Segnali di un RESET imminente del sistema finanziario (come farti trovare preparato)

grande-reset-finanziario

Sì. L’azzeramento del sistema finanziario è alle porte.

No. Non intendo l’annientamento della razza umana.

Semplicemente, come avviene sempre nel “gioco della storia”, ogni tanto bisogna ripassare dal via.

Dopo tutto il marcio accumulato in questi anni di speculazioni e bolle fuori controllo, è ora necessario riequilibrare il sistema e ricominciare da zero.

I segnali di un RESET imminente sono dappertutto.

Le superpotenze che si preparano alla terza guerra mondiale, guidate da capitan Trump.

Gli Stati che provano a controllare il denaro dei propri cittadini, vedi confisca del contante e dell’oro in India, controllo del contante in Grecia e in ultimo la Turchia che vuole appropriarsi con l’inganno dell’oro dei propri cittadini per rilanciare la propria economia.

Per non parlare di tutte le mosse per appropriarsi indebitamente della ricchezza privata dei cittadini che l’Unione Europea e i più grandi istituti finanziari hanno messo in campo già da tempo, attraverso documenti ufficiali.

Tanto per citarne qualcuno:

  • la relazione di fine 2013, Fiscal Monitor – Taxing times, in cui il Fondo Monetario Internazionale (di cui l’Italia è un membro) raccomanda la confisca della ricchezza privata dei cittadini a titolo definitivo come eventuale misura per ripagare il debito
  • La direttiva Europea 2014/59/UE diramata dal Parlamento europeo il 15 maggio 2014 in cui è istituito il ricorso allo strumento del bail-in con cui le banche in dissesto possono ricorrere a prelievi dai conti correnti dei correntisti per far fronte ai loro debiti.
  • il documento del 23 gennaio 2017 “Proposal for an EU initiative on restrictions on payments in cash (Proposta per un’iniziativa dell’Unione Europea sulla restrizione dei pagamenti in contanti) in cui sarà stabilita la somma limite all’utilizzo del contante nei pagamenti.

Questa è la situazione in cui siamo oggi. E, almeno a breve termine, si fa fatica a vedere come le cose possano andare meglio di così.

Il Reset del sistema finanziario è una grande opportunità se vista sul lungo termine, ma nell’immediato porta con sé tre specifiche minacce, tre avvoltoi che si aggirano a caccia di cadaveri.

In questo articolo, cercherò di fare una sintesi di quello che scrive Roy su queste 3 minacce nel messaggio di accompagnamento alla presentazione del suo prossimo evento dal vivo di maggio.

Poi, come è giusto che sia, lascerò a te la scelta: approfondire queste minacce e scoprire come proteggerti oppure ignorarle a tuo rischio e pericolo.

MINACCIA NUMERO 1:

IL CONTROLLO SUL TUO DENARO

Te ne ho accennato prima e Roy e Yari ne hanno parlato abbondantemente sulle pagine di questo blog.

Qui, ti riporto solamente le anteprime degli articoli. Se ti interessa approfondire, ciascun articolo, puoi andare a spulciare il blog.

Insomma. La rete per il controllo sul denaro è stata lanciata e questo è il primo passo di una delle azioni più vigliacche possibili: accaparrarsi la ricchezza privata dei cittadini.

Gli Stati infatti hanno creato dei buchi neri che non potranno mai ripagare.

Per ritardare la bancarotta, dopo averci ammazzato di tasse e inflazionato il denaro sino all’inverosimile, ora stanno percorrendo l’unica strada possibile:

prendersi i soldi direttamente dalle tue tasche.

Quindi, passo 1: controllo del tuo denaro. Te lo fanno mettere sul conto corrente ostacolando l’utilizzo del contante.

Poi, una volta che i tuoi soldi sono tutti in un unico posto sotto il loro stretto controllo, sarà più facile prenderseli attuando varie misure come ad esempio il prelievo forzoso.

MINACCIA NUMERO 2:

LA GUERRA ALLE PORTE

Non ci sarebbe bisogno di parlarne. La situazione di allarme internazionale è sotto gli occhi di tutti: Stati Uniti di Trump e Corea del Nord del dittatore Kim sono ai ferri corti e la Cina al momento sembra non stia riuscendo a trovare una mediazione soddisfacente per entrambe le parti.

Staremo a vedere come si muoveranno le altre nazioni sullo scacchiere internazionale. Quello che è certo è che nessuno ne uscirà vincitore.

Se pensi che la guerra si svolgerà lontano da noi e che quindi questo non cambierà la nostra vita, ti sbagli di grosso.

Anche se non si combatterà nel nostro Paese, l’Italia sarà chiamata ad appoggiare il suo storico alleato: gli Stati Uniti (anche se probabilmente, più che alleato sarebbe l’ora di chiamarlo con il giusto nome, e cioè PADRONE).

Se ci rifiutassimo, dovremmo aspettarci una guerra commerciale senza precedenti.

Se accetteremo (come credo che sia in caso di guerra), dovremo sostenere i costi di una guerra. E le guerre costano e si pagano con l’aumento di tasse o prelievo sui conti correnti.

MINACCIA NUMERO 3:

MORTE DEL DENARO (COSI’ COME LO CONOSCIAMO OGGI)

Come se le due minacce di cui ti ho parlato non fossero già sufficienti, c’è un altro spettro che si aggira in Occidente.

Sto parlando di una forte inflazione o nel peggiore dei casi di una iperinflazione. Cioè, la morte del denaro così come lo conosciamo oggi.

Dal 2008 in USA stanno stampando vagonate di nuova valuta, come mai era accaduto prima nella storia.

 

Ma anche Svizzera e Gran Bretagna non scherzano in quanto a denaro stampato.

 

 

Questa stampa incessante di nuova valuta è un mostro con un potenziale enorme che prima o dopo andrà a sferrare il suo attacco. La conseguenza sarà una rapida svalutazione del tuo denaro mentre il costo della vita aumenta (per la legge della domanda e dell’offerta, quando più banconote danno la caccia allo stesso numero di beni, il prezzo dei beni aumenta).

Se non stiamo ancora percependo gli effetti di tutto questo nuovo denaro stampato è perché le banche non lo stanno ancora facendo circolare ma lo tengono a dormire nei loro caveau.

Tuttavia verrà un momento in cui le banche dovranno tornare ad utilizzare quel denaro, facendolo circolare all’interno dell’economia reale. A quel punto saranno guai (per non usare espressioni più pesanti).

Chi si farà trovare impreparato, vedrà letteralmente evaporare tra le mani la propria ricchezza.

Considerando l’enorme ammontare di denaro che è stato creato, il mondo occidentale avanzato potrebbe anche sperimentare un’iperinflazione.

Se questo accade, sarà un bagno di sangue.

Infatti, durante una fase di iperinflazione i prezzi dei beni aumentano di ora in ora. E ciò che alle 8 di mattina paghi 1 euro, il pomeriggio potresti anche pagarlo 2 euro o più.

Il tuo denaro non vale più niente. Le aziende e i negozi falliscono e in poco tempo i beni iniziano a scarseggiare.

Questo sta già avvenendo in paesi come il Venezuela dove le persone si stanno letteralmente ammazzando (non è una metafora) per una bottiglia di latte o per dei vestiti.

Esiste un modo per proteggerti da queste minacce?

Il modo esiste e passa per la tua preparazione.

Il tuo grado di consapevolezza, di conoscenza e di preparazione alla delicata fase storica che stiamo vivendo, sono l’antidoto a questo male.

In questo articolo, a beneficio dei lettori di DeshGold, ho riportato alcuni stralci di ciò che Roy descrive in modo dettagliato nella lettera di presentazione del suo evento dal vivo del 28 maggio.

Sempre in questa lettera, Roy mostra quella che considera la migliore strada per proteggerti da queste minacce imminenti. Ha infatti elaborato un piano di difesa personale in grado di crearti uno scudo da ogni minaccia che ti ho descritto.

Ti consiglio di prenderti del tempo e, per il bene tuo e della tua famiglia, leggere con attenzione ciò che ha scritto Roy.

Clicca qui e leggi la pagina di presentazione dell’evento dal vivo di maggio.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Angelo D'Angelo

Motore dietro molte delle iniziative di DeshGold.com, Angelo ama studiare i comportamenti umani e analizzare come evolve la società nel suo insieme.

9 COMMENTI

  1. Ma quand’è che la smettete con questi articoli terroristici?

  2. Salve,
    è nel senso che le banche torneranno a fare prestiti a go go?

    Se non stiamo ancora percependo gli effetti di tutto questo nuovo denaro stampato è perché le banche non lo stanno ancora facendo circolare ma lo tengono a dormire nei loro caveau.
    Tuttavia verrà un momento in cui le banche dovranno tornare ad utilizzare quel denaro, facendolo circolare all’interno dell’economia reale. A quel punto saranno guai (per non usare espressioni più pesanti).

  3. Ciao,premesso che condivido l’analisi proposta,mi chiedo se nelle situazioni di emergenza come quelle indicate,non si corre il rischio di diventare prede per coloro che non si sono preparati?
    Già oggi la sicurezza è un problema,figuriamoci se in ballo ci fosse la sopravvivenza fisica di ciascuno.

    • Ciao Luis,

      Per come la vedo, tutto è possibile.

      Tuttavia c’è una differenza:

      -essere predato per difendere qualcosa
      -essere predato senza nemmeno aver qualcosa da difendere.

  4. “e banche non lo stanno ancora facendo circolare ma lo tengono a dormire nei loro caveau.”

    Il denaro degli ultimi anni (QE ecc…) non è mai stato stampato. E’ creato dal nulla con le tastiere dei computer e non è mai entrato in circolazione.

  5. Si sta già muovendo . (alla fine farà i nostri interessi … se si sa adoperare) . Prima gonfierà gli asset finanziari.
    ( lo sta già facendo , vedi in questo momento le borse ) e poi entrerà nell’oro . Sono tante bolle che esploderanno.
    Consiglio vivamente di seguire Roy vi aiuterà a portare a vostro vantaggio il più grande esperimento del secolo.

    • Mah. Dal tuo commento si evince solo pubblicità per Roy.

      • Non penso proprio …. PUNTO PRIMO … Quando nel 1998 ho incominciato ad interessarmi del settore , Roy si e no aveva 10 anni o di piu’ ….. PUNTO DUE ..
        Non sono un iscritto DeshGold.

        Marco

        • Non voglio essere ripetitivo (Non sto facendo nessuna pubblicità) …. Ma Roy secondo il mio punto di vista è molto preparato … Anche se , su alcuni punti concordo in parte …. Capirete tra 3 – 5 anni cosa avete perso …

          Se avessi conosciuto una persona come Roy tra il 2008 – 2011 non avrei fatto certi ” Errori.”

          Un saluto a tutti da Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
L’epico scontro in corso tra uomo e macchina (e i danni collaterali)

E' in corso una dura battaglia tra la tecnologia che avanza e Banche e Stati che provano a contenerla. Un...

Chiudi