Presto Bernanke varera’ un nuovo QE. E Oro e Argento esploderanno

Traduciamo e riportiamo un’intervista apparsa on-line a Michael Pento.
Pento e’ un economista e Amministratore del Fondo “Pento Portfolio Strategies”.

“L’intera comunita’ di Wall Street e’ assolutamente convinta che l’economia a stelle a strisce sia in via di guarigione e che il dollaro statunitense continuera’ a rafforzarsi anche nei prossimi mesi rispetto agli attuali livelli.

Essi credono che la fine dell’eccezionale espansione monetaria attuata dalla FED (Quantitative Easing) sia proprio dietro l’angolo e che i tassi di interesse in deciso rialzo non impatteranno negativamente sul mercato immobiliare e sulla crescita del PIL”. 

“Ritengo che gli investitori stiano commettendo uno dei piu’ gravi errori di valutazione riguardo l’economia statunitense. Certo, nel breve periodo lo stiamo sperimentando, il dollaro si e’ rafforzato rispetto all’oro e questo fattore potrebbe far pensare a una ripresa economica e di conseguenza a un deciso rafforzamento del biglietto verde. Tale visione sarebbe anche corroborata dalle parole di Bernanke che ha parlato di un probabile (ripetiamo: probabile) ridimensionamento dell’allentamento monetario”. 

“Ma diamo un’occhiata all’altro lato della medaglia.

Il rendimento dei Titoli di Stato USA a 10 anni (10 Years – T-Note) ha ormai raggiunto il 2,75%. Il rialzo dei rendimenti dei Titoli del Tesoro ha gia’ impattato negativamente sul mercato dei mutui immobiliari. In tutti gli Stati Uniti gli aspiranti acquirenti di abitazioni privati nonche’ le aziende, hanno deciso di non contrarre mutui perche’ i tassi sono in rialzo e pertanto rinviano gli acquisti di immobili.

Chi ha gia’ in corso un mutuo immobiliare sospende il rifinanziamento iniziale, annullando i contratti, perche’ non  in grado di pagare le nuove rate con importi piu’ elevati.” 

“Questo e’ solo l’inizio della prossima crisi immobiliare che tocchera’ gli USA.

Piu’ i tassi di interesse tenderanno a risalire e piu’ saranno i fallimenti di privati cittadini che non saranno in grado di onorare le rate dei mutui. Avremo quindi una grave contrazione del mercato immobiliare che portera’ al dissesto economico il settore fondamentale dell’edilizia.

Secondo me, questa e’ la peggiore crisi che dovremo affrontare, da venti anni a questa parte”. 

“A mio avviso i Titoli di Stato a 10 anni raggiungeranno presto un rendimento pari o superiore al 4%. Andiamo indietro nel tempo, all’inizio della crisi greca durante la primavera del 2010. In quel momento la FED poneva termine alla prima espansione monetaria (QE1). Proprio mentre la FED terminava il primo QE, esplose la crisi del debito greco.” 

“Con lo scoppio della crisi greca e la fine del primo QE i titoli decennali statunitensi raggiunsero il 4% di rendimento e questo spinse Bernanke a varare la seconda ondata di espansione monetaria.” 

“Se lo scenario si ripetera’ (e io ne sono convinto, anche in assenza questa volta della crisi del debito greco), presto i titoli a 10 anni raggiungeranno un rendimento del 4%. Questo rialzo paralizzera’ completamente il mercato immobiliare statunitense: l’intero settore subira’ una brusca frenata con un blocco senza precedenti delle attivita’ di costruzioni e compravendita. Il declino del settore immobiliare influira’ negativamente sul settore dei beni durevoli, paralizzando settori come quello delle macchine utensili, arredamento, elettrodomestici ecc; in breve si inneschera’ una pericolosa recessione”. 

“Bernanke pertanto, sara’ costretto, giocoforza, a varare un altro piano di allentamento monetario (quantitative easing) pena la depressione economica. Quindi assisteremo a un tonfo del dollaro americano e a un forte ripresa delle quotazioni dell’oro, una vera e propria impennata per i metalli preziosi.

Non e’ ancora giunto il tempo per questo scenario, ma credo che accadra’ molto presto e gli investitori devono tenere in considerazione questo sfondo economico”. 

“Aggiungo che i bilanci delle societa’ quotate in borsa relativi al secondo trimestre di quest’anno, saranno assai deludenti. La ragione sta nel fatto che in Europa non vi e’ stata alcuna crescita, che la Cina sta rallentando drammaticamente e che il dollaro USA e’ salito di valore negli ultimi mesi mettendo a repentaglio l’attivita’ di export delle Compagnie Americane”. 

“Quindi il mercato azionario svoltera’ decisamente verso il basso. E’ inevitabile. Questo fattore, insieme al varo della nuova ondata di allentamento monetario, faranno da propellente per il mercato dei metalli preziosi nei prossimi mesi a venire”.

 

 

Disclaimer: Non è data nessuna garanzia. Sei il solo responsabile per qualsiasi azione decidi di avviare sul mercato. Le informazioni sono fornite con intento sincero e secondo i nostri studi e metodologie.

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Riccardo Gaiolini

Appassionato di mercati finanziari e di analisi tecnica intermarket, integro queste materie con lo studio della strategia geopolitica, estendendone i concetti in un’unica materia interdisciplinare.

18 COMMENTI

  1. Io credo salvo sorprese che con i minimi del 28 giugno 2013 oro e argento abbiano chiuso il loro ciclo annuale.
    Per il rialzo dei preziosi a mio avviso occorrerà attendere la chiusura del nuovo annuale che io considero partito il 29-06-2013, quindi servirà ancora un anno di pazienza per coloro che hanno comprato i preziosi non lontano dai massimi di periodo quindi durante tutto il 2012.
    A breve, diciamo entro 10-15 giorni le borse ripartiranno al rialzo, almeno fino a fine settembre-inizio ottobre e porteranno al rialzo anche i preziosi, ma sarà solo un rimbalzo all’interno di un trend ancora impostato al ribasso.
    Conclusione: calma a chiamare il rialzo altrimenti fai la figuraccia dello scorso anno quando sostenevate che quella era una delle ultime opportunità per comprare oro a prezzi ancora convenienti.
    Voi come analisti non mi sembrate molto validi, da 2 anni a questa parte la realtà continua a smentirvi clamorosamente almeno per quanto riguarda i prezzi dei preziosi.
    Buona giornata comunque e non pensate troppo ai prezzi dei preziosi mi raccomando è …….

    • Proprio cosi’ Angelo. Non siamo validi come analisti per il semplice fatto che noi non siamo analisti. Tantomeno facciamo “analisi” su Oro e Argento.

      Il nostro lavoro consiste nel ricercare dati e analogie con i numeri passati per ottenere indicazioni statistiche sull’attuale Ciclo di Oro e Argento.

      Da oltre 2 anni scriviamo di comprare Oro e Argento. Lo abbiamo detto a 1800 dollari l’oncia, lo diciamo a 1.200 dollari l’oncia.

      TUTTAVIA,
      abbiamo anche sempre detto che l’orizzonte temporale che i nostri studi storico/statistici ci stanno indicando e’ di ALMENO 3 anni (a partire da oggi). Due anni fa parlavamo di un orizzonte temporale di ALMENO 5 anni.

      Se su DeshGold cerchi analisi di grafici su Oro e Argento per ottenere risultati di breve termine sei fuori pista (oltre che nel posto sbagliato). Se invece cerchi studi accurati su tutto cio’ che hanno fatto i Cicli storici di Oro e Argento (partendo dal 1900) e su cosa la statistica ci sta indicando in merito ai Cicli odierni, allora sei nel posto giusto.

    • Angelo, vorrei sapere da te se pensi che l’oro possa ancora scendere di prezzo in tutto questo ulteriore anno partito dal 29-06-13, facendo nuovi minimi storici, oppure se credi che rimarrà stabile più o meno sui valori attuali per tutta la durata di questo ulteriore anno del ciclo da cui è partito attualmente. Grazie per la eventuale risposta.

      • Purtroppo temo che i minimi assoluti non li abbiamo ancora visti, come puoi vedere al momento i prezzi stanno risalendo, ma io non vedo per ora molta forza in questo rimbalzo, quindi non aprirei posizioni al rialzo. Questa è la mia posizione ma guarda che io sono un signor nessuno.

  2. Secondo me il discorso è il seguente: mi sono sempre chiesto se il rialzo dell’oro che seguo dal 2007 potesse avere un arresto o una inversione considerando lo scenario politico economico che caratterizza questi ultimi 10 anni, ho sempre pensato che qualche colpo di coda dei poteri forti poteva causare uno scossone alla logica del tramutare la carta in valore reale, e questo in effetti è avvenuto. Ma avevo immaginato che se proprio dovevano inventarsi qualcosa no poteva certo essere come negli anni 70, dove gli usa fecero crollare il valore dell’oro. Ora non è possibile, troppe entità megalitiche sono da anni impegnate ad accumulare, troppi interessi in gioco. Dunque, con quattro mosse di kung fu la finanza usa ha comunque stoppato l’oro, vendendo un monton di oro di carta. Quindi i poteri forti lo hanno dato il colpo di coda imprevedibile per tutti noi, che non siamo insider o 007. Le altre potenze non hanno detto niente perché sanno che l’oro ormai viaggia da solo; si, ha il dollaro attaccato ancora come una cozza, ma i potentati sono consapevoli che è solo il dibattersi di una belva feroce ferita a morte. A parte questo preambolo, dico che il lavoro di deshgold é quello di osservare al microscopio il mondo in relazione all’oro, non quello di insider della finanza internazionale, e che sono 2 anni che non ci prende con le considerazioni riguardo all’oro é una grande cazzata, primo non é vero, secondo in quanto chi ti dice di comprare oro ha SEMPRE ragione. Ovvio, non per i trafficoni, ma per chi vuole lasciare un’ancora di salvezza ai propri figli. Quando si esprimono delle critiche alle persone e al loro lavoro bisogna farlo in modo circostanziato e probatorio, quelli che sputazzano fango come te di solito sono influencer pagati o semplici cretini.

    • Ragionamento valido, che approvo in pieno. Solo un appunto: perchè questo astio malcelato nella parte finale dell’intervento? La risposta di Gennaro è già stata quella di un Signore per cui non vedo la necessità che intervengano in questo senso avvocati difensori: “scusatio non petita accusatio manifesta”. Piuttosto, io credo che Angelo alludesse più che altro al titolo del post estremamente “permabull” a mio avviso, quindi fuori contesto, ovvero in una fase, quale quale attuale, in cui magari si sente più la necessità psicologica di essere rassicurati che quella di essere caricati ed esaltati pronti a scattare per massicci accumuli.
      Ora dico la mia sull’aspetto tecnico della questione: e se questi fossero semplicemente i rimbalzi del gatto morto? Sono convinto anch’io che verranno tempi migliori ANCHE per chi è entrato solo negli ultimi due anni nell’ottica saggia dell’investimento in oro (e argento). Ma in questo fase io propenderei per lo stare alla finestra, immobile, non cedere le posizioni raggiunte (guai) e riprendere ad accumulare in maniera costante (magari un tot al mese) se il prezzo dell’oro dovesse risalire a 1500-1600 dollari.
      Per Angelo se ancora legge Desh Gold: se segui Sinclair avrai notato come abbia “toppato” la sua previsione del gold a 3500 dollari entro la fine di marzo (sua data di nascita), eppure Sinclair non è uno nato ieri in fatto di investimento in oro…
      Buona giornata a tutti!

    • Va bene, non sono pagato da nessuno ma sono un semplice cretino, ora ascoltami.
      Su Deshgold ci hanno spiegato che nel precedente ciclo ventennale dell’oro (1964-1980) l’oro dopo aver fatto un primo massimo di periodo a 198 USD ha avuto una correzione del 47% fino a 103 USD. Siccome loro lo sapevano e siccome spesso in finanza le cose si ripetono (vedi cicli ventennali appunto) trovo che dopo un massimo dell’oro a 1920 USD raggiunto dopo 11 anni avrebbero dovuto nel corso del 2012 essere molto più prudenti nell’esporre certe tesi SUPERBULLISH (pensandoci bene sembrano articoli scritti da tifosi di una squadra di calcio, in questo caso si chiama ORO), e senza cambiare le loro idee in nessun modo avrebbero dovuto comunque riconoscere-accorgersi che forse il primo grande massimo di periodo era stato fatto e che pur restando nel lungo periodo rialzisti forse avrebbero dovuto consigliare i lettori di non comprare oro in attesa di tempi migliori che sono/stanno puntualmente arrivando.
      Il rischio di rimanere alla finestra era che l’oro avrebbe potuto salire ancora un anno o forse 2 ma con davanti una caduta potenziale di quasi il 50% i lettori avrebbero potuto comprare oro a prezzi molto ma molto più vantaggiosi di quelli del 2012.
      Ti ricordo che la salita media annua dell’oro dal 2000 al 2011 è stata: 1920-250/11=150 USD.
      Se il rialzo dell’oro fosse continuato per altri 2 anni avrebbe raggiunto il livello di 2200-2300 USD, e se verrà confermato il ribasso di quasi il 50% del precedente ciclo ventennale avrebbe comunque permesso a noi risparmiatori di acquistare oro intorno i 1200 USD.
      Se poi a te soddisfa investire oggi per lasciare tutto il guadagno ai posteri puoi iniziare anche oggi a comprare azioni, vedrai che bel rialzo quando partirà il prossimo ciclo ventennale delle azioni.
      P. S. Detto da tè che sono un cretino è un complimento, dimmelo ancora ……

      • Angelo ti invito ad avere una visione piu’ ampia dell’investimento.

        Comprare Oro non e’ solo il cercare una plusvalenza sul proprio investimento.
        Comprare Oro oggi significa anche proteggersi da diversi rischi che presentano i tempi che stiamo vivendo.

        Pensi che avrebbero fatto lo stesso tuo discorso tutti i ciprioti che avevano conti superiori ai 100.000 Euro e che hanno visto decurtarsi dal giorno alla notte circa il 30% dei loro risparmi?

        Il punto e’: oggi lo Stato (anche italiano) e’ sempre piu’ stringente con le tasse e le imposte. Ha bisogno di denaro per non affogare nei debiti. L’investimento in Oro e’ un modo legale per proteggersi da alcuni (duri) provvedimenti che potrebbe prendere anche il nostro Stato.

        • A me era sembrato di capire che i POVERI ciprioti con conti correnti pari o superiori a 100000 EURO fossero i ricchi russi che vedevano in Cipro un’ isola felice, poco male quello che è successo a questi poveracci che possono permettersi certi conti correnti e che probabilmente sono grossi evasori.
          A mio avviso è giusto che i grossi evasori di tutto il mondo contribuiscano in modo importante al rientro del debito dei loro paesi e/o dei paesi in cui hanno portato i loro soldi con l’unico fine di trarne ulteriore profitto. Vorrei inoltre capire che differenza c’e tra chi si è visto sottrarre il 30% del proprio conto corrente e i tanti che hanno comprato ORO a 1800 USD, io credimi non riesco proprio a trovarci nessuna differenza oggi, puoi aiutarmi tu forse? Grazie in anticipo per l’aiuto che mi darai.

          • Angelo come fai a sapere che tutti i Ciprioti con conti correnti superiori ai 100.000 Euro fossero tutti evasori Russi?
            Vedo che sei facilmente influenzabile dall’impatto mediatico di tv e giornali. Cerca di mantenere sempre una mente lucida e di ragionare con la tua testa proprio come stai facendo nel confrontarti con me in questo scambio di considerazioni.

            Quindi mi stai dicendo che tu avresti preferito esser decurtato del 30% il tuo capitale (dalla sera al mattino e senza possibilita’ di scelta, i tuoi soldi sarebbero andati via per sempre) piuttosto che aver investito in Oro quello stesso capitale?

          • Ti stò solo dicendo che se avessi investito i miei 100000 EURO in ORO ora sarebbero 70000 EURO, esattamente come gli eventuali 100000 EURO parcheggiati sul conto corrente e decurtati dalla mattina alla sera del 30%. Inoltre io ora sarei molto incazzato con questi delinquenti e avrei potuto investire i miei 70000 EURO rimanenti in ORO a 1200 USD, quando questo tornerà a 1800 il mio capitale salirà a 105000 EURO, mentre chi ha avuto fretta di comprare oro magari a 1800 USD quando l’oro raggiungerà i 1800 non avrà incassato nemmeno una minima plusvalenza, ma sarà semplicemente tornato padrone dei suoi soldi. Più l’oro salirà e più questo gap aumenterà.
            Questo esempio ti dimostra in modo chiaro e inequivocabile che non c’era tutta questa fretta di comprare oro. Serviva maggior prudenza secondo me, poi ognuno …….

          • Angelo se proprio vogliamo restare nel tuo esempio ti spiego perche’ (dati alla mano) quel che dici non e’ totalmente corretto.

            Chi compra oggi Oro a 1200 (con un capitale di 70.000 Euro), non si trovera’ 105.000 Euro se il prezzo va a 1800 dollari. Infatti ai 35000 Euro di guadagno devi togliere il 20% da pagare allo stato per la plusvalenza, ovvero 7000 Euro.

            Questo significa che chi avrebbe comprato Oro a 1800 dollari avrebbe ancora i suoi 100.000 Euro, mentre chi lo compra oggi con 70.000 Euro di capitale a 1200 dollari, si ritrovera’ con 98.000 Euro in conto (al netto dello Stato).

            In ogni caso questi sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. L’oro non e’ solo possibilita’ di plusvalenze future ma anche assicurazione da numerosi rischi insiti nel sistema economico in cui viviamo.

  3. righe 7e8 di angelo sono purtroppo vere

  4. Angelo, premesso che nemmeno io sono stato pagato da nessuno, posso dire la mia..nessuno, compreso Gennaro, me e te può prevedere l’andamento di oro e argento, (specialmente durante forse la più grande manipolazione di oro della storia), da quel poco che ho visto, Gennaro correggimi se sbaglio, questo sito nasce per affrontare un problema di fondo che ci accomuna tutti quanti, ovvero un sistema economico basato sulla valuta e non sull’oro è un sistema basato sull’illusione, che porta al fallimento (qui sono più di 2000 anni che parlano chiaro) basta documentarsi, conoscere la storia.
    Quindi se avessi (io) letto i post di Gennaro nel 2001 nel 2008 o nel 2012 avrei sicuramente comprato oro e argento per preservarmi dalla più Bastarda delle imposte: l’Inflazione.
    Prima o poi….l’oro e l’argento…si rivalutano sempre.
    Credo che tu debba riflettere se effettivamente tu sia nel posto giusto per criticare una previsione fatta nel 2011 o nel 2013.
    Pensaci.

  5. Credo che in questo momento non sia facile digerire le perdite e pagare la custodia del proprio oro. Deshgold non era il solo sito che prevedeva i 10000$ l’oncia. Anche molti altri. Banche comprese. Solo questo blog e pochi altri invitavano alla prudenza: http://petsalvatore.altervista.org/oro.html. Chi lo ha seguito adesso può entrare nell’investimento in oro senza rischio e col massimo guadagno. Sia che si ripeta il secondo massimo come nel 1980 o una salita più lenta ma inevitabile perchè la produzione di oro nei prossimi anni non potrà aumentare come nel ventennio 1980-2000. So che hanno dato il consenso alle scavazioni in mare alla ricerca di metalli e oro. Poichè nel mare ne esistono grandi quantità, questa è l’unica possibilità che io vedo ad un ulteriore abbassamento dei prezzi del metallo.

  6. DOMA77: l’astio è dovuto al fatto che non mi piacciono le persone che come ho scritto criticano con come dici tu malcelata derisione senza portare prove ed esempi. É troppo facile e tutti i giorni ne incontro a mazzi. Non credo che Gennaro abbia bisogno di avvocati difensori, era una mia opinione, lui aveva già risposto come dicesti.
    ANGELO: nella tua risposta, ti rispondi. Se eravamo in attesa di una normale flessione verso il basso consistente, perché i potentati avrebbero fatto la manovrazza della ipervendita di orocarta? Pensi di essere più esperto tu di loro? Perché attaccare il prezzo dell’oro se era dietro l’angolo la decisa correzione? Forse perché visto che non siamo a 20 anni fa l’economia mondiale oggi è estremamente diversa e quindi la correzione ciclica non sarebbe avvenuta? Forse è per questo che l’hanno creata loro? Tutti, io, desh gold e altri, pensavamo che considerando proprio la situazione economica mondiale e monetario espansionistica una retrocessione dell’oro era illogica, e avevamo ragione. CI HANNO PENSATO ESSI, SENNÒ NIENTE INVERSIONE. Quindi ribadisco il concetto, Gennaro ed altri non si aspettavano l’inaspettabile e io, al posto suo, avrei consigliato di accumulare in quanto in coscienza era quello che mi aspettavo. E per finire, non se l’aspettava manco Sinclair. Quindi tu o sei un genio munito di palla cristallina e ti sei stato zitto tutto sto tempo per poi venire a ironizzare per sollazzo, o non capisco perché tutta sta scienza non ce l’hai passata prima. Dove stavi quando la gente irretita da Gennaro buttava via i suoi soldi in azion.. Hem.. in oro dilapidando i risparmi di famiglia! Perché non hai fermato questo Gennaro, genio del male rovinafamiglie? Ps: e io ormai mi sono “rovinato” in abbondanza, ma la soddisfazione di fargli sparire i soldi da sotto il naso a sto schifo di governo.. ma vogliamo rinunciarci? ?….. 🙂

  7. Per correttezza devo aggiungere che nei commenti e consigli richiesti a Gennaro in questi anni, non è mai stato consigliato di investire tutti i propri risparmi in oro fisico ma soltanto una percentuale del 20 al 30%, quindi chi ha seguito alla lettera questo consiglio ora si ritroverebbe con un buon margine per poter mediare il prezzo abbassandone il prezzo di carico. Aimè io non lò fatto ma è colpa mia non di Gennaro.

  8. Io invece trovo Angelo molto competente in investimento in oro e azioni, è solo che è pieno di amarezza per come sono andate le cose. Come Carlo anche io ho voluto acquistare subito oro, addirittura da un giorno a tre giorni prima che cominciasse a calare il prezzo, per togliere i soldi quanto prima alle sporche Banche.Che devo dire, dovrei essere più amareggiato di voi, mi sono fatto fregare sul ciglio!Al diavolo la plusvalenza, avrei certamente potuto acquistarne di più col prezzo attuale. Tuttavia non dispero, tre o quattro anni passano in fretta e io sono molto paziente nell’attendere, quando voglio!Vi confesso che per non annoiarmi comincio già a fare progetti per quando arriverà quel giorno in cui dovrò investire tutto il capitale che mi sarà fruttato. Tanto ugualmente non mi avrebbe cambiato nulla ciò che ho investito, anche se era una cifra abbastanza notevole. Mi potrà cambiare tutto però ciò che riuscirò a guadagnarci quel giorno però. E che progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui può commentare solo chi è bravo in matematica :) Completa l'operazione.

 

 

Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
Barometro Oro: 06.Lug.2013

La scorsa settimana le quotazioni dell'oro hanno toccato un minimo dal 2010, toccando i $1.180,00 l'oncia. Il calo rispetto al...

Chiudi