Momenti di follia…

ATTENZIONE: questo testo e’ stato buttato giu’ in un momento di forte fragilita’ mentale. Un orario di tarda notte, due bicchieri di Montepulciano e questa fantastica canzone nelle orecchie sono riusciti a farmi pubblicare questa roba… 

 

CLICCA QUI

Perche’? Da mesi me lo chiedo.

Perche’ l’Italia non e’ stata in grado di farsi valere nelle stanze del potere? Perche’ hanno deciso di far sprofondare questo paese? Ma sopratutto, fino a dove hanno intenzione di arrivare? Quando si scrivera’ la parola fine? Purtroppo la strada sembra ancora lunga e tortuosa.

I prossimi mesi continueranno ad essere molto difficili per il nostro paese. Probabilmente tra i piu’ difficili degli ultimi 50 anni.

Scrivere un articolo diventa ogni volta piu’ difficile. Le informazioni da dare sono sempre negative. Poche schiarite all’orizzonte. Forse e’ per questo che negli ultimi 2 mesi queste dita sono diventate cosi’ pesanti, e davanti a questa tastiera si rifiutano di lasciarsi andare. Vorrei comunicare a tutti voi tante belle notizie, ma sarei falso anzitutto con me stesso.

Le realta’ e’ che oggi le notizie belle ce le dobbiamo creare ed inventare nel nostro piccolo. Ognuno di noi deve sforzarsi di creare qualcosa di bello per se stesso e per gli altri. Dobbiamo prenderci la felicita’. Dobbiamo combatterci la felicita’. Strapparla ai tempi duri che ci aspettano.

Il trend sull’Italia e’ chiaro. Talmente netto che non lascia adito a dubbi. Spesso quando si scrive di finanza e di mercati si fa molta attenzione a dare dei concetti per assoluti. Tutti i tecnici del settore sanno che quando si parla di mercati il condizionale e’ d’obbligo. Eppure oggi non c’e’ cosa piu’ certa del declino Italiano e delle difficolta’ che questo paese affrontera’ nei prossimi mesi. Solo qualcosa di molto vicino ad un miracolo potra’ cambiare le sorti.

Il mercato azionario Italiano rompera’ i minimi di Marzo 2009. Le rivolte sociali si accentueranno. Chi insieme all’accumulo di Oro e Argento riuscira’ a mettere in saccoccia anche un bel terreno da poter coltivare, magari andando a vivere in un paesino lontano dalla citta’, potra’ affrontare con maggiore serenita’  l’evolversi degli eventi.

Ecco, lo sapevo. Questa sera lascio correre un po’ di piu’ queste dita sulla tastiera. Lo so che molti leggendo avrebbero preferito che mi fossi risparmiato il tempo di scrivere queste righe. In realta’ non so se alla fine pubblichero’ questo articolo, o se lo cancellero’ come mi e’ capitato di fare spesso in queste settimane. Del resto a cosa posso servirti se tutto cio’ che riesco a dirti oggi e’ che davanti vedo solo casini?

La sai la verita’? Non vedo l’ora di smetterla di parlare di questo cavolo di Oro. Non vedo l’ora che la si finisca con il rialzo dei metalli preziosi perche’ quando succedera’, con ogni probabilita’ vorra’ dire che saremo usciti da queste difficolta’ e tutto si sara’ stabilizzato. Vedi, i metalli preziosi sono delle vere forze della Natura perche’ sono in grado di smascherare le cavolate fatte dai leader di questo mondo.

Certe volte sembrano avere un’anima. Non e’ il mercato a muovere i loro prezzi. Oro e Argento hanno un’anima vera e propria. Loro non terminano il loro impulso rialzista fino a quando i nostri leader non la smettono di violentare le nostre economie. E’ accaduto in secoli di storia. Perche’ dovrei pensare che non accadra’ ancora una volta?

La storia non ci lascia dubbi. Tutte le valute di questo mondo non hanno mai resistito alla corrosione del tempo. Il tempo corrode le valute. Se le mangia completamente. E’ quel che sta succedendo al dollaro statunitense (e a tante altre valute).

La conseguenza irreversibile di tutto cio’ e’ che siamo diretti verso uno shock di prezzo su Argento e Oro. Uno shock di prezzo e’ un movimento fortissimo fatto registrare in pochi minuti. Un movimento verticale con un grafico che punta diretto verso la Luna.

Come ti dicevo, sono poche le certezze che un investitore puo’ avere sui mercati finanziari. I tecnici dicono che non esistono certezze sui mercati. Non mi permettero’ mai di vendere certezze sui mercati. Sarei falso prima con me stesso.

Di seguito tutto cio’ che al momento piu’ si avvicina al termine “certezza”, ma opportunamente modificato per incorporare quella aleatorieta’ che il futuro ha incluso nel suo Dna:

Oro e Argento “probabilmente” voleranno di prezzo nei prossimi anni. Il Dollaro Statunitense “con ogni probabilita’” fara’ una brutta fine. L’Italia ” e’ statisticamente fregata”.

Ok, per me si e’ fatta ora. Sono le 01.28 e  “con ogni probabilita’” me ne vado a letto…. Ehm.. pensandoci bene attualmente non esiste niente piu’ certo di questo!

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E’ mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell’approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

19 COMMENTI

  1. Nonostante i due bicchieri di Montepulciano e la tarda orda notturna, mi pare che hai centrato in pieno l’obiettivo con questo articolo, o come direbbero negli USA sei andato “right on target”. L’Italia è in lento ma irreversibile declino industriale: dal 1992 a oggi, 2012, la nostra industria manifatturiera (cioè l’industria trainante di ogni paese che voglia ancora chiamarsi “potenza”) è in declino sia come fatturato, occupazione, capacità di stare sui mercati globalizzati ecc. Purtroppo l’Euro non ci ha aiutati come molti ci avevano promesso: è stata una moneta “troppo forte” per la nostra economia che è sempre stata carente di capitali e che ha sempre vissuto di svalutazioni competitive (non che queste ultime siano un fatto positivo, ma la nostra economia è così strutturara, a differenza di quella tedesca ad alta produttiva e ad alta tecnologia). Ma non solo l’Italia è in decadenza industriale, infrastrutturale, etica, morale, demografica ma tutto l’Occidente.
    L’Europa in particolare. Ci siamo affidati a una Banca Centrale non ha il mandato di rilanciare la produttivià mediante acquisto di titoli di stato vincolati a investimenti di lungo periodo e questo è devastante per l’attuale situazione. L’unica cosa che è in grado di fare è prestare soldi a un sistema finanziario fallito e decotto per tirare a campare ancora qualche mese. La disoccupazione sta aumentando, l’instabilità finanziaria è il motivo dominante dei telegiornali ecc. Personalmente ritengo che dopo le elezioni in Grecia del 6 maggio tutta l’Eurozona potrebbe andare incontro a un trimestre successivo veramente drammatico: se in Grecia i risultati elettorali certificheranno l’impossibilità di formare qualsivoglia governo, la situazione potrebbe diventare assai critica per l’Euro, per il sistema finanziario (fallito e decotto, pensate che tutte le maggiori banche europee sono in leva finanziaria a 30 contro 1 di patrimonio, per alcuni istituti troppo grandi per fallire si parla di leva 62 o 63 contro una patrimonializzazione di 1(cioè sono esposti finanziariamente per oltre 60 volte il loro patrimonio!!!). Non voglio fare allarmismo, ma queste sono tutte notizie che potete verificare sui più famosi siti internet finanziari mondiali. Se avete risparmi investiteli nell’oro, il redde rationem per il sistema finanziario è appena iniziato e mi aspetto una nuovo evento Lehman Brothers qui in Europa, moltiplicato per dieci volte…………

  2. La follia non è necessariamente un crollo (breakdown); essa può essere anche una apertura (breakthrough)… (Ronald Laing)

  3. Gennaro,
    purtroppo non posso fare altro che condividere quello che scrivi. Anch’io quando penso a quello che ci aspetta rabbrividisco. Se penso ai problemi che molti di noi italiani (e altri paesi in generale) stanno affrontando già adesso per via della disoccupazione… Sono nell’ordine delle idee che è reale la possibilità che anche io, fortunato fino ad ora è il caso di dire, possa trovarmi domani senza lavoro.
    Mi è appena arrivata una email che non mi ha fatto piacere leggere che fa un punto sulla situazione globale:
    http://theeconomiccollapseblog.com/archives/22-red-flags-that-indicate-that-very-serious-doom-is-coming-for-global-financial-markets
    E’ ormai chiaro a tutti che siamo diretti verso un grande collasso dell’economia.
    D’altro canto i momenti difficili ci sono sempre stati nella storia dell’umanità. Vedo questo periodo come una fase di passaggio. Molto dura ma che comunque, come è sempre stato, dovrà passare.
    Come hai detto in un web seminar della deshmember, noi che seguiamo i cicli naturali siamo dalla parte di chi si ritroverà nella migliore posizioni. E quando la grande crisi sarà veramente finita, quello sarà il momento delle grandi opportunità che andremo a cogliere. L’importante è rimanere istruiti. L’istruzione è la chiave per sopravvivere.
    Salute!

  4. Carissimo Gennaro, non è follia, ma lucidità. Non si possono nutrire speranze, non è ciò che ci stanno facendo il
    problema ,ma il fatto che la gente lascia fare senza nessuna consapevolezza e quindi da soli si stanno mettendo in trappola. Grazie per il tuo lavoro che spesso divulgo, ma prepariamoci al si salvi chi può e , se avremo cercato di aprire gli occhi a qualcuno, almeno avremo la coscienza tranquilla.
    Ti chiedo un parere a proposito della possibilità che l’ oro possa essere sequestrato in futuro, come in passato è più volte avvenuto. Se non ti dispiace è un argomento che va per forza considerato. Fa parte del prepararsi al peggio.
    Con stima
    Annalisa

    • Ciao Annalisa.
      Per quel che riguarda un’eventuale “nazionalizzazione” dell’Oro, al momento non ci e’ dato sapere se e come potrebbero attuare una cosa del genere.

      L’unico dato che abbiamo a disposizione e sul quale possiamo basarci, e’ un dato relativo alla nazionalizzazione dell’Oro fatta negli anni 1930′ in America. Si stima che circa il 20% dell’oro torno’ alla Fed.

      Che fine fece il restante 80%? Non lo so, ma sembra che non fu restituito…

  5. Articolo di una onestà intellettuale fuori dal comune.
    Mi ha fatto veramente bene leggerlo! Anche se è stato un pò triste farlo, credo che tutti dovrebbero capire com’è la situazione e in quale direzione andando.
    Alla gente, purtroppo, sembra non importare, sembra che viva in una sorta di bolla che non consente di capire la situazione drammatica che si presenta.
    Siamo distratti da mille cose oppure ci fanno distrarre per non prendere coscienza delle cose.
    In rete mi capita di leggere un milione di articoli che parlano della crisi e della situazione reale del paese e del mondo, e, a volte, mi imbatto in pensieri che dire folli o complottisti è poco.
    Ma a mente fredda, ripercorrendo le fasi della crisi da come è nata e si evoluta, io stesso mi faccio mille domande… Credo che noi comuni cittadini, siamo l’ultimo ingranaggio di un motore economico più ampio e totale e a decidere le sorti del mondo non siamo certo noi..

  6. Da tutto questo una cosa desidererei fortemente: spero che la gente farà tesoro di tutto quello che dovrà (purtroppo) patire, e dei problemi che dovrà affrontare.
    Spero che le persone nei prossimi anni abbiano il coraggio di rimettere in discussione completamente questa economia deleteria e rivalutasse seriamente un nuovo modo di stare al mondo.
    Perchè penso che c’è ne sia davvero bisogno; perchè non credo di esagerare dicendo che quella che stiamo attraversando, non è solo una crisi economica, ma anche e soprattutto ambientale, energetica e demografica!
    Non possiamo più nasconderci dietro un dito, il sistema con cui abbiamo vissuto fin’ ora è sbagliato, e più andiamo avanti più i fatti c’è lo dimostreranno.
    Quindi, come dici tu Gennaro giustamente, cerchiamo di reagire positivamente a tutto ciò, ma è essenziale secondo me anche capire che bisogna andare oltre agli errori commessi e cambiare.
    Un saluto a tutti

  7. ciao ho letto il tuo articolo….simpatico..tranquillo.. non sono un problema i due bicchieri di Montepulciano….anzi mi è piaciuta la sincerità di quello che hai scritto!!!
    Guarda io sono esattamente in Germania (nord rhein westfalen-dusseldorf) per trovarmi un lavoretto da lavapiatti presso una trattoria…è davvero dura…qua vogliono cuochi e pizzaioli…parlando di crisi: e’ arrivata anche qui….poi dipende dal settore…i disoccupati si aggirano sui 3 milioni (detto da un piastrellista tedesco)
    cosa posso dirti dell’italia? l’italia è messa moltooooo maleeee….per tanti motivi: PROBLEMI SOCIALI ENORMI, POCA TESTA, DISONESTA’, IGNORANZA CRONICA E TANTO ALTRE BELLE COSETTE!
    Parlando a livello mondiale: Siamo tutti messi male…piu’ o meno colpa di un sistema capitalistico schifoso…portato davvero all’estremo sicuramente non dal sottoscritto (visto che ho perso il lavoro, grazie a quelle merde dei banchieri!)
    A me fanno ridere le persone quando sostengono che la colpa di questo macello è anche delle singole persone come me o altri…..IO NN HO COLPE, io ero un’operaio metalmeccanico da 1040 euro al mese….NON SONO STATO IO A FARE I GIOCHI SPORCHI NELLE BORSE MONDIALI O NELLE BANCHE…PENSA CHE DOVREBBE ESSERE QUALCUN’ALTRO A RISPONDERE DI QUESTA MERDA…O SBAGLIO?
    IL DOLLARO SPARIRA’? O VOGLIAMO DIRE CHE LO FARANNO SPARIRE….DICIAMOLA COSI’…..PER FAR POSTO ALLA MONETA UNICA: L’AMERO….unione monetaria di CANADA,USA,MESSICO….dico bugie?
    CMQ STATE TRANQUILLI….FULL MONTI VI PORTERA’ FUORI DALLA CRISI….AUMENTANDOVI LE TASSE E LE SPESE…AHAHAHAHHAAHHAAHAHAHAHAHAHAHHAAH
    CIAO GENNARO..STAMMI BENE

  8. Il primo amico che commenta ricorda che è dal 1992 che la nostra industria è in declino. Sacrosanto, proprio l’anno del Britannia, dove i traditori del calibro di Draghi, Monti e altri hanno svenduto l’Italia allo straniero. Per rispondere invece alle domande che l’autore si pone all’inizio dell’articolo diro’ che bisogna leggersi il trattato di pace del 1947 dopo avere intuito le clausole (ancora) segrete dell’armistizio di Cassibile dell’8 settembre 1943, il cosiddetto armistizio lungo, mai pubblicato. Solo cosi’, conoscendo il passato, possiamo capire il presente e magari il futuro. Caro dr. Porcelli, siamo carne da macello per gli anglosassoni, che ci hanno sempre disprezzato e continuano a farlo. Non posso in questa sede dire di piu’ ma consiglioa tutti caldamente di leggere il libro di G. Fasanella “il golpe inglese” basato completamente su documenti resi pubblici. Non vi nascondo quali sentimenti albergavano nella mia mente quando sono arrivato alla fine del libro. Saluti a tutti.

  9. Ragazzi cosa dire…
    Qualcuno pensera’ che queste mie parole siano solo retorica o eccesso di “lecchinismo” ma i vostri commenti sono di una caratura tale da rendermi immensamente felice di esser riuscito a mettere insieme le vostre menti pensanti.

    Ogni vostro commento e’ intriso di spunti di riflessione eccezionali, e in ogni condivisione c’e’ un mondo di cose da imparare.

    Grazie di cuore a tutti.

  10. Carissimo Gennaro ti seguo da mesi con la massima attenzione e ti ritengo una persona di alta credibilita’.vorrei per la prima volta esprimere la mia opinione,modesta tralaltro e sviluppata dopo mesi di letture in rete.Trovo il tuo libero sfogo toccante ma vero,realistico,rispecchia un quadro scoraggiante della realta’ economica mondiale e soprattutto della cara vecchia Europa.Ma allo stesso tempo mi incoraggia a proseguire la mia strada nell’investire in oro,piccoli e costanti incrementi nel tempo,trasformando incassi da lavoro e risparmi in oro,solo oro e sempre solo oro. Non sono una statista ne’ un economa,ma a mio avviso una lobby di pochi sta manovrando questi ribassi tecnici da tre mesi nel diagramma dell’oro(che seguo tutti i santi giorni)solo per una sempre piu’ evidente manovra speculativa:manovrare l’abbassamento del prezzo per incamerare nelle casse delle piu’ forti banche centrali del mondo(di cui proprietari sono i pochi stessi della lobby finanziaria e politica,gli stessi che hanno creato a tavolino la crisi del 2008)piu’ oro possibile…prevedo in un futuro non molto lontano che molti investitori di borsa piangeranno piu’ lacrime amare di quanto sia accaduto nel lontano ’29 e nel recente 2008,che qualunque valuta al mondo sara’ carta straccia e che il potere (sono d’ accordo con lei in pieno) assoluto economico sara’ solo nelle mani di coloro che avranno i forzieri stracolmi di oro. Non so quel giorno in cui accadra’ quale nazione al mondo esattamente sara’ cosi potente (Cina? India? Australia?) ,ma di per certo se ne avro’ l’opportunita’ avverra’ come per il Titanic,un’italiana con il sacchetto in spalla ben stretto addosso che correra’ a vivere in questo posto! Non sono una disfattista ne’ una pessimista per natura,ma vedo la fine dell’Europa..all’orizzonte….e scrivo con la determinazione di chi vuole proteggere a tutti i costi la propria famiglia per la pura sopravvivenza nel futuro.
    grazie,e per favore non smetta mai di scrivere! abbiamo bisogno dei suoi articoli,e io ho bisogno di leggere anche le opinioni del suo vasto pubblico.
    CON TUTTA LA MIA STIMA,MORENA

  11. PS:naturalmente…ho saltato un piccolo paragrafo …questa lobby nell’ombra manovra,incamera oro piu’ possibile con fare piratesco,poi credo che incrementera’ un innalzamento tale del prezzo dell’oro dal 2013 in poi da renderlo quasi inaccessibile alle tasche di molti,tale da far saltare borse, valute e farci ritornare indietro ad un economia di di duemila ann fà…altro che far impallidire gli investitori !Chi vorra’ sopravvivere dovra’ essere in grado di “barattare” in oro per qualunque necessita’ primaria…

  12. Ragazzi non vorrei fare il guastafeste lo premetto,

    tutto quanto espresso in questi saggi commenti possono essere solo che condivisibili,
    per indole pero’ non riesco a dare il 100% di colpa a tutta la classe dirigente che ci ha governati in italia,probabilmente sara’ il 99,9% attenzione non fraintendetemi, ma non il 100%.

    se vogliamo cercare un lato positivo su cui fare leva e dare una sbracciata per togliere un po di ‘merda’ da davanti alla faccia dobbiamo cercare il pelo nell’uovo….e per questo vorrei fare con voi qualche semplice ragionamento:

    1-vedo ragazzi e persone che seppur gaudagnando 900 euro girano con il telefono da 500 euro e scarpe da 200/300 euro e magari non hanno mai speso 1 euro dico 1 per un corso di formazione,un seminario o altro

    2-se qualcuno emerge nonostante tutto ,e tutti noi sicuramente qualcuno lo conosciamo,(ovviamente qui non parlo di figli di papa’ ma gente che e’ partita da ‘0’ ) deve farci riflettere,perche lui che ha 2 braccia 2 occhi 2 orecchie e una testa come noi…petrche lui e’ riuscito?

    con questo non tralasciando comunque di mandare sempre a cagare con tutto il cuore questi parassiti incompetenti che ci hanno governato per 50 anni,lasciamoci con un pensiero positivo,con un bagliore propositivo;
    UN MESSAGGIO CHE HO SEMPRE RISCONTRATO IN INTERVISTE E AUTOBIOGRAFIE DI GENTE CHE E’ EMERSA NEL PROPRIO CAMPO sono:

    -che la ‘nostra riuscita’ dipende dalla quantita’ di cose in piu che facciamo rispetto agli altri

    -e che la CURIOSITA’ e’ lo stato d’animo principe nella riuscita delle proprie attivita’

    ANCHE SE PROBABILMENTE NON COMPRERO’ MAI PIU UN PRODOTTO APPLE E’ SEMPRE BELLO..

    http://www.youtube.com/watch?v=oObxNDYyZPs

    saluti ragazzi

  13. Ciao Gennaro,
    spero che le informazioni che ci passa settimanalmente Italo Cillo non stiano minando il tuo ottimismo. Sicuramente non stanno bloccando la tua obiettività…e questo è un gran bel risultato.
    Io non credo che succederà qualcosa a questa cricca di maledetti che ci stanno uccidendo, a meno che non parta dal basso, da noi, dal popolo…

    Se così fosse vedrai che i problemi Italiani verranno risolti in poco tempo, direi un paio d’anni, senza essere troppo ottimista…ma se così non fosse…poveri noi.

    Ma forse il nostro destino è proprio quello di andare a fondo…una volta arrivati lì non potremo far altro che risalire, con altro slancio, con altra forza e senza guardare in faccia a nessuno…

    Credo fortemente che finirà così, a tal riguardo ho ricominciato a coltivare il mio piccolo terreno che avevo abbandonato qualche anno fa, ho svuotato il conto corrente presente nella mia banca lasciando il minimo indispensabile per tenerlo vivo (non sai che casino che ha fatto il direttore quando le ho detto che lasciavo sul conto solo pochi spiccioli)…ma non è detto che il denaro avrà un valore quando chiuderanno le banche, per lo meno il mio ce l’ho a casa e non nelle loro casseforti!

    Ho risolto il problema dell’acqua corrente prelevandola da un pozzo attraverso una pompa attaccata all’impianto fotovoltaico e per scaldarla utilizzo il solare termico…

    devo solo risolvere il problema dell’elettricità in casa…ma quello è l’ultimo dei miei pensieri…
    utilizzero il fotovoltaico switchandolo verso la mia abitazione quando non lo utilizzo per i servizi esterni (pompe o illuminazione esterna)… prepariamoci…se non succede nulla possiamo sempre tornare ad una vita più sana…

    un abbraccio, Marco.

  14. Mio caro Gennaro, nelle crisi gli avvoltoi prosperano sempre:

    http://www.munknee.com/2012/04/imfs-attempt-to-use-spains-financial-woes-to-increase-its-powers-a-momentous-move-heres-why/

    Ecco come funzionano le elites dell’IMF, dei Rothschild, Rockefeller, delle Agenzie di Rating, dei Monti e dei Draghi e delle Goldman SUCKS…..

    C’e’ chi sopravvive volando sui cadaveri, e chi soccombe. Una volta c’erano le guerre continentali che portavano ad un “reset”; oggi le guerre bisogna farle in altro modo, con le armi e’ troppo pericoloso; ma i morti devono esserci, secondo loro……

    Non hai visto quanto rapidamente si siano dissolti i valori di sinistra, centro e destra? Tutti insieme appassionatamente per conservare i “mejo posti” !

    O tempora o mores…..

  15. Grazie Gennaro, bel post!E bellissimo commento, a mio parere, di Simone qui sopra che condivido

  16. Il Dollaro Statunitense “con ogni probabilita’” fara’ una brutta fine.

    Ma non è l’euro che morirà prima ???

  17. Se posso dire la mia anche io, penso che questo sia l’articolo che più di tutti gli altri, pur avendoli letti, apprezzati e praticamente condivisi tutti, mi ha trasmesso e confermato la sensazione che provo ormai da mesi: in Italia, così come in altri paesi, siamo ad un passo da un tracollo senza precedenti negli ultimi decenni, nonostante le assicurazioni dei “tecnici” che continuano ad illuderci che “ce la faremo”.
    Sono in continuo contatto con amici Americani. Si tratta di persone molto attente alle evoluzioni finanziarie degli ultimi tempi nel loro paese e anche loro sono assolutamente convinti che il dollaro americano è prossimo ad una brutta fine e stanno già da tampo acquistando oro e argento a rotta di collo. Alcuni, addirittura, stanno già riempiendo le loro cantine di cibi in scatola a lunga conservazione e depuratori d’acqua. Sembra assurdo, ma la sensazione di questo imminente tracollo è viva anche oltre oceano.
    Nel nostro piccolo, non possiamo fare altro che difenderci come possiamo e cercare di diffondere il più possibile informazioni utili a salvaguardare il nostro futuro prossimo, grazie anche ad iniziative come quella di Deshgold.

  18. e non dimentichiamo i diamanti in cui i nostri amici d oltre oceano ripongono fiducia. ..che quanto accaduto in un ben noto partito politico qui in Italia non apra di più gli occhi a noi italiani su quali siano i migliori investimenti in cui rifigiarsi? ?? per carità però. .utilizzando i nostri sudati risparmi da lavoro e non i soldi delle tasse del popolo italiano! !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Sprott Asset Management riporta quanto anticipato da Deshgold ad inizio Aprile

Prendiamo e riportiamo un'intervista fatta il 16 Aprile a John Embry, direttore degli investimenti presso Sprott Asset Management. Una parte di...

Chiudi