Negozi Compro Oro: come sopravvivere alla crisi

negozi-compro-oro

Se gestisci uno o piu’ negozi Compro Oro, cio’ che stai per leggere ti offrira’ degli spunti di riflessione fondamentali per il futuro della tua attivita’ imprenditoriale.

Dal 2007 i negozi Compro Oro hanno avuto un boom micidiale.
In particolare, dal 2007 al 2011 nuovi negozi Compro Oro aprivano in ogni angolo della strada.

Sembrava un mercato che non dovesse finire mai, chiunque aprisse un negozio, è proprio il caso di dirlo, faceva affari d’oro.

Ma poi qualcosa e’ andato storto.

Solo negli ultimi 2 anni, circa 13mila negozi hanno chiuso i battenti.

Perche’ e’ successo questo?
Come mai dalla fine del 2012 molti negozi Compro Oro sono andati in difficolta’?
E qual e’ il probabile futuro che aspetta queste attivita’?

Per comprendere come sarà il tuo futuro e quella della tua attività, faresti bene a leggere attentamente quello che sto per dirti.

Tu che ogni giorno hai a che fare con le quotazioni dell’oro, conosci a fondo l’importanza di capire la fase di mercato in cui ti stai muovendo.

Infatti non c’e’ bisogno che sia io a ricordarti che il tuo business aumenta o diminuisce anche in base a come si muove il prezzo dell’oro.

I principali fattori che portano la tua attivita’ a crescere (o morire) sono 2:

  • quanto aumenta (o diminuisce) il livello di crisi economica delle famiglie
  • come si muove il prezzo dell’oro

Se vuoi conoscere dove e’ diretta la tua attivita’ di Compro Oro nell’immediato futuro, devi prima comprendere a fondo il passato di questo business.

Negli ultimi 4 anni ho conosciuto e fatto consulenze a molti imprenditori con negozi Compro Oro dislocati in varie citta’ d’Italia ed ho studiato  attentamente quel che accade al mercato dell’oro, tanto da non sentirmi arrogante quando ti dico che credo tu debba leggere cio’ che sto per dirti.

Il futuro del tuo business potrebbe essere attaccato
alle prossime righe di questa pagina.

Sei pronto a fare un viaggio tra passato, presente e futuro del tuo business?

Partiamo.

Ieri

Il Ciclo Generazionale dell’oro e’ partito all’inizio del nuovo secolo.
Nella prima fase, il rialzo del prezzo e’ stato particolarmente lento.

Fino alla meta’ del 2005, solo gli imprenditori piu’ preparati hanno aperto negozi Compro Oro.

Sono quelle persone che hanno avuto fiuto e lungimiranza. Imprenditori che “sentono” il mercato e che avevano capito che l’oro era pronto ad esplodere.

Persone che aprono la strada dei nuovi business e che in genere ottengono anche i guadagni maggiori.

Poi con l’intensificarsi della crisi economica e con la costante crescita del prezzo dell’oro, molti altri imprenditori intelligenti hanno fiutato l’opportunita’ che stava offrendo il mercato.

Infine sono arrivati tutti quelli che volevano facili guadagni senza rischiare.

Del resto l’attivita’ di Compro Oro ha due facce contrapposte, poichè prospera quando la gran parte delle persone e’ con l’acqua alla gola e in forti difficolta’ economiche.

Ma se da un lato questo puo’ sembrare poco etico (ed effettivamente lo e’ quando il negozio applica dei prezzi TROPPO bassi per ricomprare i gioielli dell’ignaro di turno), dall’altro lato i negozi Compro Oro svolgono un’importante funzione sociale.

Spesso chi decide di vendere i propri gioielli d’oro lo fa perche’ ha un forte bisogno di contanti.

Sono persone che si trovano in cattive condizioni economiche e che senza quel denaro probabilmente faticherebbero ad arrivare alla fine del mese.

Quando nessuno ti presta soldi e il tuo capo ti ha licenziato, i contanti ricavati dalla vendita dei tuoi gioielli possono davvero essere aria per respirare.

Senza contare quanto possa essere lesivo per l’onore di molte persone, il fatto di chiedere un prestito ad un familiare o ad un amico.

Vendere i tuoi gioielli ad un negozio di Compro Oro – quantomeno – ti salvaguarda da questa “vergogna” (che in reata’ vergogna non dovrebbe essere, ma ogni essere umano ragiona in modo differente).

E’ chiaro quindi che la famiglia in difficolta’ per via della crisi economica, costituisca (ed abbia costituito) una grossa fetta di clientela per un negozio di Compro Oro.
Così com’e’ altrettanto chiaro che una crisi economica renda perfetto e conveniente questo tipo di business.

Ma non solo. Oltre all’intensificarsi della crisi, l’altro fattore cruciale per questo business e’ l’andamento del prezzo dell’oro.

Ecco come si e’ mosso in linea generale il prezzo dell’oro dal 1999 (nota il forte rialzo che c’e’ stato fino al 2011/2012):

Ciclo-prezzo-oro-2001-2014

Quando i prezzi sono percepiti come alti, le persone con difficolta’ economiche (e con gioielli ancora da vendere), si precipitano nei negozi Compro Oro per monetizzare. Di conseguenza questo comporta un aumento dell’attivita’ e guadagni in crescita.

Quando invece il pubblico percepisce che il prezzo dell’oro e’ basso, la tendenza a vendere frena. Le persone, finche’ possono, cercano di conservare l’oro per rivenderlo in una fase migliore.

Certo, se la famiglia si trova con l’acqua alla gola, vendera’ il suo oro in qualsiasi momento fregandosene del prezzo. Questa e’ quella domanda fissa che un negozio di Compro Oro ha in ogni momento, indipendentemente da quali sono i prezzi di mercato dell’oro.

Considerando che la crisi economica si e’ intensificata dal 2007 in poi, ci sono elevate probabilita’ che la gran parte delle persone in maggiori difficolta’, abbia gia’ venduto i suoi gioielli nel corso di questi anni.

E’ questo il motivo per cui chiunque abbia aperto un negozio di Compro Oro ha fatto affari enormi.

Dal 2007, i due fattori che spingono al rialzo il business dei negozi Compro Oro sono praticamente esplosi.

La crisi economica e’ esplosa (mandando al lastrico migliaia di famiglie che per sopravvivere hanno dovuto vendere i loro gioielli d’oro), e allo stesso tempo il prezzo dell’oro e’ esploso (volando dai 480Euro l’oncia di inizio 2007 fino ai 1.350Euro l’oncia di Settembre 2011, pari ad un aumento del +180%).

Questo e’ il motivo che ha portato i negozi Compro Oro a sbocciare come funghi ad ogni angolo della strada e molti senza nessuna preparazione specifica e con bassa professionalità.

Ma oggi? Come se la passa questo business?
Vediamolo.

Oggi

Negli ultimi 2 anni molti negozi Compro Oro hanno abbassato le saracinesche.
Come riporta il Corriere.it, negli ultimi 2 anni ci sono 13 mila insegne che hanno chiuso i battenti.

Il mercato ha fatto (e sta facendo) selezione.
Non c’e’ piu’ spazio per i dilettanti o gli improvvisati.

Le chiusure che sono avvenute in questi 2 anni, sono lo strascico delle difficolta’ che hanno avuto inizio dal 2013, l’anno in cui il prezzo dell’oro ha fatto registrare consistenti ribassi.

Gli imprenditori hanno dapprima provato a tamponare con le proprie risorse, sperando che la situazione cambiasse presto. Ma il mercato non e’ clemente con gli improvvisati. Il ribasso del prezzo e’ durato piu’ del previsto e le finanze di molti negozi Compro Oro sono precipitate nel baratro.

Quindi dal 2013 e’ venuto a mancare uno dei 2 fattori che fanno da carburante per l’esplosione del business: il rialzo del prezzo dell’oro.

Ma c’e’ anche un’altra considerazione da fare.

Siamo arrivati al 2013 con 5 anni di piena crisi economica alle spalle. Questo significa che le famiglie in maggiore difficolta’, a quel tempo, avevano gia’ venduto il loro oro.

Immagina di trovarti in una stanza ermeticamente chiusa insieme ad altre persone. Una stanza senza via d’uscita (ne’ fori ai lati).

Ora immagina che ci sia dell’acqua che entra nella stanza.
In modo lento ma costante, la stanza si va’ riempiendo.

In una situazione di questo tipo, le persone piu’ basse sono quelle che rischiano per prime di affogare.

Ora trasporta questa immagine nella realta’.

Le famiglie che gia’ stentavano a vivere, ancor prima della crisi economica, sono quelle che dal 2007 si sono ritrovate per prime con l’acqua alla gola. Queste famiglie sono le prime ad aver fatto ricorso alle loro riserve di gioielli d’oro per liberarsi dall’acqua ed uscire via dalla stanza.

Poi l’acqua ha continuato a salire. Mese dopo mese. Anno dopo anno.
Ed ha trascinato nel baratro un numero crescente di famiglie.

Ora il punto e’ questo: fino a che l’acqua non ti arriva alla gola, i tuoi gioielli d’oro TU non li vendi. Ci sono troppi ricordi e troppe emozioni legate a quell’oro.

Pertanto la domanda che TU imprenditore che gestisci negozi Compro Oro devi farti e’:

quante famiglie si sono ritrovate con l’acqua alla gola ed hanno gia’ venduto i loro gioielli durante questi anni?

 

Ho provato a fare questa domanda ad un imprenditore seriale di Compro Oro che ho conosciuto qualche tempo fa al Tari’ di Caserta, uno dei più grandi poli orafi del sud Italia.

Lui e’ una di quelle persone che ha avuto fiuto, un’innovatore, posizionandosi all’interno di questo business gia’ dal lontano 2005, quando la crisi era ancora particolarmente lontana e il prezzo dell’oro saliva in modo lento.

La sua ipotesi e’ che circa il 40% degli Italiani abbia gia’ liquidato il suo oro.
Ritiene che molte famiglie abbiano gia’ avvertito l’acqua alla gola e per questo motivo abbiano gia’ venduto i loro gioielli.

Ritiene anche che ci sia un buon 10% di famiglie che invece, almeno per il momento, sia riuscita a scamparla.

Il restante 50%, a suo parere, sono famiglie che sopravviveranno tranquillamente alla crisi, senza dover avere mai la necessita’ di vendere i propri gioielli.

A questo punto – se e’ vero che il fattore “crisi economica” ha gia’ portato alla liquidazione di una grossa fetta dei gioielli delle famiglie in difficolta’ – l’immediato futuro dei Compro Oro ricadra’ per gran parte sull’andamento del prezzo dell’oro.

Ed e’ qui che la cosa si fa davvero interessante (e per TE ancora di più).

Domani (il futuro dei negozi Compro Oro)

A questo punto dovrebbe essere chiaro. Se non sei in grado di prevedere con una buona dose di accuratezza, quale sara’ l’andamento futuro del prezzo dell’oro, il tuo business e’ letteralmente spacciato.

Non puoi continuare a fare business con la speranza che…
Con la speranza non ti porti la pagnotta a casa (ma da imprenditore questo lo sai).

Quello che sto per disegnarti e’ il futuro, cosi’ come lo vedo oggi. Cio’ che sto per dirti fara’ la differenza fra la vita o la morte della tua attivita’.

Questo scenario sara’ da monitorare settimana per settimana, per valutare se all’interno dei numeri piu’ profondi del mercato qualcosa si possa incrinare.  Oggi vedo questo treno in corsa ad oltre 300 Km orari ed un cambio immediato di direzione e’ roba assai improbabile.

Partiamo con l’immagine che ti ho mostrato piu’ in alto. Questa e’ la proiezione che leggo dalle mie analisi sul prezzo futuro dell’oro:

Ciclo-prezzo-oro-2001-2014

In blu ho disegnato quel che l’oro ha già fatto.
Quella e’ storia.

In rosso tratteggiato invece, c’è la proiezione futura sui prezzi dei prossimi anni.

Siamo passati dagli 8 Euro al grammo del Settembre del 1999, fino ai 44,50 Euro al grammo toccati fra il Settembre del 2011 e l’Ottobre del 2012.

Il 2013 e’ stato l’anno in cui i negozi Compro Oro hanno iniziato a prendere schiaffi su tutti i fronti.

In un colpo solo si sono riuniti 3 cigni neri:

  1. Il prezzo dell’oro scendeva
  2. La gran parte delle famiglie in difficoltà aveva già venduto i suoi gioielli negli anni precedenti. Quelle famiglie che invece erano tentate di vendere, ci hanno ripensato dopo aver visto i prezzi molto più bassi rispetto agli anni precedenti (anche se il prezzo era sensibilmente piu’ alto rispetto a quello del 1999, la percezione sul prezzo era ancorata ai 44,50 Euro visti nel 2012).
  3. Il proliferare della concorrenza ha tolto business un pò a tutti

Ma adesso molti concorrenti sono stati spazzati via dal mercato, ricreando un po’ di spazio.

Ed anche se nell’immediato futuro verra’ a mancare la forte vendita di gioielli da parte delle famiglie in maggiore difficolta’ (perche’ li hanno gia’ venduti), il rialzo del prezzo dell’oro dei prossimi anni riportera’ enorme interesse verso la vendita di gioielli da parte di quelle famiglie che fino ad oggi avevano desistito alla vendita.

Nel mio videoseminario ho condiviso alcuni dei fattori che lanceranno il prezzo dell’oro ben oltre i 44,50 Euro al grammo del 2012. Non dovrebbe essere una sorpresa vedere l’oro oltre i 50 Euro al grammo entro la fine del decennio.

Questa semmai, potrà essere una sorpresa  per chi fa business con l’oro, senza capire un bel niente di come si muove questo mercato e delle Leggi piu’ profonde che lo governano.

Ma fai attenzione. Dovrai essere molto bravo.

Ci sara’ un enorme ritorno di fiamma, ma poi il naturale processo di mercato portera’ i tuoi fatturati a diminuire giorno dopo giorno.

Gran parte della storia di questo business e’ stata gia’ scritta.

E’ vero, mi attendo la botta finale. Ma poi questo business mutera’, perche’ ad un certo punto della storia, i milioni di privati che vedranno il prezzo dell’oro volare verso la Luna, non vorranno piu’ vendere i loro gioielli.

Al contrario, tutti vorranno detenere oro. Gioielli, lingotti, monete e qualsiasi cosa abbia a che fare con l’oro.

Questa sara’ la fase di mania, che portera’ l’oro ad un picco storico e dal quale iniziera’ un ribasso che durera’ per molti anni.

Quando questo accadra’, l’epoca dei negozi Compro Oro sara’ ufficialmente chiusa. Perlomeno per questo Ciclo Generazionale.

Resteranno in piedi solo i leader di settore. Quelli che operano da anni e che comandano la zona in cui si trovano.

Tutti gli altri chiuderanno. Non ci sara’ piu’ trippa per gatti. Proprio come e’ successo alle Agenzie Immobiliari che durante la bolla immobiliare del 2006/2007 hanno aperto in migliaia, per poi abbassare le saracinesche dopo un anno.

Dovresti riflettere sulle parole che ti ho detto e dovresti prepararti per il forte ritorno di interesse che sta per avere l’oro.

In questa finestra di tempo, potrai fare molti profitti. Forse non paragonabili a quelli fatti negli anni precedenti, ma questo non posso saperlo. Dipende da molti fattori che non posso avere sotto controllo, non conoscendo chi sei, dove hai i tuoi negozi e come lavori.

In ogni caso, se non sei il leader della tua zona, dovresti anche prepararti alla vendita del tuo negozio. Se lo farai sulla prossima nuova ondata di interesse nei Compro Oro, potrai monetizzare bei soldi.

Ah un momento. Intendiamoci. Quando dico che non devi preoccuparti se sei leader di zona, do’ per scontato che si parli di una citta’ con migliaia di abitanti. Se sei il leader di Porto Sperduto, allora saranno cazzi amari comunque ed è proprio per questo motivo che devi essere ancora più preparato e informato sul mercato e su come si muoverà l’oro nei prossimi anni.

Sono sicuro che tu possa farcela.

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto significa che non sei un imprenditore di mentalità chiusa e hai tutta la stoffa per differenziarti dalla tua concorrenza. Ma tu questo lo sai.

Continua ad informarti ed a tenerti aggiornato sull’andamento del prezzo dell’oro. Seguimi nella DeshMember ed avrai un vantaggio competitivo su tutti i caproni che hanno aperto a fianco del tuo negozio.

Perchè conoscenza è sicurezza.

Roy Reale

Hai apprezzato l'articolo? Condividi o commentalo:

L'autore: Roy Reale

L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante. E' mia ferma convinzione che questo ordine sia presente anche nei mercati finanziari. Ciò che mi muove sono la sete di verità e la voglia di andare a fondo nell'approfondire il codice che dà ordine ai mercati.

22 COMMENTI

  1. Articolo ricco di spunti, mi ha colpito l’esperto di Caserta, probabilmente e’ molto attendibile. Ma, a questo riguardo, avrei una domanda anche questa interessante, credo. Dei 90 milioni di pezzi di 500 lire d’argento coniati, quanti ancora sono sopravvissuti alla fusione? Secondo me pochissimi milioni, massimo 2-3….sbaglio? Non e’ che la 500 lire, una moneta di ottimo conio, robusta (se la pulisci torna nuova) e senza fakes, sia un miglior investimento che l’american eagle(che e’ oltretutto piu’ caro?)

    • Ottima osservazione Franco.

      C’è una cosa che però mi preoccupa dell’argento che non ha caratura 999 millesimi.

      Tra il 1979 e il 1981, dopo che fu concluso il rialzo del precedente Ciclo Generazionale dei metalli preziosi, tante persone si misero a vendere la vecchia argenteria, gioielli e affini.

      Insieme a queste, furono vendute anche tantissime monete con il 90% o meno di argento e per questo motivo, tutti i raffinatori di argento sono stati colmi di lavoro per molti mesi.

      Sono abbastanza sicuro che alla fine del rialzo del Ciclo Generazionale in corso questo possa riaccadere e, in questo caso, l’argento meno nobile (con carature così basse come le 500 Lire) potrebbe essere venduto a forte sconto rispetto all’argento puro.

      Questo perchè le aziende che lo fondono saranno piene di lavoro per poter accettare nuovi ordini.

      • Fantastica chicca riguardo alla raffinazione, grazie.

        • Felice di esserti stato utile 🙂

      • Non la sapevo, questo intoppo sulla raffinazione delle 500 lire degli anni 70-80….e’ una ulteriore prova che , a giro, ne sono rimaste poche…tra l’altro sono spesso in condizioni penose, sporchissime, ma basta lavarle con uno sgrassatore e tornano nuove. Vorra’ dire che mi rassegnero’ a rivenderle una per una, piano piano( beninteso a peso d’oro). Eh eh.

  2. gent. gennaro , chiarissimo articolo che fa intravedere le fasi economiche viventi del
    mostro che chiamiamo umanità . sarebbe anche interessante anche
    ragionare sulle fasi future a lungo termine del tipo di vita di questo
    bubbone così diverso dagli animali e che sembra non avere un suo
    posto qui se non come malattia malefica .stando ai fatti .
    dette queste gentili parole , nel breve e nel piccolo del mio cibo necessario ,
    mi chiedo per quanto tempo ancora l’oro commerciale comprensivo
    di miniere etc varrà insiema all’oro fisico ? un soros moderno se la
    passerà male nelle guerre forse mondiali prossime venture?
    insomma egoisticamente un vecchiaccio come me quanta
    percentuale di oro dovrebbe nascondere?
    certo, qualche moneta da spacciare va sempre bene comunque , ma
    ancora, malgrado la g.s.guida , non ho le idee chiare .o forse la
    chiarezza totale non esiste per me . dubbio marcellico .
    però ora , con deshgold ho un riferimento . intendo farmi una idea
    precisa di queste cose a 360 gradi . al limite sarà sempre conoscenza .
    e spero che non ci voleva la i . non sono una persona seria .
    grazie a tutti – marcello .

    • Marcello non sono sicuro di aver ben compreso le tue perplessità, ma e’ bellissimo quello che chiami “dubbio marcellico” 🙂

      Dal canto mio, spero di fare il possibile per condividere informazioni che possano aiutare a fare chiarezza sul mondo dell’investimento in oro.

      Se posso fare qualcosa di specifico per te, scrivimi pure.

  3. Ciao Gennaro faccio due riflessioni:

    1) nella tua GSG dici di stare lontano dai compara oro, ora(o) dai a loro delle utili indicazioni.
    Premesso che non tutti sono uguali e che ci sono anche persone che fanno un’onesto business
    (ognuno di noi ha una sua definizione per la parola onesto), perchè ti rivolgi proprio a loro?

    2) tutto quello che stai dicendo sull’oro lo condivido al 100%.
    Quello che mi preoccupa che sono in troppi che parlano di oro. Draghi, Greenspan, Soros, Cina, Russia, Germania, i tedeschi aumentano le riserve di oro così come gli svizzeri e gli austriaci, vari guru della finanza parlano di comprare ore … tutti a parlare di oro.
    Quando queste informazioni arrivano alle masse ho sempre la netta sensazione che i “big investors” devono liquidare.
    Mi sembra quasi di assistere a un’ultima violenta discesa prima di vedere il botto finale.

    • Ciao Maurizio.

      Il mio consiglio, dal lato degli investitori, è di non vendere l’oro da investimento ai negozi Compro Oro perchè ci sono canali di rivendita che ti permettono di ottenere prezzi molto più alti per il tuo oro.

      E come sai, di questo ne parlo nella GoldSilverGuide.

      Tra l’altro, lo ricordo qui per chi leggerà in futuro questi commenti, solo i Compro Oro che hanno la licenza di Banca d’Italia possono ricomprare oro da investimento, mentre in questo articolo ho parlato del riacquisto di materiale d’oro (per semplicità, l’ho definito “oro da gioielleria”).

      L’oro da gioielleria è composto, nella gran parte dei casi, da 750 millesimi di oro fino. Questo significa che l’oro da gioielleria NON E’ oro da investimento. E TUTTI i negozi Compro Oro possono riacquistare questo tipo di oro.

      In questa pagina di Banca d’Italia viene esplicitata la differenza fra l’oro da investimento e il materiale d’oro.

      Per quel che riguarda invece la tua seconda domanda, il mio punto di vista è che oggi il sentimento prevalente delle masse è che l’oro non sia un buon affare.

      Non soffermarti sulle news che vedi tu oggi. Semplicemente perchè non fai parte della massa. Tutt’altro.

      Sei una di quelle poche persone che ha capito l’importanza di essere preparato. Le informazioni che capta la tua mente, non sono le stesse informazioni che capta il 90% delle persone lì fuori.

      Ti garantisco che la maggior parte delle persone oggi è sfiduciata con l’investimento in oro. Ritiene che sia un treno perso. Ritiene che non sia più un buon investimento.

      Tieni stretto il tuo oro, mettiti comodo in poltrona, dai al mercato il giusto tempo per fare il suo corso e goditi il film in onda.

      Questo è tutto ciò che mi sento di dirti.

  4. Ciao Gennaro, la mia sui compra oro se vuoi é un po’ una provocazione. Oro fisico per investimento non lo conosce quasi nessuno almeno qui in Italia.
    La gente deve guardare le stronzate dette in televisione e farsi la guerra tra se e dx. Questo è quello che vuole la politica
    Hai ragione che siamo in pochi a credere a un informazione diversa e che la gente è negativa sull’orlo. D’altronde se leggo te è perché siamo entrambi diversi.
    Altrettanto è vero che anch’io ho ogni tanto qualche dubbio sulla ripartenza dell’oro.
    Siamo all’interno di un canale molto stretto (per alcuni magari può sembrare ampio) e questo mi fa propendere per una forte accelerazione. Meglio se prima giù. Le banche e i finti promotori potranno così dire “te l’avevo detto”.
    Forse allora avremo veramente la quasi e dico quasi certezza di una ripartenza dell’oro pazzesca.
    Se proprio vogliamo essere onesti … Una ripartenza dell’oro significa un definitivo affondo della classe media. Quella povera a quel punto è già sparita.
    Ciao Maurizio

    • Credo che tu ci abbia preso in pieno quando dici che l’accelerazione del prezzo potrebbe essere prima al ribasso.

      Rilevo alte probabilita’ sul fatto che l’oro in dollari faccia nuovi minimi (per noi Europei resto invece molto sereno, perche’ ritengo che il minimo del 31.Dic.2013 sia stato un minimo storico).

      In quanto alla classe media, ahime’ resteranno in piedi solo i piu’ perspicaci e veloci al cambiamento.

  5. Ciao Roy, io penso che l’oro in dollari scenderà ma lentamente nella fascia 920-980 poi vedo sicuramente un bel rimbalzo in zona 1500-1600. A quel punto tutte le opzioni restano aperte e occorrerà monitorare attentamente il mercato. Ciao.

    • Grazie per il tuo punto di vista Angelo.
      Se ti va, condividi con noi anche le ricerche che ti lasciano vedere questo target.

      Credo farebbe molto piacere a tanti lettori.

      • Ciao Roy, ora dovremmo essere nella quinta e ultima onda ribassista di elliott quando sarà terminata partirà quanto meno un rialzo a 3 onde che avrà come target almeno il 61,8% di tutto il ribasso dai top del 2011 al minimo che vedremo successivamente e che io stimo nella fascia sopra indicata. A quel punto non sono in grado al momento di fare ulteriori previsioni ne al rialzo ne al ribasso. Ciao.

    • Ciao Angelo, anch’io sarei curioso di sapere cosa o quali studi ti hanno fatto ripensare sull’incremento del prezzo del gold, visto che in precedenza hai sempre affermato che intorno ai 1050-1065 il ciclo attuale era da considerarsi già terminato.
      Mi fa cmq piacere che tu sia ridiventato ottimista in questo.

  6. Ciao Roy

    Mi sembra, dall’alto della mia ignoranza nel settore aureo,correggimi se sbaglio, che il prezzo
    delle monete o dei lingotti subisca la stessa dinamica (perlomeno in Italia) del prezzo della
    benzina allorchè il petrolio salga o scenda. Mi spiego. Quando l’oro o il petrolio salgono di
    prezzo, sistematicamente aumentano anche i prezzi dei loro prodotti, ma nel momento in cui
    calano i prezzi di queste due materie prime non in maniera altrettanto sistematica i prezzi
    scendono.Addirittura in alcuni casi rimangono stabili…… non ho capito il perchè.

    • Floriano non ho mai fatto uno studio statistico sul coefficiente di correlazione che c’è fra oro e petrolio.

      Ti ringrazio dello spunto. Appena libero del tempo lo faccio.

  7. Buongiorno a tutti purtroppo vogliono farci credere quello che non e’ non vedrai mai in televisione una pubblicita’ che ti dica : compra dell oro fisico contro inflazione sicuro patrimonio e rendimento da brividi sempre a lungo termine perche’ quello lo devono fare loro con i soldi del popolo a noi lo 0,50 lordo e loro con i soldi dei cittadini guadagnano il 50 %

  8. Ciao Roy,

    intanto ti ringrazio per le importanti informazioni che condividi con le persone.
    Concordo con il tuo articolo e sento il desiderio di dire la mia lavorando in questo settore dei Compro Oro per dare voce ed arricchire l’ottimo post.

    1. E’ vero che soprattutto in passato qualche negozio abbia pagato meno degli altri anche molto meno, ma questo se lo rapporti a un altro compro oro. Prima del nostro avvento i privati potevano vendere l’oro solo in gioielleria e quasi sempre per pochi euro. Pensa nella maggioranza dei casi le gioielleria accettavano solo la permuta, ovvero prendere il tuo oro vecchio in cambio di oro nuovo al prezzo di oltre 3 volte. Quello si che era fare grossi margini, margini che arrivavano e potevano superare il 500%.

    L’arrivo dei compro oro ha portato concorrenza e fatto aumentare i prezzi AL CLIENTE, i margini lordi sono solamente tra il 10% e il 20%. Quindi direi che i clienti hanno avuto riconosciuto il massimo valore possibile per i loro gioielli.

    Bisogna vedere i compro oro come una possibilità in più per monetizzare, oppure per fare un affare.

    2. Bisogna comprendere, che come giustamente diceva l’imprenditore del Tarì, i nostri clienti sono sempre meno persone che sono povere e che hanno quest’ultima risorsa nell’oro. Certo si sono e rappresentano nel mio caso circa il 40% dei clienti, ma c’è la maggioranza che vende per altri motivi.

    Ad esempio hanno oggetti rotti, fuori moda, diventati stretti come anellini dopo che si è cresciuti di età o di peso. Ci sono coppie che si separano e quell’oro è un ricordo da cui vogliono separarsi. Persone che credono che l’oro abbia toccato il picco e che prima che scenda vogliono guadagnare il massimo oggi. Regali mai messi. Gioielli dei nonni o bisnonni ormai scomparsi. Persone che sono state derubate in casa e che hanno paura gli rubino l’oro rimasto e lo vendono tenendo i soldi in banca. Insomma ci sono tante altre motivazioni che per dovere di completezza ho ritenuto di aggiungere dando ilio contributo.

    Cordiali saluti
    Lorenzo

  9. Sono nel settore da molto tempo …. per quanto mi riguarda , anche se una fetta di monili in ORO è stata già venduta , il mercato del nobile metallo è uno dei pochi dove c’è ancora da guadagnare in futuro !!! Ormai si stampano troppi soldi e questo è un indicatore per il futuro prezzo del metallo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qui puo\' commentare solo chi e\' bravo in matematica :) Completa l\'operazione.

 

Compila il modulo qui sotto per accedere al Videoseminario gratuito

Capisco che posso decidere di non ricevere più le tue email
in qualsiasi momento e inviandoti una semplice email.
Username
Password

Design by Andrea Leti

Leggi articolo precedente:
barometro-oro-DeshGold
Barometro Oro: 23.Mag.2015

Nella giornata di trading di lunedi’, l’oro aveva toccato i $1.230,00 per oncia, per poi stornare al ribasso sull’annuncio della...

Chiudi