’oro non restera’ per molto sotto i 1.180$).

      E’ forse certezza questa?
      No che non lo e’. Sono numeri e probabilita’. Probabilita’ che come ho scritto in questo articolo, verrebbero capovolte se l’Oro ci facesse vedere nei prossimi giorni delle belle candele verdi di grande forza. Dobbiamo tornare sopra i 1.392$ per cambiare lo scenario di breve.

      Ma se guardiamo ai dati fondamentali e storico/statistici dei mercati, oggi un’oncia d’oro dovrebbe valere MOLTO piu’ di 1.300$. I fondamentali nel lungo periodo VINCONO SEMPRE.

      Comprare oro oggi in ottica di lungo termine (almeno 3 anni) e’ gia’ un grande affare, indipendentemente dal se si va sotto i 1.180$ oppure no. Tutto il resto sono puro dibattito e visioni che seppur contrapposte ci fanno stare insieme e condividere questo magnifico viaggio che e’ l’investimento in Oro e Argento fisico oggi.

      • Partendo dall’assunto che il mercato dell’oro sia manipolato, come in varie occasioni avete affermato (affermazione che peraltro condivido), c’e’ il rischio concreto che “i numeri che di giorno in giorno fanno battere i mercati” siano proprio i numeri che vuole chi manovra. Quelle di Goldman Sachs a mio avviso non sono previsioni. Sono minacce, e dimostrano spesso di poterle tramutare in fatti. Di conseguenza, unico utile sforzo ritengo sia quello di cercare di capire gli obiettivi che perseguono, e ancor di piu’ di riuscire a valutare la loro reale potenza di fuoco per avere un’idea del limite oltre il quale non possono protrarre i loro giochi. In quest’ottica, anch’io vedo tutto il resto come puro dibattito.
        Buona Pasqua
        Alfredo.

  7. Pienamente d’accordo sulla fase di debolezza “potenziale” e sui pericolosi “possibili” sviluppi futuri, il pattern recente ricalca pesantemente quello del “massimo in espansione”.
    Non concordo invece (non ancora almeno) sulla quasi inevitabile fase down del semestrale in atto (non sono stati ancora violati pivot cruciali del mensile e trimestrale, e sul ciclo inverso sia i fattori prezzo che tempo non confermano ancora la partenza di un secondo semestrale e che questo sia in configurazione rialzista.
    Ma soprattutto sul lungo termine la mancata tenuta di 1180 del giugno 2013 avrebbe serissime conseguenze con target ribassisti ben al di là della prossima estate perchè tornando al ciclo dei bottom il primo semestrale si è chiuso positivo (anche se di misura marginale) e riflessivo. aprendo la strada almeno al biennale, e in caso di violazione dell’origine la fase down perdurerà molto di più (salvo epocale lingua di bayer su ciclo annuale).
    gli scenari ancora possibili quindi possono essere molteplici ma seguo ancora l’ ipotesi (finchè i fattori prezzo e tempo non lo escluderanno) che sul minimo recente o sul prossimo in formazione si chiuda il trimestrale e quindi poi :
    A) ultimo trimestrale ribassista (a conferma del vincolo generato nel 2° trimestrale del semestrale scorso) con prezzi target di chiusura semestrale e annuale inferiori alla recente chiusura del trimestrale, e se ci sarà la tenuta di 1180 con l’annuale chiuso positivo quest’estate ci sara poi nuova occasione per il rialzo (altrimenti anche il biennale gira in negativo e giù almeno fino all’anno prossimo);
    B) “pronto recupero” rottura dei massimi nuovo trimestrale positivo, probabile annuale/biennale ibrido a tre tempi sul ciclo dei bottom con rimando al prossimo semestrale del vincolo ribassita sul trimestrale finale, e contemporaneo lancio di un biennale ribassista sul ciclo inverso molto positivo e di ottimo auspicio.
    i movimenti del mercato dei prossimi giorni potranno (forse) chiarirmi meglio.

    • Grazie per il tuo contributo Filomeno.
      Una curiosita’: cosa intendi per ciclo biennale? Quanti mesi dura il ciclo biennale che stai tracciando?

      • E’ vero che lo studio dei cicli può apparire ai più come un’analisi ex-post ed è vero anche che non è esente da errori (chiamati anche lingue di bayer) ma sono statisticamente rari, comunque è un buon metodo integrativo per comprendere meglio il trend di fondo e le potenzialità delle forze rialziste o ribassite che si contrappongono, onde soppesare l’opportunità temporale di interventi sia long che short che altrimenti potrebbero essere troppo forzati e pericolosi, oltre a fornire qualche elemento in più per stabilire livelli di stop loss o gain.
        Un ciclo biennale (T+6) può durare da un minimo di 3 semestrali (normalmente lunghi) in assenza di ciclo annuale per ca.17-24 mesi, a un massimo di 3 annuali (corti) per max 30-35 mesi, ma normalmente ha durata di due annuali (t+5) per 22-28 mesi ca.
        Condizione minima per la chiusura di un biennale nella sua seconda metà è un trimestrale negativo, (salvo vincoli ribassiti di ordine superiore) susseguito da un semestrale positivo o in configurazione rialzista o in alcuni casi è sufficente la rottura al rialzo del trimestrale precedente. Oppure (raro) la presenza di una lingua di bayer di ordine almeno trimestrale.
        Se nel giugno scorso è effettivamente partito un nuovo ciclo biennale saremmo ancora nel corso del primo annuale (nel probabile trimestre di chiusura vincolato al ribasso) o nel secondo semestrale (senza vincoli per ora), definirne così in anticipo la durata sarebbe pertanto difficile e prematuro, salvo lingue di bayer (che statisticamente sono sempre eccezioni) direi da fine anno a fine 2016, dato troppo ampio perciò operativamente poco significativo salvo rotture dell’origine (1180).
        Operativamente è più interessante seguire i vincoli dei cicli con più tempo all’attivo e come questi influenzano per reciprocità quelli opposti, come il biennale inverso partito dal top del sett 2011. (probabile ibrido t+6/t+7)
        infatti nel corso del suo primo annuale (chiusosi a ott 2012) il secondo semestrale risulterebbe negativo vincolando al ribasso l’ultimo semestrale del ciclo, considerato che il secondo annuale (chiusosi ad agosto 2013) pur chiudendo con un trimestrale al ribasso non ha rispettato il vincolo del semestrale “probabilmente” l’ annuale in corso fa ancora parte del biennale (con sviluppo in 3 annuali) o ibrido t+6/t+7, nel qual caso è l’attuale annuale che dovrà assolvere al rispetto del vincolo del semestrale inverso negativo ma anche alla chiusura del ciclo superiore.
        Considerato ciò, forte è la probabilità che per maggio-giugno (nel caso di annuale in 3 trimestrali) o luglio – ottobre, la quotazione rompa al rialzo i1392 (ma non necessariamente i 1433) salvo l’ipotesi di annuale a 3 semestri (che rimanderebbe tutto al prossimo semestrale) o ben più grave, la rottura al ribasso di quata 1180 che qualificherebbe il semestrale inverso scorso come probabile lingua di bayer in grado di far ripartire i cicli superiori senza l’assolvimento del vincolo ribassista semestrale atteso, e in questo caso solo una “contro”lingua potrebbe salvare la situazione.
        Per assurdo è ciclicamente più comprensibile (ma non obbligata) una rottura di 1180 nel prossimo autunno o più in la e solo dopo la riconquista di quota 1392 (o del max dell semestre dei bottom in corso nel caso di annuale inverso a tre semestri) anche dopo un trimestrale dei bottom ribassista ma non profondo, con successiva la ripartenzq del ciclo inverso ibrido (t+6/t+7) iniziato al top 2011 (necessario al riguardo un semestrale positivo o un fattore prezzo adeguato o una lingua di bayer di ordine almeno trimestrale).
        Frattalmente l’annuale dei bottom attuale potrebbe somigliare al primo annuale inverso dal top 2011, anche quello aveva configurazione ribassista, ciò nonostante non ha rotto l’origine e poi sappiamo come ha proseguito….
        Nessuna analisi da certezze ma maggiori o minori probabilità operare in modo corretto significa solo tenerne debito conto.

  8. Beh…complimenti per la tua preparazione,
    ma…nella mia ingenuità, capisco dalle tue parole che sono aperte tutte le strade,
    e mi sembra di capire che i cicli si possano interpretare solo a posteriori,o sbaglio.
    Il che mi lascia perplesso…,col senno di poi che ne facciamo?
    O meglio,a meno che uno non faccia trading e non è il nostro caso, per i nostri scopi mi sembrano altri i fattori da tener presente.
    Ci tengo a precisare che la mia non è una polemica, anzi.
    Complimenti ancora

  9. Aggiungo:
    se i cicli sono determinati dall’uomo, seguirli significa seguire la massa, e seguire la massa significa perdere.
    Questo è in sintesi il mio pensiero, a cui credo profondamente,magari sbagliando ,ma almeno mi prendo la piena responsabiltà delle mie scelte.
    Buona Pasqua a tutti coloro che credono nel.. GOLD

    • Antonio gli investitori con le loro emozioni principali (avidita’ e paura) contribuiscono alla creazione dei cicli ma questo non significa che li cavalchino dal lato giusto del trend. L’equazione non e’ diretta. Molti contribuiscono a crearli MA a loro insaputa.

      Non sono d’accordo sul fatto che i cicli si possano interpretare solo a posteriori. E’ sempre un discorso di probabilita’. Ad esempio, oggi ci sono oltre l’80% di probabilita’ che entro fine 2014 parta un Ciclo di ampia durata, destinato a spingere per diversi anni.

      Se a questo aggiungi una serie di analisi storico/statistiche e leggi il quadro macroeconomico attuale, ti accorgi che le probabilita’ che si verifichi questa spinta rialzista si solidificano ancor di piu’.

  10. E’ uscita oggi l’analisi di McClellan riguardo al ciclo del gold di 13.5 mesi. Lascio qui il link: http://www.mcoscillator.com/learning_center/weekly_chart/golds_cycle_is_in_left_translation/
    In pratica il massimo del secondo semestre è stato più basso di quello del semestre precedente e questo porta ad una configurazione ribassista. Inoltre, a causa delle manipolazioni, sembra che anche la logica temporale di questo studio sia stata prolungata nel tempo. A quanto ho capito a luglio dovremmo avere un nuovo minimo e poi ripartire. Tuttavia non è detto che si rompa il supporto dei due minimi recenti. Il canale resta ribassista ma ci sono anche tanti fattori che ostacolano i piani dei detrattori.

    Auguri di Buona Pasqua a tutti.

    • Grazie della condivisione Luigi.
      Ottimo articolo.

  11. Posto il link http://www.safehaven.com/article/33627/miners-end-of-the-bear-market di un altro articolo che conferma l’attuale situazione critica del gold. Anche da questo articolo, che utilizza lo studio del comportamento del gold secondo altri fattori, emerge fine luglio come punto di svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
40 banche centrali hanno investito in Yuan cinesi a titolo di riserva valutaria

Secondo Standard Chartered sarebbero 40 (quaranta) le banche centrali che hanno dichiarato di aver diversificato le loro riserve valutarie in yuan...

Chiudi