Chi ha voglia di farsi spappolare il cervello?

Entro nella sala da trading. Non ne avevo mai vista una prima d’ora ma era proprio come la immaginavo. Monitor su Monitor. Credo vi fossero circa 30 postazioni. Sembrava di essere in uno di quei film girati in una sala di Londra, o di NewYork. Ero affascinato. I mercati finanziari e la Borsa mi eccitavano e finalmente potevo diventare ‘uno tosto’, uno di quelli che fanno i soldi sui mercati.

Cerco di scrutare nel viso ogni singolo trader. Tutti seduti dinanzi alle loro postazioni, con lo sguardo fisso davanti al monitor. Qualcuno aveva le mani fra i capelli e sembrava alquanto disperato, altri urlavano e sbraitavano contro il monitor. Le imprecazioni si sprecavano.

Mi giro verso l’insegnante del corso e gli chiedo:
“Come mai sono tutti cosi’ presi dal mercato?”

Attendono news importanti“. “Oggi ci sono un paio di dati molto importanti per i mercati. Vengono definiti market mover. Su queste notizie i mercati subiscono spesso delle fortissime oscillazioni. E in quel momento tanti soldi si possono guadagnare, o tanti soldi si possono perdere…”.

“E come mai sembrano tutti cosi’ nervosi?” chiesi incredulo. 

“Perche’ nell’ultima mezz’ora ci sono state delle oscillazioni fortissime. Vi e’ stato prima un crollo del 2%, poi i mercati sono risaliti del 2.5%, e adesso riperdono il 4%”. “Credo che molti di loro siano caduti nella trappola”.

“Ma queste news sono cosi’ importanti?”

“Si Gennaro. Se vuoi fare soldi sui mercati devi tenere in forte considerazione le news. Sono il tuo pane. Le news indirizzano i mercati”.

La mia avventura in quella sala trading duro’ poche settimane. Dopo pochi giorni avevo terminato tutti i soldi che avevo messo sul conto. Fortunatamente si trattava di soli 5.000 Euro. In quei giorni avevo chiesto consigli all’insegnante, mentre i mercati erano aperti. Chiedevo cosa comprare e cosa vendere. Credevo che con una persona della sua esperienza al mio fianco avrei potuto fare subito tanti soldi.

Per fortuna terminai subito tutti i miei risparmi. Probabilmente se in quel momento ne avessi avuti altri, avrei ricaricato il conto e continuato a seguire quell’insegnante.

Ecco, a proposito di insegnante… Con il tempo ho scoperto che aveva una convenzione con il Broker presso il quale faceva i corsi. Il Broker guadagnava sugli eseguiti. Piu’ operazioni fanno i clienti e piu’ soldi entrano nelle tasche del Broker. E l’esperto amava insegnare che i soldi sui mercati si fanno facendo tante operazioni in acquisto e in vendita. Bisognava seguire le news. Bisognava comprare e vendere…

Aldila’ dell’evidente conflitto di interessi, quello che queste persone non mi avevano detto era che quello non era l’unico modo di approcciare il mercato. O meglio, non mi avevano detto che quello che cercavano di insegnarmi era il modo piu’ difficile di approcciare il mercato. Il modo piu’ rischioso per chi comincia da zero.

Le news sono un fantastico giochino creato per tutti coloro che ancora ci credono. Sono il gioco di tutti quei trader che non vedono l’ora di essere dinanzi al monitor per veder schizzare i prezzi all’impazzata sperando di aver puntato sul cavallo giusto. Credo seriamente che sia meno doloroso buttare soldi comprando i gratta e vinci. Lo stress psicologico e’ certamente inferiore.

Le news sono finzione. Quando una news arriva al pubblico e’ gia’ morta. E’ una news gia’ datata. Quando oggi tutti aspettavano con ansia il discorso di Mario Draghi per sapere se dava seguito alle aspettative alimentate la scorsa settimana, i grossi investitori e le grosse Banche avevano gia’ venduto tutti i titoli acquistati in questi giorni.

E cosi’, appena uscito il discorso hanno trovato il pretesto per sprofondare giu’ il mercato.

 

Il FtseMib delle ultime settimane. Si Sale e si scende in tempi rapidissimi. Da impazzire.

Tutti diranno “Hai visto? Oggi il mercato e’ sceso perche’ Mario Draghi ha deluso le aspettative“.  Pochi diranno “Oggi il mercato e’ sceso perche’  i grandi player avevano deciso di tirare un bel bidone a tutti coloro che si erano posizionati long in questi giorni“.

Questo non e’ un gioco per deboli di cuore. Non si tratta di giusto o sbagliato. Che ti piaccia o no  le cose stanno in questo modo. Se presti il fianco a questo gioco, non  lamentarti se verrai bidonato.

Operare sul breve termine e fare affidamento sulle news e’ il modo piu’ difficile (per molti impossibile) di guadagnare in Borsa. Per chi ama dormire sereno la sera, per chi ha poca esperienza, per chi vuole approcciare i mercati un po’ alla volta costruendo la sua esperienza, questi sono i miei consigli per te:

1. Non operare sulle news. Fai come me, semplicemente non esserne al corrente (altrimenti rischi di esserne influenzato). Trova una tua metodologia di analisi dei mercati, e una volta accertatoti che funziona quantomeno nel 51% dei casi, seguila senza farti influenzare da nient’altro.
2. Non operare sul breve termine. Concentrati su pozioni di lungo termine, con orizzonti temporali di un anno o oltre.

Se invece la tua speranza e’ di fare soldi immediati, tra la Borsa e i Gratta e Vinci, ti consiglio di cuore questi ultimi. 

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

2 COMMENTI

  1. Ciao Gennaro, concordo con te sul fatto che le NEWS servono solo a confondere le idee a noi investitori che le stiamo a leggere, infatti capita spesso che a news all’apparenza positive il mercato scenda, mentre di fronte a NEWS anche molto negative il mercato salga, con la scusa, ad esempio di festeggiare i futuri interventi delle banche centrali a sostegno dell’economia.
    Ebbene alla luce degli ultimi accadimenti, la tua posizione rimane quella da te espressa nell’articolo del 20 Luglio: FUORI DA AZIONARIO ITALIA? Non ritieni possibile che si sia realizzato un ampio doppio minimo ( marzo 2009-24 Luglio 2012), dal quale il mercato possa ripartire per una sorprendente seconda metà d’anno sull’azionario?
    Grazie, confido in una tua risposta.

    • Ciao Angelo.

      Dagli studi di cui dispongo in questo momento rilevo probabilita’ molto ma molto basse che il rialzo di quest’ultima settimana possa essere un qualcosa di strutturale e duraturo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 28.Lug.2012

L'oro ha aperto la settimana a $ 1.584 e ha chiuso a $ 1.623,50. All'inizio della settimana la quotazione dell'oro è...

Chiudi