2014: Anno d’oro per le Banche Centrali!

Shopping sfrenato di oro fisico per le Banche Centrali nel 2014!

Secondo gli ultimi dati resi disponibili dal World Gold Council le Banche Centrali mondiali hanno acquistato ben 477 tonnellate di oro; gli acquisti sfiorano i livelli massimi da 50 anni a questa parte!

Per darti un’idea di quanto oro hanno acquistato le Banche Centrali: con 477 tonnellate di oro, puoi comprarci ben 75 arei di linea modello “Boeing 787 Dreamliner”

Per converso: gli stocks in oro fisico detenuti dagli ETF diminuiscono ancora (deflusso pari a 159 tonnellate nel 2014), ma rallentano rispetto al deflusso di 880 tonnellate riscontrato nel 2013 (grafico sotto).

ETFDEFLUSSI

In buona sostanza: i fondi privati ETF vendono, le Banche Centrali, governative o private o miste, acquistano!

Quali nazioni hanno tratto giovamento dalla vendita di oro degli ETF e dalle quotazioni depresse del mercato giallo?

Dai un’occhiata al grafico sotto.

GODCENTRALBANKS2014

La Russia e’ la nazione che ha accumulato le maggiori riserve auree nel 2014, acquistandone il 36% del totale mondiale, pari a 173 tonnellate metriche.

Forti gli acquisti anche da parte del Kazakhstan (48 tonn.), dell’Iraq (48 tonn.) e in misura minore dell’Azerbaijian (10 tonn.).

Quali sono le ragioni che spingono le Banche Centrali a fare incetta di oro fisico per rimpinguare le proprie riserve?

Essenzialmente tre.

1) Innanzitutto, prendere le distanze, progressivamente, dal dollaro americano come valuta di riserva.

2) Poi, diversificare il rischio di cambio; acquistando oro si minimizza e ammortizza il rischio di svalutazione delle riserve detenute nelle altre valute globali, che tendono, soprattutto in periodi di “guerra valutaria”, a deprezzarsi repentinamente.

3) In terzo luogo: le riserve auree sono immediatamente convertibili in valuta, secondo necessita’, perche’ il mercato dell’oro e’ molto liquido.

Dal 2000 al 2014 la nazione che ha provveduto a investire massicciamente in oro fisico, aumentando le riserve auree, e’ la Russia, seguita dalla Cina, dall’India, dalla Turchia e dal Messico (grafico sotto).

GOLD20002014

Sotto trovi la lista aggiornata, a livello mondiale, delle nazioni che detengono le maggiori riserve auree globali a ottobre 2014 (dati FMI).

GOLDRESERVES

Tieni presente che gli USA, che ufficialmente detengono le maggiori riserve auree mondiali, non hanno mai permesso ad alcun ente ufficiale accreditato di verificarne l’entita’ tramite apposito “audit”: io dubito che detengano tutte le riserve di cui ufficialmente ci comunicano.

Per converso: la Cina si ostina a mantenere uno stretto riserbo sulle riserve auree detenute dalla People Bank of China (PBOC), la banca centrale del Paese del Dragone.

Ti ricordo che, insigni studiosi (Alasdair McLeod e Simon Hunt), ritengono che la Cina detenga gia’ ora, tra le 25.000 e le 30.000 tonnellate di riserve auree.

Esprimo un’opinione personale: la Cina, nonostante la fase attuale e temporanea di rapido deterioramento economico, si sta, da decenni, preparando a sostenere una prossima valuta nazionale (lo Yuan attuale, o un “Nuovo Yuan” o qualsivoglia nome gli vorranno attribuire), direttamente convertibile in oro fisico, detronizzando definitivamente il dollaro americano come valuta di riserva globale.

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Quali fattori determinano il prezzo dell’oro?

Perchè non è corretto categorizzare l'oro in 'commodity'? Quale sarà il principale fattore che imprimerà un’incredibile accelerazione al prezzo dell’oro?

Chiudi