Barometro Oro: 28.Set.2013


L’oro ha aperto la settimana a $1.325,60 e ha chiuso a $1.336,50
Al Comex di New York, i contratti futures sull’oro, per consegna a novembre, sono quotati a $1.336,30.

Resistenze e supporti: Prima resistenza posta a $1.343,00 seconda a $1.349,00 e terza a $1.355,00; primo supporto a $1.314,00, secondo a $1.290,00 e terzo a $1.264,00.

Gli avvenimenti più importanti della settimana

L’andamento del prezzo del metallo giallo si e’ mosso privo di alcun vivacita’ questa settimana, muovendosi lateralmente entro il corridoio posto tra i $1.318,00 e i $1.340,00.

I mercati sono rimasti particolarmente “tiepidi” in Asia: volumi ridotti al Tocom di Tokyo cosi’ come in Cina. Nel paese del dragone, la prossima settimana si osserveranno festivita’ nazionali e questo non ha aiutato i prezzi dell’oro.

In assenza dei grandi investitori cinesi potremmo aspettarci per la prossima settimana un ritracciamento verso quota $1.300,00.

Dai dati pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale, nel mese di agosto ben otto banche centrali hanno aumentato le loro riserve auree.

La Russia (settima nazione per riserve d’oro a livello mondiale) ha incrementato le sue riserve di 12,722 tonnellate, portandole a 1.015,52; nel mese di luglio aveva superato le 1.000 tonnellate. La Turchia ha aggiunto 23,344 tonnellate in agosto, portando l’ammontare delle proprie riserve a 487,35 tonnellate. La Turchia acquista oro da 13 mesi consecutivi, la Russia da 11.

Ucraina, Azerbaijan e Kazakhstan sono le altre banche principali che hanno acquistato oro lo scorso mese. Riduzioni marginali sono segnalate per le banche centrali di Canada, Messico e Repubblica Ceca.

Non solo le Banche Centrali acquistano oro, ma anche i fondi sovrani, alcuni dei quali continuano a diversificare investendo nel metallo giallo.

Azernews riferisce che il Fondo Petrolifero dello Stato dell’Azerbaijan (SOFAZ) ha acquistato oro fisico raggiungendo le 30 tonnellate entro fine anno. Per il 2014 SOFAZ ha gia’ programmato di acquisire ulteriori 10 tonnellate per un totale di 40 tonnellate.

Mercoledi’, la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), l’Ente di Vigilanza sui mercati futures statunitensi, ha emesso il verdetto circa l’indagine durata ben 5 anni, sulle manipolazioni del mercato dell’argento (silver manipulation).

Immagino che conosciate la risposta. “Non v’e’ evidenza di alcuna manipolazione“.
Sentenza scontata. Leggete quanto riporto sotto.

LE MANIPOLAZIONI, LE DISTORSIONI DEL MERCATO DEI METALLI PREZIOSI…..SONO AUTORIZZATE, (PER LEGGE!) DAL DIPARTIMENTO DEL TESORO U.S.A.

Nel 1934, il Governo USA emano’ il “Gold Reserve Act” mediante il quale le Autorita’ Statali si dichiarava illegale il possesso privato di oro e certificati in oro. Solo la Federal Reserve era autorizzata a detenere oro fisico.

Il “Gold Reserve Act” costituiva un apposito Fondo di Stabilizzazione (Exchange Stabilization Fund), presso il Dipartimento del Tesoro. Come si legge dal sito internet del Dipartimento del Tesoro 

“In linea con gli obblighi del governo del Fondo Monetario Internazionale, relativi al mercato dei cambi per conseguire la stabilita’ e un ordinato sistema valutario, il Segretario al Tesoro…..con l’approvazione del Presidente, puo’ negoziare e intervenire nel mercato dell’oro, nel mercato delle valute e di altri strumenti di credito,  nonche in ‘ strumenti finanziari”.

Quindi il Fondo di Stabilizzazione puo’ “intervenire nel mercato dell’oro” o delle valute (nonche’ altri strumenti finanziari), per “conseguire” la stabilita’………….del dollaro americano.

E’ ovvio che tale potere, che il Dipartimento del Tesoro si e’ dato, e’ in via “ufficiosa” (non ufficiale) riconosciuta da tutti gli altri paesi. Il dollaro e’ valuta di riserva internazionale e il Tesoro Statunitense dal 1934 ha “dichiarato” guerra economica a chiunque tenti di scardinarne le prerogative.

E quali sono le uniche monete che possono (e lo faranno) demolire l’Autorita’ del Dollaro?
Avete indovinato. Oro e Argento. E’ per questo che gli fanno guerra.

A questo proposito, cito il seguente episodio, per farvi comprendere la completa “dipendenza” dal Governo USA da parte dell’organo “indipendente” (la CFTC).

Il 23 Settembre, Max Keiser del “Max Keiser Report” fece una spettacolare intervista ad Andrew Maguire (whistleblower), un trader professionista del mercato dei metalli preziosi, di Londra.

Maguire afferma di essere stato contattato da due funzionari della JP Morgan, i quali gli hanno confermato che la loro banca “manipola” i mercati dei metalli preziosi per conto del loro “cliente”, il Governo USA.

Maguire conferma la distorsione sistematica dei due mercati tramite la vendita indiscriminata di migliaia di contratti futures al ribasso, in momenti particolarmente “illiquidi”, per fare calare le quotazioni dei preziosi a tutto vantaggio del biglietto verde.

Maguire ha sporto denuncia alla CFTC, la quale non ha fatto assolutamente aperto un’inchiesta in relazione alle gravi accuse del trader londinese. Solo un Commissario della CTFC, Bart Chilton, ha asserito che se la Commissione non prendera’ provvedimenti, rendera’ pubbliche le sue opinioni in merito.

E’ evidente, dall’episodio sopra citato, che la CFTC, lungi dall’essere un’Autorita’ indipendente, e’ un ente di “facciata” per illudere i partecipanti al mercato che esiste un’istituzione regolatrice del mercato.

In realta’ essa soggiace alle volonta’ e ai diktat del Governo USA…

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

40 COMMENTI

  1. Buon pomeriggio RICCARDO G. ho letto Bene o HAI SCRITTO MALE? Il gold ha chiuso la settimana a 1336,50$ oz e questa settimana e TI ASPETTI UN RITRACCIAMENTO VERSO QUOTA 1200$ oz? SOLO PERCHÉ SONO ASSENTI I GRANDI INVESTITORI CINESI? Giusto? Dico questo perché parliamo di un range di prezzo di circa il 9% o mi sbaglio? Vabbe che il 04/10/2013 vengono pubblicati importantissimi dati sull’occupazione USA e TUTTO PUÒ SUCCEDERE, PERO’ UN calo cosi mi sembra un po ECCESSIVO……..ADDEBITARLO SOLO AGLI INVESTITORI CINESI…..
    STAREMO A VEDERE…..forse SARA’ il contrario…..
    A presto……

    • Tempo perso ascoltare le analisi di DESHGOLD, negli ultimi 2 anni di ribasso non ne hanno presa una, la loro ultima previsione era un settembre all’insegna del rialzo e il 28 agosto è iniziato il ribasso in corso, non ancora terminato. Se entro fine anno l’oro romperà al rialzo il massimo di agosto a 1434 USD il trend rialzista ripartirà e quelli di deshgold non potranno più sbagliare per fortuna loro e di tutti i loro ormai stremati clienti. Saluti.

      • Angelo la statistica condivisa nell’articolo relativo al mese di Settembre e’ uno spunto. E come scrive Gennaro nello stesso articolo, “quella statistica, se presa da sola, non e’ una buona indicazione per prendere decisioni su come investire il nostro denaro”.

        I clienti dell’area privata, che lo possono testimoniare, erano perfettamente a conoscenza del momento in cui si andava incontro, e che visto nell’ottica di 3-4 anni è e rimane un ottima occasione di acquisto.

        Poi ognuno é libero di pensarla come preferisce, c’è chi preferisce investire nell’azionario che va, come dicono a gonfie vele, ma resta una scelta PERSONALE determinata dal proprio modo di sentire e dalle conoscenze del mondo economico e della psicologia umana. Non possiamo MAI dare giudizi senza tenere presente l’ottica temporale prefissata, che rimane immutata. Parlare prima della scadenza non ha alcun senso, se non quello di dimostrare le proprie paure e i propri errori fatti.

        • Ciao Luca, voglio rassicurarti che io ne ad agosto ne a settembre ho comprato oro fisico, ho fatto ultimamente diversi interventi su deshgold dove ho sempre detto che il segnale long al momento si colloca sopra quota 1434 USD ( il livello di questo segnale in futuro potrebbe anche cambiare), e sarà solo la rottura di questo importantissimo livello a farmi optare per l’acquisto di oro fisico. La rottura di 1291 invece riattiverà il trend ribassista dominante con primo target a quota 1085.
          All’eventuale raggiungimento di questo livello calcolerò i successivi target al ribasso per l’oro.
          Saluti.

          • Scusa Angelo, sinceramente non capisco il senso del tuo discorso in relazione a quest’articolo.
            Tengo a sottolineare però che essendo tu ed io settari su due orizzonti temporali diversi non parleremo mai la stessa lingua. L’orizzonte temporale di breve termine mi può servire se devo eseguire degli acquisti , per il resto rimango settato sul periodo 3-5 anni e non mi interessa la speculazione di breve in oro finanziario del quale non ho la benché minima fiducia. Come investitore non sono nemmeno legato all’oro a vita, ma in questo momento storico è l’investimento che mi permette di dormire tranquillo oggi, ed incassare domani. Il “quanto” lo vedrò tra alcuni anni. Finché non chiuderò il mio investimento, non avrò ne perso ne guadagnato nulla, avrò solo utilizzato una forma di investimento diversa per una parte del mio denaro. Penso che sia importante prima di acquistare qualsiasi cosa chiarire bene a se stessi cosa ci si prefigge e in che tempi ed in base a ciò valutare in cosa investire. Purtroppo spesso non si dedica la giusta attenzione a questo e poi se ne pagano le conseguenze.
            Il fattore psicologico a mio avviso ha un ruolo importante in questo settore e di conseguenza la conoscenza di ciò aiuta nelle scelte, al pari di grafici e dati.

      • Angelo credo che prima di leggere le analisi di DeshGold dovresti sforzarti maggiormente nel cercare di comprendere il messaggio contenuto in un testo.

        Da quel che scrivi credo che ti sia solo concentrato a trarre tue personali conclusioni.
        Se ti riferisci a questo articolo:
        http://www.deshgold.com/42-anni-di-dati-e-2-motivi-per-comprare-oro-oggi/

        rileggendolo attentamente scoprirai che nel suo interno e’ condivisa una statistica. Non una certezza (questa e’ stata la tua conclusione).

        Altra cosa che potevi notare, ma che hai preferito tralasciare, e’ che il 9 Agosto (quando ho scritto l’articolo) il prezzo era intorno ai 1275$. Oggi, nonostante il ribasso delle ultime settimane, siamo ancora a 1335$.

        I mercati non sono certezza. Sono numeri.
        Vi e’ bisogno di molta flessibilita’ e preparazione per poter gestire il rischio in base ai mutamenti ai quali sono costantemente sottoposti.

        Di certo una flessibilita’ mentale difficilmente riscontrabile in commenti di cosi’ bassa utilita’.

        • Ciao Gennaro, per la cronaca ho anche letto su TREND ON LINE che l’oro secondo te arriverà a 2000 USD verso metà 2014. Sempre che io non abbia interpretato male anche questa volta ovviamente……
          Saluti.

          • Angelo ma questo non c’entra niente con l’articolo che commentavi qui in alto.
            In ogni caso ti sono grato se puoi riportare qui il link dell’articolo di TrendOnline di cui parli, in modo che tutti i lettori possano leggerlo.

          • Purtroppo non sono in possesso di questo link, non è mia abitudine trattenere tutti i link degli articoli che leggo, diciamo che mi sono inventato anche questa visto che mi sembra che neghi quello che hai scritto su un altro sito o te lo sei semplicemente dimenticato.
            Saluti.

          • Sinceramente mi farebbe molto piacere leggere l’articolo di cui parli visto che la tua interpretazione dei miei testi e’ alquanto singolare.

          • Il titolo dell’articolo è LA FED CONTRO LA PROSSIMA DEPRESSIONE GLOBALE DA TREND ON LINE. SALUTI.

          • Angelo, ho visto l’articolo in questione che però è stato solo tradotto da Deshgold. Chi lo ha scritto è Michael Pento. Ciao!!

      • Siamo di fronte alla più grande manipolazione della storia. Questa non è una crisi come le altre. Come ha scritto Riccardo G. e ne ho ho avuto conferma è stato fatto un accordo USA-Cina al fine di tenere basso il prezzo del gold in cambio della tenuta delle riserve cinesi sul debito USA. Del resto ci sono persone che ai prezzi attuali trovano i metalli ancora costosi. E’ difficile stabilire il fair-value nel momento attuale in cui, a me sembra, ogni verità e illusione sembrano avere lo stesso peso. Sarà il tempo e la storia a stabilire il giusto valore. Le statistiche sono state fatte saltare ma la proiezione è rimandata nel tempo. Chi crede resiste.

    • Luigi c’e’ stato un errore di battitura da parte di Riccardo. E’ 1300, non 1200.

      • Avevo immaginato che MOLTO PROBABILMENTE era come hai precisato……
        THANKS GENNARO….anche per chi Vi LEGGE……..

        • Come al solito Gennaro non mi da la possibilità di rispondere chiudendo lui l’intervento.
          Non importa, caro Gennaro, siccome tu di articoli su trend on line non ne pubblichi 100 in un anno dovresti semplicemente rileggere quelli che tu hai pubblicato su trend on line tra maggio e luglio, così potrai renderti conto che non mi sono inventato un bel niente.
          Poi se sei una persona onesta riconoscerai la verità di quello che io ho scritto.
          Ti ricordo però che il significato del termine onestà lo si impara alle scuole elementari o alle scuole medie e non certo all’università. Saluti.

          • Ciao Angelo, scusa se mi intrometto nella questione… lo faccio per dirti che gli articoli di Deshgold presenti su Trend online, come in altri siti o blog, accade a causa dei Feeds RSS che questi danno verso altri altri blog. E’ un automatismo. Comunque non mi dispiace sentire pareri contrari, anzi, ciò che conta è analizzare la situazione economica attuale e da lì fare le nostre scelte.

          • “Come al solito Gennaro non mi da la possibilità di rispondere chiudendo lui l’intervento.”

            Angelo non capisco a cosa ti riferisci con questa frase.

            Invece per quel che riguarda l’articolo di TrendOnline a cui fai riferimento (e che non ho ancora capito quale sia) se non mi fai vedere il link preciso dove asserisci di aver letto cio’ che sostieni,

            in tutta franchezza mi lasci intendere che sia un’altra delle tue “crezioni mentali”.

  2. Cialo Luigi e ciao a tutti,
    mi scuso, e’ stato un errore di battitura. L’oro potrebbe testare i $ 1.300,00 in assenza degli investitori cinesi. Non $1.200,00.

    Ciao

    Riccardo G.
    Analyst & Research.
    http://www.deshgold.com

  3. Volevo soltanto precisare, per la cronaca, che cmq finora l’unica teoria che resta ancora valida è quella di Angelo che comunque tutti continuano a recriminare. Ho sentito di un trend rialzista basato su un trading sistem che ha già dato un segnale(non me ne voglia Luigi, forse non l’ho compreso io per bene) o basato su calcoli statistici che non si avverano mai poichè prontamente gli Statunitensi o altri con losche manovre legalizzate da loro stessi minano sempre. Avevo sentito di un trend ribassista che doveva durare qualche settimana o un mese, di settembre che doveva essere uno dei mesi propizi. E’ tutto inutile, occorre solo aspettare quei tre quattro anni (se non di più!)affinchè il tempo faccia la sua parte e come dice Angelo il trend rialzista anche secondo me si intenderà ripartito superate le 1434 USD, non perchè sappia il motivo, ma perchè lo reputo affidabile.Vorrei chiedere ad Angelo se mi sa consigliare un buon testo che tratti di investimento in oro per capirci meglio.

    • Buona sera Andrea, mi dispiace per Te se non hai ben compreso quello che ho scritto! Dico questo perché? Mi ripeto: il mio trading System ha dato un segnale BUY di medio/lungo termine sul Gold….cosa significa? Che Tu dovresti confrontare il prezzo del gold registrato alla data del BUY, al prezzo che sarà registrato dal GOLD alla data di uscita o di sell del mio trading System, allora e solo allora potrai GIUDICARE la bontà di un trading System o mi sbaglio? Ti comunico anche un’altra informazione: per medio termine intendo almeno tre mesi di negoziazione del GOLD e per lungo almeno un anno di quotazioni…..quindi devi SOLO aver pazienza di aspettare e non sto parlando di tre/quattro anni…..anche se il mio orizzonte PERSONALE sull’investimento del GOLD durerà ancora qualche anno di più, rispetto ai prossimi tre/quattro anni e questo x vari motivi PERSONALI……non ancora trascorso neanche un mese da quando l’ho comunicato e già lo vuoi giudicare il mio SEGNALE…..quando si leggono gli interventi bisogna ANCHE capirli tra le RIGHE, altrimenti perdiamo solo tempo TUTTI QUANTI…..
      Spero di essere stato CHIARO…….
      A PRESTO…..
      LOUIS MATTOCCI

      • Grazie per il chiarimento. Effettivamente non avevo ben compreso la scorsa volta, ma ora i concetti mi sono più chiari. L’ho detto, mi serve un buon testo facile di investimento in oro.

      • Signor Luigi mattocci,
        Allora vedremo se entro la fine dell’anno il Gold sarà arrivato ad almeno 1600.
        Scommetto che aveva previsto che sarebbe andato da 1900 a 1200 in 2 anni.
        Sono capaci tutti a chiacchere,una grande quantità di analisi ma tutte sbagliate.

    • Ciao Andrea, ti voglio dare una bella notizia, al momento dopo gli ultimi accadimenti penso che l’oro sia alla ricerca di un ultimo minimo comunque superiore a 1180 dollari ( dai miei calcoli vedo probabile un minimo tra 1195 e 1220 dollari) entro fine ottobre- prima settimana di novembre e da qui si dovrebbe ripartire al rialzo.
      Assegno a questo scenario una probabilità di almeno l’80%. Ovviamente come ti ho già detto la rottura di 1180 comporterebbe la riattivazione del trend ribassista dominante con primo target a quota 1085 USD.
      Non conosco nessun buon libro in merito all’investimento in oro ma solo un pochino di analisi tecnica e credimi, l’analisi tecnica serve anche per l’oro. Alcuni dicono di no forse solo per giustificare le loro previsioni non sempre corrette soprattutto quando il trend ha invertito al ribasso.
      Ciao Andrea e alla prossima. Vedrai che l’oro non scenderà per altri 4 anni.

  4. Credo che nessuno possa dare una risposta alla domanda “quando comprare”? Mi vengono in mente questi pensieri:
    1) c’è chi compra desiderando di non andare in perdita e quindi acquista quando il trend si è avviato decisamente al rialzo ma acquista più caro.
    2) c’è chi si domanda se la quotazione attuale possa ritenersi un valore accettabile per quanto riguarda i fondamentali. Costi di estrazione e all-in. L’oro, ad esempio, dagli anni ’70 non è mai sceso sotto 1/3 dei costi all-in.
    3) se poi si ritiene che esistano i cicli ventennali delle commodities all’ora si possono sopportarte anche perdite temporanee.
    4) credere di comprare qualsiasi cosa senza esporsi a rischi è una pretesa eccessiva.

  5. Che il trend rialzista dia certezza con il superamento di quota 1434$ penso sia ovvio e non lasci dubbi.
    Non amo basarmi solamente su numeri, i numeri non inseriti in un contesto
    sono e rimangono solo numeri.
    Quello che non trovo corretto, è che si basi poi tutto il resto su elucubrazioni personali.
    Se si contesta e discredita qualcuno, il minimo sia portare a supporto di quello
    che si dice delle “prove” ma soprattutto essere sicuri di quello che si scrive.
    Se quanto si scrive è errato, visto che gli articoli segnalati sono citazioni di
    illustri economisti, speculatori o operatori professionali, non ci si fa certo una gran figura.
    Poi ognuno è padrone di intervenire come preferisce se rimane nel limite dell’educazione.
    Non capisco poi, cosa si segua il mondo economico quando si ha la sicurezza personale
    che tutto sia manovrato, meglio, se si è convinti di questo, acquistare l’ultimo modello
    di cellulare, fare una crociera rivendendo l’oro di famiglia, acquistare un coloratissimo
    gratta e vinci dal nome altisonante o investire nel DJ che sta andando a gonfie vele
    se proprio si vuole rimanere in ambito economico. Non certo acquistare quella fredda
    cosa d’orata e doverla conservare qualche anno. Non preoccupiamaci, LORO sanno
    benissimo come la pensa il gregge, e a nulla serve ribadire che: la vera manipolazione
    sta tutta quà.

    • Ciao sono Angelo, dico solo che da professionisti del mercato dell’oro mi sarei aspettato ad un certo punto un intervento volto ad avvisare i loro lettori che il rialzo si era momentaneamente interrotto, abbiamo avuto un doppio massimo nel 2012 in area 1800 ma nemmeno questo li ha scoraggiati e in ogni articolo hanno continuato ad enfatizzare l’investimento in oro.
      Mi sarei aspettato che pur mantenendo invariate le loro considerazioni in merito alla bontà dell’investimento di lungo periodo in oro, avessero ad un certo punto avvertito i lettori che era iniziata una fase di storno e che sarebbe stato opportuno per qualche tempo rimanere alla finestra e lasciar scendere i prezzi tranquillamente.
      La stessa cosa si era verificata nel precedente ciclo ventennale 1964-1980 e loro ne erano a conoscenza.
      Se dire queste cose significa mancare di rispetto a qualcuno allora hai proprio ragione tu, io sono un gran maleducato. Saluti.

      • Angelo, io non ti considero un maleducato perchè hai detto quello che pensi anche se, forse, mancando un pò di tatto. Ciò che dici è giusto riguardo a quello che è accaduto alle quotazioni, eppure anche io che non seguivo Deshgold non ho trovato nessuno, tra i professionisti dei metalli preziosi, che invitasse alla prudenza da fine 2011. Penso a Jim Sinclair, a Turk, a Celente ecc. Le uniche informazioni che potevano servire provenivano da analisti di altri settori che purtroppo non ho seguito. Con il senno di poi è chiaro che dispiace non aver sfruttato il mercato al ribasso di questo periodo proprio perchè era già accaduto nel 1976. Ma così è…

        • Devi capire che sui mercati quando un trend è al rialzo molta gente si lascia prendere dall’euforia e si disconnette dalla realtà sparando target rialzisti che poi non verranno mai raggiunti.
          L’importante a parer mio è ricordarsi chi sono questi personaggi in modo che la prossima volta che leggerai le loro analisi magari su altri tipi di investimento tu non possa farti ancora ingannare.
          James Turk a fine dicembre 2012 dava l’argento a 44 USD nel corso dei primi mesi del 2013, risultato 18,20 USD. Saluti.

          • E’ vero Angelo, anche se non concordo sugli errori di target di Turk, di Sinclair, di Celente o di altri. L’errore non è sui target ma sul tempo in cui questi dovrebbero realizzarsi; che, comunque, non è poca cosa per i piccoli risparmiatori. Infatti, rimasi colpito da Celente quando disse, dopo il recente crollo di aprile-giugno, che lui dal ’70 ha sempre acquistato oro, senza curarsi troppo del prezzo, acquistandolo anche negli ’80 poco prima che crollasse. Poichè credo che Celente non sia una persona ingannevole non posso che constatare che la psicologia di un investitore in metalli preziosi di lungo periodo è molto diversa da quella di un piccolo risparmiatore. Infatti, chi investe in lungo periodo non acquista mai troppo, ma con cadenze annuali o di alcuni anni. Questo permette di avere i metalli in carico ad un costo medio che sarà sempre capace di generare plusvalenza.
            Ecco perchè chi è specialista in metalli preziosi non ha la mentalità del trader o del piccolo risparmiatore che invece ha sempre come obiettivo la plusvalenza. Inoltre manca di una visione maggiormente panoramica di tutto il mercato. Questa generalmente è presente in analisti che, tuttavia, stanno spesso fuori dal mercato. Forse perchè una volta che si è acquistato un bene si crede che debba sempre salire? può darsi… il fattore psicologico gioca un ruolo molto importante.
            Ciao e grazie delle tue analisi e del tuo contributo.

          • Sono sicuramente daccordo con te hanno sbagliato i tempi, non i target, quello sull’argento a 44 USD potrebbe venir superato già nel corso del prossimo anno. Ma io ho letto anche di target a 10000 USD per l’oro anche su deshgold. Mi auguro ovviamente di sbagliarmi ma sembra davvero eccessivo. Saluti.

          • E’ possibile che sia stato detto anche su Deshgold perchè vengono tradotti e pubblicati articoli di Sinclair, Celente ed altri. Non saprei invece se sia stato dato questo target dallo staff di Deshgold. Comunque sia il prezzo del gold è destinato a salire inesorabilmente come il petrolio di cui necessita per essere estratto. L’oro facile(pepite) è esaurito e da diversi anni per estrarlo servono movimentazioni di parecchie tonnellate di terra. Proprio oggi ho scoperto un nuovo sito dove ho trovato un articolo che tratta del petrolio includendo anche quello di scisto(shale-oil). Il link è questo: http://ourfiniteworld.com/2013/10/02/our-oil-problems-are-not-over/.
            Anche se è in inglese si può comprendere traducendolo con google. Esso mostra come l’estrazione dello shale-oil richieda costi del petrolio elevati(sopra 100$ al barile) e che questi stessi prezzi producano, di contro, un rallentamento o recessione dell’economia. Non solo ma che anche il QE3 è necessario per finanziare il credito delle aziende che stanno usando questa tecnologia. Abbiamo letto tutti di questo boom dello shale-oil in USA ma probabilmente è una visione troppo ottimistica. Senza contare i danni che produce all’agricoltura e alle acque sotterranee.
            Ipotizzare il prezzo dell’oro come picco futuro, legato a circostanze geopolitiche del medioriente, all’espansione della base monetaria USA, del Regno Unito, del Giappone e della UE(anche se in misura minore), ai debiti degli Stati, porterebbe ad alzarne parecchio il valore. Nel 2003 Turk indicava 8000$ oz entro il 2013-2015. Poi lo ha alzato a 12000$ oz. Resta il fatto che nei forti rialzi si debba sempre attendere i momenti di forte ribasso per entrare in acquisto. Ma non è facile…. è una questione psicologica. La caduta fa paura… mentre la salita mette entusiasmo… Ciao

  6. Buona sera Luca, quanto hai scritto riguardo al GOLD e’ in netta contraddizione……prima asserisci che se il prezzo del GOLD supera i 1434$ oz il trend sarà Certamente bull e poiché siamo MOLTO vicini a questo prezzo non capisco perché gli investitori OGGI dovrebbero disfarsene o {rivendendo l’oro di famiglia per fare una crociera o non acquistare quella fredda cosa DORATA e doverla conservarla qualche ANNO}…TESTUALI TUE PAROLE……in base alle Tue parole se il gold supera i 1434$oz ho un guadagno CERTO da qui ad un anno ,non capisco perché oggi dovrebbero venderlo? O mi sbaglio? Poi scrivi: se si contesta o discretiva qualcuno, il minimo sia portare a supporto di quello che si dice delle PROVE, ma soprattutto di essere sicuri di quello che si scrive……intanto per correttezza, quando critichi qualcuno dovresti fare nome e cognome o quanto meno riportare l’intervento fatto, come sto facendo io con TE, così ti potrà RISPONDERE…..e magari SMASCHERARE QUELLO CHE ASSERISCI…..ULTIMAMENTE HO NOTATO SU QUESTO BLOG CHE, ogni qualvolta e’ stato riportato l’intervento originale e’ stato SEMPRE SISTEMATICAMENTE SMENTITO CON PROVE quello che era stato o frainteso o capito male….o addirittura CONTESTATO…in democrazia e per correttezza ETICA SI FA COSÌ………POI se ci si vuole nascondere dietro un dito FAI PURE…..tanto VERRAI SOLO COMPATITO…..io personalmente quando non sono d’accordo su un intervento di qualche lettore, supporto le mie tesi CON NUMERI REALI…….non so se fai anche Tu così……
    Inoltre la Tua affermazione mi ricorda molto da vicino l’affermazione fatta da un personaggio molto importante u.s.a. nel settore della finanza che aveva definito qualche mese fa il GOLD, come un bene BARBARO, inteso come un bene molto antico che ai giorni d’oggi non ha piu molta importanza e quindi senza appil speculativo, cioè un bene che ha solo un valore aggiunto che il mercato può inserire o togliere a proprio piacimento…….Tu sai che cose il DEBIT CEILING USA? se lo sai mi puoi rispondere……così ti faro una bella proiezione su numeri REALI e non IDEEE, al contrario di come fanno MOLTI che intervengono senza sapere neanche la storia del GOLD, almeno se le cose NON LE SANNO, abbiano la compiacenza di chiedere…..e NON CRITICARE al BUIO……o pensando solo alla performance in positivo o negativo di qualche giorno del GOLD, BUFFET pensando SOLO a lungo termine negli investimenti azionari e’ diventato uno dei piu ricchi d’America…….BERNANK solo qualche mese fa e se vuoi ti riporto l’articolo originale, tra gli asset classe da inserire in portafoglio dalle banche usa, ha inserito il GOLD, ma non era un bene barbarico? Ma non aveva recentemente asserito che LUI non riusciva a capire perché il prezzo del Gold oscillava……STRANO MOLTO STRANO NON PENSI? Se cortesemente mi puoi dare delle risposte punto per punto Te ne sarei grato, così Ti renderai MOLTO AFFIDABILE e farai capire chi sei a chi ci legge…..può darsi anche che io TUTTO quello che ho asserito mi sia inventato TUTTO o sia frutto SOLO DI LUCUBRAZIONI PERSONALI E NON FONDATE SU PROVE….
    Stammi bene e a risentirci a presto.
    Luigi.

    • Ciao Luigi, in quello che ho scritto non ci vedo alcuna contraddizione, e te lo spiego.
      A 1430 USD si può asserire che il ciclo sia passato al rialzo con una alta probabilità di
      non dire una sciocchezza. Poi ho aggiunto che se una persona ritiene che investire in oro
      sia inutile dato che si ritiene il mercato truccato, ho suggerito di spendere i sui soldi e di
      disfarsi anche dell’eventuale oro che ha in casa (visto che si teme il crollo)per farsi una bella
      crociera ( pubblicità in voga in questo periodo) così almeno ha la certezza di non rimetterci nulla.
      Ritengo che non sia una buona scelta quella di investire quando si ritiene ci siano trucchi che
      non ci farebbero dormire sonni tranquilli. Meglio spendere i propri averi e non pensarci più.
      Quando si fa un investimento ci deve assumere la responsabilità delle scelte che si fanno e
      l’unico modo per avere maggior tranquillità è quella di formarsi sugli argomenti di interesse.
      Ognuno deve avere le sue opinioni e le sue credenze, ma deve essere conscio che è l’unico responsabile
      delle proprie azioni.
      Purtroppo sono moltissimi i post in quest’articolo e riassumere o citare ogni volta il riferimento risulterebbe pesante. Se non si è capito chiedo scusa.

      • ti chiedo scusa Luigi, ma penso che ci siano problemi nel matemere collegate domanda e risposta e quindi risulta difficile capire a cosa ci si riferisca. Sorry

  7. Luigi, credo che Luca si riferisse nel suo commento a ciò che ha detto Andrea e a cui pure io avevo dato qualche spunto. Comunque oggi possiamo sorridere … i MP sono tutti di un bel verde speranza … e la Cina si appresta ad acquistare 5000t nel prossimo futuro ed ha allargato il limite delle importazioni per i propri cittadini. Anche l’India nei prossimi giorni potrà importare il dorato metallo perchè ha esaurito le scorte. Oggi quota 1315$oz … spostiamo la virgola 13,150$ oz e viviamo felici.

    • Si Luigi, la mia era una considerazione su quanto asserito gratuitamente da Angelo.

  8. Avete osservato cosa sta accadendo da tre giorni? … il prezzo del platino sta crollando molto più del gold e silver. Come mai? … non conosco motivazioni al riguardo tranne questo sospetto. Cercano di far scendere il platino per poi poter tirare giù gli altri due in quanto il platino è considerato più costoso del gold. Tuttavia il gold ed il silver stanno dimostrando una forza relativa non indifferente.

  9. Ciao Luigi
    in realta’ il platino ha “ripreso quota” ieri in giornata, dopo un paio di giorni di ribasso, chiudendo intorno ai $1.390,00 per oncia. La “risalita” e’ dovuta a una decisione presa dal Department of Water Affairs del Sud Africa, il quale ha imposto pesanti misure restrittive nell’uso di acqua per utilizzo industriale dell’estrazione del platino nelle miniere della citta’ di Rustemburg. Pertanto, la produzione di Rustemburg e’ destinata a calare e questo ha dato luogo al rialzo del platino.

    Ciao

    Riccardo Gaiolini
    Analyst & Research
    http://www.deshgold.com

    • Grazie della notizia che non conoscevo. Il sospetto che avevo avuto riguardo alla discesa del platino era alimentato dal fatto che in passato, quando il gold raggiunse e superò il prezzo del platino alcuni analisti storsero il naso, dichiarando che era in bolla. Quindi sarebbe bene che restasse sopra di almeno 100$ oz. Ad ogni modo sembra che per il gold valga ciò che è sempre stato in passato e cioè che a differenza di altre materie prime il suo prezzo spot resta sopra di un terzo dei costi all-in. In Africa stanno portando avanti l’iniziativa del gold-green per un maggior rispetto dell’ambiente e dei lavoratori di miniera. Questo porterà ad un aumento dei costi di estrazione. Non so però quanto potrà incidere sul mercato. E’ comunque un fatto positivo.

      Ciao e buon fine settimana a te e a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
L’Oro è la bussola del Cambiamento

“La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e...

Chiudi