La storica RIPARTENZA dei Metalli Preziosi

Dopo quasi 3 anni di ribasso, Oro e Argento sono probabilmente pronti per una storica ripartenza. Se non sul prezzo in dollari, molto probabilmente sul prezzo in Euro.

Infatti oggi è arrivata la conferma del segnale di ripartenza sul ciclo di 4 anni sull’oro. Quello che dovrebbe portarci dritti verso la fase finale del primo Ciclo Generazionale di questo nuovo millennio.

Questa l’indicazione del rialzo sul ciclo di 4 anni dell’oro (stessa cosa accade per l’argento).

Un’altra importante indicazione della ripartenza dei metalli e’ stata generata dal rapporto fra oro e argento.
Storicamente l’argento sovraperforma l’oro. Sia nelle fasi di rialzo che nelle fasi di ribasso.

Ad esempio, se l’oro sale del 3%, l’argento sale del 5%. Se l’oro scende dell’1%, l’argento scende del 2%, e cosi’ via..

L’argento e’ piu’ volatile, si muove piu’ velocemente.

Ora – se compri l’argento nelle fasi di ribasso – questo ti puo’ far molto male (piu’ male dell’oro). Ma se lo compri nelle fasi di rialzo, questo puo’ farti guadagnare molto piu’ denaro dell’oro.

Detto questo ti consiglio di non esagerare nel comprare solo argento. Ci sono tutta una serie di peculiarita’ per cui ti consiglio di fare in modo di detenere anche dell’oro.

Perche’ questa lunga premessa?

Perche’ sto per mostrarti un’indicazione incrociata che rilevo oggi dall’algoritmo che utilizzo per tenere traccia dei cicli piu’ piccoli che nel loro insieme compongono il Ciclo Generazionale.

L’indicazione incrociata che sto per mostrarti, da quando faccio ricerche sui mercati finanziari, non ha mai sbagliato un colpo. Per questo oserei dire che – quando quel che sto per mostrarti si verifica – ci sono oltre il 90% di probabilita’ che quel trend di mercato si verifichi.

Osserva attentamente (clicca sull’immagine se vuoi ingrandire):

Ecco come si legge il grafico:

Il grafico blu e’ il rapporto fra Oro e Argento.
Quando questo grafico sale, significa che l’oro sta andando meglio dell’argento.
Quando questo grafico scende, significa che l’argento sta andando meglio dell’oro.

Ora, ricordi in quale caso l’oro performa meglio dell’argento?
Te lo dico io. L’oro performa meglio nelle fasi di ribasso dei metalli preziosi.

Perche’?
Perche’ quando oro e argento scendono di prezzo, l’argento e’ piu’ “veloce” e (nella gran parte dei casi) scende di piu’ dell’oro.

Se l’argento perde il -5%, e l’oro perde il -2%, chi e’ dei due metalli che performa meglio?
Ovvio, l’oro. Perche’ ti fa perdere di meno che dell’argento.

Tutto questo accade quando il grafico blu in alto, e’ al rialzo.

Ma cosa succede se il grafico blu inizia a scendere?
Ehi – a questo punto vado veloce – sono sicuro che hai gia’ capito tutto…

Se il grafico blu scende, l’argento sta performando meglio dell’oro.
E questo avviene, per la gran parte dei casi, quando i metalli preziosi sono tornati in una fase rialzista.

Adesso torna a vedere il grafico, e fai attenzione ai segnali generati dall’algoritmo che utilizzo in DeshMember per tenere traccia dei Cicli dei mercati (i segnali sono i triangoli verdi (rialzo), e pallini rossi (ribasso) ):

 

Proprio cosi’. Ho messo le 4 frecce per farti notare meglio.
Da una settimana l’algoritmo ha generato non uno, bensi’ 4 pallini rossi.
Segnale generalizzato. Su tutta la linea.

L’algoritmo sta indicando che tutti e 4 questi cicli si sono messi al ribasso.
Questo significa che il grafico blu, da oggi ai prossimi mesi, tornera’ a scendere.

Di conseguenza, l’argento sovraperformera’ l’oro – metalli preziosi al rialzo.

I Cicli sono delle forze. E il mercato puo’ esser visto come il tiro della fune.
I Cicli sono i soggetti che partecipano al gioco della fune dei mercati finanziari.

 

 

 

 

Le squadre non sono fisse. I Cicli si alternano. A volte spingono da un lato (verso il rialzo del mercato) altre volte spingono dall’altro lato (verso il ribasso del mercato).

Come stanno spingendo oggi?
Eccolo in una immagine:

Spinta generalizzata verso il basso.
Questo segnale, da quando faccio ricerca sui mercati finanziari, non ha mai fallito un colpo.

E mentre io sono sempre pronto ad aggiornare la mia statistica, oggi prendo questo segnale con grande forza per tornare prepotente in accumulo di Oro e Argento.

AGGIORNAMENTO 02 DICEMBRE 2014

Questo il grafico dell’oro in Euro monitorato dal giorno in cui e’ stato scritto questo articolo fino al 02 Dicembre 2014:

oro-euro-2Dic2014

 

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

79 COMMENTI

  1. Siamo a 1300 $ oz … ed è venerdì. Siamo sempre più lontani dai 1050 oz desiderati dallo squalo d’oro. Oggi sta disegnando una bella curva in salita… come piace a me… non ripida ma decisa.

    • Scusami Luigi, ma…..oggi e’ giovedì e NON VENERDÌ, a parte l’errore di sbaglio….io penso e credo, come ho sempre affermato su questo sito….che i 1050$ OZ. Il gold NON dovrebbe raggiungerli, anche xche salterebbe TUTTA l’impalcatura ciclica del rialzo secolare, che non sto qui a spiegare x ragioni di tempo…..inoltre credo che dalla prossima settimana il gold dovrebbe ritracciare……e vedo una ripartenza decisa senza se e senza ma……perlomeno a livello ciclico, dalla fine di luglio…….x salire fino a……ve lo dirò la prossima volta….se avrò tempo.

      Nel frattempo, saluti a TUTTI.

      L.MATTOCCI.

      • Si, scusate … è la seconda volta che oggi scambio il giorno per venerdì!
        Ma neppure io credo che arriverà a 1050 $ oz e credo fermamente nel minimo dei 1180 $ oz. Ne abbiamo già parlato … ricordi? Quello che mi fa rabbia sono le previsioni della goldman che pretende di guidare i mercati a suo piacimento.

        Eh… comunque dovevo scambiare il giovedì col venerdì per rileggere un tuo commento!? 🙂

      • Bentornato Luigi (Mattocci) 😉

    • Luigi sta diventando sempre piu’ ripida… 🙂

      • Ciao Gennaro, si quando ho segnalato il mio apprezzamento sulla curva in salita, diciamo che eravamo con un 60° di pendenza. Poi si è fermata e ha mosso in verticale. Adesso è piatta e siamo sui 1313 $. Ne testa la tenuta e poi vedremo. Intanto è una bella goduria. 🙂

  2. Ovviamente, da investitore in metalli preziosi, non posso che essere contento del rialzo dell’oro/argento. E non ho mai dubitato delle sue potenzialità. Però, se rimanesse ancora un po a questi livelli ci sarebbe più tempo per tutti per accumulare ancora qualcosa. In qualunque caso sarà un piacere…! 😀

  3. Io invece sono convinta che l’oro scenderà e si assesterà per almeno altri 4 anni a 20 €/gr.
    Una risalita potrà esserci dopo il 2020.
    Il Comex non ha scarsità d’oro fisico come qualcuno cerca di far credere.
    L’economia cinese sta frenando e presto la Cina venderà l’oro che sta comprando.
    L’India ha ridotto e continuerà a ridurre la sua richiesta anche a causa dei dazi sull’importazione.
    Gli Usa non avrebbero da restituire l’oro alla Germania ? E ci mancherebbe che glielo restituisse con ancora danni di guerra in contenzioso.
    Comunque le idee sono idee, il futuro è qui davanti con la sua verità.

    • Buona sera Anna, grazie a Dio che ci sono persone che la pensano come Te, altrimenti il mercato del Gold sarebbe illiquido…..o tutti venderebbero o tutti acquisterebbero……senza controparte…..

      Comunque solo il tempo dirà chi avrà ragione…..

      Francamente il doppio minimo a 1180$ oz. ha sorpreso anche Me, forse assisteremo al triplo minimo, sempre intorno ai 1180$ oz prima della definitiva ripartenza del BULL MARKET del GOLD?
      Staremo a vedere, comunque ultima opportunità d’acquisto prima della definitiva ripartenza al rialzo.
      La data ciclica del minimo e’ prevista per la fine di luglio, prima settimana di agosto 2014.
      By by..

    • Se ho fatto bene i conti 20 € il grammo corrisponderebbero con il cambio attuale a circa 453 $ oz. Non lo ritengo un prezzo possibile.
      Sulla questione delle quantità d’oro fisico al comex, la mano sul fuoco è difficile metterla …
      Che la Cina venda il proprio oro lo ritengo impossibile. Nella storia, alla Cina l’oro è stato portato via… altrimenti oggi sarebbe la nazione più ricca del pianeta.
      L’india i dazi d’importazione dovrebbe ridurli.
      Riguardo a quanto dici qui:
      “Gli Usa non avrebbero da restituire l’oro alla Germania ? E ci mancherebbe che glielo restituisse con ancora danni di guerra in contenzioso.” … ma hai riflettuto su questo?
      Comunque apprezzo il finale:
      “Comunque le idee sono idee, il futuro è qui davanti con la sua verità. ” … questo è vero al 100%.

    • Ti consiglio di prepararti in merito alla storia del gold nella sua completezza, non solo sull evoluzione degli eventi contemporanei, per altro a mio parere, a favore di un incremento importante di prezzo, come ha anticipato luigi, 20 € gr in un contesto temporale come quello Dell economia attuale, sono una stima priva di elementi di supporto; se sei preparata sei consapevole, ti suggerisco di approfondire maggiormente questo argomento, ne hai bisogno !

    • ciao Anna , non penso l’oro rimanga basso a lungo , a qui livelli sono prezzi di stra- saldo . quindi strong buy x chi puo’. un saluto a tutti e abbiate fiducia che si risale. walter

    • la Cina venderà l’oro? ed in cambio quale valuta si farà dare? è assurdo!

  4. Per tutte le trombe di eustachio!!… sale un pò … poi si ferma… testa la tenuta e riparte di nuovo in salita!
    1313 $ oz è il nuovo test di tenuta.

  5. Che giornata incredibile!!

    Volevano distruggere il sentiment degli investitori in oro e c’erano quasi riusciti. Ma… ma ad un certo punto l’avidità li ha traditi… la stessa che li aveva spinti al ribasso. Ci volevano dare per morti!

    E allora per celebrare questa giornata positiva lascio
    il link di un video.

    “Venite a prendere visione della nostra urna espositiva fuori terra…. non fate che altri scelgano per voi! … prenotatevi in tempo.” (1050$ oz)

    “Okey per Dio d’accordo io ci sto… è pazzesco ma forse tanto giusto…via! ”

    “Halt senza fretta amico… non è il caso di lasciare due righe a Ingrid? ”

    ” Hai ragione…anzi io lascierò un pò di più di un bigliettino”

    “Ah non scherzavi …le hai lasciato davvero più di due righe”

    “A Ingrid non piaceva rincasare al buio!! ” (2500$ oz per cominciare)

    http://www.youtube.com/watch?v

  6. Una sola cosa come si fa a dire che vi è inflazione? L’inflazione è al piu’ dovuta alle tasse. La domanda è distrutta, la produzione è con capacita’ produttiva assai sotto utilizzata, la moneta sebbene immessa in grandi quantita’ rispetto all’ammontare degli aggregati maggiori M3 M4 è risibile,, il prezzo del petrolio è in termini reali sotto i livelli degli anni ottanta, in termini nominali manca ancora un 40% circa al top, le altre materie prime sono ben sotti i massimi. Cioè come si fa a parlare di inflazione. Mi ricordo un anno fa circa che depurato il cpi delle materie prime era pure negativo (in Usa, ma vado a memoria su questo dato, potete pure smentirmi). Siamo in pieno ciclo DEFLATTIVO. Certo siamo proprio al bottom e si stanno preparando le basi per l’inflazione per i decenni a venire ( non certo domani o tra un anno o due). L’inflazione segue I TASSI non l’oro. L’oro dal 2000 è cresciuto fino al 2011 e inflazione ha fatto in cammino inverso. IL credere che l’oro sia un termometro dell’ìnflazione è un grave errore a mio avviso. L’oro è semmai il “succedaneo” (mi di permetta questo termine) del dollaro.

    • Ciao BULLFIN, credo che riguardo all’inflazione hai ragione nel primo commento ma è mia convinzione che il dollaro negli ultimi 15 anni abbia, attraverso i mercati, schiacciato il valore delle materie prime. E quindi la tua conclusione sul “succedaneo” è corretta.
      Invece sulla copertura del gold dell’inflazione ne sono sorpreso. Forse è necessario vederla in un arco temporale superiore.

    • Non confondere il valore nominale con quello reale..

    • Ciao Bullfin.
      Si, siamo in pieno ciclo deflattivo.
      Ok, il petrolio e’ sotto il 40% dai massimi (nominali).

      Quel che voglio chiederti e’:
      quando vai a fare la spesa, quando metti la benzina nell’auto, quando paghi un utenza per casa,
      TU (non i numeri che “ci fanno vedere sui mercati”) stai davvero sperimentando un aumento del tuo potere d’acquisto?

      In altre parole – rispetto a soli 2/3 anni fa – noti che il tuo stipendio mensile ti stia permettendo di comprare piu’ beni e vivere meglio?

      Sai, perche’ alla fine e’ QUESTO quel che conta.
      In una VERA deflazione, il denaro contante e’ colui che vince.
      Cioe’ il denaro contante acquista valore. E tu devi percepire sulla tua pelle questo valore. Devi trovarne i benefici. Come? Comprando piu’ cose e vivendo meglio rispetto al passato. Semplice.

  7. In ultimo poi se avete i dati dell’oro e di altri asset vedrete che l’oro è uno dei peggiori per coprirti dall’inflazione. E non dite che racconto storie perchè sono i dati ufficiali che trovate in vari database. Un saluto.

  8. Ciao Luigi se prendi i dati di vari asset materie prime borse etc. vedi che l’inflazione è stata di gran lunga coperta da tanti asset ma appena sufficientemente dall’oro. Questo vale negli ultimi 200 anni. L’oro come rendimento confrontato con gli altri asset è uno schifo. Ripeto qualsiasi persona negli questo non ha dati ufficiali e di lungo periodo. Ciao.

    • Buongiorno BULLFIN, quando si parla dei vari asset d’investimento, non si può generalizzare, mi spiego meglio:
      Se consulti BLOOMBERG, per il periodo 1979 gennaio 1980, noterai che il rialzo travolgente del gold, per questo l’asso temporale e’ stato accompagnato da un’ inflazione sovrapposta al gold MOLTO ALTA, scoppiata la bolla del gold e’ rientrata anche l’inflazione…..un’altra informazione MOLTO IMPORTANTE, che sfata un mito, sempre nel periodo considerata sopra e’ la seguente: che i mercati azionari u.s.a. Salirono insieme al gold e non il CONTRARIO….e cioè se sale il gold necessariamente deve crollare il mercato azionario.
      Chi ha dei dubbi può controllare.
      By by.

      • Eh gia’, c’e’ questa “sensazione” che l’oro deve salire SOLO se crolla anche l’azionario.
        Ma questo non e’ affatto cosi’.

        Oro e Azioni possono salire insieme (come hanno fatto nel 1979 e 1980 – come ben fa notare Luigi – ma anche il 2009 e il 2010 sono altri esempi piu’ recenti).

        Il punto e’: CHI SALE DI PIU’?
        Questa e’ la domanda che tutti dovrebbero porsi.

        E la risposta – che ricavo dai dati di cui dispongo oggi – e’ che nei prossimi anni l’oro distruggera’ le azioni in termini di potere d’acquisto.

        (qui tralascio il discorso AZIONI MINERARIE, che invece sono qualcosa di molto interessante)

    • A me personalmente fa gola l’investimento in metalli nell’ultimo periodo del ciclo al rialzo.
      Nessuno dice di tenerli a vita, ma lo scopo di tale investimento è quello,non appena ci si riesce ad ottenere il massimo del profitto alla fine del ciclo, di cambiare asset, altrimenti come dici tu non avrebbe gran senso come investimento di lunghissimo periodo, se non come protezione dei beni personali. In effetti su questo sito si parla di investimenti ciclici, non di soli investimenti in metalli. Non appena sarà finito il ciclo dei metalli bisogna quindi catapultarsi nel successivo asset che starà per partire.

  9. Buongiorno, il tempo di brindare non é ancora arrivato !! chi ritiene di investire i oro non sbaglia di certo ma deve fare bene i conti perché non può aspettarsi nel breve periodo un ritorno per realizzo. Sicuramente é il momento opportuno per acquistare scegliendo i migliori prezzi che si trovano e si troveranno nel canale compreso tra $1150 oz e $1350 oz sia per quest’anno come per il prossimo e poi si vedrà !! Questo é quanto le maggiori banche e gli edge fund hanno messo in programma e a parte qualche sbavatura la regia non avrà altre sorprese. L’Oro fisico prodotto e rigenerato annualmente termina dopo 5 giorni di mercato mentre per gli altri 360 gg viene scambiato pesantemente l’oro di carta che é gestito e controllato dai grandi operatori finanziari di cui sopra. Le stesse compagnie minerarie, che un peso maggiore del piccolo investitore lo hanno, fanno buon viso a cattivo giuoco e tagliano la ricerca e l’estrazione nei siti più costosi. Quanto alla caratteristica del metallo quale protezione dall’inflazione ve la raccomando !! oggi in rapporto all’ultimo prezzo standard gold abolito nel 1971 da Nixon la quotazione dovrebbe aggirarsi intorno a $2800 oz ed invece siamo sotto la metà !! Oro e argento non proteggono nessuno, non lo hanno mai fatto !!! Per quel che mi riguarda, continuo ad acquistare nei ribassi del canale perché sicuramnte nei prossimi 5 anni ci sarà una evoluzione a carattere positivo. Illusioni per impennate incontrollabili a seguito di tensioni internazionali, teatri di guerra etc. sono da accantonare, la grande finanza non fa saltare il banco per cosí poco, e loro di guerre se ne intendono !! Bernanke per altro più di un anno fa nell’audizione al congresso americano fu chiaro : L’oro non é barometro dei mercati e della salute della finanza in generale !! ed affermò soltanto una verità scontata, non voleva di certo allontanare gli investitori in oro fisico dal mercato perchè come dicevo prima rappresentano solo 5 gg su un intero anno. Io sono soltanto attento ed interpreto le notizie senza dietrologia e in senso letterale e come dico da un poco di tempo : nel 2011 mi invitavano ad investire in oro perché era nel ciclo incontenibile di crescita oltre i $2000 etc. ma non l’ho fatto perché a parte alcune notizie autorevoli in controtendenza, all’inizio dell’estate 2011 George Soros e il suo socio avevano iniziato a liquidare il loro fondo metallo fisico e quando se ne vanno gli squali significa che tornano i Tonni !! e io non sono un Tonno. Grazie per l’attenzione

  10. conferma da fattore prezzo 1315
    fattore tempo … quasi, ma dalla rottura al rialzo del max del settimanale/bisettimanale precedente (1285) chiusosi positivo a 1259, il mercato ha accellerato ritenedone improbabile l’appartenenza al vecchio semestrale/annuale e quindi chiusi positivi a 1240
    Probabile nuovo semestrale e annuale da 1240 senza più vincoli ribassisti di lungo da scontare che invece permangono ancora sul ciclo inverso dei top (trimestrale per chiusura annuale e semestrale per chiusura ciclo più ampio.
    Ergo, salvo sempre lingue di bayer e considerato un naturale ritracciamento atteso per potenziale vicina chiusura del trimestrale inverso, il treno del rialzo è partito, prossime stazioni area 1360 (trendline dinamica tracciata sui massimi 1433-1392) – 1392 (vincolo sul semestrale inverso ribassita) ma la vera scommessa sarà 1433 se dovesse cedere 1680/1700 sarebbero nel mirino.
    Punti di supporto controllo 1180-1240 con prima incrinatura se sotto 1259.

    • Stamani ho fatto una analisi semplice e di buon senso ma supportata da notizie e fatti inequivocabili.
      Comunque se tra tre giorni non canta il gallo vorrà dire allora e solo allora che io come tanti altri non ci siamo sbagliati. Tre giorni di mercato e sapremo !!

      • Dopo 113 gg dal 27.12.2013 al 3/6/2014, difficile credere che l’attuale ciclo in essere dal 3/6 dopo 13 giorni di configurazione rialzista e rottura del mensile precedente ribassista possa appartenere ancora al vecchio semestrale.
        Salvo lingua di bayer, dal 3/6 a 1240 nuovo semestrale e probabile nuovo annuale.
        I dubbi li ho sull’inverso ma solo per capire dopo 64 gg cosa si sia chiuso e iniziato il16.6 per chiarirmi se ci sarà ritracciamento oppure se tiriamo dritto ancora per un mesetto almeno.
        e questo si potremo saperlo nei prox giorni.

        • Caro Filomeno, il tema che abbiamo affrontato é ” La storica ripartenza dei metalli preziosi, stiamo scrivendo la storia, pochi se ne stanno accorgendo” !!! Con analisi tecnica tu puoi dimostrare quanti spazi hai sopra e quanti sotto e con le medie dei giorni immaginare delle inversioni di tendenza o mantenimento ma senza una profonda analisi fondamentale e soprattutto l’orientamento del sentiment dei grandi capitali e delle forze in giuoco non puoi orientare gli investimenti di chi come credo anche tu, investe in metallo fisico. Senza fare alcuna analisi tecnica io ti posso dire che il prezzo ritraccerà e poi riprenderà tra fine luglio ed agosto per lo stagionale oro. E spero che ad agosto non ci sia nuovamente un articolo con ” La storica ripartenza dei metalli…………………” Ci sono soggetti che alimentano questa “per il momento” fantasia aleggiando di guerre, carestie, fallimenti di sistema, fallimento dello stock market etc. e gli stessi soggetti non considerano il danno che hanno fatto quando per tutto il 2012 e metà 13 hanno stimolato ad acquistare quando le major dicevano che la festa era finita. Perché non osservare investitori come Soros e altri che già nel 2011 ( prima ancora di avvertimenti ) hanno fatto la loro exit strategy ? Una valutazione storica per tutte : a fine 2008 abbiamo sperimentato una crisi di sistema che poi si é estesa anche al resto del mondo ma l’oro era giá nel suo trend rialzista da qualche anno e nel 2012 quando si é fermato e nel 2013 quando ha ritracciato pesantemente la crisi non era scomparsa anzi inziava in giappone e poi in cina !! Perció legare le vicende del metallo a queste realtà é fuori luogo. La notizia che più si attaglia al prossimo prezzo del metallo può essere invece quella relativa al sistema industriale !! Le compagnie estrattive piccole o grandi hanno tagliato già da un anno gli investimenti in ricerca e in alcuni casi anche l’estrazione in siti troppo costosi e si limitano ad estrarre al puro costo senza prospettiva. Questo potrà andare avanti solo fino al 2019/20 per un calcolo preciso del metallo attualmente disponibile nei siti aperti. Detto questo senza gli investimenti Miliardari necessari (che le compagnie hanno sospeso ) il sistema estrattivo non potrá più garantire a fine di questo decennio l’attuale produzione con conseguenze gravi e prezzi per oz da mercato nero. Siccome nessuno vuole questo probabilmente già dal 2016 al più tardi 2017 il trend rialzista del metallo riprenderá per consentire alle compagnie di riprendere gli investimenti in ricerca di nuovi siti che nell’anno 2012 (ultimo di investimento ) sono ammontati in $ 8 Miliardi. Questo fattore coincide stranamente ( ma non più di tanto ) con le analisi fondamentali che giá dal 2012 soggetti come Barclays, Goldmann Sachs etc. indicano in ordine al prezzo che viene collocato per il 2014 e 2015 in un canale tra $1150 e $ 1350. Questa analisi corrisponderebbe alle esigenze attuali di mercato di un prezzo ribassato per favorire i mercati azionari etc. e in prospettiva si riserva di far ripartire il prezzo con un trend che vada a coprire le esigenze del sistema industriale. Queto é ció che sta accadendo perché il sistema anche se imperfetto si bilancia e si corregge indipendemente da altri fattori che sono lasciati spesso al margine. La finanza guida il sistema con volumi oceanici e non fa caso alle gocce. Personalmente e professionalmente sono un industriale che si presta alla finanza ob torto collo ma consapevole che il capitalismo industriale ( quello di mio nonno e del mio bisnonno ) sono tramontati già a fine anni ’80 del XX sec. lasciando il posto al finanzcapitalismo che regna incontrastato attualmente e sicuramente per altri decenni a venire. Stamani é sabato e mi ha fatto piacere conversare più lungamente con voi, Buon Weekend

          • Non che la cosa debba procurare insonia, fastidio, nervosismo etc :), ma non condivido quasi niente. L’analisi tecnica se fatta come dio comanda porta a risultati sbalorditivi (ma bisogna farla molto bene). Personalmente fondo un mix di tecniche cicliche, classiche elliottiane e quantitative che mi bastano e avanzano nel breve lungo e lunghissimo. Per tante volte che GS, ML, etc ti danno target su cui poi i prezzi si avvicinano ecco che ve ne sono tante altre in cui i prezzi sono ben distanti. E comunque si leggono miriadi di analisi fondamentali che sono fallaci, Da GS e company, al FMI, alla BM etc. Per analisi fondamentali bisogna discernere le mere analisi congetturali, da modelli econometrici soffisticati. Francamente di questi ultimi son tre gatti che le usano e tutte le altre sono mere argomentazioni basate su una supposta logica che non ha nulla di empirico e di fattuale. Buon WE anche a te.

          • In questo mondo ormai governato dalla finanza dove in un millisecondo i veri padroni del mondo stesso nell’ombra passano vagonate di ordini computerizzati contemporaneamente da svariate parti del globo, utilizzando alchimie a leva tali da elevare all’ennesima potenza la forza di qualsiasi loro movimento (Deutche Bank da sola è esposta sui derivati per più di 50 mila miliardi di euro pari a 100 volte il debito pubblico italiano) indifferenti al fatto che si tratti di oro piuttosto che dollaro piuttosto che patate o qualsiasi altra cosa possa fare business, non mi stupirei che se ne fregassero altamente dei fondamentali, e del break even point di produzione/estrazione di un bene, credo pensino che poi con la tecnologia il mercato reale dovrà adattarsi ad abbattere ulteriormente i prezzi di produzione, magari lasciando senza lavoro un numero sempre maggiore di addetti.
            Solo i governi con le banche centrali avrebbero, se volessero, la possibilità di contrastarli, ma temo che siano già stati anch’essi fagocitati.
            Ritengo sia meglio cercare di capire dai dati certi del mercato i possibili sviluppi futuri e quello che a questi signori passa per la testa .
            Lungi da me l’idea di ridurre l’importanza dell’analisi fondamentale, (anche se a volte ha tempi bibblici per realizzare quanto ipotizzato e richiede una buona dose di costante determinazione a mantenere anche controtendenza le posizioni, qualità che purtroppo non tutti hanno) Se poi vogliamo considerare che i dati economici sulla quale si fonda possono essere impunemente contraffatti come dimostrato anche recentemente….
            Riuscire a capire quale sia il sentiment e le intenzioni dei grandi operatori basandosi sulle loro dichiarazioni ufficiali rese ai media poi…. ( non so voi ma a me Soros o Buffet non telefonano per illustrarmi le loro strategie ancora da farsi, eventualmente ne vengo a sapere solo ex-post, molto ex-post, una minima parte, quella che hanno voluto far sapere loro).
            Spero di chiarire meglio con una similitudine
            L’analisi fondamentale mi ricorda un po’ le indagini elettorali lontano dalle consultazioni, mentre il sentiment lo ritengo po’ come gli exit-pool fuori dal seggio.
            Preferisco analizzare le proiezioni del ministero dell’interno durante lo spoglio elettorale.
            Non sono il dato definitivo ma da un certo momento in poi danno indicazioni più affdabili.
            Comunque io stesso ho detto che potrebbe eventualmente nel breve ritracciare specie se non si risveglia a brevissimo, ma salvo rotture di 1240 ma ancor più 1180 vincoli ribassisiti non ce ne sono più nel lungo quindi se questa vorrà essere “storica ripartenza” ciclicamente ha le carte in regola per esserlo.

    • Buongiorno Filomeno, anche senza attendere oltre i tre giorni per far cantare il gallo sono stati sufficienti. Il gallo non canta !! Il metallo sta giá ritracciando perché la resistenza a 1322 é scoglio non facile. In buona sostanza mancano i soldi e la volontà come anche l’interesse dei mover market. I contratti a medio e lungo term sono in ribasso e molto scarsi circola soltanto l’intra day con volumi di carta importanti ma non vincolanti. La Credit Suisse Commodity ha diffuso la relazione dei propri analisti che analizzano dettagliatamente le condizioni del mercato ORO. In buona sostanza i punti sono: 1. Nel primo semestre 2014 i prezzi non hanno reagito in modo vistoso al flusso di notizie provenienti dalle regioni più hot, quali Irak e Ucraina, le crescenti tensioni geopolitiche hanno solo saltuariamente provocato qualche scossone alla quotazione e questo denota una sostanziale debolezza di fondo che nei prossimi mesi accentuerá il calo. 2. Gli asset detenuti da ETF sono ai minimi del 2009 ed inoltre appena i tassi inizieranno a salire inizio 2015 lo scenario diverrà ancora più negativo causa un ulteriore ritiro di capitali dal mercato del gold. Credit Suisse é autorevole ma sopratutto analizza in questo caso senza trasporto una fotografia nitida del momento e il momento come sempre lo fa il danaro, “che non c’é”. È il momento buono e non breve per osservare i migliori prezzi al ribasso del metallo ed acquistare. questo é sicuro !! Per la ripartenza del prezzo é forse molto più utile l’ analisi dei miei professionisti che la legano ( come ho giá indicato ) al fattore industriale ovvero la necessità del comparto estrattivo di riprendere gli investimenti in presenza di un prezzo prossimo a $ 2000 entro e non oltre il 2017 perché diversamente la produzione non potrà essere mantenuta con conseguenze anche maggiori in ordine al prezzo. Questo uno scenario concreto ed attendibile ad altre tensioni non risulta sensibile e lo ha dimostrato ampiamente deludendo ogni aspettativa. Quanto alle corde !! o alle croci della morte !! lasciamo fare é folcloristico. Saluti e buon lavoro

      • Ammiro e apprezzo la tua preparazione a 360°
        Analisi fondamentale o no mi sembra comunque che circa la view sull’oro siano più le cose che ci accomunano di quelle che ci dividono, infatti:

        entrambi siamo super “long” nel lungo periodo,
        ci differenziamo forse sui target: tu ti spingi anche oltre 2000$ entro il 2017? io lo spero ma non ho ancora dati a sostegno, probabili resistenze sul cammino: area 1360, 1392/3, 1433, 1460, 1528, 1550, area 1600, 1630….

        entrambi siamo possibilisti circa un ritracciamento nel breve,
        ma mentre tu lo ritieni quasi certo , anche con rottura di 1180, e che sia di media durata, io lo credo meno duraturo e profondo (salvo lingua di bayer la rottura di 1180 per me rimetterebbe in discussione anche la view di lungo) e lo attendo come fase iniziale del mensile o trimestrale del ciclo inverso dei top quindi di durata max da uno a tre settimanali.
        lascio comunque aperta ancora la porta anche ad una sua assenza :
        il settimanale inverso dal 16/6 al 24/6 per fattore prezzo potrebbe forse chiamarmi un mensile già iniziato e ribassita (ergo niente ritracciamento dell’indice e obbligo a mantenere settimanali ribassisti per l’inverso),ma può anche essere un settimanale lingua in chiusura del vecchio mensile/trimestrale, prodromo al nuovo trimestrale inverso con inizio dal 24/6 (ergo saremmo agli inizi del ritracciamento) solo al primo settimanale inverso positivo (se ci sarà) potrò sciogliere definitvamente la riserva.
        PS: per esperienza diffido dei consigli di tutti gli istituti bancari e banche d’affari in genere (conflitto d’interesse ?) per me si sprecano in analisi fondamentali di lunghissimo periodo, ma le strategie vere le passano poi ai super-computer perchè i bilanci trimestrali vanno sempre comunque centrati. (nel 2011 erano tutte pronte a scommettere oltre quota 2000$ ma le vagonate di ordini di vendita non le ha inserite certo il parco buoi, e per di più con un dollaro che ha ripiegato, un mercato azionario americano in forte spolvero, e manovre super espansive/potenzialmente inflattive, tutti fattori fondamentalmente correlati storicamente con la crescita dell’oro, e invece….)

        • Sí, sono d’accordo con te in fondo per strade differenti ci sono similitudini che portano a conclusioni molto vicine. Per le analisi di grandi banche d’affari sono anche d’accordo ma non le evito perché nemmeno io sono un idealista !! Buon lavoro

  11. ciao Filomeno, sempre preciso come al solito anche se ti ho visto titubante qualche settimana fa sulla risalita…..ma è normale……succede a chi fa analisi…….mercoledì avevo postato circa il cambiamento del fixing e qualcuno lo ha notato……..

    buon fine settimana a tutti

    • Qualche settimana fa avevo motivi di essere titubante:
      fase finale del semestrale e annuale ancora da chiudere con vincolo ribassista in corso … e ipotesi di nuovo trimestrale che non decollava con possibilità ancora tutte aperte di rottura di 1180… finchè non rompeva 1315 col cavolo avrei pensato long nel breve,
      infatti….. il mercato ha rotto l’origine e le ipotesi ottimistiche più probabili che a quel punto davo era ripartenza da 1239 o 1192.(con preferenza sulla seconda per onestà)
      I veri padroni del mondo hanno deciso 1240 e la settimana scorsa, prima che il mercato reagisse con forza ho ne ho evidenziato più marcatamente la possibilità.
      Ora vincoli ribassisti non ce ne sono più ergo se vogliono farlo ripartire per lunghissimo tempo ora possono e se è quello che vogliono fare allora 1240 ma soprattutto 1180 non li rivedremo più.
      Ricordo comunque che ritracciamenti ce ne possono essere nel breve: se nel brevissimo non riprendiamo la strada maestra up rompendo 1322,40 ho il dubbio sull’inverso che il movimento 16.6-20.6 sia prodomo ad una ripartenza di un mensile/trimestrale inverso che non dovrebbe comunque intaccare i supporti 1240 – 1180. Salvo scherzi da prete (lingua di Bayer di ordine mensile/trimestrale con affondo sotto 1240 ma ancor più 1180) che rimetterebbe in discussione tutto.

  12. Ieri dalle 12 fino alle 20 prezzi si sono nuovamente rialzati:

    * prezzo di argento in 7 ore si e rialzato per 4,8% dalle 14,65 € per una oncia /31,1035g) fino a 15,36 € per una oncia /31,1035g).
    * prezzo di oro in 7 ore si e rialzato per 3,0% dalle 941,50 € alla una oncia (31,1035g) fino a 971,07€ per una oncia (31,1035g).
    * speriamo bene

  13. Scusa Galeazzo ma tu hai comprato oro oppure no? Oppure vorresti ma non sei ancora sicuro?

    Ciao

    • Si ho iniziato lo scorso anno ad acquistare come aziende e personalmente all’interno di una diversificazione degli investimenti che operiamo sugli accantonamenti aziendali e holding. In prospettiva medio periodo riteniamo insieme ai miei consulenti di avere maggiori vantaggi da questi investimenti in metallo rispetto ad altri che comunque non abbiamo abbandonato del tutto.
      La filosofia che accompagna questo ns. investimento é anche quella relativa alla situazione generale dei mercati dove nella carta che compri non ci sono i soldi mentre nelle commodity perlomeno tieni in magazzino la “Roba”. Tutto qui. Più in alto trovi anche il mio pensiero in risposta a Filomeno. Buon Weekend

  14. In risposta al gentile Gennaro, la tua osservazione è interessante, ma anche quella che il prezzo di tutti i beni informatici tende a crollare (vedi portatile che costava 1000 ora te lo tirano dietro a 300) o il prezzo delle case giu’ in certi posti del 50%. Il prezzo della benzina sale (vero) mentre il prezzo delle auto è in calo oppure stabile (basti pensare che un utilitaria di 12 anni fa costa la medesima cosa se non meno (poichè dieci anni fa vi era l’abs e basta, ma ora ti mettono l’ esp, bluetoot, sensori parcheggio, start and stop e chi piu’ ne ha piu’ ne metta al medesimo prezzo). Vorrei umilmente far notare che parliamo guarda a caso delle maggiori uscite che abbiamo in una vita (casa auto pc). Insisto (ma non in modo prepotente :)) che l’oro non ha niente a che fare con l’inflazione ai giorni nostri, semmai a situazioni legate a guerre e panico finanziario (debiti). Solo quando vi sara’ un reset dei debiti allora l’inflazione espolodera’ prima con una montagna di carta di cui solo una infinitesima parte legale di inflazione (degna di tale nome e non di un +3-4-5%) non se ne avra’. A riprova di questo mai nell’umanita’ vi è statta tanta “liquidita” in circolazione e infatti i tassi sono rasi al suolo e l’inflazione pure… Saluti.

    • L’oro e’ molto legato a guerre e panico finanziario (debiti). Sono in totale accordo con te Bullfin.
      Anche io ritengo che questo sia uno dei driver piu’ importanti per l’oro. Piu’ importante dell’inflazione.

      Ma se parliamo di deflazione, in tutta franchezza io non vedo tutta questa “deflazione” di cui si sente parlare in giro.

      Quello che spieghi nel tuo esempio del pc – lo stesso prezzo degli anni passati per prendere il pc “piu’ avanzato del momento” – si spiega molto con il progresso tecnologico.

      Il progresso tecnologico porta sempre ad un processo di abbassamento dei prezzi. Aumenta la produttivita’, avanza la tecnologia, i costi si comprimono.

      Il punto pero’ e’ che qui entra in gioco anche un altro fattore. Ovvero il business.

      Mi spiego:

      per fare business, l’industria tecnologica fissa dei prezzi “limite” e a quei prezzi ti vende la cosa piu’ avanzata del momento. Oggi puoi comprare una PlayStation 2 a pochi Euro. Qualche anno fa costava centinaia di Euro.

      Ma oggi a centinaia di Euro (lo stesso prezzo “massimo” al quale vendevano le vecchie console) ci trovi l’ultima console di nuova generazione.

      E questo processo vale per tutta la tecnologia. Anche per i portatili di cui parli.
      Sono convinto che a costo di produzione, un Iphone 5 costa meno, ma molto meno, di 600 Euro.

      Sono d’accordo sui prezzi delle case. Li’ si’ che si sente il “guadagno in potere d’acquisto” del denaro contante. I prezzi delle case in tante parti del mondo industrializzato sono effettivamente scesi molto negli ultimi anni.

      Personalmente non percepisco alcun risparmio, se devo guardare “ai costi di tutti i giorni”. Energia, beni alimentari, spese mediche, (tralascio le assicurazioni che sono annuali), etc…

      Insomma, personalmente con il denaro che guadagno, a fine mese non sto notando di “essere piu’ ricco” (certo, a meno che non guadagno di piu’ in termini nominali).

      • Mi spiace Gennaro continuare a contraddirti ma i fatti la situazione attuale e le continue sollecitazioni di questi tempi indicano precisamente che l’oro non propriamente legato ai conflitti e al panico finianziario. Esempio 1 : L’Isis = al-Qaida, ha tra scorso anno (vedi minimi dell’oro) e oggi, il nord-est della Siria e il Nord dell’Irak fondando uno stato Islamico pro al-Qaida a tutti gli effeti. La maggiore minaccia si sta verificando adesso perchè, qualora si spingano più a Sud di adesso oltre a controllare le maggiori fonti di greggio si avvicineranno inesorabilmente al Pakistan e alle sue 83 testate nucleari. In Nord-Ovest Pakistan al-Qaida ha grande presa e può contare sull’appoggio dell’esercito. Esempio 2 : In Ghana precisamente in tutto il Nord la situazione non é migliore e al-Qaida controlla i giacimenti di uranio, plutonio e rame, se scendono a Sud anche quelli di oro. Ma di questo conflitto strategico all’oro non frega come non ha fregato niente della sanguinosa Primavera Araba. Esempio 3 : Il trend a rialzo del metallo é partito con decisione tra il 2003/4 e ha mantenuto il suo trend con costanza di rialzi annuali fino al 2011 poi si é attestato nel 2012 e crollato nel primo semestre 2013. Nel 2008, 2009, 2010 fase acuta del panico finanziario il metallo ha proseguito la sua corsa ma secondo le vostre attuali speranze a quel tempo avrebbe dovuto volare e nel 2011 (con crisi assolutamente in corso) avrebbe dovuto sfondare il tetto dei $2000 oz per approdare anche sotto i $ 3000 oz. Niente di tutto questo accade e,o é accaduto in passato Esempio 4 : per tanti anni il metallo ha oscillato tra $ 150 e 400 oz e nel mezzo a questa quotazione sono accaduti disastri mondiali (come crisi petrolifera etc. )di maggiore intensitàdi quelli attuali e teatri di guerra al limite del conflitto globale, ma il metallo ha fatto il suo corso fino ai primi anni 2000 quando é partito il ciclo rialzista che é stato incontrastato sotto gli occhi di tutti fino ad un paio di anni fa. Come ho detto e manca poco alla verifica settimanale, il metallo ritraccerà e poi tra luglio ed agosto seguirà il rialzo di stagione mentre per fine anno ’14 si troverà in zona più bassa molto buona per fare ancora scorta. Per il 2015 oggi viene prevista una media un poco più bassa del ’14 ma occorrerà vedere le previsioni per la fine di quest’anno. Detto questo se tra voi ci sono persone che operano con carta a breve l’analisi tecnica é un buon supporto ma quando si allunga diviene simile alla lettura dei tarocchi. date ascolto a me !! la fine del mondo é scongiurata dalla quotidiana pioggia di merda e per il momento riponete le catenine che il momento di realizzare é ancora lontano. Ad maira

        • Ho letto con interesse il suo commento e mi permetto di fare alcune considerazioni se non le dispiace. Ho l’impressione di trovarmi di fronte ad una persona con una certa esperienza nel campo dell’investimento e proprio per questo mi chiedo perchè non abbia considerato nei suoi punti la perdita di fiducia nelle valute ed in particolare nel dollaro americano.
          Questo è un aspetto importante che influì pesantemente nel precedente picco del 1980.
          In secondo punto che almeno per me ha un peso non da poco è il crescente costo nell’investimento per estrarre il petrolio non convenzionale visto che quello “facile” è in declino.
          Inoltre non ritiene che l’attuale tranquillità dei mercati sia in qualche modo indotta dal sostegno delle banche centrali? cosa succederebbe se qualcosa andasse storto nelle loro previsioni? … ecco che allora le guerre e l’instabilità nei paesi produttori di petrolio sarebbero i motori del movimento al rialzo dei metalli preziosi.

          • Bongiorno Luigi, la perdita di fiducia nel dollaro americano é un lento dissanguamento che viene contenuto soltanto dalla volontà (costosa) di ogni amministrazine USA di farsi promotrice dello spiritoamericano di libertà in ogni angolo di mondo, in pratica finché c’é guerra c’é speranza. Comunque ormai negli scambi internazionali il $ non é più da qualche anno la valuta principale e questo andamento sará nei prossimi anni irreversibile. Presto non escludo che la valuta cinese compia il sorpasso. Questo fattore é comunque già stato scontato dal mercato. Negli ultimi due anni la stessa Cina ha aperto il proprio ETF e il proprio Gold Market. In buona sostanza il mercato negli ultimi 10 anni si é e si sta allargando, diluendo e di conseguenza alleggerisce pressioni che 30 anni fa con un mercato circoscritto avevano ripercussioni evidenti e anche traumatiche oggi invece si riduce al massimo ad onde anomale spesso trascurabili. Il prezzo del petrolio é alto e dobbiamo credere che sia volutamente cosí proprio per far spazio a estrazioni alternative. Per il petrolio come per altre materie prime si é sempre costruito teatri di guerra e morte locale, la storia dell’ultimo secolo ci insegna che i conflitti locali piegano e controllano le volontà a beneficio dei mercati e non mi pare che sia cambiato molto. La capacità ormai consolidatà sta nella destabilizzazione controllata, non potranno mai tribù Sunnite prendere il controllo di questo mercato come di importanti regioni estrattive, lo dimostra quanto accaduto di recente nei campi etrattivi a nord di Trikit dove le tribù locali hanno mantenuto il controllo dei campi estrattivi e della raffineria a discapito dell’Isis che si era fatta tutto il lavoro. Il danaro espresso nelle valute che vuoi tiene banco il resto é sabbia. Quanto alla tranquillità certamente le banche centrali hanno il loro ruolo ed é difficile pensare a capovolgimenti, tensioni anche alte sì ma la perdita del controllo é un poco di là dal venire. Il sistema é al contempo controllore e controllato ed arbitro della sua partita gli altri sono spettatori paganti. Accade cosí da molto, come ho scritto in precedenza dalla seconda metà degli anni 80 del XX sec. siamo pienamente in una nuova fase che chiamerei finazcapitalismo con il vecchio capitalismo industriale di mio nonno già ben alle spalle. Il finanzcapitalismo é abile nell’emissione e nel controllo della carta ma pochi sanno che quella carta in eccesso il sistema che é anche arbitro può al contempo cancellare. Pensare di cambiare il mondo perché questo sistema non va e dovrà crollare non é intelligente questo sistema se crolla si porta dietro tutto (oro, materie prime etc.) mio nonno diceva a noi nipoti che “Se ognuno facesse il proprio dovere non ci sarebbe necessità di cambiare questo mondo” io ho riflettuto per tanti anni su questoe ancora ci rifletto e sempre più penso che sarà la soluzione. Ti saluto

          • Grazie della risposta. Vedo che è una persona intelligente… ha riconosciuto in me un certo idealismo. E così è infatti. Riguardo al capitalismo finanziario sono molto maldisposto. E’ stata la rovina dell’imprenditoria e del lavoro umano. Ma così è e difficilmente la gente comune potrà cambiarlo.
            Suo nonno non aveva torto. Del resto gli esseri umani raramente vedono il pericolo nelle loro azioni e cambiano solo quando viene il loro momento. Per ciascuno di noi solamente in un certo momento di un certo tempo.

            Saluti anche da parte mia.

        • Galeazzo l’oro e’ strettamente legato alla perdita di fiducia nel dollaro. Ecco perché sono dati da tenere in considerazione sia i conflitti in cui si invischia l’America, sia la massiva mole di debito degli USA.

          In ogni caso, a fine anno sapremo se avevi ragione e se davvero l’oro sarà sotto i prezzi di oggi. Comunque vada – a mio modo di vedere – se continui ad affidare le tue scelte di investimento “sui report della Goldman Sachs” sei molto ma molto coraggioso.

          • Concordo con Gennaro, bisogna aver molto coraggio (o incoscienza) a seguire i report delle banche d’affari. Meglio o un grafico o un ts o si è amici della Yellen :).

          • Buongiorno Gennaro, stamani altre tre cittá importanti in Irak sono cadute nelle mani dell’Isis
            l’america non partecipa al conflitto se non marginalmente, i danni che ne deriveranno se l’avanzata prosegue saranno globali ma già stamani l’oro ritraccia. Forse i capitali, quelli veri sanno già che li fermano ?!! Io non seguo la Goldman Sachs in particolare ma la finanza internazionale sì !! Non dico assolutamente che il metallo non riprenderà il corso rialzista perché altrimenti non investirei adesso, ma dico e quanto dico é confermato da un anno, che per molti motivi il prezzo non si libererà adesso non quest’anno e non per il prossimo almeno in buona parte perché non ci sono gli indicatori, perché i capitali quelli veri cercano ancora sbocchi di natura differente. Vi offro un dato in più : da un anno a questa parte il metallo si trova tra il 5 e 6 posto nella classifica investimenti per volumi di danaro, durante la lunga corsa si è sempre trovato tra il 3 e 4 posto. Perció oggi mancano all’appello molti trilion $ che sono appannaggio dell’intero sistema e non di singole banche d’affari. Il sentiment é giustamente indirizzato sugli stock markets e ci dovrá rimanere ancora un pò perché il mondo non finisce e se finisse tu saresti rovinato. Leggo da tempo tutto ció che riguarda il metallo e osservo anche le vostre riflessioni ma devo dire che sono costantemente ossessionate da scatti e ripartenze che poi non si verificano e che caparbiamente rimandate al mese dopo o al più tardi di tre mesi !!! È illogico e irrealistico. Quanto si legge stamani sull’Isis é di portata catastrofica ma come puoi vedere e come vedrai in questa settimana il metallo ritraccia. In regia sanno già come fare, scommettere sulla fallibilità di un sistema collaudato che sa regolare a proprio profitto la pentola a pressione mondiale é illusorio. Scommetto che in molti hanno comprato anche nel 2012 o ai massimi di fine 2011 perché non hanno osservato quanto accadeva e i giocatori di prima squadra. La Cina che a te piace tanto compra e continua a comprare ma non incide minimamente sul prezzo e non credo nemmeno che incida in fase passiva come dicono alcuni analisti cioé a sostegno dell’attuale corso. Compra perché é molto esposta in dollari e si compensa e lo farà ancora per quest’anno e anche il prossimo approfittando di prezzi contenuti. Le altre banche centrali che non hanno questo problema non acquistano o in ragione contenuta, impercettibile. Guarda che é semplice se vogliamo e si condensa in questo : È il momento di comprare scegliendo i ribassi del canale o sistematicamente mettendo progressivamente in magazzino più quantitativi che in ultima analisi formeranno un prezzo in media ponderata il tutto secondo il personale portafoglio. Quando i prezzi si libereranno nuovamente per una fase rialzista, necessaria e scontata anche per le criticità industriali che spiegavo sopra ( condizione vera sine qua non ) chi sarà ben posizionato andrá a beneficio. Continuare ad immaginare di vincere la gara ad ogni alito di vento distoglie dai compiti più semplici e naturali come mettere per prima cosa la barca in acqua e orientarla correttamente nel campo di gara. Riguardati la storia degli ultimi 10/15 anni e il corso favoloso e vedrai che l’incidenza degli eventi é stata marginale e di breve durata , il coso si é materializzato nel tempo per ragioni diverse e più profonde. Oggi le ragioni sono opposte ma scadranno nell’arco breve di 1, 2 anni. Puoi scegliere di vivere la tensione di qualunque alito di vento con la barca sul molo o scendere nel campo di gara. Illudersi oggi (come loscorso anno) che a Natale ci sia panettone per tutti é ben più di una chimera. Ad ogni buon conto io in questo blog ho già detto che tra tre giorni vedremo se canta il gallo o ritraccia e che tra luglio ed agosto per la stagionalità il prezzo si muoverá nuovamente al rialzo per poi ritracciare per fine anno. Sono previsioni semplici a dir poco scontate che non fanno male a nessuno salvo essere utili a far cassetta. Date retta a me che ci ho rifatto !! Ciao Gennà mi sei simpatico te l’ho già detto e sono sincero.

          • Grazie per la serie di spunti interessanti che hai condiviso.

            Questo mi ha fatto capire che la partenza del nostro pensiero e’ la stessa, ovvero compriamo oro non per un rialzo che deve manifestarsi entro domani, ma per tutta una serie di motivi che ci fanno vedere l’oro – entro qualche anno – a livelli molto piu’ alti di quelli attuali.

            Poi, se il prezzo e’ effettivamente ripartito o ripartira’ fra qualche altra settimana, sono tutte chiacchiere da bar.

          • Sono d’accordo ma possiamo fare di meglio !!

  15. Ciao Galeazzo, ottimo.. nel settore commodity e altro ci lavoro oramai da 25 anni. Prima come direttore finanza e ora come consulente.

    B we

  16. Ciao Gennaro, direi che quanto esponi è un ottimo indicatore per la partenza dei MP al rialzo.
    Grazie!
    La seconda gamba se Dio vuole si alzerà e mostrerà tutta la sua severità alle banche centrali del mondo.

  17. Se siete positivi sull’andamento dell’oro, dovreste valutare l’investimento in azioni di estrattori. Ce ne sono alcuni decisamente sottovalutati che equivalgono ad un investimento in leva sul sottostante ma decisamente più efficiente. Potreste valutare ad esempio Barrick o Iamgold. In rete trovate mille articoli.

    A mio parere uno dei driver principali del rialzo della settimana è il prossimo default tecnico dell’Argentina (30/06/2014).

    Per quanto riguarda il ciclo, pur essendo concorde su una ripartenza del prezzo dell’oro, dato che attendo una correzione bella decisa su azionario preferisco attendere. E’ vero che tendenzialmente quando azionario scende oro sale, ma ci sono momenti in cui tutti gli asset tranne dollaro e bond collassano.. e quando succede, anche le commodity patiscono. I gestori si trovano a liquidare gli asset meno in perdita per coprire la marginazio e di quelli più problematici

  18. gentilissimo gennaro , continuando a ringraziarti di farmi partecipe dei tuoi studi e pur essendo
    io nel mio piccolo un aurifero convinto vorrei indicare che la retta
    che unisce i massimi della discesa dell’oro in dollari , a oggi
    NON è stata ancora superata ma solo toccata come in passato .
    il superamento è invece avvenuto con l’oro in euro ma ci potrebbe
    essere stato un effetto cambio . lo sapremo a breve .
    naturalmente questa è il pensiero dato dalla tecnica elementare
    di un pensionato . chi legge si regoli .
    buone cose a te e a tutti . – marcello –

  19. Gennaro, non ritieni una contradizione affermare che e’ partito un Ciclo a quattro anni e nello stesso tempo asserire che il prezzo dell’oro e’ dipendente da guerre, panico finanziario e altro? Hai forse notizie che da qui a quattro anni avverra’ una specie di finimondo? Oppure sei convinto che il Ciclo che e’ partito andra’ comunque per la sua strada? Se dobbiamo considerare affidabili i tuoi grafici bene, ma fermiamoci li’; su nessuno dei quattro leggo dichiarazioni di guerra di un paese verso un altro.
    La mia personale opinione e’ che forse e’ piu’ remunerante seguire i Cicli nel loro realizzarsi fregandosene di quanto accade (proprio come spesso fa l’oro). Se i Cicli Naturali sono l’altare attorno al quale avete costruito questo sito, vogliamo dargli un minimo di credibilita’?
    Cordiali saluti.

    • Alfredo ti ringrazio per questa domanda.
      Mi dai la possibilita’ di fare chiarezza – definitivamente – sul mio pensiero in merito ai driver dell’oro.

      Evidentemente fra i commenti precedenti deve essersi creata un po’ di confusione.

      I driver che muovono il prezzo dell’oro sono svariati E DIPENDONO DAL PERIODO STORICO che viviamo. Oggi il metallo e’ molto sensibile all’accrescere dell’enorme debito Americano e a conflitti internazionali (quelli seri). Strettamente collegato a tutto questo c’e’ il driver principe: la massiccia svalutazione del Dollaro USA e quindi la stampa indiscriminata di Dollari che sta portando a sfiducia crescente nei confronti di questa valuta.

      Il problema qui e’ che molti sono abituati a vedere cosa succede domani. Vedo che numerosi investitori fanno fatica a vedere quel che accade oltre il loro naso.

      E’ evidente che il terreno preparato in questi anni portera’ ad una inflazione da far tremare le gambe a gran parte del mondo. A meno che non si decida di tornare alla preistoria…

      Niente dura per sempre, e questo vale anche per i mercati finanziari. Il tempo dei tassi artificialmente bassi giungera’ al termine. Quando questo accadra’ se ne accorgeranno in tanti.

      Oro e’ anche copertura dall’inflazione, se analizzi il suo andamento sul lunghissimo termine.

      Altro discorso e’ vedere quale Asset ha coperto meglio nel corso del tempo (cosi’ come accennava Bullfin). Qui mi limito a far notare che, se dal 1900 avessi conservato il tuo denaro in un’oncia d’oro, avresti molto piu’ potere d’acquisto del se avessi conservato il tuo denaro in valuta di quel tempo.

      Detto questo, la mia esperienza oggi mi porta credere che nei numeri vi siano gia’ scontati OLTRE IL 90% DEGLI ACCADIMENTI. Sto dicendo che in una scelta di investimento, sono molto piu’ importanti i numeri piuttosto che le news ascoltate in giro.

      Le news fanno “da contorno” e puo’ essere comodo unire quel che dicono i numeri alle news che si sviluppano sul reale. Solo in questo senso io guardo alle news. Cioe’ unendole con le indicazioni che (prima) mi danno i numeri.

      Ecco perche’ investo seguendo i Cicli (che sono numeri) e una serie di studi che ho costruito in questi anni e che oggi mi permettono un “controllo della Mappa”, ovvero gli studi che mi aiutano a tracciare la mappa dei mercati finanziari per darmi chiarezza su dove ci troviamo oggi.

      Per il resto, parlare di news mi permette di scambiare idee e opinioni (che sono spesso accrescenti). Ma io non investo seguendo le news (o il report di Goldman – vero Galeazzo?)

      Dal 2011, con la forte discesa di oro e argento e altrettanta risalita di azionario, qui sono piovute una valanga di critiche con numerosi investitori pronti ad urlare che il rialzo dell’oro era finito.

      Ecco, queste persone non hanno visione di lungo termine perche’ non possiedono gli strumenti necessari per poterlo fare, e non si sono accorti che si sta preparando, proprio dinanzi a noi, uno dei piu’ paurosi rialzi su oro e argento che la storia abbia mai ricordato.

      Quando i 1.900$ l’oncia verranno sciolti come neve al sole, forse (ma servira’ un grande bagno di umilita’) queste persone riusciranno a capire cosa stava accadendo sotto i loro occhi.

      E sia chiaro, sopra i 1.900$ non ci arriveremo fra 20 anni. Personalmente seguo con grande interesse il triennio che si e’ aperto con il 2014.

      Ma avremo tutto il tempo per tornarci su.

      • Mi diverte questa cosa !! Ma quanto al legame del metallo con il crescente debito amenricano io ho perlappunto un grafico che mette in relazione debito americano, e gold e questo evidenzia come in controtendenza dal 2012 il debito americano sia salito con la stessa voracità di prima ma il metallo è crollato ai livelli di relazione corrispondenti al 2009/10 perció quello che dici non risponde ad una realtà costante. Per la svalutazione del $ dovresti parlare con Mario Draghi, non la vuole o al limite la contiene ma credo proprio che nei prossimi mesi verrà offerta una piccola svalutazione dell’euro. È notizia di venerdí che la BCE inizierà un allentamento all’europea su carta fasulla (bond). Quando parli dei prossimi tre, quattro anni per individuare nuova tendenza sei credibile ma non quando ti aspetti il miracolo ad ogni angolo. Per quanto riguarda la Goldman Sachs é attore di rilievo ma non ti accanire non é un nemico é soltanto un operatore cattivo ma con i cattivi si fanno affari sicuri. I buoni non sanno mai con precisione cosa vogliono e spesso cercano l’Eden, perdi la strada di casa se segui i fraticelli !!

        • Per il debito Americano dagli tempo che vedrai come sara’ “mangiato” dal valore delle riserve di oro ufficialmente detenute dalla FED. Concordo con te (e’ evidente ai fatti) che negli ultimi 2 anni c’e’ stata decorrelazione.

          E’ la solita storiella del “l’azionario dal 2011 e’ ripartito e l’oro ha finito il suo rialzo di lungo termine”.

          In potere d’acquisto, l’oro da qui ai prossimi 3 anni distruggera’ l’azionario. E chissenefrega se le azioni continuano a salire. Se dovesse accadere, l’oro salira’ di piu’.

          Non mi aspetto il miracolo ad ogni angolo. Il miracolo e’ gia’ in corso. Bisogna sforzarsi un po’ nel vederlo.

          Non accumulo oro da ieri. Lo faccio sistematicamente da anni. Quando arrivero’ alla fine della corsa promesso che ti faro’ un cenno (se continui a seguirmi qui su DeshGold).

  20. Rimango del parere che a breve ritraccerà per iniziare realmente a salire ad Ottobre.
    Credo che si tratti di un’altra finta ripartenza al rialzo, come le precedenti.

    • Ciao Andrea, si, tutto può essere e non c’è da preoccuparsi ma da avere pazienza che è la virtù dei fraticelli. Gli squali invece potrebbero morire di fame se non saranno salvati nuovamente dagli Stati. Ecco perchè si devono tenere i conto correnti “leggeri”.

      • Sull’ultima frase ti dò ragione. E’ da due anni che sostengo che bisogna tenere i conto correnti alleggeriti, specie da quando i Padroni si son fatti una legge ad hoc che autorizza i prelievi forzosi per salvare le Banche, del tipo Cipro. Ed io nel mio piccolo sono convinto che ciò accadrà dall’oggi al domani senza alcun preavviso. Quanto al giorno esatto in cui vi sarà la risalita non mi importa molto, non ho tutta questa fretta; mi basta solo possedere la certezza che vi sarà l’aumento catastrofico, vulcanico. Quella che è una virtù per alcuni (mi riferisco a Gennaro), agli occhi degli altri viene scambiata per mera arte di un visionario.
        Non occorrono gli stessi occhi per vedere cose totalmente differenti. Ciò che cambia è l’interpretazione che se ne dà. Mi permetterei di citare Benedetto Croce quando afferma che il genio è colui che riesce a dare senso alle immagini di cose insensate. E’ colui che ha intravisto qualcosa che altri non riescono a notare nemmeno con la lente d’ingrandimento.
        Non sono gli occhi che vedono, ma è la mente. Solo in questo modo riuscirei a giustificare il diverso atteggiamento di porsi sullo stesso scenario tra Gennaro e Galeazzo, pur essendo competenti entrambi sullo stesso argomento. Ma non me ne vogliate, è solo un pensiero che volevo rendervi noto di un perfetto ignorante in materia.

        • Complimenti per il tuo pensiero Andrea, davvero, sono d accordissimo con te in merito alla differenza di interpretazione fra occhi e mente, di solito è la seconda che ne ha la meglio…

        • Il pericolo di prelievi sui conti correnti è più che realistico visto che la BCE ha già stabilito regole e criteri.
          Poichè i mercati azionari continuano a salire grazie ai tassi bassi o nulli cosa succederà al prossimo burst dei mercati? cosa accadrà se alcune banche saranno troppo grandi per fallire? Gli Stati non possono più salvarle a causa della bassa crescita e del troppo debito.
          Quindi meglio attingere alla fonte.

  21. Oggi sono in buona ma soltanto per oggi !! Sono d’accordo con la massima di Benedetto Croce, con buon margine di sicurezza posso affermare che io e Gennaro abbiamo un percorso e due storie diverse ma sui cardini ci troviamo. Occorre molta attenzione nei mercati perché le forze in giuoco sono imponenti e meglio e piú conveniente interpretare il sentiment delle squadre di prima serie che pensare alla quale sia la cosa piú giusta. Comunque siccome oggi mi va meglio di venerdí rispondo ad una domanda di credo Dario nel mezzo a questi 50/60 interventi. Lui supponeva se non fosse in prospettiva arrivato il tempo per investire anche in titoli dell’industria estrattiva, io l’ho fatto da meno di due mesi. Per analisi e esperienza diretta suggerisco “Buonaventura Mining” codice NYSE – BNV. oggi prezza tra $10,50 e $11,00 ha un price earning molto alto e capitalizzazione che la collocherebbero ad almeno $ 35,00 possiede 7 miniere in Perú diversificate in oro argento rame e piombo. Detiene inoltre (importante) la maggioranza relativa della Miniera Peruviana Yanacocha in comproprietà con la Newmont Mining é la seconda Giant Mining del mondo. La Barrick sul versante argentino di questa montagnia miniara a nord del Perú ha cercato di iniziare l’estrazione ma é stat bloccata da un contenzioso proprio con lo stato del Perú che la terrá bloccata per molto favorendo nei prossimi anni l’estrazione sul proprio versante. Si tratta di investimenti da cassetta non fantastici a breve ma se osservate questo titolo nei prossimi mesi e comunque tra i $ 10 e 15 può essere un buon motivo di investimento. Io ritengo di prenderne ancora !! Peraltro scambia bene anche più di un milione di pezzi giornalieri. Non vendo niente, lascio queste indicazioni per simpatia, ma prima di investire analizzate con cura !! Saluti

    • Galeazzo grazie della tua condivisione.

      Ragazzi, quanto valore state portando con i vostri commenti!

    • Grazie per le info, andrò a documentarmi su buonaventura mining!

      Io avevo accumulato Detour Gold a prezzi ridicoli quando a fine anno scorso si era completamente sganciata dai fondamentali. Adesso ritengo che il prezzo di Detour sia allineato se non persino un po’ altino rispetto alla quotazione del metallo.

      Per quanto riguarda Iamgold e Barrick, sono entrambe aziende con costi estrattivi altissimi che quindi offrono una forte leva gratuita rispetto all’invstimento in fisico e specialmente per quanto riguarda iamgold il prezzo è davvero depresso (viaggia sui 4,5 scarsi quando ha toccato i 23).

      Rimane il fatto che essendo pessimista sul futuro prossimo dei mercati rimango comunque in attesa di un miglior punto di ingresso. Ad oggi non trovo occasioni interessanti sui mercati e le ultime volte che mi è capitato poi nel breve si sono visti sciacquoni più o meno violenti. Per quasi tutti gli asset che ho visionato ultimamente le prospettive di guadagno sono misere e il risvhio di perdita alto.. Meglio tenere i soldi “al caldo”..

  22. Io non comprerei mai le miniere direttamente. Troppo alto e’ il rischio…io preferisco comprare l’etf golda…e’ come comprare il nasdaq piuttosto che la singola azione che se ti perde l’80 p.c non lo recuperi +

  23. Premettendo che la mia view di lungo ad oggi rimane rimane up
    stanotte potrebbe aver chiuso un bigiornaliero ibrido positivo di 48h sull’indice inverso senza consistenza di giornalieri, movimento non naturale dopo il mezzo-settimanale negarivo precedente dal 16.6, particolare attenzione al minimo e max di questi ultiimi due giorni,potremmo essere vicini a scoprire se parte o meno la ormai famosa correzione di breve.

  24. Buongiorno, ho scritto direttamente in risposta e precisazione a Filomeno riguardo al ritracciamento che avevo già evidenziato e pronosticato a tre giorni, riproponendo altresí alla vostra attenzione l’analisi dei miei consulenti che indicano la ripresa del mettallo in relazione alle esigenze industriali estrattive che hanno al massimo una scadenza fissa nel 2017 perció quantomeno al piú presto nel 2016 o al piú tardi nel 2017 il corso rialzista dovrá riprendere per offrire un prezzo adeguato agli investimenti miliardari che dovranno riprendere a rischio di non avere più metallo dal 2020 in poi. Detto questo vi faccio notare che la Credit Suisse Commodity ha divulgato la relazione dei propri analisti che evidenzia come le tensioni del primo semestre 2014 in Irak e ucraina non abbiano influito sui prezzi se non marginalmente con qualche scossone e questo a causa di una debolezza del metallo. In buona sostanza l’analisi evidenzia il calo degli asset detenuti negli ETF ai minimi del 2009 e il deflusso dei capitali dalle posizioni a medio long term, con una prospettiva 2015 ancora più negativa in considerazione del rialzo dei tassi. Perciò insisto nel dire che le corde o le croci della morte a poco valgono se non ci sono i soldi (perché attirati da altro) quanto alla protezione dall’inflazione ce l’avrà se raggiungerà nella sua ripresa almeno i $2800-3000 perché oggi come nel suo massimo del 2011 non ha protetto niente !! dalla abolizione dello Standard gold del 1971 ad oggi per assolvere a questa funzione dovrebbe prezzare $2700-2800 e non $1300 o 1900 come al suo massimo storico. Nelle nostre imprese noi lavoriamo altre commodity ma alcune sono molto più convenienti oggi rispetto agli anni di mio nonno !! l#oro é una commodity scarsamente di rifugio e molto speculativa se ci sai salire sopra !! Ad Maiora

    • Buon pomeriggio Galeazzo, ti rispondo in base a quanto hai scritto e lo riporto integralmente:riproponendo altresí alla vostra attenzione l’analisi dei miei consulenti che indicano la ripresa del mettallo in relazione alle esigenze industriali estrattive che hanno al massimo una scadenza fissa nel 2017 perció quantomeno al piú presto nel 2016 o al piú tardi nel 2017 il corso rialzista dovrá riprendere per offrire un prezzo adeguato agli investimenti miliardari che dovranno riprendere a rischio di non avere più metallo dal 2020 in poi. –
      Per quanto riguarda l’analisi dei TUOI CONSULENTI, dove affermano che la ripresa del metallo sarà al piu presto nel 2016 o al piu tardi nel 2017, ti posso TRANQUILLAMENTE DIRE, che a livello ciclico sono TOTALMENTE fuori TIMING, non so se per IGNORANZA o per altri MOTIVI, affermo ciò in quanto il minimo di fine luglio 2014 e’ direttamente e ciclicamente collegato col massimo del gold del settembre 2011, mentre i minimo del giugno 2013 e dicembre 2013, sono stati minimi intermedi rispetto a questultimo a livello sia di prezzi che ti tempo, pertanto la ripartenza del prezzo sia del gold che del silver, avverrà quasi con certezza assoluta già dai primi di agosto 2014 e già a febbraio/marzo 2015 il prezzo del gold molto probabilmente sarà superiore ai 2000$ OZ.
      A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE.

    • Ciao Galeazzo, come ti ha detto Filomeno, delle previsioni delle banche non possiamo sempre fidarci in quanto molto spesso fanno l’opposto di quello che dicono… proprio sull’inversione dei trend.
      Riguardo alla salita dei tassi sono perplesso in special modo per quelli USA. Inoltre il tapering non è ancora finito ma i segnali negativi già si vedono.
      Quanto dici del denaro che non c’è hai pienamente ragione. Sono anche deluso nel vedere crescere il gold in seguito all’acquisto di 470 mln di futures come accaduto l’altra settimana e molto meno sulle tonnellate di oro fisico che hanno lasciato l’occidente per l’oriente. Ma questo per il momento è il mercato. Stiamo vivendo “un momento interessante” se non altro.

  25. Caro Galeazzo, non continuo a capire la tua visione….dici che hai comperato ma vedi i prezzi ancora più’ bassi.. ti affidi ai tuoi consulenti per poi riportare i commenti del CS che vi raccomando…
    Dai la tua visione con la massima trasparenza….nessuno fa previsione a 2 a 3 anni….nel frattempo può’ succedere di tutto….io guardo l’analisi tecnica che è’ l’unico strumento…un mese fa ho dato il rialzo e lo stiamo vedendo…

    • Per lf : Vero ho comprato due volte intorno a $1200 e attendo di acquistare ancora se come pensiamo si presenterà ancora l’occasione quest’anno e forse anche il prossimo. Come industriale acquisto e produco gestendo il magazzino in LIFO o FIFO a seconda del periodo. Per questa commodity utilizzo il Metodo LIFO perció attendo le migliori quotazioni a ribasso. Il mercato me le concede !! Io non giro molto il web e le relazioni o notizie o questa ultima di Credit Suisse mi vien girata dalla società di consulenza che si occupa per noi anche di altri corsi per commodity che trattiamo industrialmente. La societá é facente parte dell’Aquila Group ag. e cura investimenti, collocamenti e consulenze sui mercati a tutto raggio, mi servo da loro da alcuni anni e con grande soddisfazione. Chiaro che abbiamo rapporti di consulenza allargata e per costi non varrebbe la pena impegnarli soltanto nel gold, con le dovute pinzette sono consulenti anche per banche importanti e ovviamente per industria. Io valuto e rielaboro la consulenza e gli spunti che ricevo e mi avvarró della loro consulenza per analisi tecnica quando verrá il momento. Attualmente sarebbe possibile ma un poco da sala corse. Devo dire che sono molto rinomati e noi li adoperiamo da tempo perché lavoriamo metalli (per pompe pneumatiche e altro) e abbiamo avuto un ottimo contributo professionale nella gestione dei nostri magazzini materie prime. Comunque previsioni a due anni sui fondamentali si fanno senza grandi problemi quanto a quello che puó accadere dipende molto da quanto é reattiva all’accadimento la tua commodity. L’oro mi spiace ma non lo é stato e devo concordare con quanto ho appreso dalla Credit Suisse. Come ho detto in precedenza se cade il mondo si tira dietro tutto anche il vostro oro. Per esperienza e un poca ne ho con i danari e gli investimenti si dovrebbe sperare poco e aspettarsi un capovolgimento ogni mese mi sembra un tantino surreale. Il rialzo che abbiamo visto é inutile e rientra negli alti e bassi del canale ampio in cui é condotto attualmente. Che la quotazione altresí rimanga immobile sarebbe ridicolo. Quello di cui ho parlato é una condizione di Dead Line proveniente dal settore estrattivo perció il metallo é rimasto in questi mesi piú o meno insensibile ad Irak e Ucraina come probabilmente potrà esserlo per altre notizie e accadimenti simili (con l’oro questa insesibilità storica é accertata) ma non potrà ignorare la sua stessa sopravvivenza. Per un investitore come dite voi la visione chiara a medio lungo termine é fondamentale, senza individuare con precisione i bordi cadi nel burrone. Questo é il bordo che i miei consulenti hanno individuato tecnicamente e valori alla mano per il resto é molto probabile quasi sicuro che si comporterá all’interno del canale tra $1150 e 1350 per questo anno come per il prossimo e qualunque analisi al rialzo si arrenderà al ritracciamento e ricordo ancora una volta che io sono intervenuto per rispondere ad un titolo che parlava della ripartenza storica del metallo e che stiamo scrivendo la storia e non ce ne accorgiamo !! Io ho risposto argomentando con precisione che per il momento non riparte niente nè con le corde ne con le Gru, la ripartenza adesso non cé !! Cosa fa il metallo all’interno di questo canale é di poco interesse per un investitore perché il mio raggio é più ampio e l’analisi tecnica come disciplina copre un raggio corto. Gli aspetti fondamentali quali la liquidità le aspettative industriali etc. sono argomenti di ampio raggio che si possono valutare per un investimento in una commoidity. Io ho portato la mia esperienza come imprenditore e di analisi tecnica non mi occupo al momento, quando il tempo sarà maturo mi farò fornire dai consulenti anche questa prospettiva ma esclusivamente quando si potrà parlare di un rialzo reale e duraturo oggi é irrilevante almeno per me che non compro carta giornaliera. È tutto chiaro adesso? io spero di sí !!

  26. Concordo luigi, qui c’è qualcuno che è’ poco trasparente e parla senza avere le basi tecniche per spiegare i rialzi o ribassi…e poi quella del CS e’ la ciliegina sulla torta…

    • Rispondo con estrema franchezza io le basi le ho e se non son tutte mie poco importa anche in azienda non sono capace di tornire ma mi avvalgo di macchinari e operai specializzati e di altrettanti professionisti. Chi fa da se fa per tre ma oggi non basta. Ho fornito in questo blog la mia esperienza e chi vuole ne potrà fare tesoro. La mia esperienza fondamentale é quella di industriale e ovviamente di investitore. Questa é la mia professione da circa 30 anni e sono intervenuto come dicevo prima perché il titolo di questo blog era ed é una sollecitazione inutile. Non riparte il prezzo per il momento e non ce ne accorgeremo perché é ancora un poco presto poi quando partoirà io saró in prima linea ma attualmente come dicevo prima una dead line é sicura e questo é giá un grosso vantaggio, altro relativo ad anali di corde o gru non é motivo per muovere capitali. Cordialità

      • Le opinioni e convinzioni diverse dalle mie le apprezzo e mi ha fatto piacere leggerti. Inoltre le hai argomentate focalizzando credo un aspetto molto importante, “Quello dei soldi che non ci sono per muovere al rialzo l’oro”. Tra l’altro non so se questo sia stato un cartello tra le banche centrali, ma è come se avessero fatto un accordo di investire su tutto tranne nelle commodity. Ed è pure comprensibile. Forse questa sarà l’ultima battaglia, vista la crisi economica sistemica mondiale.

        Ciao

  27. Va bene, se parte ad agosto 14 e supera anche i $2000 noi ci siamo !! diversamente ne compro ancora a fine anno e nel 2015. Rimango fermamente dell’idea che siamo in campagna acquisti. I miei consulenti si sono spostati dai cicli e dalle analisi perché non li ritengono fattori totalmente affidabili allo stato attuale, mentre per ricerca e dati alla mano il problema dell’esaurimento dei siti alle attuali quantità estratte per anno dal 2020 é fatto incontrovertibile. Con gli attuali prezzi non é possibile che le compagnie aurifere affrontino investimenti e si devono limitare ad estrarre dai siti meno costosi al solo costo estrattivo. Questa é una situazione che deve cambiare e il cambiamento può avvenire solo con una ripresa dei prezzi magari limitatamente ad un livello prossimo ai $2000 ma necessariamente fuori da questo canale negativo. Con questa spada di damocle sulla testa i prezzi 2014 e 2015 potranno anche essere mantenuti sottotono ma nel periodo successivo dovranno lavorare al rialzo perché se verranno mantenuti compressi l’esplosione che ne seguirebbe potrebbe risultare devastante. La mie regole sono : 1. Investire al rimbalzo per non trovarsi con gambe pesanti e tasche leggere. 2. procurarsi sempre una approfondita analisi del settore merceologico nel quale intendo investire. 3. Mantenere la garanzia della propria liquidità inalterata. Un investitore che perde la propria liquidità é un fesso che rimane sulla spiaggia ad attendere lo tzunami. In buona sostanza non spero in niente sono soltanto molto attento, se parte non mi pare il vero, sono pronto a spingere sul mercato a termine se non parte vuol dire che nella fase attendista acquisteró ancora fisico. Questo il mio contributo. Ci incontreremo sui mercati !!

    • Penso che questa filosofia attendista, di colui che a bordo del fiume aspetta che prima o poi passi il cadavere, sia del tutto condivisibile, io stesso periodicamente faccio il mio in fase di acquisto senza sbilanciarmi eccessivamente, ma consapevole di ciò che sarà, prima… o poi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
China National Gold valuta una possibile partnership con Barrick Gold Corp

Fra  queste pagine abbiamo piu' volte analizzato "la fame d'oro della Cina"; ovvero la straordinaria domanda di oro fisico da parte del...

Chiudi