Vendite di Oro fisico a livelli shock

Traduciamo e vi proponiamo un’intervista apparsa on-line
all’Amministratore di Matterhorn Asset Management di Zurigo, Egon Von Greyerz

“Per comprendere quanto sta accadendo nel mondo economico-finanziario immaginate di vedere un Transatlantico colpire un enorme Iceberg. E’ esattamente quello che e’ successo nel 2008.
Il sistema finanziario non affondo’ completamente perche’ le Banche Centrali iniettarono milioni di tonnellate di denaro elettronico nel sistema. Se non lo avessero fatto il Transatlantico economico-finanziario sarebbe colato a picco immediatamente” 

“Ma questo non significa che le Banche Centrali hanno guarito il malato. Tutt’altro. Esse ne hanno procrastinato l’agonia. Il Tranastlantico non e’ affondato immediatamente ma lo sta facendo in modo lento e inesorabile”.

“Tutta questa stampa di denaro non avra’ alcun effetto positivo a lungo termine.

Aiuta forse a migliorare la produttivita’ globale? Nient’affatto. 
Questo denaro non ha alcun valore e non crea valore aggiunto. Le Banche Centrali non hanno salvato il Transatlantico ma sono riuscite a inebriare i passeggeri tramite la stampa di denaro facile. La gente continua a ballare nelle sale della nave, la band suona ma il bastimento sta affondando”. 

“Prendiamo il Giappone. Il debito pubblico e’ astronomico e i tassi di interesse sui titoli di stato stanno lievitando. In Europa, Spagna, Portogallo, Italia, Grecia, Francia e Regno Unito stanno lentamente sprofondando nella disoccupazione e nel debito”.

“Gli Stati Uniti sono il piu’ grande debitore a livello mondiale. Non saranno mai in grado di ripagare il debito con denaro reale. Il bilancio della Fed sta esplodendo. Nel 2008 era di $800 miliardi di dollari, ora e’ giunto a $3.200 miliardi. Il bilancio della Fed e’ in crescita esponenziale.” 

“La Fed sta acquistando il 75% di tutte le nuove emissioni di Titoli del Tesoro. Ritengo che entro qualche mese, ripeto qualche mese,la Fed acquistera’ tutti i Titoli del Tesoro, ovvero il 100% delle emissioni. Dal 2008 la Fed ha iniettato $2.400 miliardi di dollari nel sistema e questo non ha avuto alcun effetto sull’economia reale”. 

“Questo fiume di denaro ha aiutato solo gli istituti finanziari e ha determinato la creazione di bolle sui mercati azionari, obbligazionari e immobiliari. Il debito finanziario mondiale si aggira sui $250 trilioni di dollari (attuale). Secondo i miei calcoli almeno 1/3 di questo debito e’ inesigibile. Si tratta di 70.000 miliardi di dollari americani. La stessa cifra del PIL mondiale.” 

“Ho escluso dal conteggio le passivita’ future (sistemi pensionistici, sanitari, Difesa ecc.); e ho escluso anche il quadrilione di dollari americani (si un quadrilione) di prodotti derivati, tutta carta straccia senza alcun valore reale.”

“Gli investitori mi chiedono: perche’ allora il prezzo dell’oro non sale? Non e’ un bene reale? 
Io rispondo che l’oro continuera’ a fare quello che ha fatto per oltre 5.000 anni a questa parte. Esso e’ una riserva di valore. Le valute vanno e vengono, oggi sono utilizzate domani non piu’. Nei primi 5 mesi del 2013, 15 Banche Centrali hanno ridotto i tassi d’interesse per svalutare le loro monete. E’ una corsa e una competizione al ribasso.”

“Mentre il valore delle valute diminuira’ nel tempo l’oro manterra’ intatto il potere d’acquisto presso i suoi possessori. A breve termine l’oro sta reagendo negativamente ad alcuni dati economici totalmente irrilevanti. Ma se ampliate la vostra visione economica arricchendola di dati statistici di lungo periodo vi accorgerete che l’economia reale e’ in declino in ogni angolo del globo.” 

“Basta dare un’occhiata agli ultimi dati fornitici dalla LBMA (London Bullion Market Association), la piattaforma dei preziosi di Londra. In aprile gli acquisti di oro hanno raggiunto il livello piu’ alto da agosto 2011 quando l’oro raggiunse l’apice nelle sue quotazioni, ovvero quando supero’ i $1.900,00 per oncia.

Questo dato e’ straordinario. Il livello di acquisti in oro fisico e’ incredibile. E dimostra tutta l’inconsistenza e la fallacia dei mercati sintetici in oro fisico (paper market)”.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 08.Giu.2013

Questa settimana il metallo giallo aveva violato al rialzo l'importante soglia psicologica posta a $1.400,00. Venerdi' ha ripiegato sui $1.380,00...

Chiudi