Il mistero sul rimpatrio delle riserve auree del Belgio

La Radio Pubblica Belga (RTBF) ha emesso un comunicato con il quale informa che il Belgio intende rimpatriare 200 tonnellate di oro stoccate nel Regno Unito.

Ti ricordo che sia la Germania che l’Olanda hanno gia’ ritirato parte delle proprie riserve auree detenute presso la FED e che molte altre banche centrali hanno in procinto di ritirare le proprie riserve detenute presso la Banca Centrale USA; l’Austria, invece, ha gia’ preso in considerazione un rimpatrio delle proprie riserve.

La Banca Centrale del Belgio ha smentito questa notizia tramite il suo Governatore, Luc Coene, che ha affermato:

non e’ in programma un rimpatrio dell’oro del Belgio dal Regno Unito, ci fidiamo delle Autorita’ inglesi; inoltre abbiamo un comitato di revisione delle riserve detenute all’estero, in questo caso in Gran Bretagna. E’ cosa inutile e costosa rimpatriare il nostro oro.”

Ah si, Luc Coene? Molto strano.

Durante un’intervista all’emittente belga VTM-News tenuta nel Dicembre 2014, Luc Coene affermava che

“se il Governo Belga ci chiedera’ il rimpatrio delle nostre riserve auree saremo pronti a eseguire questa direttiva, ci stiamo gia’ lavorando, in proposito”.

” L’unico problema pratico e’ il trasporto dell’oro stesso e il suo stoccaggio, ovvero il suo immagazzinamento qui in Belgio. Penso che sia solo una questione di tempo: l’Olanda e la Germania hanno gia’ richiesto il rimpatrio delle proprie riserve e presto tocchera’ anche a noi belgi”.

A mio avviso le autorita’ belghe sono estremamente preoccupate circa le loro riserve detenute in Gran Bretagna; le dichiarazioni di Coene di Dicembre 2014 non collimano con quelle rilasciate sul sito internet della Banca Centrale Belga, che riferiscono invece che le riserve auree (227 tonnellate) sono custodite presso la Banca d’Inghilterra (per la quasi totalita’) e presso la Banca del Canada e la Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea.

La Banca Centrale Belga , spargendo del “tranquillante verbale” per  rasserenare i mercati e l’opinione pubblica interna, riferisce che queste riserve sono soggette a regolari revisioni contabili e che non intende rimpatriare quest’oro.

Come dicevo, tutto questo e’ molto strano.

PRIMA DOMANDA: Perche’ la TV pubblica belga invece, riferisce di un futuro rimpatrio delle riserve auree tramite trasporto navale dalla Gran Bretagna, con 50 soldati belgi che scorteranno il carico di lingotti?

SECONDA DOMANDA: Perche’ Luc Coene, a dicembre dello scorso anno dichiarava pubblicamente che la Banca Centrale Belga sarebbe stata pronta a programmare il rimpatrio delle proprie riserve e ora ritratta quanto affermato?

A mio modo di vedere la Banca Centrale Belga ha gia’ progettato il rientro delle sue riserve auree ma la data di recupero e’ tenuta segreta per non creare “sfiducia” sul mercato dell’oro, dato che la FED e la Banca d’Inghilterra NON  detengono tutte le riserve in conto terzi che dichiarano contabilmente di detenere.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Debito mondiale record: 199 trilioni di dollari. Ecco le implicazioni.

Il debito globale e' arrivato sulla soglia dei 200.000 miliardi di dollari: quali le soluzioni per far fronte all'ammontare di...

Chiudi