Siamo prossimi al picco dell’oro (peak gold)

Di recente ho scritto un articolo che sintetizzava un report della SNL (uno dei principali fornitori di statistiche del settore minerario).

Lo studio in questione approfondiva il futuro declino estrattivo (irreversibile) dei giacimenti aurei.

Lunedi’ e’ stata pubblicata un’intervista all’Amministratore Delegato della societa mineraria canadese Goldcorp, Charles Jeannes, strettamente attinente all’argomento del mio scritto.

L’intervista e’ apparsa sull’influente Wall Street Journal online e tratta del cosiddetto “Picco dell’Oro (Peak Gold).

La Goldcorp e’ una delle piu’ importanti societa’ del settore minerario aurifero (la prima a livello globale per capitalizzazione di mercato). Goldcorp ha sede a Vancouver, nel British Columbia, Canada.

Che cosa afferma Jeannes nell’intervista rilasciata al giornalista Alistair McDonald?
Che la produzione mondiale di oro raggiungera’ il suo picco (peak gold) quest’anno, o al massimo il prossimo anno.

Secondo Jeannes, quest’anno (o l’anno prossimo) potremmo raggiungere il picco massimo estrattivo di oro, per poi declinare, piu’ o meno rapidamente i prossimi anni.

Jeannes afferma che i depositi aurei ad alti livelli estrattivi (easy-to-mine gold deposits) sono sempre piu’ difficili da scoprire, che i ritmi estrattivi di oro sono in crescita a partire dal 1970 e che l’anno scorso le societa’ aurifere hanno raggiunto 2.270 tonnellate di oro estratte.

Ma, aggiunge Jeannes, senza ulteriori evoluzioni delle tecniche estrattive nei prossimi anni assisteremo a un drammatico calo nella produzione e offerta di oro.

I giacimenti aurei facilmente accessibili dalle attuali tecnologie sono in via d’esaurimento e non possono essere sostituiti da nuove scoperte.

Negli ultimi anni, sono stati ritrovati nuovi giacimenti, ma non sono stati sviluppati a causa degli alti costi  d’investimento. I costi superavano i profitti.

Jeannes ha affermato risolutamente che, durante la restante parte della sua carriera lavorativa, non sara’ piu’ in grado di vedere i ritmi estrattivi degli ultimi anni.

Ecco le testuali parole dell’Amministratore Delegato di Goldcorp:

“Che si tratti di quest’anno oppure del prossimo, non credo che rivedremo la produzione aurea raggiungere i livelli raggiunti gli ultimi anni”.

In una precedente intervista al canadese Financial Post, Jeannes aveva affermato che, anche se l’oro nel breve termine dovesse toccare i $900,00 per oncia, questa sarebbe un’opportunita’ d’acquisto per chi vuole investire nel metallo giallo e non un “disastro”.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

20 COMMENTI

  1. E mettiamo per ipotesi, per niente utopistica, che la crisi del debito scoppi di qui a 10 anni e che i soldi varranno carta straccia (a parte lo scenario apocalittico) e i governi ridecidessero di racimolare tutto l oro in circolazione come già successo negli usa negli anni 30? E tutta una lotteria, siamo e saremo sempre i loro burattinai… Se la soluzione fosse l oro non credo che lo venderebbero a noi a questi prezzi.
    Pur essendo scettico mi tengo il mio oro ed argento e una piccola quota di bitcoin. Mai dire mai.
    Buon lavoro!

  2. complimenti per l’articolo!

  3. A Jeannes mi sentirei di ribattere che se l’oro dovesse testare i 900 $/oz sarebbe senza dubbio un disastro per chi avesse investito fino ad ora. Non si può lanciare il sasso e tirare indietro la mano. Se l’oro scende a quei livelli, tutta la teoria del suo ciclo naturale andrebbe a farsi benedire…significherebbe che il ciclo sia finito nell’agosto del 2011…o sbaglio?
    Un saluto a tutti!

    • Ciao Donato, secondo il tuo parere potrebbe scendere attualmente sotto i 1240?

      • Ciao Andrea,
        nessuno ha la sfera di cristallo, soprattutto di questi tempi.
        Dal mio personalissimo punto di vista tutto può succedere perché gli eventi degli ultimi anni hanno dimostrato che gli schemi sono saltati da tempo.
        Io ho ripetuto più volte che non mi meraviglierei se l’oro testasse nuovamente i 1180 $/oz. Ti confido che una ventata di ottimismo mi aveva fatto sperare che sotto i 1300 non saremmo scesi per un pezzo. Così non è stato. Può tranquillamente darsi che a 1240 si verifichi un rimbalzo in grado di allontanare per alcuni mesi la discesa al livello di cui ho detto, ma temo che il rischio di un nuovo minimo non sia campato in aria…buona giornata!

        • Grazie per la delucidazione, sfrutterò i tempi per un nuovo acquisto.

        • Scusa la mia ignoranza, ma testando eventualmente i 1180 come nuovo minimo, c’è eventualmente la configurazione del triplo minimo o non esiste?Potrebbe eventualmente scendere sotto i 1180?Anche se il supporto a 1240 vedo che continua a tenere. Saluti

          • Dopo pochi secondi vedo che è stato rotto, siamo fottuti!

          • Sul lungo periodo finchè regge 1180/1183 tecnicamente non lo siamo ancora.
            Era meglio che non lo rompesse ma l’ha fatto , preso atto
            quali saranno le conseguenze? quali le vie del riscatto?
            Nel lungo l’attuale ciclo ribassista presumibilmente semestrale comunque crea un vincolo identico da scontarsi prima o poi nel futuro ma se 1180/1183 regge fino alla fine del ciclo, nulla è perduto, soprattutto se dopo troverà la forza di rompere al rialzo 1325 ma soprattutto 1350
            La conseguenza maggiore la si ha nel medio dove purtroppo fino alla fine dell’ attuale ciclo presunto semestrale siamo costretti a massimi e minimi decrescenti e essendo solo al 73 giorno dall’inizio… ne mancano ancora come minimo 20/30 ma potremmo essere anche solo a metà strada…
            Nel breve mi meraviglia che il mercato non abbia accellerato dopo la rottura di 1240, forse perché sa di avere ancora molto tempo da consumare e poco spazio prima di atterrare in area 1180… oppure perché crede di essere vicino se non in chiusura di un sottociclo mensile o trimestrale ergo si attende un po’ di rimbalzo prima di affondare il colpo.
            L’ampiezza (max 1300 ma anche molto meno) e la durata (al max 15/20 gg ma anche molti meno) del rimbalzo ci chiarirà meglio su quanto manca alla fine del supplizio….
            Sempre salvo lingua di bayer che a questo punto sarebbe provvidenziale, e sopra 1325 si attiverebbe quel wolfe di cui ho già detto, ma non la view più probabile ora.

  4. Grazie Filomeno, cosa consigli di acquistare ora o di attendere ancora un po’?

  5. Ciao Andrea,
    ti porto la mia esperienza.
    Avrei voluto approfittare dei ribassi per prendere qualche sovrana quando l’oro era prezzato a 31 euro, parlo di terzo fine settimana di agosto. Ma i miei “spacciatori” erano o in ferie o fuori sede, per cui ho dovuto, mio malgrado, rinviare di una settimana. Nel frattempo il gold si era già riportato a 31,5.
    In quella occasione ho comunque (ob torto collo) trattato per 10 sovrane a 240 € /cad. In omaggio ho spuntato un lingottino 999 argento da 15 grammi e sei 500 lire.
    A conti fatti, al netto degli omaggi, al cambio di quel momento le sterline mi son venute 237,50 circa l’una.
    Nel frattempo l’oro è sceso di brutto (siamo a 30,7 nel momento in cui scrivo). Ovvio che ho pensato che se avessi aspettato un pochino avrei risparmiato 100-150 euro sul totale.

    In giro per la rete però ho notato che i prezzi, soprattutto per le sterline d’oro non sono scesi in proporzione, segno che lo spread del venditore, da un certo punto in poi tende a salire per compensare il minor valore del fino contenuto.

    Ancora adesso si vendono (vedi golddreams) sovrane a 237-240 euro.
    Io le ultime cartucce le ho sparate. Adesso BASTA.
    Ho terminato di aggiustare la media di acquisto per singolo grammo. Sono a posto e francamente non ne voglio più sapere.

    Parlo con un pò di amarezza, quindi prendi con le pinze ciò che sto per dire:
    Se il gold non si riprende ora (entro un anno), per me, se ne riparla fra 15-20 anni.
    L’idea del triplo minimo, per me significherebbe solo dire: ah meno male, oggi sono sprofondato solo un cm in meno rispetto a ieri…

    Più di ieri, meno di domani…

    • Donato stanno portando all’esasperazione tutti gli investitori in oro. Un toro di 11 anni evidentemente aveva bisogno di una mazzata psicologica molto forte.

      E poco a poco, molto lentamente, stanno riuscendo nel loro piano. Far credere a tutti gli investitori che oro e argento non siano piu’ un buon investimento.

      Sono felice che ti sia dato un anno di tempo prima di “capitolare”.
      Bastera’ per riportare la luce nelle tue parole.

      • Ciao Gennaro.
        Capitolare?Uhmmm…eppure un pochino dovresti conoscermi!?!
        No, non capitolerò mai.
        E ovviamente non indietreggerò di un millimetro, rispetto alle posizioni raggiunte.
        Semplicemente ho convertito il convertibile, ora mi fermo.
        Ripeto sono solo un pò amareggiato.

        Fossi stato venezuelano, con un pò di oro da parte, e con l’inflazione al 65 per cento (la più alta al mondo in questo momento), mi sarei trovato relativamente tranquillo, nel contesto generale di una situazione drammatica in un Paese in cui manca persino la carta igienica.
        Però credo davvero che se l’oro non si riprende entro un anno, il suo ciclo potrebbe essersi chiuso effettivamente nel 2011, anticipando il declino di due-tre anni rispetto al previsto.
        C’è addirittura chi ipotizza l’oro a 700 $/oz nel prossimo futuro. Io non mi attengo alle previsioni, guardo ai fatti. E quelli mi stanno dicendo che le cose non vanno come dovrebbero.
        Non valgono più i rapporti causa-effetto, non c’è più reazione uguale e contraria ad ogni azione. Gli eventi catalizzatori in grado di anticipare o prevedere le mosse dell’oro e dell’argento sembrano essersi auto sterilizzati.

  6. Grazie per aver riportato la tua esperienza personale. Personalmente preferisco, finchè potrò, sparare colpi a salve e continuare ad acquistare ogni volta che ne avrò l’opportunità, anzichè far gestire i soldi alle banche ladre e a farli polverizzare dall’inflazione. In fin dei conti è un buon prezzo 31 euro al gr, anche se ho notato anch’io che golddream come tanti altri non fanno calare il prezzo delle sterline rispetto invece ai lingotti. Però credo che il gold si stia portando verso il minimo per riacquisire nuova forza e risalire in maniera più marcata rispetto a prima nel mese di Ottobre. Ci si aspettava la discesa già prima delle dichiarazioni della BCE(l’ultima cartuccia che poteva sparare!), ma penso che in massimo un paio di settimane ci sia di nuovo il rialzo, quello che determinerà la vera spinta nella risalita. Non può esser finito il ciclo, ci sono tanti conti che non tornano. Non si sono affannati tutti inutilmente nella corsa dell’oro, questa è l’ultima opportunità di acquisto!E’ in questo periodo che ridiventiamo adolescenti!Ricordate come in un adolescente le prospettive future tendano a cambiare continuamente in base alle varie vicissitudini quotidiane, sognando varie volte un futuro differente?E’ lo stesso periodo che stiamo affrontando tutti quanti noi, l’ultimo periodo a nostra disposizione.

    • Complimenti Andrea.
      Il tuo equilibrio ti portera’ grandi soddisfazioni.

  7. Vi dirò…io sto acquistando ugualmente Oro ed Argento ogni volta che ne ho la possibilità. Non mi frenano i 10euro finali di prezzo…perchè se penso a quanto spendo spendo in benzina…
    Ultimamente ho compricchiato monete importanti, legate anche al loro valore storico, questo perchè la mia carta nel portafoglio fino a quando conservera’ il suo potere d’acquisto? e a mio figlio cosa lascero’? se ho dei risparmi per lui che ha solo 4 anni una parte li converto in oro e amen. Forse scendera’ forse no, quello che so è che pochi fatti e molte pugnetxx. I midia fanno a gara a chi la spara piu’ grossa ma gira che ti rigira loro falliscono e ci fanno fallire con quella carta che chiamano soldi e chi ha oro, nel bene o nel male, qualcosa gli rimane…

    • Qualcosa gli rimane, come quando dopo la morte noi continuiamo a sopravvivere grazie ai geni dei cromosomi che abbiamo lasciato loro in eredità. Per permettere loro però di riscattarsi più degnamente in questo mondo defraudato, lasciare un po’ di metalli nobili mi sembra alquanto doveroso e rappresenta un modo per poterci riscattare in seconda persona. Peccato però che ci dovremo sacrificare,per forza di cose, a goderci noi il frutto di tanti sacrifici! Come la discesa di ogni cosa accade da un giorno all’altro, così la risalita avverrà nello stesso lasso di tempo. Provate a pensare a quante cose cambiano in un giorno: la nascita, il matrimonio, la separazione, i litigi, un licenziamento, la morte etc. Perché mai l’oro dovrebbe fare eccezione?Non siamo forse investitori ciclici?

  8. Ciao Gennaro,
    Non sò più cosa dire sul futuro dell’oro. Probabilmente scenderà ancora, come del resto
    tutte le altre commodities di questo periodo. Poi, come sempre succede, dopo una lunga
    discesa ci sarà una grande risalita, questo rientra nella logica di tutti i tempi.

    • Floriano l’oro e’ su una base di medio/lungo termine molto importante.
      Per me questa e’ una zona dove si stanno attuando grandi accumuli, in vista di una forte ripartenza per i prossimi anni.

      Continua a non perdere di vista il grande quadro che si sta disegnando intorno a noi senza farti condizionare dagli avvenimenti di breve.

  9. Leggendo l’articolo mi veniva in mente la possibilità , nel caso non si estragga più come prima , il valore dell’oro che non puo far altro che salire . A questo punto mi chiedo cosa farà la quotazione dell’oro dopo il beneagurato massimo di fine ciclo nei tempi successivi alla chiusura del ciclo stesso in quanto se ci sara il calo visto nell’articolo il prezzo dell’oro non puo che aumentare . Sbaglio? grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
La Svizzera vota per il rimpatrio del suo oro

Il 30 novembre di quest'anno gli elettori della Confederazione Elvetica saranno chiamati a votare, tramite referendum, l'eventuale decisione di rimpatriare...

Chiudi