Ritengo si possa profilare una situazione drammatica per i ribassisti sull’Oro

Traduciamo e riproduciamo un’intervista apparsa on-line ad Art Cashin, ultraveterano Direttore presso il “Floor” (parterre) di Wall Street come Capo delle operazioni finanziare per UBS. 

“Ritengo si possa profilare una situazione drammatica per gli speculatori ribassisti in oro.

Se notate i prezzi dell’oro sui mercati futures  sono inferiori ai prezzi cash. Questo sta a significare che gli acquirenti di metallo giallo fisico sono disposti a pagare l’acquisto di oro in contanti per prenderne subito possesso, piuttosto che attendere tra qualche mese.

E’ chiaro che i grandi acquirenti temono una forte restrizione o contenimento sul lato dell’offerta, pertanto tendono ad acquistare subito oro fisico piuttosto che posticiparne l’acquisizione a eventuali prezzi piu’ elevati quando si presentera’ l’eventuale ipotizzata diminuzione dell’offerta”.

“Sui mercati finanziari questo fenomeno e’ conosciuto come “backwardation”.

Nel settore aurifero lo avro’ visto affermarsi almeno quattro volte in dieci anni, e in tutte e quattro le occasioni l’oro era aveva toccato un minimo e successivamente al fenomeno di “backwardation” e’ sempre balzato al rialzo.

E’ chiaro che i grandi acquirenti si attendono un’impennata nel prezzo dell’oro e pertanto preferiscono pagare subito in contanti, pagando un prezzo piu’ elevato rispetto alla quotazione futura ma assicurandosi oro fisico ed evitando un’eventuale limitazione dell’offerta che farebbe lievitare i prezzi.” 

“Quando un mercato entra nella fase “backwardation” significa che gli operatori del settore sono estremamente nervosi. Questo fenomeno e’ raro ed e’ sintomo che qualche cosa si sta rompendo sul mercato. Non e’ un buon segnale”. 

“Cio’ che temo piu’ di tutto sono le ripercussioni delle varie tensioni geopolitiche a livello internazionale.

Per ora i mercati hanno volutamente ignorato i rialzi del prezzo del petrolio. Ora pero’ questi ultimi stanno salendo in modo incontrollato. Temo oltrettutto che la Fed perda il controllo del mercato obbligazionario. Quest’ultimo sembra avere ormai le briglie sciolte”.

 “Se il mercato obbligazionario (nonostante l’espansione monetaria della Fed sia ancora in essere e nonostante Bernanke abbia assicurato liquidita’ futura e tassi bassi) dovesse continuare a muoversi al rialzo, cio’ significherebbe che quest’ultima sta perdendo pericolosamente il controllo della situazione”. 

“Direi che la svolta potrebbe proprio avvenire sul mercato obbligazionario. Se dovessimo di nuovo entrare in recessione, la Fed non avra’ piu’ alcun strumento per schiacciare i rendimenti. Essi si stanno muovendo al rialzo a prescindere dal controllo della Banca Centrale”.

“La Fed ha usato e sta usando tutti gli strumenti a sua disposizione – tassi storicamente bassi e politica monetaria ultraespansiva. Mi chiedo pertanto: come faranno a spegnere l’incendio rialzista sul mercato obbligazionario? Esso ha gia’ attecchito, si e’ gia’ sviluppato, ha gia’ fatto presa, nonostante tutti gli sforzi della Fed.

Attendiamoci il peggio”.

 

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

6 COMMENTI

  1. ciao gennaro,
    dove sono andate a finire le quotazioni della goldmoney?
    mi facevano comodo : (

    • Ciao Andrea, GoldMoney da qualche giorno ha rinnovato il portale ed al momento il codice che richiamava i prezzi in tempo reale da loro forniti non funziona piu’. In ogni caso stiamo gia’ lavorando per inserire un sistema di prezzi in tempo reale di DeshGold.com e a breve sara’ online 🙂

      • Una domana
        …”Nel settore aurifero lo avro’ visto affermarsi almeno quattro volte in dieci anni, e in tutte e quattro le occasioni l’oro era aveva toccato un minimo e successivamente al fenomeno di “backwardation” e’ sempre balzato al rialzo.”…
        Quali sono queste 4 volte in 10 anni?
        Grazie
        Andrea

  2. Ciao Andrea,
    mi spiace, ma nell’intervista di cui sopra, che ho tradotto, Art Cashin non ha specificato i periodi riguardo il fenomeno della “backwardation” dell’oro. Pertanto, ho ritenuto corretto riportare solo quanto contenuto senza “tentare” di integrare i quattro periodi di cui parla Cashin, perche’ sarebbe stata un’interpretazione mia riguardo questi lassi temporali, che avrebbe potuto non coincidere con l’esperienza dell’intervistato.

    Ciao

    Riccardo G.
    Analyst & Research
    http://www.deshgold.com

  3. Ciao Andrea, riporto una parte dell’articolo che hai postato che mi sembra centrare proprio il punto approfondito da Art Cashin quando parla dell’oro in “backwardation”:

    “Quindi, cosa significa realmente la backwardation dell’oro?

    Per le merci ordinarie, il prezzo più basso nel contratto future contro quello spot segnala la scarsa disponibilità per la consegna presente contro la consegna futura. Ma cosa vorrebbe dire un prezzo più basso dell’oro per una consegna futura paragonato ad un prezzo più alto dell’oro oggi in possesso di qualcuno? Bè, meccanicamente, vuol dire che l’oro consegnato al mercato è poco.

    Il significato dell’oro in backwardation è che la fiducia nella consegna futura è scarsa, contro la fiducia nell’oro oggi in possesso di qualcuno.”

    Ciao

    Riccardo G.
    Analyst & Research
    http://www.deshgold.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 20.Lug.2013

Supporti e Resistenze: Prima resistenza posta a $1.298,00 - seconda a $1.315,00 - terza a $1.352,00. Primo supporto a $1,273...

Chiudi