Niente battute o stupido sarcasmo: stai per farti molto male

Qualche investitore si ostina a paragonare l’investimento in oro con quello azionario guardando solo agli ultimi 3 anni.

E’ come ostinarsi a guardare la pagliuzza e dimenticarsi che c’è anche una trave nell’occhio.

Da fine 1999 i mercati azionari hanno mangiato polvere rispetto all’investimento in oro, ma la pagliuzza in quel pagliaio da’ troppo fastididio…

Cosi’ fastidio che oggi in molti stanno vendendo oro.
Fai attenzione: se stai vendendo oro stai per farti molto male (ed ora ti spiego il perchè).

Con il mercato azionario ripreso con le orecchie circa un mese fa, e con il consueto rally di Natale alle porte, il divertimento su azionario e’ assicurato.

E cosi’ tutti a festeggiare la riuscita delle politiche monetarie di Draghi, Yellen e Company. Riparte la giostra.

I mercati finanziari sono il gioco dei ricchi, lo strumento con il quale la massa viene spogliata dal suo denaro.

Questo gioco e’ condotto da persone che conoscono in profondita’ i sentimenti e le emozioni degli investitori che compravendono in borsa.

NON hai possibilita’ di scampo… se non tieni a bada le tue emozioni.

Si fa fin troppo presto a perdere di vista il quadro della situazione.
Tanto che qualcuno (parlo di gente tosta) ritiene che il prezzo dell’oro e’ destinato a scendere intorno ai 700$, fino a raggiungere anche i 250$.

Deflazione profonda, dicono loro.
Ma come può essere possibile?

Se questo gioco dovesse finire per deflazione – se il marcio sistema economico attuale dovesse spurgarsi con un processo deflattivo – magari il prezzo dell’oro andra’ anche a 250$ dollari, ma per scendere in strada dovrai camminare sui cadaveri della gente.

I supermercati saranno distrutti e saccheggiati, la benzina non arrivera’ alle pompe, i camion non circoleranno piu’ per strada e i terzo mondo sara’ il mondo intero.

Lo Stato… cosa e’ lo Stato?
Gli Euro… che roba e’ l’Euro?
Le materie prime. Queste conterebbero.

Il terreno, un orto, una pistola, l’oro e l’argento per gli scambi, queste sono le cose che realmente conterebbero se questo sistema economico dovesse spurgarsi per processo deflattivo.

I mercati finanziari sono il gioco di chi ha i soldi ed il potere che conta.
E il meccanismo e’ sempre lo stesso: Azione >> Reazione. Problema >> Soluzione.

Credi davvero che non sarai TU a chiedere la massiva stampa di denaro che portera’ all’iperinflazione nei prossimi anni?

Il problema lo stanno creando. Si chiama deflazione.
Tutti ne parlano… tutti la vedono.

E quando questa deflazione diventera’ “piu’ cattiva”?
Cosa chiederanno le masse questa volta?

La realta’ e’ che per fare soldi sui mercati finanziari serve aprire gli occhi, riaccendere il cervello e reimpossessarsi di quel processo cognitivo che nel tempo si e’ assopito fino a trasformare tre quarti di mondo in vegetali.

Se qualcuno ci prende per i fondelli, ci sara’ anche un po’ di responsabilita’ nostra che glielo permettiamo di fare?

Azione >> Reazione. Problema >> Soluzione.
Qual’e’ il prossimo problema che i governi saranno chiamati (dalle stesse masse) a risolvere?

Nei prossimi anni l’oro andra’ molto piu’ su dei 1900$ oncia toccati nel Settembre del 2011.

E’ per questo motivo che se stai vendendo oro potrai farti molto male. Perchè il rimorso ti accompagnera’ per molto tempo.

Il Ciclo Generazionale sull’oro che è iniziato ad inizio secolo, non e’ concluso.

Non posso conoscere con certezza il futuro ma di una cosa sono certo. Ogni singolo dato analizzato in oltre 3 anni di ricerche in DeshMember continuano ad indicarmi che il rialzo di oro e argento non e’ terminato.

Le problematiche che hanno portato ai crolli dei mercati azionari nel 2000 e nel 2007 NON sono state risolte.

2014 – 2015 e 2016 sono 3 anni chiave.
Il 2014 sta per andare senza particolari sconvolgimenti.
2015 e 2016 sono vicini.
Il meglio per gli investitori in oro e’ qui vicino, da qualche parte avanti a noi.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

29 COMMENTI

  1. certamente concordo sulla necessità di fare chiarezza in questo difficile momento, siamo alle soglie di un disastro finanziario per tutti i motivi che ben conosciamo e quindi gli investimenti in beni solidi e tangibili sono gli unici che ci salveranno. IL G.

  2. Caro Gennaro, nonostante le politiche monetarie espansive di tutte le maggiori banche centrali, non c’è inflazione perchè la moneta creata non circola e non entra nel sistema dell’economia reale, finisce unicamente nelle casse delle banche e da qui sui mercati azionari……che continuano inevitabilmente a crescere.
    Le quotazioni di questi ultimi, tuttavia, prima o poi, dovranno fare i conti con la realtà di un’economia in stagnazione….che non giustificherà più i valori assunti dal mercato dell’ equity.

    Ti saluto cordialmente

    Lukas

    • Grazie per il tuo punto di vista Lukas.

      Abbiamo cancellato il link di rimando diretto al tuo sito perche’ questo permettiamo di inserirlo gia’ dietro il tuo nome, proprio come hai fatto tu adesso.

      Un abbraccio e alla prossima

  3. Grazie per questa tua dissertazione che aiuta davvero ad aprire gli occhi per distinguere tra valore \”virtuale\” e valore \”reale\”, sì, perchè quando il mondo finanziario imploderà per la sua economia virtuale dissennata e tesa all\’accumulo di ricchezza per pochi, le uniche cose che avranno valore \”vero\” saranno i beni \”materiali\”. Condivido che far arrivare l\’oro su quei prezzi sarà il sintomo concreto che nel mondo è in corso una rivoluzione cruenta causa l\’affamamento delle masse. Comunque un balzo dell\’oro dal minimo del 01Dicembre 1142.78 all\’odierno 1203.59 sembra presagire che i minimi siano stati fatti e che il Ciclo Naturale sia in risalita. Ciao

  4. Anch’io sono convinto che la risalita si avrà in maniera talmente rapida che la maggior parte degli investitori non farà più in tempo ad acquistarne se non in misura non considerevole, accontentandosi solo delle briciole che potrà permettersi di comprare.
    L’unica certezza che ho si chiama oro. L’unica luce che permette di rischiarire le ombre attuali è l’oro. Non m’importa che scenda il suo valore nominale, ben vengano gli Inferi!
    Meglio bruciare con esso, anzichè prender fuoco in un rogo di carta straccia appiccato dai banchieri scellerati. Ora vi lascio che devo andare a commissionare delle cornici per dei dipinti. In foglia oro, ovviamente…

  5. Francesco sono d’accordo con te.Il minimo e’ qui, da qualche parte vicino a noi.E quello di inizio Dicembre e’ da monitorare con attenzione.

  6. Che ti devo dire Gennaro,
    non fa una piega il tuo articolo.
    Credo anch’io che finirà purtroppo con l’iperinflazione, si fa sempre fatica ad accettare le perdite, meglio calciare il barattolo finchè dura.
    E come giustamente scrivi tu non credo sia tutta colpa dei direttori d’orchestra, anzi, credo sia soprattutto colpa nostra.
    E per avere meno colpa possibile resto affezionato ai colori giallo e grigio.
    Mi sembra una scelta saggia anche se tanti li considerano investimenti speculativi. Ma in un mondo al contrario è ovvio che sia così.
    Ciao mitico

    • Esatto: in un mondo al contrario…

      Grazie del tuo commento.

  7. “La libertà comporta responsabilità: ecco perché tutti ne hanno paura.” GEORGE BERNARD SHAW

  8. Per stimolare la discussione, per rompere un pò le scatole e… per tentare di provocare reazioni in Gennaro, che accuso amichevolmente di essere parco nella pubblicazione di articoli di suo pugno, spronandolo anche a centellinare meno i suoi interventi con commenti.

    Provo a fare lo sxxxxxx, di fianco all’avvocato del diavolo.
    E’ vero, il ciclo naturale dell’oro dovrebbe non essersi concluso. Infatti (vale per chi attende), siamo ancora in attesa dell’inizio della terza ed ultima fase del ciclo dell’oro (- Maloney docet -).

    Ok Gennaro, tu dici:
    Da fine 1999 i mercati azionari hanno mangiato polvere rispetto all’investimento in oro, ma la pagliuzza in quel pagliaio da troppo fastidio…

    Sottoscrivo in pieno ma, cui prodest? A che pro?
    Secondo il mio insignificante parere, disquisire su quale, fra azionario e preziosi, sia l’asset migliore, lascia il tempo che trova. Anzi, potrebbe echeggiare amplificato il tonfo di chi si tira una zappa sui piedi. Per quale motivo?

    Cioè, poniamo il caso che ci sia uno che ha tenuto in questi anni azioni e/o che ne detiene ancora perché, a torto o a ragione, crede, presume, è sicuro, valà, che la galoppata al rialzo dell’azionario non solo non sia conclusa ma anzi si attende trepidamente che arrivi a fare lo sprint finale.

    Poniamo possibile che abbia investito, nel frattempo, parte dei proventi della sua attività in borsa, con accumulo di oro e argento fisico, per detenerlo presso proprie disponibilità, in attesa di cavalcare, a galoppata ultimata, un altro cavallo, il cavallo migliore: ORO e ARGENTO appunto.
    Come si fa a dire a quel tipo che i mercati azionari hanno mangiato polvere rispetto all’investimento in oro, quando lui, mentre altri si aspettavano che il mercato azionario italiano dovesse scendere a 7000 punti, in realtà avrebbe, da lì a 4 anni, moltiplicato per tre i numeri di quelle previsioni nefaste?

    Come si fa a dire a quel tipo, che, sempre quattro anni fa ha iniziato ad accumulare oro e argento fisico, in prossimità dei massimi del millennio, e si è visto man mano, e ancor più ora, falcidiare le sue risorse immobilizzate in qualcosa che non ti da cedole nè dividendi?

    Insomma, se proprio dobbiamo dire chi ce l’abbia più lungo…non la vince l’oro, per ora.
    Per me questo è il punto: quanto durerà, ancora, questa seconda fase del ciclo dell’oro (peraltro anomala da svariati punti di vista)?

    Ora, tu dici:
    2014 – 2015 e 2016 sono 3 anni chiave.
    Il 2014 sta per andare senza particolari sconvolgimenti. 2015 e 2016 sono vicini.
    Il meglio per gli investitori in oro e’ qui vicino, da qualche parte avanti a noi.

    Io dico: Lo spero, dal profondo del cuore. Ma temo, fortemente, che il calcio al barattolo non sia stato dato talmente forte, e che altri più forti ne seguiranno.
    1200 la base da cui ripartire? Non so, non credo.

    Il 2014 DOVEVA, per una serie di circostanze ed alchimie strane, essere per l’oro, l’anno della riscossa. Doveva segnare la Rinascita, la Ripartenza, invece è stata la conferma che l’inversione del trend non è in atto. Ciò che doveva finire non è finito, il sistema che doveva morire sopravvive, la valuta che doveva fallire, non solo è sopravvissuta, è rinata.

    Di sconvolgimenti ce ne sono stati in questo anno che, mesto, se ne sta per andare, eccome. Tutto sembra essere orientato nella direzione di un cambiamento profondo, estremo, di reset, ma…QUANDO? Un anno se ne è andato e un anno nuovo arriverà, il quinto di una serie che si sta allungando troppo…

    Il terreno, un orto, una pistola, l’oro e l’argento per gli scambi, queste sono le cose che realmente conterebbero se questo sistema economico dovesse spurgarsi per processo deflattivo.

    Ce l’ho, ce l’ho, mi manca ma ho il fucile, ce l’ho ce l’ho.
    Permettimi, non sono d’accordo, per niente. Cambia processo deflattivo in processo iperinflattivo e lo sarò pienamente.

    • Donato, tu non dovresti scrivere commenti cosi’ lunghi.
      Piuttosto dovresti tornare a scrivere articoli qui con noi.
      In un commento il valore che aggiungi alla discussone e’ sprecato.

      Detto questo, il tuo ragionamento non farebbe una piega SE…

      se qui su DeshGold NON ragionassimo in termini di Ciclo Naturale
      (11 –> 20 anni di Mega Trend)

      Il tuo ragionamento parte da un investitore che ha comprato azioni a Marzo 2009.
      Il mio parte da un signore che ha comprato azioni da fine 1999.

      DeshGold segue i Cicli Naturali.
      I Cicli Naturali sono Mega Trend storici che vivono ANCHE di grosse fasi ribassiste.

      Se avessi comprato azioni nel 1999, il rialzo in atto dal Marzo 2009 ti assicuro che non ti sembrerebbe piu’ cosi’ forte.

      Se avessi comprato oro dal 1999, il ribasso in atto dal 2011 ti avrebbe fatto il solletico.

      E’ possibile ottimizzare i tuoi investimenti seguendo Cicli piu’ piccoli?
      Certo che puoi farlo.

      Ma se cosi’ stanno le cose ti dico: perche’ non seguire i cicli giornalieri?
      Perche’ non comprare e vendere ogni giorno azioni e oro in borsa?

      A chi piace essere tutti i giorni davanti al monitor?
      A chi piace guardare il colore rosso e verde che si muove come un flipper impazzito?
      Fatevi avanti signori. Qui nessuno vi punta la pistola alla tempia.
      Ognuno faccia il suo gioco.

      Io a questo gioco non ci sto.
      Ho scelto di vivere una vita fuori dal monitor.
      Ho scelto di utilizzare i mercati finanziari come arma in piu’ (non come arma unica).

      Qui su DeshGold condividiamo una strategia di investimento differente.
      Una strategia basata su Cicli di lungo termine (parlo sempre di 11 –> 20 anni).

      Questo stesso ciclo, nella sua precedente spinta su oro (1971 –> 1980) ha fatto registrare il +2.200%. NO Donato, non credo siano noccioline se confrontato con il rendimento che le azioni hanno fatto dal 2009.

      Questo stesso ciclo, nella sua precedente spinta su azionario (1980 –> 1999) ha fatto registrare sul mercato americano circa il +1.000% (senza contare i dividendi).
      Anche qui ci sono stati forti ribassi (vedi panico 1987) eppure alla fine della fiera chi ha seguito imperterrito quel ciclo si è portato a casa salute e denaro.

      Con il Ciclo Naturale compri una volta e te ne dimentichi.
      Puoi anche fare diversi accumuli nel tempo, se lo desideri.

      Ma tutto il resto della tua vita puoi passarlo con i tuoi cari, al mare, in montagna o dove meglio credi.

      Pensi forse che la gran parte del mio tempo io la passi qui davanti al monitor?

      Il tuo punto di vista e’ piu’ che rispettabile.
      Semplicemente non e’ in sintonia con la strategia condivisa su questo sito.

      Se entro il 2020 l’oro non avra’ avuto l’impennata finale del Ciclo Naturale in atto, allora saro’ pronto ad ammettere di non aver capito niente di cio’ che stava succedendo.

      Fino ad allora (io e i clienti che ci seguono in DeshMember Advanced) continuiamo a proteggere il nostro investimento di lungo termine sull’oro mediante la creazione di vere e proprie “assicurazioni”.

      Cosi’, mentre negli ultimi 3 anni molti investitori hanno perso il 30% sul loro investimento in oro, a noi le assicurazioni che abbiamo creato ci hanno pagato indietro il 30% piu’ un ulteriore 10% per il disturbo.

      Ah, per implementare queste assicurazioni finanziarie abbiamo dedicato circa 2 ore al mese, per 24 mesi consecutivi.

      Questo fine settimana sono in montagna.
      Il mio oro fisico non l’ho mai venduto. Anzi, continuo ad accumularne.
      In questi 3 anni le assicurazioni finanziarie mi hanno ripagato (in denaro sul conto) i punti percentuali che l’oro ha perso dal 2011.

      DeshGold continua a crescere e questo messaggio prima o dopo fara’ breccia nella mente di ogni investitore intelligente.

      Un abbraccio.

  9. Gennaro, io non discuto le forme di protezione dell’investimento di lungo termine sull’oro mediante la creazione di vere e proprie “assicurazioni.
    Bene fate e ben vengano se sono strutturate in modo tale da proteggervi dalle perdite e da rendere pure il 10-15 per cento annuo.

    Io sono un tipo all’antica, non entro nel merito di ciò che non conosco, non posso farlo, non ne ho le capacità, né le competenze. Tu dici che da un rientro? Io ti credo, perché conosco la passione e le energie che metti nelle cose che fai.

    Detto questo apprendo adesso che la forbice temporale che abbraccia il ciclo si è allargata (11-20 anni di Mega Trend); da come avevo capito la durata media del ciclo naturale doveva essere circa 11-13 anni, per terminare in linea di massima ai giorni nostri, biennio 2013-14.

    Ci siamo detti, ok, spostiamo l’asticella al 2016, qualcosa dovrà pur succedere. Ora mi dici che “Se entro il 2020 l’oro non avra’ avuto l’impennata finale del Ciclo Naturale in atto, allora saro’ pronto ad ammettere di non aver capito niente di cio’ che stava succedendo”.

    Ma questo cambia interamente la prospettiva. Il 2020 non è a un tiro di schioppo. Fino ad allora quanta acqua scorrerà sotto i ponti?

    Concordo in pieno che all’interno di un grande ciclo ci possano stare grosse fasi ribassiste, tipo quella che colpì l’oro a metà anni settanta ma, il problema è che l’attuale fase ribassista è troppo anomala, perché uno possa smettere di pensare al peggio.
    Infine se allunghiamo il tiro al 2020, beh, allora ok. Se ne può riparlare.

    Tuttavia a quel punto si può dire tutto e tutto il contrario: paradossalmente ad es., le azioni comperate nel 2009 potrebbero terminare il loro grande ciclo naturale nel 2020. Ad oggi come si fa a dire che non sarà così?

    A mio avviso il punto è un altro: questo doveva essere il periodo del ciclo naturale dell’oro, non di altro.
    La strategia è quella, correggimi se sbaglio, di saltare dall’asset che ha raggiunto il massimo, ad un altro che dal minimo non può che crescere e risollevarsi, il tutto seguendo il corso dei cicli naturali. Massimo sforzo, minimo rendimento. In teoria.

    Perché in pratica è successo che, ad un certo punto, chi si è trovato a fare il salto da un asset all’altro senza rispettare la tempistica assegnata dal ciclo naturale, ne ha giovato, e mica poco. Senza contare che ha potuto tranquillamente rientrare in carreggiata quando lo ha voluto.

    Da qui il mio dubbio che il ciclo possa essersi concluso nel 2011 (circa 11 anni nel complesso). E se nel 2020 l’oro raggiungerà nuovi massimi, ciò non vorrà per forza significare finalmente la chiusura del ciclo; potrebbe anche più semplicemente essere che una nuova onda rialzista sia in corso, all’interno di un ciclo iniziato, pensa un po’, proprio nel 2011.
    Semplicemente staremmo attraversando la fase intermedia che potrebbe portarci, data la mancata spinta per uscire dal pantano di questi anni, in una zona ancora molto più umida e buia.
    Ovviamente non è quella la mia speranza, dal momento che tu sai quanto io tenga in considerazione l’oro, e ancora di più se possibile, l’argento fisico.

    Ma resto dell’idea che l’anno che mi son dato di tempo sarà quello cruciale. Entro il 2015 o la va o la spacca.

    PS: giusto per la cronaca: non ho mai acquistato azioni.
    Un abbraccio anche te

    • No Donato, non ti permetto di dire bugie e mettermi parole in bocca che non ho mai detto.

      I Cicli Naturali non li ho inventati io. Sono nei mercati da secoli.
      Pertanto la loro durata media e’ pura statistica.

      Se impari a riconoscere e calcolare i Cicli Naturali interni ai mercati (la DeshMember puo’ aiutarti in questo) scopri che negli ultimi 120 anni questi Cicli hanno spinto da un minimo di 11 anni ad un massimo di 20 anni.

      Questi sono i numeri che detta il mercato.
      Il che non significa che non possano cambiare in futuro, ma io non ho mai detto che il Ciclo Naturale dura 11 anni (semmai 11 anni e’ la durata MINIMA).

      Pertanto sei tu che stai spostando l’asticella.

      Ci sono una serie di motivi che mi portano a ritenere che il Ciclo Naturale su oro e argento non si sia concluso nel 2011.
      Abbiamo preso atto che invece per te il Ciclo Naturale si e’ concluso.

      Questo Ciclo e’ iniziato a fine 1999.
      Se dovesse avere una durata pari alla massima ampiezza dei precedenti Cicli Naturali abbiamo tempo fino a fine 2019 – inizio 2020.

      Esatto: c’e’ ancora tempo – ma sopratutto ci sono ancora tutte le credenziali – perche’ oro e argento vivano una storica esplosione di prezzo da qui ai prossimi anni.

      • e considerando che la fase finale di qualsiasi ciclo è tendenzialmente ribassista mentre quella iniziale è rialzista,
        sarebbe opportuno che il suddetto ciclo naturale iniziato nel 1999 non sfruttasse tutti i 20 anni statistici a sua disposizione fino al 2019,
        2014 (max 2015) sono ottimi e abbondanti per chiuderla lì.

        • Filomeno l’arco temporale che ho descritto (11-20 anni) si riferisce esclusivamente alla parte rialzista del Ciclo.

  10. \”Lo scrivo sin da quando e’ iniziata la fase di ribasso su oro del 2011.L’oro andra’ molto piu’ su dei 1900$ oncia toccati nel Settembre del 2011.\”Tre anni sono gia\’ passati Gennaro, e mi sembra che siano passati invano: siamo ancora in fase di ribasso.\”Il Ciclo Naturale iniziato a fine 1999 non e’ concluso.\”\”I Cicli Naturali sono Mega Trend storici che vivono ANCHE di grosse fasi ribassiste.\”Su queste due affermazioni sono pienamente d\’accordo, ma ti chiederei: che cosa ti fa\’ escludere che quel ciclo sia avviato alla conclusione proprio con questa fase ribassista?Daltronde mi sembra che il concetto di \”correzione\” sia unanimemente riconosciuto da chi si occupa di investimenti, e se consideriamo le quotazioni dell\’oro dal 1999 al 2011 ( oppure al 2012 se ci riferiamo all\’€) il \”crollo\” successivo non appare altro che, appunto, come una semplice correzione; non e\’ cosi\’ che ogni ciclo, di qualsiasi grado, si conclude? E\’ in questo senso che io non lo considero concluso.Comunque, se non ricordo male, in un commento tu stesso ti rammaricasti di \” non aver colto i frutti \”, e per evitare che cio\’ accada di nuovo non credo sia male ogni tanto vendere, in guadagno naturalmente, per poi ricomprare a prezzi migliori. E credo che per far questo non sia necessario incollarsi al monitor; cinque minuti al giorno sono sufficienti.E se proprio non ci vuoi per troppo tempo davanti al pc, proibiscici di leggerti e di seguire il tuo Blog (!!).Cari saluti, Alfredo

  11. Ciao Gennaro, sono anita una nuova registrata alla tua deshgold come forse saprai.
    Innanzi tutto voglio dirti che ti ammiro molto perchè in tutti questi anni non hai mai mollato di un millimetro la presa e non hai mai avuto un momento di cedimento in merito al prossimo rialzo dell’oro ma un dubbio mi è venuto ed è il seguente: Supponiamo solo per un attimo che il ciclo naturale sia terminato nell’ormai lontano 2011. Troverai nel profondo del tuo cuore l’onestà di comunicare ai tuoi numerosi lettori (e io sono fra questi) di esserti sbagliato o continuerai a scrivere che la partenza della seconda fase del ciclo è solo posticipata di un altro anno o forse due? Devi capire che alla lunga alla lettrice poco avvezza in materia come la sottoscritta il dubbio viene. Grazie ciao a presto.

    • Continua a leggere DeshGold e lo scoprirai.

  12. Quoto in toto, situazione notevolmente deteriorata rispetto al 2011, in aggiunta ci metterei anche il rischio di una bella guerra.
    Perciò chi sa di mercati accumula sui cedimenti aspettando il giorno del giudizio, da bravo esattore paziente.
    Saluti a tutti

  13. Generalmente quando si diffonde il panico vuol dire che ci siamo quasi al raggiungimento del minimo, anche se credo che scenderà ancora (certo personalmente non è cosa che mi dispiaccia, anzi che attendo, nonostante le mie attuali presunte perdite non compensate da alcuna assicurazione).Devo dire che Mattocci un anno fa ha avuto ragione, nel senso che sarebbe stata un’annata non di successo per l’oro, anzi!Complimenti alla sua previsione.
    Buona attesa a tutti.

  14. Ciao a tutti,
    mi fa enorme piacere che i piu’ vedano finito il ciclo del Gold, che siamo oramai entrati in una fase di costante ed inesorbile calo delle quotazioni. Perchè? … coloro i quali la pensano cosi’ sono in maggioranza, e io lo prendo come campione su piu’ larga scala che fa parte di quel 90% di massa che alla fine dei conti sarà perdente…Il gioco stà funzionando, avete perso le speranze ed è proprio quello che vogliono i grandi speculatori/investitori/manipolatori. Vi state arrendendo proprio nel momento sbagliato.
    Statisticamente vince nel mercato solo un 10% degli investitori, e voi non sarete tra quelli se non ci credete ORA.
    Bravo Gennaro a non cedere dalle tue convinzioni,

    …a volte la psicologia di massa vale piu’ di mille grafici…

  15. antonio, non esiste una fase di costante ed inesorabile calo delle quotazioni; se si verifica, e’ solo momentanea. Il bel tempo in meteorologia e’ definito “intervallo” ( tra una perturbazione e l’altra). I mercati fluttuano, si muovono su un arco di 180 gradi da ovest verso est, e sono incostanti come il vento, che si diletta con i geli del settentrione per poi girare a mezzogiorno. E quando il vento soffia, l’erba si piega.
    Il problema e’ riuscire a rimanere costantemente sintonizzati, sincronizzati con i movimenti che il mercato ci impone. Inutile opporre resistenza.

  16. Mah,forse non mi hai capito o mi sono espresso male,ma sembra che la pensiamo allo stesso modo…Ciao 😉

  17. Mi sembra che nessuno abbia accennato al fatto che dal 2011 il prezzo dell’oro è stato manipolato in negativo (per farlo scendere). E’ un fatto appurato. La versione più accreditata e perfettamente logica è “si è indebolito l’oro per rafforzare, o perlomeno impedire un’ulteriore svalutazione del dollaro”. Giusto, ma probabilmente, lo si è fatto anche scendere per poterlo acquistare a un prezzo migliore.

    Il problema, in realtà, per l’oro (come per le azioni) è “quando” venderlo. I talebani dell’oro (sottoscritto in testa) hanno una certa tendenza a non vendere mai. Vuoi perché l’oro fisico non si può vendere con un click del mouse, vuoi perché si spera sempre che possa crescere ancora (in fase di salita) o che possa arrestare la discesa e riprendere a salire (in fase di ribasso).

    Quello che l’ottimo e utilissimo Deshgold non ha ancora spiegato è “come sapere quando è il momento di vendere”. Spiega molto bene “come” vendere (dalle pezzature più piccole alle più grandi), ma non quando.

    Supponiamo che l’oro torni a 2000 dollari l’oncia e poi a 3000 e successivamente anche a 5000 (plausibile, non certo, ma plausibile), dopodiché torni a scendere (fino a quanto? 2000, 1300, 600?). In base a cosa regolarsi per poterlo vendere almeno a una media di 4200-4500? Fare vendite frazionate: 20%a 2500 + 20%a 3000 e così di seguito?

  18. Certamente stanno scoraggiando gli investitori che hanno messo la maggior parte del capitale in oro fisico, a svendere . Ecco spero che non facciate il loro gioco , perche’ e’ proprio questo che vogliono.SPERO CHE CAPIATE COME FUNZIONA E COME E’ SEMPRE FUNZIONATO SIN DAI TEMPI PASSATI , QUINDI NON CADETE NELLA TRAPPOLA DI VENDERE , SE POTETE ACCUMULATE ORO FISICO E AQRGENTO CON INTELLIGENZA. walter

  19. Ottime osservazioni Alfio.

    Per capire quando sara’ il momento di vendere ci affidiamo ai numeri, studi storico/statistici che ci permetteranno di capire con grande approssimazione quando l’oro sara’ entrato in fase di sopravvalutazione (e pertanto sara’ da vendere).

    Anche questo e’ cio’ che insegniamo nell’unica scuola che esista in Italia sui Cicli Naturali: la DeshMember.

    • e sempre in ottica di cicli naturali, quello inverso potrebbe esserci eventualmente d’ aiuto per il calcolo del top.

  20. Gentilissimo Gennaro,
    sono anni ormai che leggo i tuoi commenti su deshgold convincendomi ogni volta che tu abbia ragione e sia la volta buona e che l’oro torni a salire.

    Comprai in Giugno 2011 5.000 euro in oro presso bullionvault, a circa 34 euro, seguiti con altri 3.000 ad Agosto 2011 a circa 41 euro.
    Vendetti tutto ai primi di settembre contento di aver guadagnato circa 1.000 euro, ma l’ingordigia e le notizie che l’oro avrebbe rotto la soglia dei 2.000 dollari l’oncia reinvestii tutto dopo pochi giorni
    Nel gennaio 2013 leggendo che l’oro sarebbe tornato a salire comprai altri 4.000 euro a circa 40 euro.

    Ad oggi mi ritrovo ad avere 284 gr di oro per un valore di 9.000 euro e 1.000 euro fermi sul loro conto, mai utilizzati per acquistare altro oro.

    Quindi in questo momento sono in perdita netta di 2000 euro.

    Ma mentre siamo in attesa che il mega ciclo naturale torni a salire, intorno a Maggio di quest’anno avrò il rogito per l’acquisto della casa e tutto quest’oro dovrà purtroppo tornare ad essere denaro contante.

    Fino ad oggi ho letto un sacco di articoli dove racconti la catastrofe dei mercati finanziari, del prossimo fallimento di chi ancora crede in essi, e di un incredibile trend rialzista dell’oro che ancora sto aspettando.

    Ho ancora 5 mesi per poter dire che ho avuto ragione nel credere alle tue previsioni, poi la ragione dovrò darla a qualcuno che mi ha sempre detto:
    Pochi, subito e maledetti.

    2.000 euro non sono molti al giorno d’oggi, ma se li paragoniamo gli 11.000 investiti, direi che ci ho perso un bel 20% nel giro di 3 anni.

    2.000 euro che per recuperarli con qualche formula più sicura se dopo maggio avessi ancora 11.000 euro da investire, impiegherei circa 7 anni.

    Cordialmente
    Mauro

    • Mauro c’e’ una sola cosa di cui mi dispiaccio molto: di non essere riuscito a trasmetterti quanto fosse importante impiegare una parte di capitale che potevi permetterti di tenere ferma anche per diversi anni.

      La storia ci dice che un Ciclo Naturale puo’ spingere in fase rialzista da 11 a 20 anni.
      Noi oggi siamo nel 14° anno del Ciclo. Ritengo che non sia ancora concluso e che 2015 e 2016 sapranno darci molte risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Olanda e Germania hanno un piano “B” in caso di Eurodisastro! I dettagli segreti del “Piano Florijn”

Le richieste di rimpatrio delle proprie riserve auree, da parte dell'Olanda e della Germania, oltre a costituire un atto di...

Chiudi