POCHE ORE AL LANCIO: ecco cosa succede sui mercati se la Fed alza o tiene fermi i tassi

Pronti al lancio

Da ieri sera (e fino a questa sera) il Federal Open Market Committee si è riunito in quella che è stata descritta da molti come “la più importante riunione della Fed di questo decennio.

Dopo questa riunione la FED comunicherà se alzerà o meno i tassi di interesse.

La maggior parte degli analisti si aspetta che questo sia un momento cruciale per i mercati azionari.

Se la FED aumenta i tassi il mercato azionario scenderà?
Se la FED aumenta i tassi il mercato azionario salirà?

Il rialzo dei tassi trasmetterà agli investitori un segnale di ripresa dell’economia o sarà un colpo mortale per un’economia che già stenta a riprendersi?

A tutte queste opinioni voglio contrapporre numeri. Perchè credo che i numeri siano l’unico vero sentiero che ogni investitore intelligente dovrebbe seguire.

A tal proposito questa mattina ho letto un articolo su ElliotWawe.com che rappresenta la cosa più intelligente che abbia letto in questi giorni in merito all’evento di questa sera.

Ecco l’estrema sintesi.

Azioni Vs Obbligazioni

La teoria economica sostiene che il mercato azionario sia in diretta concorrenza con il mercato obbligazionario. Il denaro quindi si sposterebbe da azionario a obbligazionario (e viceversa) in base a quanto gli investitori reputino più conveniente un mercato piuttosto che l’altro.

Ad esempio, dinanzi ad un aumento dei tassi di interesse sulle obbligazioni, gli investitori dovrebbero essere attratti da questo maggior rendimento (infatti tassi più alti significano cedole più alte sui tuoi acquisti obbligazionari).

Per questo motivo sarebbero portati a vendere titoli azionari per ottenere la liquidità necessaria che gli permetterebbe di comprare i nuovi titoli obbligazionari con la cedola più alta.

E’ per questo motivo che leggerai spesso una frase come questa:
“se la FED alza i tassi i mercati azionari scendono”.

Ma questa correlazione indiretta è SEMPRE vera?

Guarda questi 4 grafici:Correlazione tra tassi obbligazionari e mercato azionario

Come puoi vedere, in alto ci sono 4 gravi collassi dei mercati azionari.

Parliamo di fasi ribassiste che hanno portato i mercati azionari a perdere dal -54% fino anche al -89%.

Contrapposto ad ogni grafico azionario vedi anche l’andamento dei tassi d’interesse del periodo in questione. E come puoi notare, i più grandi ribassi dei mercati azionari degli ultimi 90 anni sono stati correlati con altrettanti ribassi sui tassi!

L’unica eccezione dei 4 grafici qui sopra è data dal ribasso del Dow del 1929, dove ad un certo punto della discesa ci fu una temporanea impennata dei tassi.

In altre parole, questi dati dimostrano che la teoria economica insegnata a scuola non sempre ha ragione.

Perchè abbiamo vissuto fasi storiche in cui i tassi scendevano (e che secondo la teoria avrebbero dovuto rendere più interessante l’investimento azionario) ma i mercati azionari ugualmente non salivano.

In altre parole, gli investitori non hanno scambiato le loro obbligazioni con titoli azionari.

Potremmo spiegare questa situazione di mercato in questo modo:

Quando un’economia implode i valori delle aziende crollano deprimendo il mercato azionario. Allo stesso tempo, con meno fiducia nel futuro crolla anche la domanda per nuovi prestiti.

Questo porta i tassi al ribasso (in modo da incentivare la richiesta di nuovi prestiti).

La conseguenza di questa spiegazione è che i mercati azionari scendono insieme ai tassi di interesse.

E questo ha molto senso. Vero?

Infatti qui ci sono degli esempi inversi, in cui il mercato azionario è salito in contemporanea a fasi di rialzo sui tassi:

Correlazione azioni-su-e-tassi-su

Wow!
Allora abbiamo trovato la risposta al nostro quesito.

La correlazione è diretta.
Quando i tassi salgono, aumentano anche i mercati azionari.
Quando i tassi scendono, scendono anche i mercati azionari.

Giusto?
Ehm… guarda anche questi altri grafici:

azioni-su-e-tassi-giu

azioni-giu-e-tassi-su

Come vedi, ci sono esempi lampanti di mercato azionario in salita con tassi in discesa e viceversa. Qui la correlazione è indiretta (proprio come piace alla teoria economica).

A questo punto, i teorici convenzionali potrebbero cercare di formulare una complessa rete di interrelazioni a spiegare queste mutevoli correlazioni contraddittorie.

Ma ancora non ho letto in nessun posto che questo approccio abbia dato a qualche investitore un vantaggio nel prevedere i tassi di interesse, i prezzi delle azioni o il rapporto tra loro…

 

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

10 COMMENTI

  1. CARO ROY,
    TI SCRIVO PERCHE’ MI SEMBRI UNO FUORI DAL CORO……MAFACCIO UNA PREMESSA:SE FOSSI UNO STRAMILIARDARIO PER ACCRESCERE E DIFENDERE IL MIO CAPITALE,PRIMA DI TUTTO COMPREREI GIORNALI,GIORNALISTI,TELEVISIONI,SCUOLE UNIVERSITA E OPINION MAKERS E AL CONTEMPO METTEREI A TACERE IN TUTTI I MODI LE VOCI FUORI DAL CORO……DETTO QUESTO MI AUGURO CHE TU CONOSCO UN CERTO WARREN MOSLER E IN PARTICOLARE U ABBIA LETTO IL SUO LIBRO:”LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI DELLA POLITICA ECONOMICA”CONFIDO SULLA TUA LIBERTA DI PENSIERO E DEISIDERIO DI CONOSCERE LA VERITA….BUONA LETTURA !!!!!!!!!!!!!!!

    • Grazie per il suggerimento Gualtiero.

  2. L’inalzamento o abbassamento dei tassi non può invertire gli andamenti; può solo avere una sorta di attenuazione su l’inflazione, la caduta dei mercati, ecc.

    Oltre ai grafici è fondamentale valutare tutte le concause di contorno.

  3. In realta’ bisogna esaminare lo scenario in cui avviene il rialzo o il ribasso dei tassi d’interesse:

    In uno scenario deflazionistico obbligazioni ed azioni hanno andamento divergenti anzi opposti.

    In un scenario inflazionistico invece obbligazioni ed azioni hanno andamenti convergenti ossia si muovono nella stessa direzione ( al rialzo o al ribasso ).

    Ciao ROY, by Lukas

    • Molto interessante il tuo spunto Lukas.

  4. gent. gennaro , ottimo studio con i fatti illustrati da grafici . che non ci siano
    corrispondenze semplici e certe fra tassi e borse però non
    mi deprime perchè non cambia il mio livello di trader.
    so di essere immerso nella melma e non mi agito nella
    ricerca della divinazione del futuro borsistico .
    grazie sempre per questi studi che ci regali . – marcello –

  5. Sulla relazione tra tassi e mercati azionari un bravo economista sarà in grado di dimostrare con un ragionamento perfettamente logico che la relazione è diretta (tassi salgono, azioni salgono), oppure con altrettanto ragionamento logico che è inversa (tassi salgono, azioni scendono).

    L’investitore saggio è quello che non basa le sue decisioni di investimento sulle ipotesi ma si adegua a quello che fa il mercato a valle della notizia (il mercato ha sempre ragione…)

    Non so domani che direzione prenderà il mercato, ma credo che nel breve-medio periodo debba stornare ancora un po’ prima che si ripresenti un nuovo trend rialzista sostenuto (forse a partire dall’ ultima parte dell’ anno?).
    Vediamo…

    Ciao,
    Giorgio

  6. I mercati azionari ed obbligazionari scendono o salgono non sulla base di previsioni di corretta finanza o intuizioni economiche , ma sulla base della convenienza di chi detiene i capitali . ma soprattutto questi ultimi scelgono la tempistica dell’intervento.
    Praticamente in una roulette tu punti i numeri che vuoi , ma il numero che deve uscire è quello che determina maggiori vantaggi per chi gestisce il gioco. chiaro ?

  7. Buongiorno a tutti,
    come al solito essendo io ” ‘gnorante”, rivolgo questa banale domanda: visto che su questo sito si parla di metalli preziosi, cosa tutto questo comporta per chi è interessato solo a questo aspetto (ovvero la detenzione di questi metalli)?
    Anche alla luce del fatto che ora sappiamo che decisioni ha preso la FED.
    Grazie a tutti.

    • Claudio dalle mie ricerche non trovo nessuna correlazione valida nemmeno con i metalli preziosi.

      Ad esempio, abbiamo vissuto fasi di tassi al ribasso ed oro al ribasso, e fasi con tassi al rialzo e oro al ribasso.

      Chi cerca la condizione magica: “SE succede questo” allora “quest’altro”, a mio modo di vedere è destinato a ricevere pesanti delusioni dai mercati finanziari.

      I mercati sono un gioco in termini relativi e non assoluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui puo\' commentare solo chi e\' bravo in matematica :) Completa l\'operazione.

 

Compila il modulo qui sotto per accedere al Videoseminario gratuito

Capisco che posso decidere di non ricevere più le tue email
in qualsiasi momento e inviandoti una semplice email.
Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Come comprare oro fisico ed evitare frodi
Dove e come comprare ORO FISICO per evitare frodi

Se ti stai chiedendo come poter acquistare oro fisico e sopratutto dove poterlo acquistare per evitare frodi, leggi questo articolo.

Chiudi